×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Scanno: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010004
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070064

Itinerari tra storia, arte, atmosfera sospesa tra roccia, boschi e praterie, in cui oziare lungo le rive del suo lago dove è possibile pure prendere il bagno, passeggiare sui numerosi sentieri, dedicarsi a sport invernali o al sole d’inverno nelle zone più alte.

Così è Scanno, dove passeggiare piano tra i vicoli, alla scoperta delle sue chiese e delle sue fontane, scoprendo nella sua architettura di pietra elementi barocchi in perfetta armonia con quelli gotici e romanici, fermandosi a gustare le sue prelibatezze d’eccellenza, tra un Pan dell’orso e qualche arrosticino.

Una passeggiata iniziale, qui a Scanno, fa apprezzare immediatamente l’atmosfera incantata del borgo, con scorci decisamente suggestivi che appaiono qua e là, ma anche dai quei suoi particolari vicoli spesso vicoli, spesso gradonati, con curiosi portali settecenteschi che ornano le case e che ricordano grandi floridezze passate.

Sono ben undici le chiese di Scanno, sei gli archi antichi, in un connubio di arte e cultura al centro di uno scenario naturalistico di grande appeal. Sicuramente, è il lago di Scanno, con tutti i boschi che lo circondano, ad essere il testimonial più famoso di questo territorio, con quella sua caratteristica forma a cuore, che mostra in pieno dal belvedere di Frattura Nuova.

Si tratta di un piccolo bacino naturale, dalla superficie di un chilometro quadrato, a circa 930 metri sul livello del mare: si è formato in seguito a una antica frana staccatasi dal Monte Genzana. Il materiale ha così ostruito il corso del fiume Tasso originando il lago. Nel momento di massima piena raggiunge una profondità di 36 metri. Da alcuni anni però, segnalano i geologi, è interessato da abbassamento del livello delle acque, fino a oltre quattro metri in poche settimane, un fenomeno che si è accentuato dopo il terremoto che ha colpito l’Abruzzo nel 2009.

Curiosando per il paese, la visita va sicuramente alla Chiesa parrocchiale di Santa Maria della Valle, che risale al XIII secolo, con il suo bel portale romanico. Interessante anche l’interno, con due acquasantiere settecentesche, con bassorilievi di marmo, il mausoleo di San Costanzo nonché il battistero di gusto barocco.

Da non perdersi la Chiesa di Sant’Eustachio, la più antica del paese che è collocata nella sua parte più alta: quella struttura che si vede adesso è del 1700 e protegge da sempre la statua di una Madonna dal volto bruno, del 1400. Il dipinto di una Madonna in trono con Bambino con un fondo rosso con fiorami d’oro, probabilmente del 1418, è conservata nella Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, situata in piazza San Rocco.

Un’occhiata agli archi del borgo, che sono di due tipi, alcuni fanno parte dell’antica cinta muraria, vere e proprie porte d’accesso al paese (come la Porta della Croce, che immette in via Napoli), altri collegano semplicemente gli edifici tra loro. Presso l’arco della Nocella, ad esempio, si trova l’ex Chiesa della Madonna delle Grazie, con decorazioni settecentesche a stucco davvero deliziose.

Tra gli edifici, ecco il Palazzo Rienzo, realizzato tra i secoli XVII e XVIII ma ristrutturato anche nel Novecento: la sua facciata alta e stretta dicono assomigli incredibilmente ad un volto umano per la distribuzione delle finestre e delle aperture circolari nella parte superiore. Andare a vedere con i propri occhi!

Verso il lago, c’è la piccola Chiesa di Santa Maria dell’Annunziata, meglio conosciuta come Madonna del Lago, edificata attorno a un’immagine miracolosa, tra il 1600 e il 1700. A Scanno, dal 1993, trova spazio l'interessante Museo della lana, nei pressi di Via Calata Sant'Antonio, in un caratteristico edificio di inizio Novecento. Avendo ricevuto moltissime donazioni dagli abitanti di Scanno, dai ricercatori e da chi vi si è recato in visita, può definirsi come un museo in "costruzione continua". La vita quotidiana, il lavoro, la cultura popolare sono ben rappresentate in questo museo che è un piccolo gioiello del borgo abruzzese.

C’è un percorso, nel borgo, che gli scannesi stessi chiamano la ‘ciambella’, da via Roma immettendosi in via De Angelis, proseguendo in via Silla, quindi in via Vincenzo Tanturri e in via Abrami, proprio un lungo anello circolare. Un andirivieni frenetico, pieno di voci, oppure tranquillo: è questa la zona in cui soffermarsi tra le botteghe e i negozi per acquistare i prodotti tipici, dall’artigianato di oggetti di merletto a tombolo alle raffinatezze dell’arte dell’oreficeria. Con un occhio alla gola: come andarsene via non comprando Pan dell’orso, mostaccioli, un buon pecorino, una fila di salsicce?

Da provare ovviamente in loco nei ristorantini che rendono brulicante e "saporito" il centro, il lago e i dintorni, gustando oltre a certe prelibatezze anche il superbo panorama in cui ci si cala beatamente in ogni dove. Ancora il lago è, per Scanno, occasione di varie attività, sia passeggiate nel verde dei colli circostanti oppure, sia per corroboranti ore di canoa o pedalò. Le attività sportive sono comunque varie, c’è la possibilità di equitazione, pesca, ciclismo, a Passo Godi si praticano ciclocross e motocross, ad esempio. E poi, escursionismo a tutto tondo.

Qualche idea? Incamminarsi nei vecchi tratturi dei pastori, oggi privilegiate vie di comunicazione con le bellezze naturali e la biodiversità del territorio. Verso Villalago un percorso impegnativo ma superlativo porta allo Stazzo della Montagna Grande e poi alla cima del Monte Argatone. Sempre da Villalago si possono raggiungere i monti Preziosi fino ad affacciarsi sulla Conca del Fucino. Di grande fascino le passeggiate per tutti fino ai ruderi dell’Eremo di San Domenico, sul Monte Rovere e sul Monte Genzana. Da Scanno il vallone del Carapale, per arrivare allo stazzo omonimo e al valico delle Ciminiere, può essere affrontato salendo con la seggiovia per Collerotondo. Questa struttura, d’estate permette di raggiungere l'area faunistica del cervo, un piccolo laghetto in quota, mentre in inverno immette nelle piste che dai 1900 metri di Collerotondo ridiscendono fino in paese.

E da Scanno si possono seguire le tracce dell'orso marsicano, verso Passo Godi e Ferroio di Scanno. E per sciare? A disposizione i comprensori sciistici di Passo Godi e Monte Rotondo: snowtubing, campi per lo slittino e bob, anelli per lo sci di fond e nordicoo, noleggio motoslitte, ampi spazi per l'escursionismo, l'alpinismo, il telemark, l’ideale per gli appassionati.

A Scanno si arriva
si in automobile seguendo la A24-A25 con uscita a Cocullo, proseguendo sulla SS479. In treno, attraverso le ferrovie locali, si raggiunge via stazione di Anversa-Villalago-Scanno. Sono inoltre disponibili collegamenti via autobus sia sulle località vicine che da Roma e Napoli. In aereo, infine, si può fare riferimento all'Aeroporto di Pescara o, in alternativa, ai principali scali di Roma.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0070069

Attività

Attrattive

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0050046
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



10 risultati filtrati per:
Rank 1# di 10
Rank 2# di 10
Rank 5# di 10
2 Voti
Image not found
Rank 6# di 10
Rank 8# di 10
2 Voti
Rank 9# di 10
1 Voto
AttractionList-GetPartialView = 0,1681621

Conosci Scanno? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,003003
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010008
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,003003
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0100094
DestinationListNear-GetPartialView = 0,1071034
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0,003003
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020022

Cerca offerte a Scanno

HotelSearch-GetPartialView = 0,0090085
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020017

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Scanno
GuideList-GetPartialView = 0,0010009
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009