×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Glorenza: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Immersa nell’incantevole paesaggio dell’Alta Val Venosta, Glorenza è meta particolarmente apprezzata dagli escursionisti, che qui trovano un ottimo punto di partenza per camminate e gite nelle vallate circostanti, dagli amanti della natura e, non da ultimo, dagli sciatori, attratti dalle piste di fondo della vicina Val Slingia.

Oltre alla natura incontaminata, Glorenza, può però anche vantare secoli di storia e cultura, perfettamente espressi e tramandati dalle costruzioni religiose, civili e militari edificate nel tempo.

Monumenti ed edifici storici

Particolarmente interessante e senza dubbio da visitare è la Chiesetta di San Giacomo. Situata nei pressi di Söles a solo 1 chilometro da Glorenza, la chiesa, datata 1220, è la più antica consacrata a San Giacomo del Tirolo. Completamente distrutta dall’incendio appiccato durante la guerra sveva del 1499, venne ricostruita in stile gotico nel 1570. La nuova costruzione fu però nuovamente distrutta da un secondo incendio, provocato dai francesi nel 1799. Nel corso dei lavori di restauro del 1993 eseguiti dai nuovi proprietari, la famiglia Rizzi di Laces, sono stati rinvenuti alcuni resti originari dell’antica chiesa romanica, tra cui numerosi frammenti di affreschi.

Il vicino comune di Sluderno, sito a soli 2 chilometri da Glorenza, è invece sede di un importante architettura militare di epoca medievale, nonchè della più grande armeria privata di tutta Europa. Costruito intorno al 1260 per volere del principe-vescovo di Coira Heinrch von Montfort, il Castello di Coira è formato dalla torre, dal muro di cinta e dal palazzo annesso.

Nel corso dei secoli la costruzione passò dalla proprietà della diocesi di Coira a quella dei Mazia e, successivamente, a quella dei conti Trapp. A quest’ultimi si devono il rifacimento del palazzo e della cappella, gli affreschi rinascimentali (tra cui anche due alberi genealogici) e la costruzione della loggia nel 1504. Diviso in più sale, il castello accoglie anche una strabiliante collezione privata di armi: celebre è la sala delle armature all’interno della quale, oltre alle spade e alle armi difensive, sono conservate circa 50 armature complete appartenute ai Matsch, ai Trapp e al corpo di guardia del castello.

Tra i pezzi di maggior pregio va nominata l’armatura di Ulrico Matsch, realizzata nel 1450 dall'armaiolo milanese Missaglia, alta 2,10 metri e pesante 46 chili.

A pochi chilometri da Glorenza si trova anche una delle principali attrazioni naturalistiche dell’intera Val Venosta. Situato a quota 1.498 metri sul livello del mare, quello di Resia è un lago alpino artificiale dalla capacità di 120 milioni di metri cubi d’acqua, il che lo rende il più grande della provincia di Bolzano. Il lago fu realizzato a partire dell’unificazione per mezzo della diga dei due laghi naturali (quello di Resia e quello di Curon), sommergendo in tal modo l’antico abitato di Curon Venosta, successivamente ricostruito più a monte. La sommersione delle 163 case e dei 523 ettari di terreno permise di ricavare il bacino dell’attuale lago, lungo 6 chilometri e largo 1. Celebre è la cima del vecchio campanile datato 1357, che, sommersa solo in parte, emerge dalle acque del lago regalando a fotografi e visitatori un’immagine affascinate e unica al mondo.

Città natale dell’artista e illustratore Paul Glora, Glorenza accoglie anche, all’interno della torre della chiesa, una mostra permanente a lui dedicata. “Paul Flora - Vita e opere” raccoglie oltre 60 opere firmate dall’artista scomparso nel maggio del 2009 ed eletto dagli abitanti cittadino onorario di Glorenza.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attrattive

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



3 risultati filtrati per:
Rank 1# di 3
1 Voto
Rank 2# di 3
Rank 3# di 3
AttractionList-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156253

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Glorenza
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0