×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Andora: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Il comune di Andora, in provincia di Savona ma a poca distanza con il confine amministrativo di quella imperiese, è un attivo centro balneare del Ponente ligure. Secondo la tradizione, il nome “Andora” deriva da Andalora, ovvero “landa d’oro”, una fanciulla del luogo che venne rapita dal principe saraceno Al Kadir e legata all’albero maestro della sua nave. Il fidanzato Stefanello cercò di salvarla ma venne scoperto e ucciso, e per il dolore Andalora si gettò in mare.

Andora è una città in gran parte moderna, e la principale testimonianza del suo passato è rappresentata dal “Paraxo”, ovvero il castello di Andora, sede del primo insediamento abitativo della zona. Si trova nella borgata storica del Castello, a sinistra del torrente Merula, ed è considerato tra i più importanti siti storici monumentali di tutto il ponente ligure. Qui si rifugiarono i primi abitanti della città durante l’Alto Medioevo, e sempre qui i marchesi di Clavesana presero residenza; in seguito il “Paraxo” appartenne al podestà genovese.

Anche la Chiesa dei Santi Giacomo e Filippo, sul modello della cattedrale di Albenga, è un edificio di primaria importanza, con il suo stile romanico-gotico (la chiesa venne costruita tra il XIII e il XIV secolo, con restauri novecenteschi). È divisa al suo interno in tre navate e tre absidi. Interessante anche la grande porta-torre ghibellina, dove c’era anticamente l’accesso settentrionale al complesso. Ogni estate, la chiesa ospita diversi concerti di musica classica.

A contrastare con la natura moderna di Andora ci sono diverse borgate molto suggestive nelle colline circostanti, come Colla Micheri, con una splendida atmosfera e un meraviglioso panorama sulla costa. Molto bella anche la chiesa di San Sebastiano con il suo colore rosso scuro. I fiori decorano le fitte stradine che serpeggiano tra le case: qui passò i suoi ultimi anni anche uno dei più grandi esploratori e navigatori del ventesimo secolo, il norvegese Thor Heyerdahl. Altre frazioni sono quelle di Conna, di Rollo – con la casa-forte del sedicesimo secolo – e di Mezzacqua.

Andora è molto nota e apprezzata per il turismo balneare, e le sue acque sono state premiate per moltissimi anni dalla Bandiera Blu. La spiaggia di Andora è in assoluto tra le più ampie di tutta la costa ligure, è sabbiosa e perfetta anche per le famiglie. D’estate, infatti, la cittadina arriva a decuplicare i suoi abitanti, arrivando fino a 70mila persone che trovano spazio nelle sue varie strutture ricettive. Le migliori spiagge libere di Andora sono l’area dell’ex Colonia d’Asti, la grande area dell’ex Colonia Marina di Milano, vicino al Parco delle Farfalle, e l’area a ponente dalla foce del Merula. Notevole anche la centralissima spiaggia libera attrezzata di Andora con Wi-Fi gratuita, campo da beach volley comunale a poca distanza, campi da bocce.

L’entroterra di Andora è molto suggestivo e offre diverse opportunità per chi ama gli itinerari escursionistici e le passeggiate sui sentieri che attraversano la macchia mediterranea, tra borghi arroccati e i profumi dei prodotti tipici di andora, come il basilico e l’olio d’oliva. La Val Merula, in particolare, offre molte località da visitare con percorsi per tutti i livelli di difficoltà.

Per arrivare ad Andora in auto il modo più semplice è prendere l’Autostrada dei Fiori, l’A10, e uscire presso il casello della cittadina. In alternativa c’è la strada statale 1, la via Aurelia, che collega Andora a Laigueglia e a Cervo. Andora ha anche una sua stazione ferroviaria sulla linea Genoa-Ventimiglia, oltre a un approdo turistico molto importante, la Marina di Andora, vicino al promontorio di Capo Mele, con più di 800 posti barca (quinto porto turistico della regione per grandezza).

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0156267

Attività

Attrattive

Divertimenti

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



14 risultati filtrati per:
Rank 1# di 14
2 Voti
Rank 2# di 14
1 Voto
Rank 3# di 14
1 Voto
Image not found
Rank 4# di 14
Image not found
Rank 5# di 14
Image not found
Rank 6# di 14
Rank 7# di 14
Rank 8# di 14
Rank 9# di 14
Image not found
Rank 10# di 14

COMUNE DI ANDORA BIBLIOTECA

Indirizzo: 1, LG. MILANO
Telefono: 0182019003
AttractionList-GetPartialView = 0,2031404
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0156263
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Andora
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0