×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156258
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tricase: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Tricase è un comune della provincia di Lecce che sorge all'interno del cosiddetto Capo di Leuca, ovvero una particolare area del basso Salento che include la costa orientale ed alterna le più svariate tipologie paesaggistiche: si va dalle aree pianeggianti a quelle sabbiose ed argillose, da zone boschive in cui appaiono spettacolari esemplari di querce vallonee e litorali frastagliati, resi unici dalla presenza di grotte calcaree.

Tricase è suddivisa tra un nucleo centrale ed alcune frazioni. Le più note ed importanti sono Depressa, situata a circa 108 metri di altezza e Lucignano: quest'ultima è particolarmente nota sia per la produzione di ceramiche artigianali (il suo terreno presenta diversi sedimenti d'argilla) che per avere ospitato il celebre poeta Girolamo Comi.

Detto ciò, come è facile intuire, è il capoluogo a custodire il maggior numero di bellezze architettoniche. Se parliamo di strutture religiose è doveroso nominare innanzitutto la Chiesa madre della Natività della Beta Vergine Maria, costruita nel 1736 sulla base di precedenti chiese parrocchiali: una struttura che tra l'altro conserva ancora arredi e suppellettili dei templi precedenti, tra cui spiccano un fonte battesimale rinascimentale ed alcune tele databili tra il XVI ed il XVII secolo.
Altra architettura degna di nota è la Chiesa di San Domenico, edificata nel 1679 su un impianto preesistente distrutto dai Turchi ed annessa al convento dei Domenicani: la sua facciata presenta la statua di San Domenico di Guzmàn, mentre al suo interno troviamo altre sculture policrome di santi domenicani, oltre che un coro intagliato in legno e noce e realizzato da Oronzo Pirti.

Parlando invece di architetture militari, l'edificio più noto e rappresentativo di Tricase è senza ombra di dubbio Palazzo Gallone: venne costruito durante il XV secolo ed all'epoca era dotato sia di un recinto fortificato ed una cinta muraria lunga 400 metri con fossato che di un ponte levatoio. Nato come struttura difensiva (all'interno delle sue prigioni è ancora possibile osservare dei graffiti originali ad opera dei reclusi), il Palazzo venne poi pian piano tramutato in residenza nobiliare dalla famiglia Gallone, dotandosi di un mulino, di un forno, di magazzini e di una sala del trono.
Non hanno cambiato funzione invece le celebri torri di avvistamento che caratterizzano tutto il Salento: quella più vicina al comune è situata in località Tricase Porto, è stata costruita da re Carlo V nel 1532 e poi bombardata dagli inglesi nel 1806. Torre del Porto di Tricase comunicava visivamente a sud con Torre Palane, costruita in blocchi di arenaria ed alta circa 15 metri, ed a nord con Torre del Sasso. Quest'ultima si trova sulla cresta della Serra del Mito e sorge a 116 metri al di sopra del livello del mare: presentava una base troncopiramidale e doveva avere un vano superiore con volta a botte.

Lo splendore di Tricase non sta però soltanto nelle sue architetture, ma, come già detto, anche nella bellezza dei suoi scenari naturali. Il comune si trova ad esempio inserito nel complesso del Parco Naturale Regionale Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, un'area naturale protetta che copre una dozzina di comuni e che si estende per oltre 3.000 ettari. Dal punto di vista botanico l'area è articolata in fasce parallele che si estendono parallelamente alla costa: la prima è la meno coperta dal punto di vista vegetale e presenta soprattutto alofile; la seconda è quella delle falesie rocciose, mentre la terza è animata soprattutto da macchia mediterranea e presenta la già citata quercia vallonea.


L'area è particolarmente animata anche dal punto di vista faunistico, presentando ad esempio diverse specie di uccelli migratori ed alcuni esemplari di foca monaca. Detto ciò uno degli aspetti più interessanti e caratteristici di questa splendida zona verde sta nelle grotte nate spontaneamente sul suo tratto di costa grazie al fenomeno del carsismo: le più celebri sono la grotta dei Cervi, la grotta dei Romanelli e la grotta di Zinzulusa, sia per il loro aspetto che per i diversi reperti fossili rinvenuti al loro interno e risalenti al paleolitico ed al neolitico.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0156263

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



12 risultati filtrati per:
Rank 1# di 12
3 Voti
Rank 2# di 12
2 Voti
Rank 3# di 12
2 Voti
Rank 4# di 12
1 Voto
Image not found
Rank 5# di 12

PROVINCIA DI LECCE BIBLIOTECA G. COMI

1 Voto
Indirizzo: , P. COMI
Telefono: 0833784537
Rank 6# di 12
Rank 7# di 12
Rank 8# di 12
Image not found
Rank 9# di 12

Cinema Aurora Di Cafueri Rocco

Indirizzo: 34, Via Stella D'italia
Telefono: 0833544113
Image not found
Rank 10# di 12

Cinema Paradiso Di Cafueri Rocco

Indirizzo: 15, Via Caputo
Telefono: 0833545386
AttractionList-GetPartialView = 0,1718887
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0156262
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0

Cosa vedere vicino a Tricase

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Tricase
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0