×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Saint-Christophe  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Saint-Christophe

Superfice:
14 km2
Altitudine:
619 m
Abitanti:
3285 [2010-12-31]
Introduzione

Provincia di Aosta, poco più di tremila abitanti, il comune di Saint-Christophe è adagiato in un’ampia zona collinare, tra frutteti e vigneti. Si trova alla confluenza tra le valli del torrente Buthier e del fiume Dora Baltea.

Il capoluogo è a 619 metri di altezza, ma l’altitudine complessiva del territorio va dai 540 metri circa della piana della Dora, nella zona dell’Aeroporto, agli oltre 2800 del Mont-Mary e della Becca-de-Viou, lungo la cresta spartiacque con la Valpelline. Ciò favorisce una grande biodiversità, sia per la flora sia per la fauna.

Le origini di Saint-Christophe risalgono alla Preistoria. Tra le antiche genti, da ricordare i Salassi, popolazione mista di Liguri e Celti. Dall’anno Mille è possedimento dei signori di Quart, quindi tra il 1500 e il 1600 è feudo dei nobili Sorelley, poi dominio dei Savoia con i quali entra nel Regno d’Italia dal 1861. Sempre sotto la gestione amministrativa di Aosta, il comune diventa autonomo solo nel 1946.

 L’economia si basa principalmente sull’industria e turismo sono settori importanti nell’economia della zona. Sono anche rilevanti l’agricoltura e l’allevamento di bovini e ovini, con conseguente presenza di aziende di trasformazione alimentare, formaggi, conserve.

Tra gli eventi di Saint-Christophe quelli più importanti sono la festa del patrono, il 25 luglio, San Giacomo e il Campionato valdostano di martze à pià, in corsa tra le montagne attorno ad Aosta.  Durante la penultima domenica del mese di ottobre si svolge la Bataille des Reines, in cui le rappresentanti più battagliere della razza bovina pezzata nera e castana, ovvero quelle che animano le lotte all’ interno delle mandrie, si fronteggiano in una lotta leale e incruenta, durante la quale, gli animali lottano istintivamente contro un simile, ad armi pari, senza lo scopo di eliminare l’ avversaria ma al fine di ottenerne la sottomissione con una più o meno onorevole sconfitta.  Questi combattimenti si svolgono nell’arena della Croix-Noir, al confine con il comune di Aosta.

 La cucina di Saint-Christophe offre i prodotti di denominazione di origine protetta, quali i formaggi Fontina e il Valle d'Aosta Fromadzo, i salumi Jambon de Bosses e Vallée d'Aoste Lard d'Arnad; imperdibili sono la carbonada, zuppa di carne di manzo cotto anche con pancetta, noce moscata, cannella, farina o la polenta concia, servita in un tegame con fontina e burro fuso, in una scioglievolezza corposa e indimenticabile.

La polenta viene servita accompagnata dal civet di capriolo che è servito con patate al forno, mentre la seupa à la Vapelenentse,  tipica della Valpelline, qui è formata da strati di pane e fontina cotti con un brodo di carne in cui è stata fatta bollire una verza.

Una specialità assolutamente da provare  è il caffè alla valdostana che si gusta nella coppa dell’amicizia, con dentro scorze di arancia e limone, la sua preparazione richiede che si cosparga l’orlo della coppa con zucchero, inumidito da grappa, si accende il fuoco e  si lascia bruciare finché lo zucchero non diventa caramellato. Una volta spenta la fiamma con il coperchio, i convitati possono bere dai diversi beccucci della coppa, uno dietro l’altro, “à la ronde”.

Saint-Christophe è il luogo  ideale per una vacanza di relax con una vista incantevole, è molto semplice raggiungere Aosta, che dista da qui pochi minuti, oppure tramite la cabinovia si può visitare il comprensorio di Pila.

Prefisso:
0165
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
saint-christopherins o crétoubleins
Patrono:
San Cristoforo
Giorno Festivo:
25 luglio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

2
Media

Chi c'è stato

Famiglie
1
Turisti maturi
1
Tutti
1

Indicatori

Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Saint-Christophe

Conosci Saint-Christophe? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Marina Colla
Livello 100     3 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Fare turismo in un paese come questo può riservare molte sorprese. Le prime nascono dalla visione della chiesa parrocchiale, che ha un alto campanile romanico che lo abbellisce, e da quella dei due castelli che il comune vanta all’interno del... vedi tutto suo territorio. Quello che ho apprezzato maggiormente è stato il Passerin d‘Entrèves, che appare attualmente circondato da un vasto parco, e che nel corso del tempo è stata progressivamente ampliato e trasformato in dimora signorile, conservando dell‘antico aspetto militare solo le torri. In località Croix Noire si trova l‘arena costruita appositamente per ospitare la finale dei combattimenti della “Bataille de Reines”, che è una tradizione classica delle montagne valdostane. L‘incontro avviene tra bovini valdostane, e personalmente ho ritenuto che lo spettacolo non fosse cruento, ma per me nemmeno troppo piacevole da vedere.
Da non perdere Passerin dEntrèves , Chiesa parrocchiale , Bataille
Ludwig Vacri
Livello 100     4 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : A dominare la zona si trova il famoso castello Passerin, un luogo davvero incantevole da cui si può osservare l'intero panorama della zona. Personalmente l'ho visitato due volte perché è davvero un posto da fiaba. Fermatevi anche nell'area naturale nota... vedi tutto come Tzatelet che è davvero un posto in cui si può stare immersi nella natura e che può rivelare numerose sorprese.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0

Destinazioni vicine a Saint-Christophe

DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Saint-Christophe

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Montagna
Arte e cultura
Enogastronomia
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0156253
AdvValica-GetPartialView = 0