×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Camaiore: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008

Camaiore attira perché piccolo ‘capoluogo’ di una regione in cui la varietà è l’elemento principale, in una combinazione di scenari diversi che hanno tutti lo stesso fil rouge, la bellezza. Si rischia di essere ripetitivi, ma è proprio così, l’incanto di Camaiore e dintorni è in questo patchwork naturale in cui sono messi splendidamente vicini colline e pianure, monti e vallate, mare e spiagge, il tutto raggiungibile nel giro di pochi chilometri.

Un motivo per visitare Camaiore, oltre lasciarsi meravigliare dalle sue bellezze artistiche come la sua Pieve, è dato dalle colline nell'entroterra, desiderabili per gli amanti della natura che possono aggirarsi in una ampia gamma di escursioni in tema di difficoltà e varietà, anche qui, raggiungendo le Alpi Apuane e visitando numerosi caratteristici paesini, da cui godere di panorami strepitosi, come accade nell'antico borgo di Monteggiori o a Casoli.

Non possono rimanere delusi coloro che amano le tradizioni del tempo che fu: a Gombitelli, nota per la lavorazione artigianale dei chiodi e per i salumi, il biroldo e il lardo rosa, si parla ancora un dialetto misterioso, forse di origine gallo-romanza. Anche se è a qualche chilometro di distanza da Camaiore, il suo simbolo è senz’altro la Pieve di Santo Stefano e San Giovanni Battista, risalente forse al IX secolo, pure se le forme attuali sono dell’XI.

Tra le colline che portano la via Francigena verso il mare, rappresenta al meglio lo spirito del luogo. Nel centro di Camaiore spicca la Collegiata di Santa Maria Assunta, risalente alla metà del XIII secolo, con a fianco una torre campanaria in parte della stessa età, in parte, la cima, del XIV. Austera, ha un grande rosone centrale e al suo interno si trova un Crocifisso ligneo trecentesco. Altro da vedere, la porta San Pietro o Lombricese, costruita nello stesso periodo delle mura castellane, erette nel 1374: qualcosa si può ancora notare nella parte nordoccidentale della città.

Davanti al Museo di Arte Sacra, che nel XVII secolo fu la sede della Compagnia del Santissimo Sacramento e che conserva un arazzo di scuola fiamminga del 1516, lungo la via IV Novembre, la quale ricalca l'antico percorso della via Francigena, c’è una delle chiese più antiche di Camaiore, la Chiesa di San Michele, presente qui già nel 1180 e ricostruita dopo essere stata danneggiata dai bombardamenti della Seconda guerra mondiale.

Nelle vicinanze, il piccolo Teatro dell'Olivo, che ha la stessa struttura del 1700 quando venne costruito. Da non perdere la visita alla Chiesa di San Vincenzo Confessore, detta chiesa dei dolori: del XVI secolo, da qui parte la processione del Gesù Morto ogni tre anni. Maestosa, la Badia romanica di San Pietro di Camaiore, preceduta dall'arco di ingresso dell'antichissimo monastero citato già nel 761. Fondata da monaci Benedettini, è stata a lungo punto di riferimento lungo la via Francigena.

La parte marina di Camaiore è il Lido di Camaiore, con oltre quattro chilometri di spiaggia dalla sabbia finissima, una delle prime mete del turismo balneare in Italia, ai primi del 1900. In questo scenario, nella tenuta Consigli - poi Rolandi Ricci – il poeta Gabriele D'Annunzio visse la sua storia d’amore per l'attrice Eleonora Duse. E qui furono ospitati tanti personaggi di grido, come Guglielmo Marconi.

Bandiera Blu, il Lido può contare su 97 stabilimenti balneari e tanti hotel per offrire una vacanza spiaggia-mare senza problemi, con in più la vicinanza dei monti e di città d'arte come Lucca, Pisa e Firenze. In giro per il centro di Camaiore, per le sue frazioni e per i tanti paesi dell’entroterra, nonché scendendo al Lido, le possibilità di shopping sono tantissime, tra botteghe artigianali e negozi alla moda, pure negozietti di antiquariato (passione della regione di Versilia), ferro battuto, tessuti, ceramiche, vetri colorati.

Occhio ai mercatini settimanali, tutti i lunedì al Lido, tutti i venerdì a Camaiore centro. Per i tiratardi, soprattutto il Lido dà spazio a tanti locali per il divertimento notturno. Ma il consiglio, per chi è interessato, è dirigersi verso Viareggio e Forte dei Marmi, raggiungibili nel giro di pochi minuti.

Anche per i ristoranti, le proposte culinarie dove assaggiare qualche buona ricetta della tradizione sono numerose, sia a Camaiore centro sia al Lido, soprattutto a cena quando le luci del sole calante rendono ancora più belli i paesaggi. Se invece si ha un po’ più di tempo e si gironzola nei dintorni, è bello e divertente scoprire locali a gestione familiare, magari dentro un vecchio mulino. Sul Lido, comunque, pure gli hotel offrono una cucina saporita e autentica.

Per gli appassionati, a Lido di Camaiore c’è un grande parco giochi per bambini e adulti, in mezzo al mare, fruibile fino alla fine dell'estate, una struttura galleggiante composta da diversi moduli, lunga 40 metri per 38, dalle parti di viale Kennedy. I dintorni di Camaiore, con i borghi arroccati qua e là, sono un’esperienza unica. Sono soprattutto di origine alto-medievale, ricordati nei documenti come vilae. Qualche nome: Monteggiori, con la vicina fortezza di Rotaio, del 1223. Greppolungo, con affascinanti rovine di un castello del 1200 e finestra rocciosa su un panorama da cui si vedono Camaiore e il mare, e con sentieri per salire al Monte Gabberi. Metato, che si chiama così per via di un caratteristico essiccatoio per le castagne, chiamato come lui: è situato sul lato orientale di Camaiore affacciato sul mare. Lombrici, con la Chiesa di San Biagio dallo stile romanico e la memoria dei numerosi apifici posti lungo le sponde nelle sue immediate vicinanze. E, in località Candalla, la Ferriera Barsi, a circa 200 metri dall'abitato, dove esiste un maglio idraulico ancora funzionante.

Nocchi, che risale all’anno 800, sede di ville, di frantoi e uliveti. Pedona, sorto su un castello dell’anno 1099, con vista dalla conca di Camaiore al mare. Esiste poi la Traversata delle Frazioni Camaioresi, detta anche Via Bassa, un sentiero che unisce diverse frazioni. Il percorso parte dal paese di Santa Lucia e arriva fino a quello di Fibbiano Montanino, attraverso Monteggiori, La Culla, Greppolungo, Casoli, Metato, Summonti, Peralla, Torcigliano, Gombitelli e Migliano.

Per chi ama la montagna, alle spalle di Camaiore, le Alpi Apuane che, tra i boschi e le vallate, mette a disposizione parecchi rifugi dove rifocillarsi. Un’escursione da compiere: vedere l'alba sulla Pania della Croce, la montagna regina delle Apuane. Da visitare anche la Grotta del Vento, a Fornovolasco, con sentieri che mostrano tutte le evoluzioni naturali di questa incredibile struttura.

Come arrivare a Camaiore? In auto, da Firenze o da Roma, dalla autostrada A1 si prosegue sulla A11 Firenze-Lucca in direzione Lucca. Proseguire per Viareggio. Appena usciti dall'autostrada, seguire le indicazioni per Camaiore, primo svincolo a destra e proseguire sempre dritto. Si può anche prendere da Firenze la SGC Firenze-Pisa-Livorno. Allo svincolo per Pisa-Livorno proseguire per Pisa. Proseguire sempre dritto e si giunge all'imbocco dell'A12 Genova-Livorno. Prendere in direzione Genova, uscire a Viareggio. Da Genova, si arriva dalla A12 uscita Viareggio e Lido di Camaiore.

In treno la stazione più vicina è quella di Capezzano Pianore. In aereo, l’aeroporto più vicino è quello di Pisa, da cui si raggiunge Lido di Camaiore, o con il treno (l'aereoporto ha il proprio scalo ferroviario Pisa Aereoporto) e quindi con il taxi, oppure con gli autobus delle linee Lazzi.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0010005

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



19 risultati filtrati per:
Rank 1# di 19
2 Voti
Rank 2# di 19
1 Voto
Rank 4# di 19
1 Voto
Rank 5# di 19
1 Voto
Rank 6# di 19
Rank 7# di 19
Rank 8# di 19
Rank 9# di 19
Rank 10# di 19
AttractionList-GetPartialView = 0,1641566

Conosci Camaiore? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0010009
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0660637
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070064
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Camaiore

HotelSearch-GetPartialView = 0,0010017
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Camaiore
GuideList-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013