×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010004
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Nocera Inferiore: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

Nocera Inferiore è uno dei comuni più importanti della provincia di Salerno, da sempre descritto insieme alla “gemella” Nocera Superiore, entrambi luoghi di antica storia fin a partire dagli Etruschi.

Il suo simbolo è la Torre Normanna del Castello del Parco, risalente al decimo secolo. Per una visita di Nocera Inferiore un buon punto di partenza è Largo Sant’Antonio, la piazza più bella della città, con la caratteristica scalinata bianca che porta fino alla omonima Basilica e convento, raro esemplare di architettura gotica mantenuto anche attraverso le varie trasformazioni a cui la struttura è stata sottoposta nei secoli.

Da qui si può dipanare un percorso alla scoperta delle caratteristiche più interessanti di questa città, considerata da un detto popolare la capitale dell’Agro, a partire dai tanti palazzi civili che testimoniano la presenza delle famiglie notabili nei secoli. Tra i più importanti c’è l’ottocentesco Palazzo Fienga, vicino al castello medievale (ne ingloba anche il mastio), il palazzo ducale oggi trasformato nell’imponente Caserma Tofano, Palazzo Lanzara, Palazzo De Francesco e molti altri, con stile che vanno dal seicentesco al Liberty.

Il castello del Parco Fienga è però l’attrazione più nota della città, situato sulla collina di sant’Andrea e rimasto per lungo tempo in proprietà prima dei Guidobaldi e poi dei Fienga, prima di tornare al comune di Nocera Inferiore. Si tratta di una struttura estremamente antica, di cui nei documenti ufficiali si parla fin dal 984, ed è possibile ancora ammirare varie strutture gotiche che si sono mantenute anche contro l’influsso del tempo, come i tre archi gotici, le cisterne, le cinte murarie. Suggestiva la grande “sala dei giganti”, ancora con le originali bifore e finestre tufacee. La struttura più familiare ai cittadini è però indubbiamente la torre normanna, torre mastio di forma pentagonale fatta costruire nel tredicesimo secolo dalla famiglia Filangieri.

Da qui non si può perdere il bel panorama dell’agro nocerino, con una vista che arriva fino alle isole maggiori dell’arcipelago flegreo e alla Costiera Amalfitana. Molto suggestiva da percorrere è anche Via Origlia, con il suo tipico andamento tortuoso che esplora a fondo il centro storico della città. L’edificio di carattere religioso più importante è invece la Cattedrale di San Prisco, costruita sopra un’antica abbazia benedettina. Al suo interno custodisce il corpo del santo, primo vescovo di Nocera, ed è notevole anche il campanile settecentesco; all’interno c’è da vedere soprattutto l’affresco del Paradiso, opera di Angelo Solimena, all’interno della cappella del Rosario.

Molto importante per la devozione locale è anche il Santuario di Santa Maria dei Miracoli, sulle pendici del Monte Albino, che in passato ospitò anche un Raffaello e che può essere raggiunto con una lunga scalinata. Nocera Inferiore ha una ricca storia che parte dagli Etruschi e arriva fino ai giorni nostri, e per poterla apprezzare in pieno è possibile visitare il Museo Archeologico dell’Agro Nocerino, che si trova in una parte dedicata del convento di Sant’Antonio; è stato inaugurato nel 1964 e custodisce importanti reperti, come le anfore (o oinochoe) che portano ancora i segni dell’antico alfabeto nocerino, uno dei più interessanti del remoto passato per i linguisti.

Tutti da vedere, inoltre, i monumenti funerari di Piazza del Corso, che risalgono al periodo tra il secondo e il terzo secolo avanti Cristo, con monumenti funerari della città di Nuceria Alfaterna. In Piazza Amendola, in pieno centro città, si trova anche la Fontana della Fertilità, realizzata nel 2007 e simbolo della ricostruzione che ha riguardato Nocera Inferiore negli ultimi anni del ventesimo secolo e nei primi del ventunesimo.

Per chi è alla ricerca di proposte lo shopping a Nocera Inferiore, il cuore della città è rappresentato da Corso Vittorio Emanuele, che ricalca l’asse antico di quella che era detta Via Regia o Via Nocerina, la strada che a partire dal Golfo di Salerno conduceva fino a Castellammare di Stabia: qui si concentra ancora oggi il maggior numero di attività di vario tipo, per chi è alla ricerca degli oggetti di artigianato più tipici ma anche degli articoli di abbigliamento, accessori, elettronica e così via.

Anche per quanto riguarda i ristoranti questi sono distribuiti in tutta la città ma si trovano con maggiore frequenza lungo l’asse viario principale, malgrado non manchino agriturismi e ristoranti negli immediati dintorni, calati nella natura e con un legame ancora più stretto con le materie prime del territorio.

I locali della movida più frequentati si trovano allo stesso modo lungo la provinciale 126 e Corso Vittorio Emanuele. Nocera Inferiore è ricca anche di aree verdi, veri polmoni che rendono più vivibile una città che è stata oggetto di intensa attività di costruzioni durante gli anni Settanta del Ventesimo secolo. Tra queste, la Collina del Parco, con vari percorsi naturalistici tra le rovine medievali, il Monte Albino, ricco di acqua di grotte, ultima propaggine dei Monti Lattari e con un percorso dedicato alle attività sportive realizzato alle sue pendici, e la Collina di San Pantaleone ad ovest, che funge anche da confine tra Nocera Inferiore e il comune di Pagani.

Per quanto riguarda la viabilità a Nocera Inferiore, la città è attraversata dall’autostrada A3, la Napoli-Salerno, con casello dedicato, mentre lo svincolo di Nocera-Pagani collega l’area settentrionale della città con l’A30, la Caserta-Salerno. Le altre strade di una certa importanza che attraversano Nocera Inferiore sono la SS 18, Tirrenia Inferiore, la regionale 266b, la centralissima SP 126. Per quanto riguarda i treni c’è la stazione di Nocera Inferiore sulla linea Napoli-Salerno e quelle di Nocera Inferiore Mercato lungo la ferrovia Nocera Inferiore-Mercato San Severino.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0120115

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0090085
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010009

Cosa vedere secondo voi



7 risultati filtrati per:
Rank 1# di 7
4 Voti
Rank 2# di 7
3 Voti
Rank 3# di 7
Image not found
Rank 4# di 7

The God Father Of Cinema Di Civale Diodato

Indirizzo: 38, Via Fucilari
Telefono: 0815178378
Image not found
Rank 5# di 7

The Godfather Of Cinema

Indirizzo: 138, Via Fucilari
Telefono: 0815178378
Rank 6# di 7
Image not found
Rank 7# di 7

Cinema Sala Roma-daphne Sala Cinematografica Srl

Indirizzo: 24, Via Sellitti Vittorio
Telefono: 0815170175
AttractionList-GetPartialView = 0,1691626
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0050047

Cosa vedere vicino a Nocera Inferiore

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0170162
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010008

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Nocera Inferiore
GuideList-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0