×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Rabat: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0156263

Rabat, la capitale del Marocco, è una città moderna, affacciata sulla costa dell’Oceano Atlantico e dunque nella parte occidentale del Paese.

Essendo sulla costa il clima è si caldo, ma poco secco, poichè temprato dalla continua azione del mare e dei venti che provengono da Nord Ovest. Rispetto alle zone interne infatti (che presentano temperature più continentali), Rabat ha il vantaggio di avere un clima mite e poco secco.

La storia di Rabat parte otto secoli fa. A partire dal piccolo nucleo, Abd al-Mumin (signore di un impero che univa la Castiglia a Tripoli), progetta una città grande, magnifica, racchiusa in mura imponenti, dotati di porte monumentali e con una moschea. Indice di questa magniloquenza la moschea di Hassan: è rimasta incompiuta, ma il suo progetto è indice della portata e della grandezza d’intenti.

Non si conoscono particolari cambiamenti nel corso della sua storia: Rabat rimane nei secoli una città grande, chiusa nella sicurezza delle sue mura e nella sua magniloquenza e governata da sovrani degni di nota, come Mohammed V, cui è dedicato un prezioso mausoleo. Dal 1610, Rabat ritornò allo sviluppo quando accolse molti rifugiati musulmani cacciati da al-Andalus che trovarono ospitalità nella kasbah che si trova nella parte nord-ovest della città. Una curiosità: per circa cinquant’anni Rabat è stata sede si una piccola repubblica marinara, conosciuta come Repubblica del Bou Regreg.

Rabat è nota al mondo per il suo artigianato, soprattutto quello specializzato nel settore tessile che nulla ha da invidiare ad altre città marocchine, come Fes. A questo artigianato sono collegate piccole industrie che, come è facilmente prevedibile, operano nel tessile e nel settore conciario, ma sono presenti anche attività produttive nel campo di gioielli, monili e nel settore agroalimentare. Un’altra fonte di indotto (e di sviluppo), per la città sono i flussi turistici poichè Rabat è una città moderna e attrezzata, in grado di accogliere il turista occidentale e non. Una particolarità riguarda invece i traffici portuali: diversamente da quanto ci si potrebbe aspettare, lo scettro del commercio via mare spetta a Mohammedia, città che ha un porto più grande e più adatto ai traffici commerciali.

Uno degli eventi di Rabat più importanti e frequentati è la Festa dei Ceri. Essa si svolge a maggio e celebra Sidi Abdallah Ben Hassoune, il santo della città. Si tratta di una sfilata di uomini vestiti in modo variopinto, che recano immensi lampadari di cera costituiti da migliaia di pezzi scolpiti e colorati. Uno spettacolo di colori che non ha eguali. La processione parte dal centro città, ne percorre le vie principali fino ad arrivare al marabutto del Santo. Un altro evento molto particolare a Rabat è invece quotidiano (quindi a disposizione del turista tutto l’anno): la cerimonia dell’alzabandiera. Molto suggestiva, si svolge ogni giorno alle 10.45 in punto nel cortile della caserma. Mentre per i più mattinieri l’appuntamento è ogni mattina alle 7 in punto davanti alla Torre Hassan: qui si svolge il cambio della guardia a cavallo. Dalla stessa torre, in ogni giornata di festa, vengono esplosi dei colpi di cannone.

La cucina marocchina è un sapiente mix tra le culture culinarie dei diversi popoli che si sono avvicinati a Rabat: stiamo parlando del Medio Oriente, dell’Andalusia e della Francia. Sovrani della cucina berbera sono piatti come il couscous e il tagine: il primo è un piatto povero, costituito da chicchi di semola a granelli condito con verdure e carne. Il secondo è composto da agnello, pesce e verdure variamente mescolati. Il suo nome deriva dalla terrina in coccio nella quale viene cotto. Nella cucina marocchina hanno un ruolo primario anche il caffè, gli agrumi e le spezie (i principi in questo caso sono il cumino, la curcuma, lo zenzero e il pepe). Da non perdere la paprika, i peproncini del Sahara e lo Zafferano. I dolci marocchini invece hanno un tocco inconfondibile, è quello garantito dal cardamomo.

Sapete che il Marocco è uno dei paesi dove a sorpresa è viva la tradizione del golf? Può uno sport tutto occidentale aver permeato così profondamente un paese di cultura orientale? Ebbene si, e Rabat non è da meno. Per gli amanti di questo sport consigliamo il Royal Golf Dar Es Salam. I suoi numeri: 45 buche, più di 8 chilometri di percorso nel verde. Il turismo a Rabat è quello archeologico-artistico. Rabat è una meta cui prestare attenzione se volete coniugare il mare con la scoperta di una città e cultura millenaria.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Rabat

Floriane Merlino
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Da non perdere asolutamente la Medina di Rabat dove si sentono profumi, fraganze indimenticabili! Dove la gente pur di vendere qualcosa cerca in tutti modi di invogliarti ad entrare nella sua botteghina (ovviamente sempre in modo cortese:D) invitandoti a bere... vedi tutto un buon tè alla mente, dove si può trovare tutto ciò di cui si ha bisogno; dal cibo a utensili per il giardinaggio, passando da vestiti a animali da compagnia quali tartarughine d'acqua e di mare... Un'atmosfera così diversa dalla nostra ma tanto emozionante e bella da vivere!
Da non perdere Chellah
Vici the Lawyer
Voto complessivo 4
Guida generale : Rabat dove tutto ha inizio...qui in questo magnifico contesto ho scoperto la tranquillità e la natura ... grazie Rabat ogni ringraziamento è d'obbligo!
Gabtiella Marcello
Voto complessivo 8
Guida generale : Ho visitato quasi tutto il Marocco. Ma credo che Rabat sia la più interessante.
ester  ripamonti ripamonti
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Strana, dà una sensazione di paura, caos mista ad una calda, sensuale attrattiva. Difficile da definire
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156262

Destinazioni vicine a Rabat

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156258

Meteo Rabat

Poco nuvoloso
16 °
Min 11° Max 18°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0