×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida Durban  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,015625
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Durban

Superfice:
2499 km2
Altitudine:
22 m
Introduzione

Durban, nota anche con il nome di Port-Natal, è una bella città costiera e commerciale. Al momento conta più di 3 milioni di abitanti e si trova nella provincia del KwaZulu-Natal nella Repubblica Sudafricana.

La popolazione è per maggioranza mista tra neri, indiani, bianchi e meticci. La città si affaccia sull'Oceano Indiano a sud del Tropico del Capricorno e presenta un clima umido subtropicale.

La città di Durban è stata scoperta il giorno di Natale, il 25 Dicembre 1497, dal navigatore portoghese Vasco da Gama che approdò lungo la costa e la chiamò Natal, successivamente Port-Natal ed infine si arrivò alla denominazione attuale di Durban.

Dal 1823 al 1835 la città è diventata un importantissimo porto commerciale e proprio nel 1835 è stata ribattezzata Durban in onore dell’allora Governatore di Città del Capo, Sir Benjamin d’Urban. Nel 1844 venne annessa alla Colonia del Capo dopo essere stata per anni parte della Repubblica indipendente di Boera.

Verso l’inizio del Novecento ha subito un importante sviluppo economico che l’ha resa la capitale economica del Natal. A seguito di questa espansione diversi indiani e asiatici sbarcarono nella città per lavorare nei campi vicini alla città. La città è angolofona, indiana e zulù ed ha conservato la sua identità liberale.

Oggi grazie alle bellissime spiagge è una destinazione turistica del Transvaal. Negli ultimi anni ha accolto diverse conferenze, come la Conferenza Mondiale contro il Razzismo organizzata dall’ONU. Durban è il più grande centro portuale dell'oceano Indiano e il più grande porto di importazione e di esportazione dell'Africa meridionale e nella regione sono coltivati dei grandi campi di canna da zucchero, tanto da farne il più grande porto commerciale di zucchero al mondo.

Nella provincia di Durban non mancano anche le industrie come le raffinerie di zucchero, tessili e fabbriche di sapone, conserve e vernici. La maggior parte di queste aziende si trovano nella zona a nord della città. Nonostante l’alto livello di criminalità, la città resta un centro balneare e turistico molto frequentato tutto l’anno e che si estende per più di 500 chilometri.

A causa delle diverse colonizzazioni, la cucina sudafricana è uno straordinario mix di diverse culture. Non mancano frutta e verdura, ma anche pesce, carne e tuberi. Non mancano anche i famosi orti-giardini importati dagli olandesi boeri. La cucina è particolarmente ricca di noce moscata, cassia, cannella. Piatti tipici sono la trota dello Mpumalanga, i mielis, cioè le pannocchie di mais ed il porridge di mais o sorgo.

Tipico di Durban è il famoso curry che viene spesso impiegato per cucinare il pollo ed il pesce. Non mancano poi le salsicce olandesi secche, i biltong, le strisce di carne essiccata e salata ed il bredie, lo stufato di agnello. Tra i dolci budino di malva, davvero molto buono, ed il melktert, il budino di latte. Una tradizione comune a tutti i gruppi etnici è il braai, cioè il barbecue, un vero e proprio evento sociale che riunisce amici e vicini durante i quali vengono preparati i sosaties, gli spiedini di pollo, e le boerewors, pannocchie e patate dolci.

Molto spesso snoekbraai, pesce alla griglia, le cozze, le ostriche e l’aragosta. La birra è la bevanda nazionale del paese, la Amstel è molto apprezzata, così come la Millers e la Birkenhead. Molto diffusi sono anche il sidro, i cocktail e gli shooter. Molto bevuto è anche il vino, che viene prodotto in Sudafrica dal 1659, molto buoni sono i bianchi secchi come il Colombard e lo Chenin Blanc, anche se i rossi non mancano come il Pinot Noir e lo Shiraz. Negli ultimi anni i vini sudafricani stanno riscuotendo un grandissimo successo anche in Europa e negli Stati Uniti.

Prefisso:
031
Fuso Orario:
UTC+2
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

6
Buona
6
Media
5
Ottimo

Chi c'è stato

Famiglie
2
Tutti
2
Giovani e single
1
Coppie
1
Turisti maturi
1

Indicatori

Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
attività
shopping
Accessibilità
Servizi ai turisti
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0156263
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Durban

Conosci Durban? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : C’è veramente molto da visitare a Durban, iniziando dal mare. La zona balenabile più apprezzata è il Golden Mile, cinque chilometri di spiaggia splendida situata a nord-est della città. Verso nord si trovano il Beachwood... vedi tutto Mangroves Nature Riserve, riserva naturale unica al mondo e il Seaworld; parco marino dei divertimenti. Un altro parco naturale degno di essere visitato per tante ore, ed in più occasioni per scorgerne i minimi dettagli è il Il Botanic Garden; costruito nel ospita nei suoi giardini piante tropicali e orchidee. West Street e Victoria Enbankment sono le strade più centrali, il lusso presente fa dimenticare di trovarsi in Sudafrica. Culle della cultura sono il Museo di Storia Naturale e la Galleria d’Arte, che si possono raggiungere agevolmente da Francis Farewell Square. Per chi desiderasse godersi spettacoli teatrali, non resta che cercare il Natal Playhouse Complex; ospita ben due teatri splendidi e dall’architettura coloniale. Spostandosi dal centro si può fare una visita al Temple of Understanding Sri-Sri Radha-Radhanatah: tempio degli Hare Krishna. Tra le abitazioni private, oggi adibite a monumenti locali, l’Old House Museum, (la casa coloniale del governatore della provincia del Capo George Robinson) si annovera tra le più belle
cinzia
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Tra palme e cocchi, in un clima subtrobicale, la città più indiana d'Africa..
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312521
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0156263
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Durban

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Avventura
Verde e natura
Arte e cultura
Sport
Mete romantiche
Shopping
Enogastronomia
Giovani e single
Mete per la famiglia
Studenti
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0312525
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156263
JoinUs-GetPartialView = 0,0156263
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0