×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Kathmandu: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Kathmandu si trova nella parte nordoccidentale dell’omonima valle, a nord del fiume Bagmati, e si è ormai tanto espansa da comprendere e inglobare altre municipalità limitrofe. A dispetto di quanto si potrebbe pensare, in realtà Kathmandu non si trova a un’altitudine troppo elevate (1.400 metri sul livello del mare).

Il clima di Kathmandu è un fattore cruciale per quanto riguarda il periodo di visita, soprattutto per chi vuole scalare l’Everest e le altre altissime vette himalayane, perché è fortemente influenzato dai monsoni. Di norma il clima in città è piuttosto mite, ma per evitare i monsoni estivi il periodo migliore va da novembre a febbraio. Marzo, aprile, maggio e ottobre di solito sono periodi particolarmente apprezzati dagli alpinisti, in particolare l’autunno quando l’aria è molto limpida e l’umidità bassa. In genere, per le spedizioni sull’Everest e le altre cime più alte le "finestre" più gettonate e sicura sono dal 20 maggio al 5 giugno e dal 1° al 20 ottobre: tutto, però, dipende moltissimo dalle condizioni meteo che sono estremamente variabili a queste altezze.

La storia più remota di Kathmandu è materia del mito; qui, secondo le leggende, in origine c’era soltanto un grande e profondo lago pieno di serpenti, poi prosciugato dal bodhisattva Manjusri con la sua spada, creando così la gola di Chobar. Nei secoli successivi diversi popoli si alternarono, a partire dai Kirati, poi i Licchavi, che introdussero l’Induismo con il suo sistema sociale, il Muluki Ain e la divisione delle popolazione in caste. Dal IX al XII secolo d.C. fu il turno dei Thakuri, e poi dei Malla, periodo durante il quale la valle era suddivisa in città stato costantemente in guerra tra loro. L’unificazione del Nepal avvenne nel 1768 per opera di Prithvi Narayan Shah, capostipite dell’ultima dinastia regnante, che entrò con il suo esercito a Kathmandu. La famiglia regnante governò in Nepal fino al 2007, anno dell’abolizione della monarchia. Gli Shah, a differenza delle altre dinastie che governavano a Kathmandu, non mostrarono particolare interesse per l’arte e cominciarono una politica espansionistica, rivolgendosi soprattutto verso il Tibet e dando origine a una situazione che generò la guerra anglo-nepalese del 1815 e 1816 contro gli inglesi; il Nepal venne sconfitto, e dovette pagare un conto salato, in termini di terre assegnate ai vincitori, per mantenere la propria autonomia. Dal 2008 Kathmandu è la capitale della Repubblica nepalese.

Kathmandu, in quanto città di grande importanza, religiosa e spirituale, è teatro di numerosi eventi che non mancano di affascinare i tanti visitatori che qui giungono da tutto il mondo con l’intento di immergersi nella cultura nepalese e, per i più esperti, tentare l’ascesa ai tanti 8.000 che si trovano in Himalaya. La festività invernale più importante è quella di Holi, a febbraio e a marzo, otto giorni in cui si festeggia Krishna e si organizza una vera e propria battaglia con secchi d’acqua e polvere colorata; il culmine è durante la notte di luna piena, quando si brucia un palo di bambù in ricordo della vittoria della divinità contro la demone Holika. In primavera, invece, particolare importanza ha la festività di Seto Manchendranath Rath Jatra, festival con varie processioni in cui si trasportano per la città la Kumari e le statua ddel Manchendranath Bianco, fino al tempio di Taleju. Poi c’è Gal Jatra, ad agosto, periodo di monsoni, quando si celebra Yama, il dio della morte; tutte le famiglie di Kathmandu, che durante l’anno hanno subito un lutto, fanno sfilare una mucca con paramenti gialli all’interno di un corteo molto suggestivo tra maschere, fantasmi, mimi e così via. Menzione particolare infine spetta per il Dasain, il grande festival del raccolto durante il periodo autunnale, dieci giorni (e dieci notti) di feste e danze in maschera, rituali e cortei di ogni tipo.

Kathmandu, sviluppata soprattutto grazie all’agricoltura e ai terrazzamenti in un terreno molto fertile, è il centro più importante per quanto riguarda l’industria e il commercio in Nepal, con esportazioni che si concentrano su abiti, oggetti d’arte e artigianato, pashmine, tappeti e carta. Poi, naturalmente, c’è il turismo, in particolare per chi vuole scalare le montagne più alte del mondo ma anche per i suoi siti religiosi, come Pashupatinath, Swayambhunath, Boudhanath e Budhanilkantha. In particolare, è il quartiere di Thamel ad essere il cuore dell’attività turistica, insieme a Jhamel.

Per quanto riguarda la gastronomia, il piatto più popolare di Kathmandu è il dal bhat, ovvero una zuppa di riso e lenticchie di solito servita con curry vegetale e chutney; il momo, una sorta di raviolo tibetano, è ugualmente tanto diffuso tanto da essere diventato uno dei fast food più popolari della capitale nepalese, in varianti al bufalo, al pollo o vegetali. Kathmandu è un buon posto per chi è vegetariano, e qui, come in India, mangiare carne di manzo è estremamente raro, e per alcuni anche il maiale è tabù. Oggi Kathmandu ha aperto anche molti ristoranti di cucina internazionale per venire incontro ai gusti dei turisti che arrivano da ogni parte del mondo. Molto diffusi anche il , che però per gli standard occidentali è molto blando e viene servito con latte, zucchero e spezie, e le specialità alcoliche più note sono l’ailaa e il twhon, derivati dall’alcol di riso e da consumare nei classici "batthi", locali. A Kathamndu si possono trovare anche birre occidentali e nepalesi, oltre a bevande di altre parti del Nepal come lo chhyaang, il tongba e il rakshi.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Kathmandu

Sabrina
Voto complessivo 6
Guida generale : Il primo impatto con la città è stato traumatico. Il viaggio si è svolto l'anno scorso periodo di aprile quando già il periodo delle piogge era finito. Siamo stati accolti da un traffico tremendo. Le auto sembrano schegge impazzite, se... vedi tutto non fai attenzione ti ritrovi steso a terra e nessuno se ne accorge. Infatti consiglio se si decide di prendere un taxi, che sono molto economici, non si deve soffrire di cuore. Per fortuna che mostrano maggiore attenzione per i bovini che invece riposano tranquilli in mezzo alle corsie. I marciapiedi tutti in fase di costruzione. Quando si vedono le immagini in tv delle persone che girano muniti di mascherine non è un'esagerazione, ma li aiuta a "cercare" di respirare. Polvere e smog non mancano,anzi. Rispetto per l'ambiente zero. Ci sono dei monumenti veramente belli e ad ogni angolo di strada trovi un piccolo tempietto votivo dedicato a qualche animale. Ci sono posti in cui puoi dedicarti allo shopping tranquillamente, il posto è abbastanza sicuro. Ricordarsi che bisogna contrattare per qualunque cosa. Anche se non è un posto inserito nei circutiti per turisti è suggestivo andare a visitare il loro cimitero. Non è un tipo di meta che suggerirei a ragazzi amanti della movida.
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Kathamandu è una città multiforme, ricca di stili e di arte provenienti da periodi e culture diverse. Il cardine della vita cittadina e principale punto di partenza per un'escursione tra le strade di Kathmandu è Durbar Square, la pizza centrale... vedi tutto della città, attorno alla quale sono raccolti molti templi induisti. In tutto, in città, ce ne sono circa un centinaio, che sorgono spesso a pochi isolati di distanza l’uno dall’altro: alcuni tra i templi hindu più importanti di Kathmandu sono quelli di Pashupatinath, di Snku, di Nandikesvara, di Tulaji ma la lista potrebbe continuare davvero all’infinito. La capitale del Nepal, il cui centro storico è considerato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, attrae anche molti turisti perché rappresenta anche un punto di partenza ideale per chi vuole visitare la Valle sottostante, dove acquistare pietre preziose, manufatti in argento o tessuti pregiati, o per chi intende scoprire l’incanto e lo spettacolo offerti dal massiccio montuoso dell’Himalaya.
Rosy
Voto complessivo 10
Guida generale : ..il tempio Bodhnath, situato nella zona della città in cui risiedono i profughi tibetani,dove accompagnati da qualcuno del posto potrete assistere alle cerimonie buddhiste che si svolgono nel complesso là accanto..Ad alta intensità spirituale!! Ma soprattutto se volete vedere il... vedi tutto vero Nepàl fate il trekking dell'Annapurna Round!! Una ventina di giorni in cui potrete sentirvi davvero parte del paese!!
Federica Pantanella
Voto complessivo 9
Guida generale : Ho soggiornato pochi giorni in questa città da turista ma sono stata colpita dalla serenità e gentilezza delle persone,dai monumenti,da un grande hotel accogliente e da una guida che ha saputo attrarre la nostra attenzione sugli usi e costumi del... vedi tutto Nepal. Se potessi ci tornerei !!! Oltre la guida anche l'autista era gentile ed educato. Per shopping consiglio le pietre preziose.
Da non perdere Catena dell'Himalaya , Bhaktapur
simona
Voto complessivo 10
Guida generale : città stupenda! c'è molto traffico ma ci si muove con facilità con il taxi con cui è bene contrattare il prezzo ad inizio corsa. Meritano un viaggio anche i bus locali..un'esperienza! molta varietà di alloggi, da guest house a alberghi... vedi tutto di lusso. Io adoro la cucina asiatica quindi non ho avuto problemi nel mangiare, consiglio la catena Nangloo; da assaggiare i MOMO, ravioli cotti al vapore ripieni o di carne o di verdura; a Tamel c'è un'ottima pizzeria "Fire & Ice"...da provare! Tamel è il quartiere dello shopping...impossibile venire via senza aver acquistato niente!Si consiglia abbigliamento comodo e senza troppe pretese.
giorgia saraceni
Livello 14     2 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : Il Nepal è un paese bellissimo dove puoi trovare le città affascinanti e la natura con il colore delll'erba di un verde mai visto. Si possono fare dei tour nelle montagne e trovare una guida che serve sicuramente è molto facile. I... vedi tutto nepalesi sono disponibilissimi e molto carini. Ho viaggiato tanto dall'occidente all'oriente ma il Nepal non lascia più il mio cuore.
Voto complessivo 10
Guida generale : in nessun altro posto al mondo c'è una città che assomigli a katmandu, dove la coesistenza e la tolleranza reciproca, in un groviglio di etnie diverse....hanno fatto di questo paese il nepal uno dei più affascinati...e magici
claudia cormio
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Più che la città in sè, suggerirei escursioni nella sua valle e in Nepal in generale.
mariarosa carnovali
Livello 15     2 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : Una splendida città: affascinante, caotica e pure circondata dalle cime più alte del mondo. Un museo a cielo aperto che sembra un set cinematografico, intriso di un misticismo non a misura di occidentale, purtroppo accompagnato da un inquinamento ambientale pesante.... vedi tutto Sicuramente vale la pena andarci!!!
Da non perdere Tempio di Pashupatinath , Kumari
giuseppe butera
Livello 13     1 Trofeo    Viaggia: Da solo
Voto complessivo 10
Guida generale : Chiudete gli occhi ed immaginate un luogo la cui composta bellezza possa spiazzarvi - qualsiasi cosa abbiate visto fino ad ora!... riapriteli quando arriverete, e vedrete ch'è esattamente come l'avevate immaginata!
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0