×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Chiesa di S. Agostino a Modena  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
Valutazione Generale
  
Rank 10# di 164
Numero votazioni 3
piazza Sant'Agostino
AttractionDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
MapSinglePin-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Chiesa di S. Agostino

Scrivi una recensione su Chiesa di S. Agostino
Livello 54     3 Trofeo   
Voto complessivo
La chiesa di Sant'Agostino, che si affaccia sulla piazza omonima, all'estremità occidentale del centro cittadino, eretta nel Trecento (nel sito di una precedente "chiesa degli agostiniani" duecentesca), mostra all'interno una spiccata fisionomia seicentesca. Essa fu infatti profondamente modificata nel 1663,... vedi tutto per volere della duchessa Laura Martinozzi, che volle che fossero qui celebrati i solenni funerali di suo marito il duca Alfonso IV: la chiesa fu trasformata in un Pantheon delle glorie, volta a sottolineare non tanto la caducità della vita ma la stabilità delle istituzioni e della dinastia estense. La struttura trecentesca fu arricchita da una decorazione di stucchi e da un pregevole soffitto a cassettoni, conservando tutte le caratteristiche di un apparato funebre barocco. Gli stucchi in forma di statue, busti e bassorilievi si fondono con gli elementi architettonici tanto da formare una ricca scenografia, opera di Lattanzio Maschio ed Antonio Traeri, artisti di corte; mentre il bellissimo soffitto a cassettoni (opera di vari pittori ducali, tra cui il Monti, il Dauphin, lo Stringa ed altri) rappresenta l'apoteosi di regnanti rimasti alla memoria per la loro profonda religiosità. La prima cappella di destra accoglie il gruppo scultoreo in terracotta del Compianto sul Cristo morto (1520), capolavoro del modenese Antonio Begarelli. L'opera, eseguita per l'Oratorio della Compagnia delle Grazie, fu trasportato qui nel 1785 dopo la soppressione dell'Oratorio. Sotto la cantoria è stato collocato un affresco staccato proveniente dalla vecchia chiesa e risalente al XIV secolo:la Madonna della Consolazione, di Tommaso da Modena, una Maria ritratta con delicata naturalezza nell'atto di allattare il bambino.
Livello 14     2 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo
Livello 46     6 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo
AttractionDetailReviewList-GetPartialView = 0,0156263

Conosci Modena? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
ReviewLatestSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Modena
GuideList-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0
Gallery_3xN_Small-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0