×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156267
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cosa visitare a Norcia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Panoramica per visitare Norcia al meglio

Una destinazione, quella di Norcia, che regala un patchwork di sensazioni diverse, tutte apprezzabili, dal suo Centro Storico intriso di misticismo e artigianalità, ai suoi dintorni in cui la natura umbra dà davvero il meglio di sé, in un territorio splendidamente forgiato dagli eventi sismici che l’hanno caratterizzata. Ricca di arte e cultura, gastronomia e sacralità, Norcia non è una città mondana e si fa amare proprio per la sua aria di provincia, piena di gentilezza, in un clima di ospitalità al 100%, dove tutti sono pronti a raccontare la propria storia e a dare informazioni su cosa di meglio c’è da visitare.

Dopo averne conosciuto piazze, vie, ristoranti e botteghe, visitare Norcia è come superare una porta magica, al di là della quale si entra in un altro dei suoi mondi leggendari, il Parco dei Sibillini, tra panorami mozzafiato e qualche leggenda. Qui, infatti, e il nome dovrebbe suggerirlo, c’era un’altra Sibilla (dopo quella più famosa di Cuma), una fata buona, narra la leggenda, che ogni tanto abbandonava la sua grotta nelle profondità montane (e che oggi purtroppo non è fruibile) per scendere a valle e insegnare l’arte della filatura e della tessitura alle ragazze dei vari paesi. Magari se ne andava in giro con altre fate, quelle di Castelluccio: affascinanti nonostante i loro piedi di capra, potevano restare con gli uomini solo di notte, scappando al primo sole. A lei dedicata la "strada delle fate", la faglia che taglia il monte Vettore a 2 mila metri.

Norcia nel mondo è stata resa famosa dall’artistica lavorazione dei salumi, la norcineria. Così, a torto o ragione, forse più delle sue bellezze paesaggistiche e sicuramente dei suoi monumenti, sono i suoi genuini prodotti a rappresentarne il simbolo più vero a livello planetario.

Prima di tutto, quando si va a Norcia, dotata di un nucleo antico protetto dalle mura del XIII a forma di cuore, si va a visitare la Basilica di San Benedetto: ha una tipica facciata a capanna con grande rosone centrale e un interno ricco di marmi policromi. Nella cripta sono conservati i resti di un antico edificio romano che secondo la tradizione sarebbe la casa paterna dei gemelli Benedetto e Scolastica. Nelle vicinanze, il Portico delle Misure, costruito intorno alla metà del 1500 come mercato al coperto dei cereali. Poi, attorno, diversi edifici come la Castellina, costruita su disegno del Vignola nel sec. XVI, oggi sede del Museo Civico e Diocesano, o il Palazzo Comunale con tanto di loggia, del XIV secolo, scalinata e torre campanaria. All’interno di quest’ultima c’è tra l’altro la settecentesca Cappella dei Priori, in cui si conserva il prezioso reliquario di San Benedetto, uno degli ultimi in stile gotico.

Il Duomo di Santa Maria Argentea è pure un altro edificio di Norcia da non lasciarsi sfuggire: della fine del 1500, è un rappresentante di un classico stile rinascimentale, con tanto di arconi in pietra. E all’interno diversi dipinti tra 1600 e 1700. Da vedere anche il Complesso Monumentale di San Francesco, dal gusto gotico, oggi sede di auditorium, biblioteca comunale e archivio storico. Tra i suoi affreschi, la maestosa pala con l'Incoronazione della Vergine eseguita nel 1541 da Jacopo Siculo. Da vedere inoltre la Mostra della Civiltà Contadina, allestita nel Palazzo Cavalieri di Malta, in Piazza Patrizi Forti: una collezione privata di oggetti e utensili di artigiani, contadini, maestri, con una sezione dedicata ai vecchi calessi. Nel Criptoportico di Porta Ascolana vi sono epigrafi, cippi, corredi di tombe appartenenti alla civiltà sabina, monili, vasi e altri oggetti risalenti a un’età tra il IX secolo avanti Cristo e il IV dopo Cristo.

Dove acquistare i prodotti tipici, artigianali e gastronomici, in particolar modo? Un po’ ovunque in centro Norcia e nei suoi dintorni. Ma per qualche esperienza in più si può visitare la cava del tartufo dei Monti Sibillini assieme a un esperto cavatore, cioè il cercatore di tartufi; oppure scoprire i segreti dei casari nursini in una delle aziende del territorio, realizzando insieme la ricotta; o ancora, degustare olio extravergini di oliva direttamente in frantoio.

E se si vogliono fare le ore piccole? Non molti ma doc i locali dedicati allo scopo, tra piazza San Benedetto e soprattutto lungo l’ottocentesco Corso Sertorio.

Per quanto riguarda il cibo, anche se Norcia in ogni angolo presenta la sua offerta culinaria, dal ristorante alla trattoria all’alimentare anzi, al norcino, che confeziona panini espressi ad alto livello di soddisfazione.

Le alternative turistiche per conoscere il territorio di Norcia sono ampie come le sue offerte in termini gastronomici. C’è da dire che la morfologia della zona permette di provare emozionanti esperienze, praticando ad esempio numerosi sport in ogni stagione. Nelle diverse località che costellano i dintorni nursini, il già citato Altopiano di Castelluccio offre non solo mirabili visioni sulla sua natura, ma anche percorsi trekking e equitazione, anche a dorso di muli e asini, escursionismo, rafting e canoa lungo i fiumi Nera e Corno, mountain bike, magari lungo i sentieri dei pastori. Mentre la zona di Forca Canepine, riconosciuta tra l’altro come sede internazionale di ritiro estivo per tante società sportive, è gettonata d’estate per lo sci estivo (oltre a quello invernale tra ciaspolate e sci di fondo) nonché per il volo libero, deltaplano e parapendio. E ancora in questa zona, meglio conoscere il Lago di Pilato, un piccolo bacino lacustre dal livello variabile, alimentato dallo scioglimento nevoso delle cime del monte Vettore: nelle sue acque il Chirocefalo del Marchesoni, un piccolo crostaceo dal colore rosso. Da ricordare che tra gennaio e febbraio Norcia ospita ogni anno la "Norcia Football Winter Cup", rassegna calcistica alla quale partecipano formazioni di tutta Europa, un’occasione per stare "dentro" l’evento.

A Norcia si arriva in treno dalla stazione più vicina, Spoleto (lungo la linea Roma-Ancona), da cui partono pullman giornalieri che portano in città in circa 50 minuti. In auto propria, la scelta più comoda perché permette di gironzolare nel Parco dei Sibillini, si giunge da nord attraverso l’autostrada A1 verso Perugia, Assisi e Spoleto e da qui imboccando la strada Spoleto-Norcia. Da Spoleto, prendere la galleria Forca di cerro, uscendo a Sant’Anatolia di Narco e proseguendo verso Norcia e Cascia, lungo la statale 209 della Valnerina. Da Firenze a Norcia si arriva in circa due ore e mezza. Dal versante adriatico, si percorre la Bologna-Bari, uscendo a Cesena Nord, proseguendo in direzione di Perugia e seguendo l’itinerario sopra descritto. Per chi viene dal sud, si lascia la A1 al casello di Orte, si prosegue in direzione di Spoleto. Roma-Norcia distano circa due ore. Chi arriva in aereo, ha come aeroporto più vicino quello di Perugia, che dista però 120 chilometri. Si può anche scendere allo scalo di Roma-Fiumicino, raggiungendo in treno o in taxi la Stazione Termini e poi salendo su un treno per Spoleto.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
13 risultati filtrati per:
Rank 1# di 13
Rank 2# di 13
Rank 8# di 13
Rank 9# di 13
Rank 10# di 13
Image not found
Rank 11# di 13

Cinema Impero

Indirizzo: 54, Corso Sertorio
Telefono: 0743816288
Rank 12# di 13
Rank 13# di 13
AttractionList-GetPartialView = 0

Conosci Norcia? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0
AttractionFilterListOther-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Norcia

HotelSearch-GetPartialView = 0
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Norcia
GuideList-GetPartialView = 0

La valigia della settimana dal 15-12 al 21-12

WeatherInfoSuggestedClothing-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0