×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Lissone: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Lissone è un comune italiano della provincia di Monza e Brianza, anche noto come la "Capitale del mobile" per la sua importantissima produzione e commercializzazione di articoli per l'arredamento.

È la seconda città della sua provincia per popolazione e la terza per importanza economica, oltre ad essere un fondamentale polo culturale dell'intera regione Lombardia grazie a strutture quali le sue biblioteche o il suo Museo d'Arte Contemporanea.

Proprio quest'ultimo, costruito nel 2002 nei pressi della stazione ferroviaria, ospita importanti opere di rilievo internazionale (tra i vari citiamo: Birolli, Schifano, Reggiani, Dorazio), oltre ad una collezione di quadri contemporanei premiati durante gli anni dello storico Premio Lissone ed una sezione dedicata alla vita e all'arte del pittore locale Gino Meloni (ispiratore del premio di cui sopra).

Parlando invece di biblioteche è doveroso citare quanto meno la Biblioteca Civica del Mobile e dell'Arredamento, una struttura inaugurata nel 1941, unica nel suo genere in tutta Europa. Si tratta di una biblioteca che comprende oltre 6.500 volumi in varie lingue, totalmente dedicati al mobile, che toccano argomenti quali diversi stili e/o tecniche produttive nel corso della storia, studi di design, analisi economiche relative al settore, norma italiane ed europee e chi più ne ha più ne metta.

Detto ciò il comune ha decine e decine di architetture più classiche assolutamente meritevoli di una visita, tra cui ad esempio spiccano le architetture religiose. Da questo punto di vista la più importante e rappresentativa di Lissone è senza ombra di dubbio la Prepositurale dei Santi Pietro e Paolo, il più grande edificio di culto della città, completato nel 1926 e caratterizzato sia da uno stile tardo romanico che da motivi neo-gotici.

La pianta è a croce latina a tre navate e un imponente tiburio sorge nel punto in cui si incrociano i bracci. Il campanile di questa chiesa si erge su un quadrilatero di 6,40 metri di lato e con i suoi 77,45 metri di altezza rappresenta una delle eccellenza di tutta la Brianza. A ciò si aggiunga che la Prepositurale al suo interno conserva diverse opere di interesse artistico: tra le varie citiamo l'angelo dorato posto in cima al campanile di cui sopra e una Pala d'Altare databile al 1702 ed attribuita al pittore Federico Panza.

Il territorio di Lissone è assolutamente ricco anche di architetture civili, caratterizzate da stili diversi a seconda del periodo di realizzazione e, come è facile intuire, del gusto dei propri proprietari. Da scoprire ad ogni costo è ad esempio Villa Baldironi Reati, caratterizzata sia da splendidi affreschi databili tra XVII e XVIII secolo che da uno splendido parco che la circonda nella sua totalità; decisamente diverso Palazzo Terragni, magnifico esempio di architettura razionalista, progettato nel 1937 e situato in piazza Libertà.

Ultima ma non ultima di questo breve elenco Villa Candiani-Magatti, attuale sede municipale: uno stabile realizzato nel 1600 dai conti Candiani, disposto su die piani collegati tra loro da rampe di scale e caratterizzato da stile neoclassico.

Basta poi allontanarsi di qualche chilometro dal capoluogo omonimo per scoprire le bellezze celate nelle diverse frazioni di Lissone. Bareggia ad esempio è caratterizzata sia da una chiesa parrocchiale omonima che da un ampio parco di nome Bosco Urbano, che al suo interno ospita un lago artificiale adibito alla pesca sportiva.

Anche la frazione di Santa Margherita (la più grande di quelle lissonesi) è caratterizzata da un edificio sacro omonimo, oltre che dalla cosiddetta elisuperficie, ovvero l'unica struttura di tutta la provincia di Monza e Brianza adibita all'atterraggio e al decollo di elicotteri (che oggi viene utilizzata soprattutto in situazioni di emergenza che necessitino soccorso aereo); per ultima Aliprandi, che, come è facile intuire, presenta ancora la storica residenza della famiglia nobiliare da cui prende il nome.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0156258
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



13 risultati filtrati per:
Image not found
Rank 1# di 13
Rank 2# di 13
Rank 3# di 13
Rank 4# di 13
Image not found
Rank 5# di 13

CENTRO BENESSERE DI MARTINA PERLA & C SAS

Indirizzo: 346, STR. NUOVA VALASSINA
Telefono: 0392145156
Rank 6# di 13
Image not found
Rank 7# di 13
Rank 8# di 13
Rank 9# di 13
Rank 10# di 13
AttractionList-GetPartialView = 0,171888
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Lissone
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0