×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Manduria: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

Manduria è una città ricca di monumenti religiosi e civili, è inoltre caratterizzata da un’area archeologica che la rende una delle più importanti città d’arte del Salento.

L’itinerario di questa antica città della dodecapoli messapica, può avere inizio dalla parte nord dell’abitato, ad oggi attrezzata come Parco Archeologico. Nella “città antica” si possono ancora scorgere delle preziose opere di fortificazione, come le Mura Messapiche a carattere difensivo, risalenti al V secolo avanti Cristo e costituite da due cinte murarie, la più interna lunga circa 2 km, è preceduta da un fossato largo 4 m, mentre la seconda raggiunge i 3,3 km.

Seguendo l’andamento delle cinte murarie, nelle vicinanze delle porte, si possono scorgere gruppi di tombe (ben 2.500) scavate nella roccia, una necropoli lunga 1 km, che ha subito diversi saccheggi nel tempo, e che ad oggi è composta per lo più da vasi databili tra il IV e il II secolo avanti Cristo. Merita una menzione a parte il cosiddetto Fonte Pliniano, situato sempre nell’area archeologica del paese, anch’esso monumento di origine messapica identificabile con quello citato da Plinio il Vecchio nella sua “Storia Naturale”, da cui prende il nome.

Si tratta di una grande caverna naturale del diametro di 18 metri, con al suo interno una vasca, dove scorre in modo perpetuo dell’acqua che proviene da una vicina falda acquifera, il sito probabilmente veniva usato dai messapi come luogo di culto dedicato ad una divinità delle acque. Il tour della parte più antica di Manduria può proseguire con dei rapidi sguardi alla Cripta di San Pietro Mandurino, risalente ai primordi del Cristianesimo, costruita su di una cripta ipogea, probabilmente una tomba a camera di epoca classica, che conserva alcuni affreschi bizantini.

Di grande interesse anche la Chiesa di Sant’Antonio con l’attiguo Convento dei Frati Minori, edificati sul finire del Seicento, ad opera dei Cappuccini. Ciò che non può mancare è una visita alla Mostra permanente Oltre le mura che raccoglie oltre 60 corredi funerari, in gran parte provenienti da scavi effettuati in varie zone del territorio.

Nel cuore di Manduria, precisamente sulla triangolare piazza Giuseppe Garibaldi, si staglia l’imponente Palazzo Imperiali, uno dei più singolari esempi di dimora nobiliare del tardo barocco tarantino. Costruito nel 1719, da don Michele III Imperiali, principe di Francavilla, sui ruderi di un preesistente castello medievale, per farne una nuova residenza feudale. L’edificio prevalentemente in stile barocco si concede un’elegante balconata in ferro a petto d’oca in stile rococò, ed è sottoposto a vincolo di tutela in quanto Immobile di Rilevante Interesse Storico-Artistico.

Manduria, ex Casalnuovo, conserva in sé anche molte testimonianze della religione cristiana, presenti dai primordi del culto. Partendo da Palazzo Imperiali si arriva alla Chiesa Madre, detta anche Collegiata, di impianto romanico, costruita tra il XV ed il XVI secolo su di un precedente edificio di epoca medievale, di cui conserva i leoni in pietra ubicati ai lati del portale di ingresso. L’interno è a croce latina articolata in cinque navate di diverse dimensioni, il soffitto di quella centrale è in legno ed è impreziosito da un bassorilievo del protettore della città, San Gregorio.

Proprio di fronte alla Chiesa Madre ha inizio il quartiere ebraico, suggestivo e interessante, con una sinagoga visitabile, e le case con balconi e scale in tufo bianco lavorato, caratteristiche risalenti al XV secolo. Un’altra peculiarità di questa perla del Salento è il Museo della Civiltà del Vino Primitivo, un museo etnografico incentrato sulla civiltà contadina, ospitato all’interno dell’ottocentesca sede del Consorzio Produttori Vini. Nel museo sono esposti oggetti di vita quotidiana e documenti del lavoro agricolo relativo alla coltivazione delle uve, che ha costituito (e costituisce tutt’oggi) l’economia del territorio.

Una serata di shopping per le vie del paese non può certo mancare, e non capita a tutti di fermarsi nei vari negozi che vendono vini, souvenir, o prodotti caseari, ed allo stesso tempo passeggiare tra le facciate dei palazzi storici, tra le imponenti chiese, o nel ghetto ebraico, ricco di diverse botteghe dove acquistare pezzi d’artigianato locale unici nel loro genere. Chi volesse passare una serata all’insegna del divertimento può fermarsi in uno dei tanti pub che si trovano nel centro storico di Manduria, i locali offrono diverse serate a tema, musica live, ottime birre artigianali ed ovviamente eleganti cantine dove si possono consumare raffinati aperitivi, o un calice di vino Primitivo, accompagnati da taglieri ricchi di formaggi e salumi nostrani.

E dopo tanta storia, e tanto divertimento si può decidere di rifocillarsi, in uno dei graziosi ristoranti della città (in via Ferdinando Donno, Piazza Garibaldi, via XX Settembre) che oscillano tra la tradizione salentina, e l’innovazione gastronomica, tutto questo, soprattutto in estate, all’aria aperta, su tavolini vista mare, magari gustando antipasti di mare con gamberi crudi e carpaccio di tonno, polpo fritto e soufflé ai funghi, un misto di verdure fritte e panzarotti, e molto altro.

Da Manduria si può anche andare alla scoperta della Puglia e della provincia tarantina. Non si può lasciare il Salento senza fare un tuffo nelle sue acque cristalline, magari partendo dalla zona di Campomarino di Maruggio (15 km), località balneare che sorge attorno Torre delle Moline, con un litorale incontaminato caratterizzato da magnifiche dune, con tanto di ginepri e timi. Frequentatissima è l’area naturale protetta della località marina di Torre Colimena, (16 km) con spiagge che ricordano i carabi, accerchiata dalla Salina Monaci che deve il suo nome ad un’antica salina che si trova nei pressi di una torre di vedetta del Cinquecento, l’area ospita splendidi esemplari di fenicotteri rosa, aironi, volpoche ed una flora molto peculiare.

Più a nord, a circa 12 km, vi è San Pietro in Bevagna, località balneare caratterizzate da un lungo ed ampio litorale e basse scogliere. Spostarsi a Manduria è molto semplice, il lungomare e le attrattività concentrate per lo più attorno al centro storico spingono i suoi visitatori a spostarsi a piedi, ma per chi volesse utilizzare il servizio urbano può servirsi di SitaSud S.R.L. o noleggiare un’auto. Si può arrivare a Manduria in aereo: dall’Aeroporto di Bari Palese, successivamente è possibile raggiungere Manduria tramite automobile, usando l’Autostrada A14 che collega Bari a Taranto, oppure la SS100, una delle principali arterie del Sud Italia.

Arrivati all’uscita comune delle due strade, ci si trova a Massafra, seguire la segnaletica per Taranto e poi per Brindisi, tramite la SS7 Via Appia. Prendere l’uscita per Oria e seguire la segnaletica per Manduria.In auto: tramite le principali arterie della Puglia, prendendo l’Autostrada A14 Bologna-Taranto, ci si ritrova al termine dell’autostrada nel comune di Massafra, da qui seguire la segnaletica per Taranto, e da lì prendere la Taranto-Brindisi SS7 Via Appia, poi prendere l’uscita per Oria e seguire la segnaletica per Manduria. In treno: a Manduria non è presente una stazione Ferrovie dello Stato, lo scalo FS più vicino sono Francavilla Fontana e Lecce, da lì è possibile prendere un treno Ferrovie del Sud Est per Manduria.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0070068

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0090085
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



8 risultati filtrati per:
Rank 1# di 8
6 Voti
Rank 2# di 8
3 Voti
Rank 3# di 8
3 Voti
Rank 5# di 8
Image not found
Rank 6# di 8

Cinema Teatro Ideal Di Miccoli Dr. Saverio

Indirizzo: 6, Piazza Garibaldi
Telefono: 0999712637
Image not found
Rank 8# di 8

SOLE D'ORIENTE SRL

Indirizzo: 7, V. FELLINE
Telefono: 0999794330
AttractionList-GetPartialView = 0,1665965
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0040034

Cosa vedere vicino a Manduria

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0130127
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009

Cerca offerte a Manduria

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100098
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020017

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Manduria
GuideList-GetPartialView = 0,0010008
JoinUs-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020026
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0