×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

Galway: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

L’atmosfera di altri tempi in questa città si respira in ogni angolo, partendo dal centro storico puntellato dalle insegne colorate dei coffeebar, e animato dagli artisti di strada che si esibiscono a ogni ora, magari intonando antiche canzoni dalla lingua incomprensibile. Sì, perché Galway è anche considerata la capitale gaelica dell’Irlanda, o meglio del Gaeltacht, ossia di quell’area occidentale del paese dove il 25% degli abitanti conosce ancora l’antica lingua gaelica.

Altro punto che regala squarci interessanti è l’Old Dock, il porto che dà la sensazione di essere sospesi in una realtà parallela, e vivere in un borgo di pescatori. Il cielo d’Irlanda è noto per cambiare colore repentinamente, il vento in pochi minuti spazza via il sole e fa arrivare un cielo nero carico d’acqua, per poi rischiararsi poco dopo, questo insieme alle barchette che ondeggiano sul mare e allo stridio del gabbiani regala un’atmosfera davvero suggestiva.

Da qui al verde paesaggio di South Park, il passo è breve, il parco è caratterizzato da vaste distese di prati, sui cui si possono praticare svariati sport: rugby, pallavolo, calcio, e jogging. Proseguendo a piedi è possibile trovare lo Spanish Arch, chiamato dagli abitanti “the head of the wall”, perché costruito nel 1584 per delimitare le mura di cinta della città, e da cui parte una passeggiata di circa un’ora che affianca l’Oceano.

Seguendo le antiche mura ci si può fermare al Galway City Museum, ricco di interessanti mostre permanenti, incentrato sulla storia di Galway, con un focus sulla ruolo della città durante la Prima Guerra Mondiale, durante Rivolta di Pasqua e la Guerra Civile.

Galway passare da un’epoca ad un’altra è questione di metri, nel Medioevo nella zona della Eyre Square, venivano allestiti il mercato e le giostre medievali, oggi invece è un piacevole spazio verde che conserva la Browne Doorway, un ingresso riccamente decorato di una dimora mercantile. Della stessa epoca in Williamsgate Street, vi è il Lynch’s Castle, la più bella casa medievale d’Irlanda, dalla facciata decorata con sculture e stemmi della famiglia Lynch e del Re Enrico VII. Rimanendo sulla medesima strada è possibile ammirare la statua di Oscar ed Eduard Wilde, e la celeberrima Collegiate Church of St. Nicholas, costruita dagli anglo-normanni nel 1320, in stile gotico e di culto anglicano, si dice che anche Cristoforo Colombo abbia pregato qui nel 1477, prima di partire per il suo viaggio alla scoperta del Nuovo Mondo.

Tra gli edifici religiosi merita una menzione la Galway Cathedral, cattedrale cattolica costruita nel 1960, sul luogo delle antiche prigioni. Nonostante sia relativamente recente l’edificio rivela influenze rinascimentali ed è costruito in pietra come le antiche cattedrali, ha anche delle belle finestre in vetro colorato e molti mosaici, tra i quali uno che ritrae John F. Kennedy mentre prega (la sua famiglia era di origini irlandesi).

Arrivati a Cross Street un’opportunità che non potrebbe essere colta altrove, è una visita al Dillon’s Jewellers, un piccolo museo dedicato alla nascita, la storia culturale e alla realizzazione del famoso claddagh ring, il tradizionale anello di fidanzamento irlandese, nato proprio a Galway. Altro luogo caratteristico, questa volta sulla Bowling Green è la ex dimora (oggi adibita a museo) di Nora Barnacle, moglie e musa ispiratrice di James Joyce.

Fiore all’occhiello della città della cultura è ovviamente la National University of Ireland, con edifici realizzati in stili diversi, da quello rinascimentale al moderno, che ospitano circa 17.000 studenti. Tra i vari fabbricati il Quadrangle, in particolare, è conosciuto per la somiglianza con la location del film di Harry Potter, la “scuola di magia di Hogwarts”. Altra perla è il lungomare di circa 2 km che lambisce l’Oceano, e che conduce fino a Salthill, sobborgo residenziale, e parte più “turistica” della città, dove si concentrano la maggior parte delle attrazioni, dai ristorantini, ai bar fino all’Acquario cittadino.

Il centro storico è molto piccolo, ma è anche una vera manna dal cielo per lo shopping, non a caso la strada principale è stata denominata “Shop Street”; le vie sono infatti punteggiate di gioiellerie, negozietti simpatici, e bancarelle, altrettanto ricche di sorprese sono le piccole vie laterali, tortuose stradine lastricate di ciottoli, brulicanti di studenti, artisti, scrittori e artigiani. I negozi di souvenir offrono una vasta scelta di pesanti maglie di “lana di Aran”, uno dei prodotti più caratteristici dell’artigianato irlandese, nato dalla tradizione marinara.

Mentre il vecchio mercato medievale, che si tiene ogni sabato mattina all’ombra della Chiesa di St. Nicholas, è il luogo ideale dove acquistare prodotti della campagna e oggetti di artigianato. Galway è una città giovane, e specialmente in estate lungo la via centrale pedonale, gli irish pub dagli stili vivaci risuonano di ogni tipo di musica, da quella tradizionale irlandese, alla musica classica, al blues, al rock, molti di questi sono adibiti in stile discoteca con cocktail bar e palco per le band dal vivo. I caffé invece, consentono di ammirare divertenti esibizioni degli artisti di strada, mentre si è comodamente seduti tra le casette colorate che si affacciano sul mare.

La strada principale termina nel Latin Quarter, con insegne eleganti e tantissimi ristoranti caratteristici (in Kirwan’s Lane, Clifden Road, Dominick Street) dove fermarsi ad assaggiare i piatti tipici irlandesi, soprattutto a base di pesce (zuppa alla Galway, salmone grigliato con contorno di asparagi) frutti di mare (cozze preparate con burro) e di ostriche. E per il dessert magari un crumble di rabarbaro con gelato alla vaniglia.

Galway può anche essere un punto di partenza per andare a scoprire le meraviglie naturali, della parte occidentale dell’Isola. Percorrendo poco meno di 80 km verso sud, nella contea del Clare, si possono visitare le impressionanti Cliffs of Moher, delle scogliere di roccia arenaria e sedimentaria, alte fino a 214 m a strapiombo sull’oceano (dove nidificano i puffins o pulcinella di mare). Mentre prendendo il traghetto, dal porto della vicina Rossaveel in 40 minuti si possono raggiungere le tre Isole Aran, la più grande, Inis Mór, dove si erge il forte preistorico Dún Aengus, la seconda isola, Ibis Meáin, di soli 150 abitanti, ed infine Inis Oírr, caratterizzata dal maestoso Castello medievale O’Brien.

Verso nord-ovest ci si trova nel Connemara, di antica tradizione gaelica ancora ben conservata, caratterizzata da alture brulle e selvagge. Ed infine il Burren National Park, un’immensa piattaforma rocciosa, ricca di dolmen; (il più famoso è il dolmen di poulnabrone, risalente al neolitico). Uno degli aspetti più piacevoli di Galway è che si può arrivare ovunque a piedi o in bicicletta, mentre per spostamenti più a largo raggio, o piacevoli escursioni marine, ci sono i tanti battelli che partono dal porto.

È possibile arrivare a Galway, in aereo: dall’Aeroporto di Galway opera Aer Arann con voli da Dublino, Edimburgo, Londra-Luton, Manchester. L'aeroporto è situato in località Carnmore, 13 km ad est del centro. In treno: la stazione di Galway è sulla centrale piazza Eyre. Vi fanno capolinea i treni provenienti da Dublino. In autobus: il capolinea degli autobus extraurbani è sul fianco della stazione ferroviaria. Vi operano le autolinee Bus Éireann, Citylink e Go Bus. Queste ultime due compagnie forniscono un collegamento diretto con l’aeroporto di Dublino e quello di Shannon.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0070072

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0,010009
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010012

Cosa vedere secondo voi



13 risultati filtrati per:
Rank 2# di 13
Rank 3# di 13
Rank 4# di 13
Rank 7# di 13
Rank 8# di 13
Rank 9# di 13
AttractionList-GetPartialView = 0,1859817
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010013
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0050047

Cosa vedere vicino a Galway

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0050051
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020021

Cerca offerte a Galway

HotelSearch-GetPartialView = 0,0090085
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,003003

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Galway
GuideList-GetPartialView = 0,0010009
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008