×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Albenga: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0156271
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Albenga è un comune della Liguria situato in provincia di Savona, precisamente nella Riviera ligure di ponente. Ricca di edifici storici di particolare rilievo, Albenga viene spesso definita anche come la “Città delle venti torri rosse”, oltre a vantare la presenza di edifici medievali di una bellezza suggestiva.

Fino al XVII secolo ha basato la sua economia sul commercio marittimo, poiché la città, grazie alla sua particolare conformazione e alla felice posizione sul Mar Ligure, ben si confaceva ai traffici via mare. Albenga ha avuto una storia molto ricca di eventi: i Romani la distrussero per ricostruirla in pianura, la distrussero anche i Goti e i Vandali, ma fu sotto l'imperatore Costanzo III che la città tornò a splendere. Le seguenti incursioni dei Longobardi e dei Saraceni non la domarono, partecipò come libero comune alla prima Crociata, in seguito fece parte del Regno di Sardegna, prima di essere annessa al Regno d'Italia e divenire un comune della provincia di Savona.

Città molto interessante e con molte cose da fare e da vedere, Albenga è prodiga in monumenti, ponti e siti archeologici, piazze, piazzette e luoghi di ritrovo. Secondo alcuni critici letterari la città di Albenga sarebbe stata nominata nel romanzo Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello, con il nome di Alenga, il paese nel quale il protagonista si ferma per comprare il giornale.

Essendo città medievale, sono molti gli eventi e le rievocazioni storiche che vi prendono luogo. Il quarto weekend di luglio si sfidano nel Palio Storico di Albenga i quattro rioni storici della città: San Giovanni, Sant’Eulalia, San Siro e Santa Maria. Tutti i partecipanti dei rioni si vestono con costumi medievali in una rievocazione che coinvolge tutta la popolazione locale, con una grande partecipazione emotiva e coinvolgente.

Ci sono anche festività legate ad importanti eventi religiosi come la Festa della Madonna al Santuario di Nostra Signora di Pontelungo, c’è poi la Festa di San Michele Arcangelo (santo patrono di Albenga) e la Festa di Santa Lucia. Nella cittadina si tengono inoltre feste e sagre come rappresentazione ed evocazione di prodotti enogastronomici locali, genuini, di alta qualità e molto tradizionali come la “Sagra du burgu”, la “Sagra du Michettin” e non mancano inoltre eventi culturali come il Premio nazionale di letteratura "C'era una svolta" ed infine il prestigioso festival musicale e teatrale “Su la Testa” che ospita talvolta artisti e musicisti di livello internazionale.

Numerose sono le persone importanti, degne di nota o comunque in qualche modo famose che hanno vissuto, sono nate oppure si sono ispirate ad Albenga; tra queste la scrittrice Madame de Genlis, il giornalista e scrittore Dario Paccini e alcuni sportivi come il pallanuotista Giacomo Strafforello, il velista Giorgio Poggi e il biker Mirko Celestino.

La terra di Albenga è una vera esplosione di sapori, profumi e odori, soprattutto per la grande capacità di coltivazione dei prodotti ortofrutticoli e nella floricoltura; è possibile acquistare frutta e verdura, nonché i celebri fiori della Riviera, sia nel corso del mercato settimanale del mercoledì e sia in altri appuntamenti.

Per esaltare il meglio in assoluto della produzione locale enogastronomica i fiori, le aromatiche e i cosiddetti “Quattro di Albenga” ovvero asparago, violetto, pomodoro cuor di bue, carciofo spinoso e zucca trombetta si tengono altre manifestazioni come “Fior d’Albenga e VIP ovvero verdure in Piazza”.

Molti di questi prodotti hanno ottenuto le certificazioni DOC, DOP, IGT e IGP. La maggior parte dei ristoranti offrono dell’ottima cucina locale e genuina, e tra i prodotti tipici e locali ricordiamo in particolar modo le acciughe fresche al finocchio, i cosiddetti articiocche all’inferno, la buridda di pesce con il riso, la focaccia al formaggio, la salsa di noci e la tradizionale e saporita pasta ovvero le trofie di farina di castagne con pinoli, castagne, fagiolini e gherigli di soia.

Prefisso:
0182
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
ingauni o albenganesi
Patrono:
San Michele Arcangelo
Giorno Festivo:
29 settembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Valutazione generale

18
Media
3
Ottimo
2
Buona
2
Bassa

Chi c'è stato

Famiglie
2
Tutti
2
Coppie
2
Turisti maturi
1

Indicatori

Sicurezza
Intrattenimento
Trasporti
convenienza
Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Albenga

Conosci Albenga? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Albenga ha l'appellativo di “città delle cento torri”. La città vanta il centro storico più suggestivo e meglio conservato della Riviera ligure di ponente, per gran parte ancora circondato da mura e nel quale svettano numerose torri, palazzi e altre... vedi tutto pregevoli architetture di epoca medievale.  Tra le strutture della città è possibile visitare: il Santuario di Nostra Signora di Pontelungo,  eretto nel 1722 di fronte l'antico e oggi scomparso ospizio presso l'alveo del fiume Centa. Di costruzione barocca, con un trittico cinquecentesco di Giovanni Barbagelata, il santuario è al centro di una grande manifestazione che avviene ai primi di luglio;  la Cattedrale di Albenga è dedicata a san Michele Arcangelo. La tradizione popolare vuole che per la via che da Albenga porta ad Alassio c'era un serpente che uccideva chiunque passasse. La popolazione fece una processione pregando san Michele di uccidere il serpente. Durante la notte si vide un bagliore provenire dal cielo e dirigersi verso un punto della strada; la popolazione accorse in fretta trovando il serpente ucciso. Conserva le spoglie di San Verano di Cavaillon. Di rilevanza l'abside e le torri che affiancano il campanile;  la Basilica di San Vittore è un edificio paleocristiano del IV e V secolo, sorse sul luogo di una necropoli di epoca imperiale romana. Nell'area dei resti della chiesa, considerata una delle più antiche della Liguria, sono stati commissionati in epoca recente scavi archeologici portando così alla luce le varie fasi di edificazione ed ampliamenti dal IV al X secolo;  il Battistero paleocristiano del V secolo, è il più antico edificio della Liguria ancora in piedi oltre che essere uno dei battisteri meglio conservati d'Italia, grazie anche al restauro conservativo della struttura e della cupola effettuato dal famoso architetto Alfredo d'Andrade verso la fine dell'Ottocento. All'interno nella volta in una nicchia è raffigurato un mosaico policromo, mentre al centro ci sono i resti della vasca per il battesimo ad immersione. Di notevole interesse sono i palazzi che si incontrano lungo le vie della città come: il  Palazzo Vecchio del Comune, inserito assieme alla torre comunale in un antico complesso medievale; il pianterreno del palazzo è databile al XIV secolo, mentre il piano superiore subì una ricostruzione tra il 1387 e il 1391. La facciata presenta, verso il battistero, una tipica merlatura ghibellina con due grandi rampe d'accesso. Dal 1933 è allestito presso il palazzo il Civico Museo Ingauno; il  Palazzo Vescovile è  sede dell'antica curia e del locale museo di Arte sacra. È una tipica costruzione dell'XI secolo con la presenza di un portale del Duecento. L'affresco araldico è opera del pittore Giovanni Canavesio del 1477; il Palazzo Costa Del Carretto di Balestrino, oggi denominato palazzo Vescovado, la sua edificazione si attuò nel 1525 su un'area precedentemente destinata al mercato dei calzolai, il forum callegariorum; il Palazzo Peloso Cepolla presenta una costruzione che ruota attorno alla torre angolare del XIII secolo e presenta una tipica facciata del XVI secolo. Il piano nobile del palazzo è caratterizzato dalla presenza di notevoli busti marmorei romani e del Rinascimento italiano. Qui è stato allestito il Museo Navale Romano.  
Elisa Roberto
Livello 1     0 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : La città presenta attrattive storico culturali ben curate dai residenti con l'offerta di rappresentazioni storico/sacre e laiche in costume. In pianura è facilmente visitabile in bicicletta e nei dintorni sono spettacolari le serre con fiori, frutta ed organi stagionali (es. fine... vedi tutto aprile fioritura della lavanda e dei carciofi). Curiosa la ricoperta della tartaruga lacustre ingannevolmente creduta estinta e curata nel centro Emys che provvede anche alla ripopolazione. La via Julia Augusta con vista spettacolare sul golfo. Sole, mare e kitesurf alla foce del fiume Centa; sub isola Gallinara; nell'entroterra free climbing
Da non perdere Battistero , Palazzo Oddo (Albenga) , le 10 Torri di Albenga
Moni
Voto complessivo 6
Guida generale : Ottima struttura, appartamenti molto ben tenuti, puliti e comodi. Titolari gentilissimi come anche il personale. Molto comodo ristorante all'interno, ottimo rapporto qualità prezzo. Lo consiglio al 100%. Con i bambini è l'ideale, avevamo appart. al piano terra accessibile al giardino... vedi tutto con vista piscina. La spiaggia si trova a pochi metri, piccola ma accogliente.
sonia
Voto complessivo 7
Guida generale : La città storica è ben conservata all'interno delle mura. L'hinterland si percorre anche con la bici. Attraverso la selvaggia e magnifica valle Pennavaire si arriva a Castelbianco, dove è stato recuperato il primo borgo telematico medievale. Le sagre dei paesini... vedi tutto vicini hanno luogo tutte le settimane da primavera all'autunno.
Da non perdere Il Centro storico
Valentina Bonfanti
Livello 53     5 Trofeo    Viaggia: Con amici
Guida generale : Se visitate questo borgo una tappa obbligata la dovete fare all'osteria scola a mangiare, gestione famigliare, cucina magnifica, eccellenti i prodotti utilizzati, sia per i pranzi/cene che per le colazioni dove torte e marmellate home made vengono servite in grandi... vedi tutto quantità. e poi che dire della famiglia che la gestisce. cordiali gentili simpatici. tutto perfetto
MARIO
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 5
Guida generale : NULLA DI SPECIALE COME CITTA', SOLO PER VACANZE SENZA NESSUNA PRETESA. NEGOZI ALIMENTARI CHE CHIUDONO ALLE 19:30 CHE IN UN LUOGO DI VILLEGGIATURA E' MOLTO DANNOSO, FORTUNATAMENTE DI SERA BAR E GELATERIE RESTANO APERTI FINO A TARDA NOTTE. PER LE... vedi tutto FAMIGLIE CON BAMBINI PICCOLI POTREBBE ESSERE L'IDEALE. CENTRO COMMERCIALE SEMPRE MOLTO CARINO E HA MOLTI NEGOZI PER OGNI ESIGENZA PERSONALE.
Franca Gonella
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Splendida cittadina di mare con centro storico turrito ad un tiro di schioppo dalla Cote d'Azur, si specchia nell'isola Gallinara giocando a rimpiattino con Alassio. Campione delle località per chi cerca un sereno ed attivo scambio di emozioni condite con... vedi tutto una vernice di storia secolare.
Mauro
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : La zona di Via don lasagna è abbastanza abbandonata a se stessa. La pulizia dell'argine Dx lato strada non viene effettuata con la dovuta regolarità vanificando il poco lavoro che viene fatto dal personale.
Marco Andreetto
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : E' una località marittima molto bella,a parer mio,e non solo,è la migliore della Liguria. I ristoranti in paese sono caratteristici e abbordabili;in quanto a servizi non manca nulla anzi,è l'unico paese nei dintorni ad avere un ospedale!Non mancano vie per... vedi tutto fare shopping ed è presente un centro commerciale grande!
Da non perdere Museo navale romano
Valentina Bonfanti
Livello 53     5 Trofeo    Viaggia: Con amici
Guida generale : in questo piccolo borgo le attrattive sono: l'albergo diffuso e il paesaggio. Per un intero week si può poi scendere al mare dove ci si diverte tra sole, male e relax, locali passeggiate lungo il mare e cene stupende in... vedi tutto tutti i ristoranti
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312508
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0468788
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Albenga

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Enogastronomia
Arte e cultura
Mete romantiche
Mete per la famiglia
Verde e natura
Shopping
Sport
Casino'
Cicloturismo
Giovani e single
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156262
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Albenga

Sereno
24 °
Min 224° Max 2877°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0