×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Arles: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

Città elegante e davvero ricca di storia, Arles, poiché in ogni suo luogo monumenti e resti raccontano delle sue origini e delle genti che l’hanno scelta per abitarci davanti a scenari unici, in una morbidezza del vivere che si nota nella sua tranquillità e in quella sua vicinanza al Rodano.

Arles è anche città di musei, quello di archeologia, di arte contemporanea Réttau, che ospita pure due dipinti di Picasso, quello etnografico. Arles, la città di Van Gogh, ritratta in tutte le sue declinazioni, in capolavori che mostrano le mille nuance di questa terra mediterranea, dal fascino d’antan che abbaglia con il sole caldo e che avvolge di splendore ogni angolo di questo luogo benedetto dalla meraviglia della natura.

C’è anche un percorso Van Gogh, il Circuit Van Gogh, che porta sulle tracce del pittore, come Le café La nuit, ritratto in un suo celebre quadro, in Place de Forum dove sorgeva l’antico foro romano. Il simbolo di Arles nasce con i Romani, che l’hanno costruito alla fine del I secolo dopo Cristo: è il grande anfiteatro che ospitava fino a 25mila spettatori, due piani con 60 arcate ciascuno, lungo 136 metri e largo 107, cioè Les Arènes, che nel medioevo è stato trasformato in fortezza, oggi sede delle iniziative di tauromachie che infiammano la città. La maestosità dell'arena si nota bene salendo dalla grande scala centrale fino alla torre che domina l'entrata.

Imperdibile ad Arles il Teatro romano costruito nel 25-27 avanti Cristo, trasformato in cava e poi in fortezza. Oggi mostra ancora il portico su cui era appoggiato, le colonne che facevano parte del muro di scena, il palcoscenico e il fossato per il sipario e l'orchestra.

Poi da vedere i criptoportici della Cappella dei Gesuiti, immense gallerie sotterraneo costruite per sostenere il foro romano e usate nei secoli come granaio, proprio sotto la Place de Forum che una volta si chiamava des Hommes perché qui si teneva il mercato delle merci lavorate nei dintorni. Da non perdere il Chiostro e la Chiesa di St. Trophime, davanti al teatro: sono dell’XI secolo e qui è stato incoronato tra gli altri Federico Barbarossa. Davvero bello il portale, con una grande ricchezza di decori, tra statue di santi, leoni, uomini che mostrano i diletti e i dannati, in un classico stile romanico. Da osservare inoltre sui capitelli le raffigurazioni dell'Annunciazione e della Natività. Il chiostro è metà romanico e metà gotico, anch’esso elegante e ricchissimo di decorazioni.

Per lo shopping, i negozi del centro sono un vero spasso per gli appassionati. Tra i souvenir, oggetti a base di lavanda, stoffe e tovaglie provenzali, nonché scialli gitani in cotone e lino, cappelli di paglia. E si può portare a casa anche carne di toro sottovuoto, nonché salamini del tutto ricoperti dalle erbe di Provenza e il riso che si produce qui. Un’occhiata al mercato può poi far fare il pieno di frutta e verdura della pianura de La Crau, tutto intorno ad Arles.

La vita notturna di Arles si vive soprattutto nei tanti café e restaurant del centro che spesso organizzano musica dal vivo. Per i patiti della discoteca, c’è il Krystal, in Route du Krystal. Nel centro, i locali per mangiare sono davvero tantissimi, con le immancabili sedie all’esterno per apprezzare al meglio il cibo e la bellezza di tutto ciò che è intorno, in una tipica aria da Francia del Sud.

Nei dintorni di Arles, la magnifica Camargue con il suo scenario tra mare e paludi, e la Chiesa di Saintes-Maries-de-la-Mer dove secondo una leggenda sarebbe arrivata Maria Maddalena con il figlio di Gesù anzi, la figlia, Sara che qui è venerata dai Gitani i quali si riuniscono qui in una grande festa in aprile.

Altri scenari da non perdere nel Parco Naturale Regionale delle Alpilles, tra la Camargue e Luberon, nella Provenza occidentale, paludi, boschi, vigneti e oliveti tra rocce calcaree dalle forme curiose, dove sono tutelati flora e fauna (come avvoltoi, pipistrelli e aquile del Bonelli). Nel parco si trova il villaggio di Saint-Rémy de Provence, reso famoso da Vincent Van Gogh.

Per visitare i musei e le attrattive di Arles, presso l’ufficio turistico in Esplanade Charles de Gaulle (Boulevard des Lices) ci sono biglietti particolari con sconti, dalla durata di un mese, come il Pass Liberté, o il Pass Avantage, che si differenziano per il numero di monumenti e musei che comprendono. Per arrivare con l’aereo, c’è l’aeroporto di Arles-Camargue, a 20 chilometri dal centro della città, vicino a Nîmes, dove arrivano treni da Parigi. Con l’automobile, da Genova, si prende l'autostrada A10 direzione Savona Ventimiglia fino al confine con la Francia, poi si prosegue sulla E80 direzione Nizza, Marsiglia, Arles.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0050047

Attività

Attrattive

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0090085
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010008

Cosa vedere secondo voi



9 risultati filtrati per:
Rank 6# di 9
AttractionList-GetPartialView = 0,1802829
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010008
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0040039
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0100098
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010008

Cerca offerte a Arles

HotelSearch-GetPartialView = 0,0110107
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020017

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Arles
GuideList-GetPartialView = 0,0010012
JoinUs-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008