×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156248

Santa Elisabetta: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Il comune di Santa Elisabetta è situato in Sicilia e fa parte della provincia di Agrigento.
Le origini risalgono alla sua fondazione nel 1620 attuata da Giuseppe Montaperto. Nel 1955 ha raggiunto l'autonomia staccandosi da Aragona.
Il nome del paese deriva da quello dell'omonima santa. Il santo patrono è Santo Stefano e si festeggia il 26 dicembre. Conta circa 3.450 abitanti.

Da Visitare:
Da visitare le Tombe sicane e in piazza San Carlo cinque bellissimi pannelli di ceramica colorata riproducono il ciclo del pane.
Ricordiamo inoltre, la chiesa Madre dedicata a Santa Elisabetta.

Prefisso:
0922
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
sabettesi
Patrono:
Santo Stefano (martire)
Giorno Festivo:
26 dicembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Santa Elisabetta

Silvia Rossi
Livello 100     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Chi ama la storia molto antica dovrebbe assolutamente venire qui, perché c’è un immenso patrimonio archeologico. Prezioso bene archeologico è la necropoli di Keli di età tardo romano-bizantina, dove sono visibili tombe cosiddette “a forno” molto antiche. È stato conservato,... vedi tutto inoltre, un coperchio tombale appartenente ad un antichissimo sarcofago. Notevole importanza riveste poi la Fortezza araba Guastanella costruita dai bizantini, struttura storica di difesa. Di parecchi annidi tardi sono invece altre belle costruzioni locali, come il Castello Chiaramonte, fortezza costruita nel IV secolo, Piazza San Carlo che ha determinato l'assetto urbanistico dell'abitato e la Chiesa di Santo Stefano eretta durante la seconda metà del 700.
Da non perdere Necropoli di Keli , Castello Chiaramonte , Visita al Monte di Guastanella con ruderi del Castello Arabo/Normanno
Bruno Intravaia
Livello 15     2 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : E' un paese dell'Hinterland Agrigentino, all'ombra della Valle dei Templi,ricco di reperti storici archeologici naturali, lasciato a languire in un ingiusto oblio. Come è già successo per la Necropoli di Pantalica,la sua Necropoli del Keli e il Castello Arabo/Normanno del... vedi tutto Monte Guastanella sono meta di studi da parte di ben informati ricercatori stranieri
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156254
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156244

Meteo Santa Elisabetta

Sereno
13 °
Min 11° Max 27°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156249
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0