×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Gorga: guida turistica e cosa vedere  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0040038
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,003003
AdvValica-GetPartialView = 0

Info su Gorga

Superfice:
26 km2
Altitudine:
771 m
Abitanti:
768 [2012-05-31]
Introduzione

Rari utensili litici trovati nel territorio circostante Gorga, appartenenti al musteriano (da 75.000 a 35.000 anni fa) testimoniano la presenza dell'uomo preistorico. Più numerosi sono i ritrovamenti di resti fittili riferibili all'eneolitico (età del bronzo), scoperti da Mons. Luigi Scialdoni e datati dal Prof. Ugo Rellini. Di questi preziosi resti non si ha più traccia, si narra che siano stati letteralmente gettati in una discarica dopo la morte dello Scialdoni. Questi reperti appartenevano, con molta probabilità, a qualche tribù Volsca che aveva colonizzato questi territori montani.
Nei secoli successivi si sviluppò un piccolo insediamento che diede vita ad un pagus, come è testimoniato dalla presenza di due necropoli di età imperiale la prima presso l'orto dei Frati, la seconda in prossimità della Chiesa di S. Domenico fuori le mura. Inoltre, allo stesso periodo appartiene una cisterna ubicata in località Ricciali.
Questi primi abitanti vivevano nei tipici capanni lepini di forma conica (vedi foto), con base circolare di scapoli di calcare costruita a secco, che le popolazioni lepine hanno utilizzato fino a qualche decennio fa.
Dal V-VI sec. d.C., a seguito delle invasioni barbariche, gli abitanti del pagus (pagani) divennero cristiani a contatto con i rifugiati della pianura, che scelsero le impervie rupi di Gorga come loro dimora più sicura.
Successivamente, il pagus si trasformò in burgus (villaggio) ed iniziò la costruzione delle prime rudimentali abitazioni in muratura sorte, probabilmente, in prossimità delle rupi della portabballe.
Questa posizione è quella che sembra più sicura, per la presenza delle rupi rocciose ed in posizione geografica più favorevole in quanto esposta a mezzogiorno e riparata dai freddi venti di tramontana.
Si accedeva al burgus tramite la Via Piana che dalla portabballe raggiunge il Fosso della Via Piana. Il tracciato presenta pendenze minori rispetto alla Via Nuova Gorga-Segni, aperta nei secoli successivi, che inizia dalla Piazza Vittorio Emanuele II.
Il primo documento storico in cui compare il nome di Gorga è la Bolla di Urbano II del 1088, in cui il castello di Gorga è incluso tra quelli sotto la giurisdizione di Anagni.
Nel 1151 una quota parte delle terre di Gorga viene ceduta al monastero di Villamagna, l'altra quota parte fu venduta, sempre a Villamagna, nel 1216.
In questo periodo esistevano comunque molti proprietari terrieri, probabilmente di Anagni, chiamati condomini.
Nel 1216 viene siglato il primo giuramento di Vassallaggio nella Chiesa di S. Michele Arcangelo.
In questo periodo Gorga non era ancora un comune autonomo ma assoggettato a Villamagna ed era divisa in due Decarcie quella superiore e quella inferiore a capo di ognuna vi era il Comestabile (dal latino comes stabuli cioè conte di stalla),. Questa divisione dovrebbe corrispondere all'attuale suddivisione in portabballe e portammonte.
Nel 1398 accadde un fatto molto grave: i gorgani distrussero Villamagna, probabilmente per ribellione contro il forte potere del monastero e per affermare la volontà di indipendenza del popolo di Gorga.
In questo periodo Villamagna era infeudata ai Conti che iniziarono una lunga lotta con gli altri casati quali i Colonna, gli Orsini, i Borgia e la stessa famiglia Conti era in lotta fra i suoi stessi componenti.



Da Visitare:
Per avere informazioni sul comune: P.zza Mazzini 5 . Il comune fa parte della provincia di Roma. Da visitare anche le località di Affile,Arcinazzo, che si trovano nella stessa provincia.Alcuni comuni nei dintorni:
Affile
Oltre al caratteristico centro storico di impianto medievale, ad  Affile  possiamo ammirare:la Chiesa di santa Felicita, edificata nel XIV secolo al centro del borgo medievale, è caratterizzata da...
Arcinazzo
Interessanti sono i resti della torre detta del Pa

Prefisso:
06
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
gorgani
Patrono:
San Domenico
Giorno Festivo:
04 agosto
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0600576

Valutazione generale

2
Media
1
Ottimo
1
Buona

Chi c'è stato

Nessun dato disponibile

Indicatori

Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0080077
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0020017

Recensioni Gorga

Conosci Gorga? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
luigi santucci
Voto complessivo 9
Guida generale : È un paese adatto a persone anziane in cerca di tranquillità. È situato in un contesto incantevole con una natura quasi incontaminata. Panorami mozzafiato e possibilità di escursioni in montagna, tra l'altro piene di boschi. Non c'è possibilità di pernottamento... vedi tutto e le due trattorie presenti sono aperte solo al sabato ed alla domenica nel periodo invernale. Un vero paradiso per gli amanti della natura.
Da non perdere le chiese , osservatorio astronomico , la montagna
pierino di magno
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Il centro storico, settima bellezza mondiale, con i suoi vicoli medievali ben tenuti,le chiese in stile romanico, i sanpietrini in stile barocco. La fontana del biondi troneggia nella piazza sempre ben curata tanto che la pastora in cima ad essa... vedi tutto ha sempre un sorriso per tutti, l'osservatorio e il suo cristo che da terra implora pietà, per se stesso e per quello che rappresenta.
Da non perdere il panorama , la pastorella , le chiese
Giampaolo
Voto complessivo 3
Guida generale : Una bomboniera da salvaguardare
Da non perdere Natura... Natura.... Paesaggi...
luca
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 6
Guida generale : Bella, da riposo, è molto rilassante e tranquilla, si vive in una comunità dove si conoscono tutti, non ci sono molti divertimenti ma la gente è molto accogliente, i negozi un po' cari, un piccolo bar in piazza che è... vedi tutto il ritrovo di tutti e il punto d'incontro.
Da non perdere osservatorio astronomico , il lago , la montagna
Sandro C
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Paesino ideale per una passeggiata estiva lontano da centri urbani. Nonostante il borgo storico e il paesaggio circostante Gorga è praticamente incontaminata dal turismo. Non ci sono b&b, ristoranti costosi o negozietti di souvenir. Ci vuole un po' per raggiungerla,... vedi tutto ma ne vale la pena.
Da non perdere osservatorio astronomico , Centro storico , Escurzione Canai
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0220213

Destinazioni vicine a Gorga

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0770734
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0080076
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetPartialView = 0,009009
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Montagna
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0020017
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0040038
JoinUs-GetPartialView = 0,0010009
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0140136
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0