×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Spadafora: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0040039
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0031926

Il Comune di Spadafora si estende sul litorale tirrenico nel tratto di strada statale 113 compreso tra Rometta Marea e Venetico Marina.
Si suddivide in tre importanti zone: quella lungo la costa, popolata in gran parte da pescatori; la zona centrale, comprendente la piazza V. Emanuele III, il bronzeo monumento ai caduti, il Municipio e soprattutto il castello medievale; la terza zona denominata "Arcipretato" che si estende nella parte periferica del paese.
Sebbene il centro urbano sia di recente formazione, Spadafora vanta una nobile ed antica tradizione storica. In tempi primitivi fu abitata da popolazioni indigene dedite all'agricoltura. Sembra attendibile che fosse una spiaggia frequentata dai Fenici in quanto situata tra Milazzo e la Calabria. Nel periodo dell'infiltrazione greca, alla popolazione indigena, si unirono i Greci creando un grosso villaggio sicelioto.
Sotto i romani la zona divenne quasi deserta e le vaste colture a grano scomparvero del tutto. Patì con il resto dei paesi, di questo litorale, le incursioni dei Barbari ed ebbe un periodo di tranquillità nell'epoca bizantina. Il periodo più ricco per questa zona, di cui fu centro Spadafora, fu quello arabo.
Con la dominazione normanna Spadafora divenne il centro abitato di una baronia elevata in seguito a principato. Come il resto della Sicilia, Spadafora, decadde nell'epoca aragonese e dei vicerè. Il feudo fu conquistato nel 1459 da Federico Spadafora e nel 1737 un membro della famiglia Gualtieri, fondò l'attuale borgo che ebbe rapido sviluppo. Spadafora si presenta oggi come una ridente cittadina situata tra la collina ed il mare.
Questo particolare vantaggio le consente di trarre profitto dall' attività peschereccia e dalla coltivazione delle viti e delgli ulivi oltre ai giardini di aranci, mandarini e limoni che si alternano nel retroterra. Molto attivo è il commercio che è alimentato da alcune fabbriche di laterizi, dall'industria di materiale plastico "Sicilpack" e dalle due piccole fabbriche di manufatti in terracotta.
Di notevole importanza per l'economia del luogo è anche la pesca che costituisce una delle attività più tradizionali del paese. Piuttosto scarsa è, invece, l'attività artigianale che tende a scomparire del tutto col passare degli anni.

Prefisso:
090
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
spadaforesi
Patrono:
san Giuseppe
Giorno Festivo:
Terza domenica di luglio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0037038
AdvValica-GetPartialView = 0,001003
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Spadafora

Voto complessivo 7
Guida generale : descriverla non basterebbe un intera pagina per le sue bellezze il suo mare e in particolare per la gente del luogo assolutamente fantastica e gentile la consiglio a chi vuole riabbracciare la natura incontaminata il gusto e isapori della terra... vedi tutto un ritorno alle origini che aiutano a dimenticare lo stress della vita moderna rigenerando il corpo e la mente se non fosse distante abito a Torino vi passerei tutti i fine settimsns auguri di buone vacanze a chi avra' il piacere di trascorrevi le ferie pensiero: Vivi la tua vacanza alla grande in un paese dei profumi e dei sapori Superlativa
nunzio
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Pesce vivo tutti i giorni ma pesce azzurro, feste da giugno a settembre, da raccogliere la sua storia e i racconti delle persone anziane del posto, mare super pulito e salato ottimo x una bella nuotata bene x le vacanze... vedi tutto da riposo, e gustare piatti tipici del posto e tanta disponibilità della gente del posto, gustate le granite e biscotti al burro.
raffaella
Voto complessivo 4
Guida generale : Un paese in cui se vuoi trovi movimento ma se preferisci la tranquillità trovi anche quella. Spiaggia grande e libera. Mare bellissimo e subito profondo adatto anche alla pesca subacquea. Paese ospitale.
Da non perdere castello , parco sportivo , gelaterie
Giusy
Voto complessivo 5
Guida generale : A parte il mare è il cibo c'è il nulla spiagge non curate .servizi turistici inesistenti
salvatore
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 6
Guida generale : Un paese poco efficiente e poco accogliente.
Dafne
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : E' un paese molto carino da visitare animato da gente gentile e accogliente. Il mare è splendido. Andrebbe valorizzato di più in quanto dispone di tutte le qualità. Ottime sono le granite al caffè servite con la panna dentro morbide... vedi tutto brioches.
Da non perdere Il castello medievale , la chiesetta del 400 , le spiagge
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0150145
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0340324
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Spadafora

HotelSearch-GetPartialView = 0,0110106
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020017
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0040038
JoinUs-GetPartialView = 0,0010013

Meteo Spadafora

Poco nuvoloso
14 °
Min 13° Max 16°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0190179
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009