×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Maiori: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070068

Maiori è un piccolo comune della provincia di Salerno che dista meno di 10 chilometri da Amalfi ed è parte integrante di quella Costiera Amalfitana che è impossibile non considerare un vero e proprio orgoglio paesaggistico del nostro paese.

Il motivo principale per visitarla è ovviamente il suo magnifico litorale, che non a caso ogni anno viene letteralmente preso d'assalto da migliaia di uomini e donne provenienti da tutto il mondo: basti pensare che la piccola spiaggia di Maiori ha ben venti lidi pronti a soddisfare tutte le vostre esigenze balneari.

Ciononostante Maiori presenta diversi monumenti degni di essere visitati ed il più importante è sicuramente la Collegiata di Santa Maria a Mare: realizzata durante il XIII secolo (ampliando una chiesa preesistente) e situata su un'altura che affaccia su tutta la cittadina, è suddivisa in tre navate, contiene una sagrestia ed una cripta che conserva le spoglie di San Clemente.

Parlando di strutture religiose un altro monumento degno di nota è sicuramente rappresentato dal complesso Abbaziale di Santa Maria dell'Olearia, costruita intorno alla fine del X secolo dai monaci benedettini che sfruttarono sin da subito l'oliveto presente e il frantoio per la produzione dell'olio d'oliva. Si tratta di una struttura interamente ricavata nella roccia e poi ampliata fino a diventare un monastero: è composta da tre cappelle sovrapposte e presenta una cripta che ospita gli affreschi meglio conservati del complesso.

A fare la voce grossa tra le architetture civili troviamo il Palazzo Mezzocapo (attuale sede degli uffici del comune), immerso nel centro di Maiori, spesso citato dagli esperti d'arte per la presenza di un affresco attribuito a Ludwig Richter.

Purtroppo buona parte del centro storico venne stata distrutta da un tremendo alluvione nel 1954 e la ristrutturazione donò al comune un aspetto decisamente più moderno di quello che fu. Ai più curiosi di vedere la bellezza originale di Maiori consigliamo di vedere alcuni capolavori di Roberto Rossellini quali "Paisà" o "La macchina ammazzacattivi", interamente girati per le strade locali prima della catastrofe naturale di cui sopra.

Un'altra possibilità di conoscenza della storia locale è sicuramente offerta dai diversi musei maioresi: ad esempio il Museo di Arte Sacra "Don Clemente Confalone" (allestito nella cripta della già citata Collegiata di Santa Maria a Mare) ospita una importante sezione dedicata alla statuaria e pregevoli testimonianze dell'arte dell'argenteria napoletana nei secoli XVIII e XIX.

Detto ciò Maiori è una cittadina totalmente operativa, funzionale e pronta ad esaudire i desideri dei suoi visitatori, con una offerta alberghiera ampia e divisa per classi, prezzi e non solo. Parlando invece di ristorazione, sono numerose le strutture dove sarà possibile assaggiare alcuni dei più noti prodotti locali: il limone, oltre a dare vita al limoncello (il liquore emblema di tutta la costiera) è anche un elemento fondamentale anche nella cucina della stessa Maiori rappresentando l’ingrediente cardine del suo celebre "sfusato amalfitano" (o "limone all'insalata"); tra gli altri piatti storicamente legati al comune vale la pena di citare gli insaccati (spesso accostati alle fave fresche), ovviamente i primi e i secondi a base di pesce e/o frutti di mare e le celebri "mulegnane c'a' ciucculata" (melanzane con la cioccolata), vero e proprio marchio di fabbrica maiorese.

Tra i tanti vini della zona che è possibile assaggiare, troviamo il Bianco Costa d'Amalfi, il Tramonti, un Ravello, un Furore, ma anche un Rosati o un qualunque vino rosso secco e corposo. Sebbene sia a pochi passi dal mare, Maiori è comunque una cittadina arroccata sui monti Lattari ed a pochi passi dal comune è possibile ammirare la bellezza incontaminata del Parco Naturale del promontorio di Capo D'Orso: un territorio di circa 3.000 ettari che conserva un patrimonio ambientale di valore inestimabile, con varietà di flora e fauna assolutamente uniche. Nelle zone più incontaminate è infatti possibile osservare la cosiddetta macchia-foresta, ovvero l'erede più diretta dell'antica selva sempreverde che ha dominato queste zone nei secoli passati; parlando invece di animali il parco è popolato da diverse specie di mammiferi (volpi, faine, ricci, moscardini ed il sempre più raro tasso), anche se il suo simbolo più importante è probabilmente il falco pellegrino, un rapace in via di estinzione in tutto il mondo. Coloro che invece preferiscono rimanere ben vicini alla riva del mare hanno a disposizione diverse possibilità di intrattenimento al di là di attività prettamente “da spiaggia” quali il bagno o la tintarella.

Il comune è infatti attento ad organizzare alcuni dei suoi più importanti eventi proprio durante la stagione estiva (spesso e volentieri proprio lungo la costa): mostre d'arte, manifestazioni sportive e addirittura una particolarissima festa dedicata ai materassini gonfiabili. Un altro evento piuttosto tipico è il Carnevale organizzato da anni a ridosso del Martedì Grasso, che anima il lungomare con maschere, giocolieri ed artisti da strada e culmina in una sfilata di carri allegorici durante la giornata di Giovedì grasso (che viene poi replicata la domenica successiva e l'ultimo giorno di Carnevale).

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,006006

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0050047
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010009

Cosa vedere secondo voi



6 risultati filtrati per:
Rank 1# di 6
7 Voti
Rank 2# di 6
5 Voti
Rank 4# di 6
3 Voti
Rank 5# di 6
1 Voto
Image not found
Rank 6# di 6

So.ge.tur. Srl

Indirizzo: 37, Via Nuova Chiunzi
Telefono: 089877015
AttractionList-GetPartialView = 0,1701637

Conosci Maiori? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0040038
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0040039
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0180171
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0670645
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020017

Cerca offerte a Maiori

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100099
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020017

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Maiori
GuideList-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0,0020013
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013