×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

San Giovanni Rotondo: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156262

San Giovanni Rotondo è un comune della provincia di Foggia che sorge all'interno dell'area del Parco Nazionale del Gargano, posizionandosi più precisamente tra San Marco in Lamis, Manfredonia ed il Monte Sant'Angelo. Sorge ad un'altitudine media di 566 metri al di sopra del livello del mare ed il suo territorio è particolarmente interessante dal punto di vista della flora: i suoi boschi sono composti principalmente da faggi e lecci, ma ospitano anche specie non autoctone (quali ad esempio il cipresso ed il cedro) e contengono ben 40 diverse specie di orchidee, tra cui alcune protette dall'Unione europea.

Detto ciò la città è famosa in tutto il mondo soprattutto per avere legato la propria storia a quella di San Pio da Pietrelcina, che ha vissuto qui a partire dal 4 settembre 1916, che qui ha inaugurato la celebre Casa Sollievo della Sofferenza (ospedale specializzato che ha a disposizione circa 900 posti letto, che ogni anno registra circa 60.000 ricoveri) e che qui è venuto a mancare in data 23 settembre 1968.

E proprio le spoglie di Padre Pio sono ospitate dal Complesso conventuale di Santa Maria delle Grazie, senza ombra di dubbio la struttura più celebre e rappresentativa di San Giovanni Rotondo in Italia e nel mondo: si tratta di un complesso formato da uno storico convento dei frati cappuccini e da due chiese. Quella antica risale al 1540 ed è nota per avere ospitato San Camillo de Lellis. Quella nuova è stata costruita proprio per esplicito desiderio di Padre Pio, intenzionato ad ospitare al meglio le migliaia di pellegrini che affluivano verso il comune già negli anni '50 del Novecento: è stata consacrata il 1° luglio 1959 e la sua cripta ospita il corpo del santo da Pietrelcina.


Proprio la zona del Convento è quella più ricca di architetture religiose in generale: la più imponente è sicuramente quella di San Leonardo Abate, costruita nel Medioevo e poi abbattuta e riedificata durante la seconda metà del XVII secolo; una chiesa a due navate, nota per la sua facciata con scalinate laterali ed il suo portale in legno in cui è incastonata la statua in pietra di San Michele arcangelo. Altro importate edificio sacro della zona è la Chiesa di Sant'Orsola, la chiesa più ricca d'arte e di storia di tutta la città: la sua facciata barocca è impreziosita da un portale di breccia che ospita due statue raffiguranti San Francesco d'Assisi e Sant'Antonio da Padova, mentre al suo interno custodisce diverse importanti tele della scuola napoletana, assieme ad opere del pittore milanese Natale Penati ed opere di scuola veneta.

Ovviamente San Giovanni Rotondo non è soltanto chiese, ma presenta decine e decine di altre architetture di pregio, tra cui spiccano quelle militari. Un tempo la città era circondata da mura possenti e da ben 15 torri edificate tra il XII ed il XIV secolo, di cui però rimangono poche tracce: oggi quelle visitabili sono infatti soltanto Torre Quadrangolare e Torre Cilindrica. Sono invece ancora osservabili le quattro mura che consentivano l'ingresso alla città: Porta Maggiore, edificata da Federico II di Svevia e dotata di ponte levatoio, Porta dei Comuni, nota anche come "Portami Suso" (ovvero "portami in alto"), Porta del Lago, composta da archi semicircolari, e Portella, la più piccola delle quattro.

A ciò si aggiunga che il comune presenta spazi verdi semplicemente straordinari: basta infatti allontanarsi di pochi chilometri dal centro abitato per ritrovarsi immersi nel già citato Parco Nazionale del Gargano, un'area naturale protetta che si estende per oltre 115.000 ettari ospitando spettacolari formazioni derivanti dal fenomeno del carsismo. A tal proposito, la cavità carsica naturale più nota del comune di San Giovanni Rotondo è la cosiddetta Grava di Campolato, che funge da inghiottitoio per le acque provenienti dai monti che la circondano; una grava piuttosto difficile da esplorare, che non a caso è diventata meta privilegiata negli itinerari speleologici della regione Puglia.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,031252

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0156276
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



4 risultati filtrati per:
Rank 1# di 4
9 Voti
Rank 3# di 4
Image not found
Rank 4# di 4

Cine Teatro Palladino

Indirizzo: Via Poerio Carlo
Telefono: 0882412264
AttractionList-GetPartialView = 0,1875138

Conosci San Giovanni Rotondo? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0156258
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0156258
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0625053
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cerca offerte a San Giovanni Rotondo

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156262
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0156263

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di San Giovanni Rotondo
GuideList-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0