×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Saccolongo: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0040038
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0020026

Saccolongo è un centro nella zona centrale della provincia di Padova, situato in riva al fiume Bacchiglione. Questo centro vanta un'origine molto remota come dimostrato dal rinvenimento di diversi reperti archeologici nella zona, mentre i cenni storici cominciarono a diventare continui solo intorno all'anno Mille grazie alla presenza del monastero benedettino. 

In seguito fu campo di battaglia tra Scaligeri e padovani, passando poi ai Carraresi e dopo sotto la Repubblica della Serenissima. Colpita in passato spesso da epidemie e alluvioni, oggi Saccolongo si è ripresa puntando su un settore primario decisamente corposo, basato sulla coltivazione di cereali, frumento, ortaggi e foraggi. 

In crescita anche il settore industriale riguardante soprattutto l'alimentare, il tessile e il legno. Il turismo a Saccolongo è sostenuto soprattutto dagli eventi folcloristici, tra i quali vanno citate le sfilate della Festa di Primavera e la Festa dell'Angelo.

Prefisso:
049
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
saccolongani
Patrono:
Santa Maria Assunta
Giorno Festivo:
15 agosto
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0100085
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Saccolongo

Voto complessivo 7
Guida generale : Di particolare interesse a Saccolongo segnaliamo la Chiesa Parrocchiale, edificio del XVI secolo. All’interno è conservato un tabernacolo sormontato da una statuetta della Madonna e una pala dell’Assunta, opera dell’Abate Conte Suman di Conselve, nato nel 1805. Da visitare anche... vedi tutto Villa De Besi, di origine cinquecentesca, fiancheggiata da un parco di alberi secolari e collegata, attraverso un porticato, a una costruzione colonica. Qui pernottarono il Card. Barbarigo quand’era immagine mosaico chiesa di CreolaVescovo di Padova (1695) ed il Card. Rezzonico (1746) divenuto poi Papa Clemente XIII. Nella frazione di Creola è facilmente individuabile la Chiesa di Santa Maria del Carmine detto anche Oratorio di Benedetto Crivelli (dal nome del condottiero milanese che ne volle la costruzione), dal singolare frontone curvilineo e dall’abside poligonale e con il campanile di stile romanico. Crivelli, capitano di fanteria, durante le guerre della lega di Cambrai tradì il re di Francia permettendo ai veneziani di conquistare la fortezza di Crema; le spoglie del capitano riposano nella chiesa fatta erigere nel 1525 da Alvise Pisani (secondo le volontà espresse nel testamento del Crivelli), in un’arca di marmo bianco su cui è scolpita la sua figura, opera attribuita secondo i più recenti studi, a Lorenzo Bregno, scultore formatosi alla scuola dei Lombardo e attivo nel Veneto nei primi decenni del ‘500. La famiglia Crivelli ebbe in feudo reola fino alla morte di Benedetto Crivelli, quando il Senato Veneto lo conferì alla famiglia Pisani (che ne mantenne il beneficio sino al XVIII secolo). Nel XVI secolo venne costruita una sontuosa villa, distrutta però agli inizi dell’Ottocento e sostituita da un nuovo edificio: ne rimangono la grandiosa barchessa in stile dorico e un arco in pietra bianca d’Istria, che sorge >in posizione isolata e costituiva forse l’ingresso della proprietà o, più probabilmente, un elemento d’arredo. Dopo i Pisani, la proprietà dei beni di Creola passò al Collegio armeno di Samuel Moorat, che la mantenne fino al 1924, anno in cui tutto il foto arco cinquecentescopossedimento fu venduto a una società e le campagne acquistate dai fittavoli. Ora la Chiesa S. Maria del Carmine è di proprietà del Comune di Saccolongo, mentre la Barchessa è di proprietà dei fratelli Boschetto di Padova. La Chiesa Parrocchiale di Creola, opera dell’ing. Carretta, nativo del luogo, ècostruita in stile romanico modernizzato, a tre navate suddivise da colonne in marmo rosso. Nel 1994 è stato realizzato il mosaico interno raffigurante l’ultima cena realizzato dalla Scuola mosaicistica del Prof. Casadoro di Venezia, su bozzetto del Prof. Sorgato di Padova. L’organo della chiesa è di ottima fattura e di importanza storica, costruito nel 1898 dalla rinomata ditta Zordan di Cogollo del Cengio. Accanto alla chiesa svetta il campanile costruito nel 1991. Un monumento scomparso è il monastero di S. Maria, dichiarato “vescovile” nel 1083. La statua della Madonna è l’unico elemento rimasto dell’Abbazia. Da ricordare la villa padronale “Ca’ Foretti” (già Arcioni-Brusco), ora “Carretta”, sorta sotto il dominio della Serenissima negli ultimi anni del ‘500.
franco
Voto complessivo 6
Guida generale : La parrocchiale è del 1735 (inizio lavori) la de besi è molto bella da fuori, il crivelli a creola è bellissimo, manca di organiz e luce, l'architetto ha pensato solo a riempire le giornate! Ci sono argini meravigliosi e brava... vedi tutto gente un paese da fermarsi 1 o 2 giorni.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0110106

Destinazioni vicine a Saccolongo

DestinationListNear-GetPartialView = 0,1000961
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010008
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0040038

Meteo Saccolongo

Coperto
6 °
Min 4° Max 8°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0220209
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0,0030025
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013