×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020016
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

La Valle del Raganello in un ecomuseo a Civita  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
Valutazione Generale
  
Rank 2# di 2
Numero votazioni 3
AttractionDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0080077
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070891
MapSinglePin-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni La Valle del Raganello in un ecomuseo

Scrivi una recensione su La Valle del Raganello in un ecomuseo
Livello 33     1 Trofeo   
Voto complessivo
Fuori dal turismo di massa, in un territorio incontaminato e autentico in cui sono ancora visibili i segni che la natura e l'uomo hanno lasciato nel paesaggio. La Valle del Raganello si trova nella parte orientale del Parco nazionale del... vedi tutto Pollino, in provincia di Cosenza, e si estende a ridosso degli altipiani rocciosi delle prime vette della catena montuosa del Pollino, si affaccia sulla costa del mare Jonio, sulla piana dell'antica Sibarys, città magno greca di cui oggi un museo ne testimonia le tracce di una cultura antica. La Valle del Raganello è oggi un Ecomuseo, un organismo contemporaneo che ha il fine di fare emergere le vocazioni del territorio in una prospettiva di ecosostenibilità delle risorse e di progettazione in rete del presente e del futuro del territorio. Così oggi 5 piccoli comuni hanno costituito un'associazione per mettere in rete le proprie risorse territoriali e offrire in maniera integrata numerose possibilità di fruizione del proprio patrimonio materiale e immateriale. L'escursione ha inizio a Civita, suggestivo borgo fondato nel 1400 da profughi albanesi fuggiti dalla madre patria in seguito alle invasioni dell'impero turco. Appena giunti a Civita, vi soprenderà la sua collocazione, suggestivamente collocata tra anfratti di roccia per il cui motivo è denominata "nido d'aquila". Qui si parla ancora la lingua madre, l'arbresh (italo-albanese), una lingua molto antica tutelata dallo stato italiano. Paesaggisticamente il borgo è trai i più belli della Calabria interna grazie alla presenza del canyon del torrente Raganello che scava una gola profonda di oltre 800 metri, oggi meta ambita di molti sportvi e appassionati di torrentismo. Civita è molto apprezzata anche per la gastronomia e la ristorazione che presenta una riuscitissima fusione della tradizione calabrese e arbresh nello stesso tempo; sulla tavola rinomate carni di capretto, maiale e cinghiale insieme alla famosa pasta povera, sapientemente lavorata a mano. Civita è la meta ideale per chi voglia trascorrere una vacanza senza rinunciare al mare (che dista appena 16 Km) e alla montagna (raggiungibile in 20 minuti) o alternativamente bagnarsi nelle acque fresche del torrente Raganello che offre delle spiaggette naturali tra oleandri ed enormi massi su cui prendere la tintarella. Non mancheranno numerosi bed&breakfast di eccellente qualità e distintiva ospitalità. Da Civita in pochi minuti si può visitare l'intera Valle facendo tappa in altri piccoli centri urbani come Francavilla Marittima per gli appassionati di archeologia che oggi è alla prese con un ambizioso progetto di Parco Archeologico di origine prototorica ed ellenistica che ricorda Epeo il famoso costruttore del cavallo di Troia; Cerchiara di Calabria con la sua Grotta delle Ninfee in cui si possono fare le cure termali a base di fanghi, altresì città del pane segnalata da Slowfood e poi San Lorenzo Bellizzi che offre un paesaggio mozzafiato e una cultura gastronomica a base di formaggi e prosciutto tra i più rinomati perchè ancora preparati tradizionalmente. La valle del Raganello è un territorio da scoprire per gli amanti della fotografia naturalistica e antropologica, da percorrere in auto e a piedi con tutta la calma e il silenzio che il paesaggio induce ad avere per gustarne appieno la bellezza.
Livello 38     5 Trofeo   
Voto complessivo
AttractionDetailReviewList-GetPartialView = 0,0160154

Conosci Civita? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0040043
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0070063

Hotel vicino a La Valle del Raganello in un ecomuseo

HotelListNear_2xN-GetPartialView = 0,0180175
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca altre attrattive

AttractionFilterListOther-GetPartialView = 0,0034099
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
ReviewLatestSmall-GetPartialView = 0,0030057

Cerca offerte a Civita

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100102

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Civita
GuideList-GetPartialView = 0,0010009
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,2557566
Gallery_3xN_Small-GetPartialView = 0,0040043
JoinUs-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008