×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020016
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Alessandria d'Egitto: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0070068
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0060055

La seconda città più grande del paese, con una popolazione di quasi 5 milioni di persone, Alessandria d’Egitto, capoluogo dell’omonimo governatorato, si estende per 32 chilometri sulla sponda occidentale del delta del Nilo, in particolare su un lembo di terreno sabbioso che separa il lago litoraneo Maryut dal Mediterraneo.

Davanti alla città, c’è l’isoletta di Fharos collegata alla terraferma da una diga di poco più di un chilometro, la quale crea due golfi: il porto grande degli antichi, in zona orientale, dai bassi fondali, e quello moderno, in zona occidentale che crea un grande specchio d’acqua, con 12 chilometri di banchine.

Il clima di Alessandria d’Egitto è di tipo mediterraneo tendente all'arido, con estati molto calde e spesso piuttosto umide, e inverni miti con temperature che in genere non scendono sotto i 10 °C, con una discreta piovosità.

La città deve il nome ad Alessandro il Grande, che la fondò nel 331 avanti Cristo. Da subito fu molto prospera per l’economia, molto ricca di cultura e importante sede politica.

Con il potere dei Tolomei la città diventò famosa per la sua leggendaria biblioteca, depositaria del sapere antico, nonché per la presenza di una delle sette meraviglie del mondo antico, il Faro di Alessandria, che probabilmente era alto 138 metri e vigilava sul porto.

Probabilmente, poiché questa costruzione così come la biblioteca, non hanno resistito al passare del tempo e di vari tipi di disastri naturali, terremoti, maremoti, incendi, che distrussero anche diversi edifici di età greco-romana.

Nel 642 dopo Cristo fu coinvolta dall'espensione islamica. Nel 1882 fu quasi completamente distrutta da un bombardamento di tre giorni che segnò la conquista britannica dell’Egitto.

Maggior porto del Mediterraneo orientale, Alessandria d’Egitto è una città a intensa vocazione commerciale. Forti anche i settori industriali, dalla raffinazione del petrolio ai cotonifici alla trasformazione alimentare, e nell'entroterra la produzione di cereali, zucchero, ortaggi e soprattutto cotone.

Tra gli eventi di Alessandria d'Egitto, vanno ricordate le feste legate alla religione islamica. Dopo il periodo del Ramadan, che cade in base all'anno lunare musulmano, e durante il quale tutti (a parte malati e anziani) devono rispettare il digiuno fin quando il sole tramonta, con un deciso standby delle attività commerciali, si svolge la grande festa di Aid al Fitr.

Molti festeggiamenti pure per l’Aid al-Adha o Aid al Kabir, la festa grande: è commemorata ogni anno nel secondo giorno del mese del pellegrinaggio, che cambia anch’esso in base all’anno lunare islamico. Ad Alessandria si celebra poi, per la popolazione di tale fede, il Nairuz, la festa di capodanno copto, che coincide con il primo giorno dell’anno agricolo.

Per mangiare, qui ad Alessandria il pesce fresco (spigole, sperlani, pesci serra, sardine, alici, sogliole) è molto gettonato, soprattutto alla griglia, presentato con un misto di verdure pomodoro-cipolla-cumino-coriandolo. Da assaggiare il pesce fritto, calamari, gamberi, nonché il riso piccante con pomodoro e polpa di granchio. Si usa tanto la carne di agnello e montone, spesso cucinati alla griglia con spezie gustose.

Da ricordare il kebab, fettine sottili tagliate da uno spiedo verticale, e il kafta meshweya, spiedini di agnello macinato con cipolla e prezzemolo. Tante le salse che accompagnano le varie ricette, a base di ceci, melanzane, sesamo, all’aglio. Da non perdere le ottime falafel, le polpettine di verdure miste fritte.

Il luogo è la città natale di Cleopatra, la regina dei Tolomei che prima fece innamorare di sé il romano Giulio Cesare, poi Marco Antonio con il quale prospettava la creazione di un nuovo impero al di là di quello romano, con base proprio ad Alessandria d’Egitto.

Alessandria d’Egitto, antica capitale di un mondo scomparso, oggi molto votata alla modernità ma che non dimentica il suo passato greco-romano anche se in buona parte amalgamato nei nuovi edifici. Tante sono le sue attrattive, a cominciare dalle rovine che si osservano lungo la linea costiera, come quelle della Grande Sinagoga o del leggendario Cecil Hotel in cui sono stati ospiti tanti personaggi illustri. Proprio sulla Corniche, il lungomare, si può vedere la riedizione della nuova biblioteca, costruita sullo stesso sito dove un tempo sorgeva l’altra, meraviglia dell’antichità.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0310298
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Alessandria d'Egitto

magda bernazza
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Sarà caotica, sarà carente su trasporti ed altro, ma è affascinante come pochi luoghi al mondo; la sera, in particolare, il lungomare con i lampioni accesi è un'immagine che toglie il fiato! Un consiglio che voglio dare in particolare riguarda in... vedi tutto generale tutta la cucina araba, ed è quello di assaggiare ogni piatto possibile, non sprecare alcuna occasione..per me la cucina araba è seconda solo all'italiana,viene immediatamente dopo!
Da non perdere biblioteca
Sandra
Voto complessivo 4
Guida generale : Sono stata di recente ad Alessandria: è una bella città ma niente a che vedere con il resto del paese. Il Cairo, Luxor, Aswan hanno veramente un fascino particolare! Ad Alessandria merita vedere le catacombe, l'anfiteatro romano, la colonna di... vedi tutto Pompeo, la cittadella di Qtbay e la modernissima biblioteca.
Voto complessivo 9
Guida generale : È bellissima, vado a viverci con mio marito egiziano
gio
Voto complessivo 9
Guida generale : Andrò anch'io a vivrci con mio marito... ciao ciao...
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,018017

Destinazioni vicine a Alessandria d'Egitto

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0080077
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Alessandria d'Egitto

HotelSearch-GetPartialView = 0,0140136
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0040038
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0186684
JoinUs-GetPartialView = 0,0010009
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,02102
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0