×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Città della Pieve: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Città della Pieve è una città umbra situata in cima a un colle di circa 500 metri d’altitudine, che domina la Val di Chiana e il Lago Trasimeno con visuali fino al Monte Cimino, al Peglia, ai Monti Sibillini, al Montarale, alla Valle del Nestore, al Subasio, al Patromagno, all’Amiata e al Cetona, i paesaggi rievocati dal più celebre nativo di Città della Pieve, Pietro Vannucci, il celebre “Perugino”.

All’epoca etrusca il territorio di Città della Pieve apparteneva a Chiusi, come testimoniano i diversi reperti archeologici relativi recuperati sul territorio: ancora oggi, al pianterreno di Palazzo della Corgna, si trova un antico obelisco etrusco del quinto secolo avanti Cristo. Il primo vero e proprio insediamento a Città della Pieve, intorno appunto alla pieve di San Gervasio, si ha intorno al settimo secolo, quando la località è di dominio dei Longobardi e usata come avamposto contro Perugia, bizantina. Il primo nome della città è “Castello della Pieve”, proprio per l’incastellamento della pieve di San Gervasio intorno all’undicesimo secolo. Secondo un fenomeno molto diffuso nell’area della Val di Chiana, l’impaludamento medievale della zona si traduce in una migrazione delle popolazioni di pianura verso i colli e i monti più alti dei dintorni, tra cui anche quello dove sorge Città della Pieve. Di dominio dei perugini a partire dal dodicesimo secolo, la località si specializza nella lavorazione del laterizio (e ancora oggi si calcola che circa il 70% della città sia costituito da mattoni a vista) e di un tessuto noto come il “panno cremisi”. Nel 1228 diventa libero comune, e la conformazione urbanistica attuale risale proprio a questo periodo, con la tipica forma d’aquila che divide i tre terzieri. Nei secoli successivi l’allora Castel della Pieve mantiene la sua politica di opposizione ai dominatori di Perugia, alleandosi con i Visconti di Milano e la Repubblica di Firenze fino alla Signoria dei Bandini. A metà del quindicesimo secolo nasce il Perugino. Nel 1550 il governatore diventa il nipote del papa Giulio III, Ascanio della Corgna, e viene realizzato per lui un fastoso palazzo su progetto dell’architetto Galeazzo Alessi. Poco più tardi Castel della Pieve viene elevata al rango di città, con il nome di Città della Pieve. Di questi anni è anche l’esperienza del ducato di Salci, di cui tutto ciò che rimane oggi è uno splendido borgo medievale abbandonato. Nei secoli successivi Città della Pieve ha anche attraversato un’epoca di bonifica dei territorio circostanti, che portò a un notevole incremento demografico, e un miglioramento delle strade, per trasformare la città nell’elegante porta d’ingresso nello Stato della Chiesa arrivando dalla Toscana, rendendo ancora più complessa la stratificazione degli interventi urbanistici e artistici in stile rinascimentale, manierista, barocco, rococò, neoclassico e così via.

Città della Pieve mantiene ancora oggi una tradizione di artigianato piuttosto importante, con lavorazione del ferro battuto per la produzione di lampadari, lanterne, attrezzi domestici, oggetti raffiguranti animali.

Tra gli eventi più importanti c’è sicuramente, a Ferragosto, il Palio dei Terzieri, ovvero dei tre quartieri in cui da secoli è divisa Città della Pieve: Borgo dentro, Casalino e Castello. La manifestazione dura circa 10 giorni e si conclude con la caccia al toro. Altri eventi di un certo interesse sono l’Infiorata di San Luigi Gonzaga, il protettore del terziere Casalino, che si tiene nella prima domenica d’estate. Notevole anche il presepe monumentale che durante le feste natalizie viene allestito nei sotterranei di Palazzo della Corgna, fino a occupare più di 400 metri quadrati di superficie. La domenica e il lunedì di Pasqua, invece, il terziere Borgo Dentro organizza nei sotterranei di Palazzo Orca dei “Quadri viventi” ispirati alla Passione, alla Morte e alla Resurrezione di Gesù Cristo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Prefisso:
0578
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
pievesi
Patrono:
Santi Gervasio e Protasio
Giorno Festivo:
19 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Valutazione generale

13
Ottimo
11
Buona
3
Media

Chi c'è stato

Tutti
8
Coppie
1
Famiglie
1
Turisti maturi
1

Indicatori

Sicurezza
Intrattenimento
Trasporti
convenienza
Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0156262
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Città della Pieve

Conosci Città della Pieve? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Voto complessivo 6
Guida generale : una cittadina d'altri tempi, un tuffo nel medioevo della sua architettura, per rivivere un'emozionante viaggio nel tempo. Le sagre,le feste, il palio dei terzieri, cose che si vedono nei film, là si realizzano, il tutto circondati da una natura spettacolare,... vedi tutto cibi buoni e salutari, aria salubre,possibilità di divertirsi in relax, lontano dalla frenesia cittadina ed incontrare una popolazione simpatica ed accogliente
Federico Barbino
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Trattoria da Serenella. Ottimo rapporto qualità-prezzo!
andrea vaccari
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : È bellissima da visitare non solo per ciò che conserva della storia, ma anche per l'accoglienza calda e vera dei suoi abitanti. I costi per mangiare o per il resto sono anche ocntenuti e non si rischia mai di annoiarsi... vedi tutto perchè praticamente ogni week end c'è un fitto programma di intrattenimenti vari. L'assistenza turistica è ottima!
Da non perdere Palazzo della Corgna
OLGA PALTRINIERI
Livello 25     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Città della Pieve è una tipica città umbra, dal centro storico conservato perfettamente. Si mangia bene e si passeggia piacevolmente per le sue viuzze, sentendosi in un'altra epoca! Si possono inoltre fare interessanti acquisti alimentari e di vino. Famoso in... vedi tutto particolare lo zafferano, spezia preziosa tipica della cittadina.
Da non perdere Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio , dipinti del Perugino
OLGA PALTRINIERI
Livello 25     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Guida generale : Non perdete vicolo Baciadonne! A quanto pare è la via più stretta d'Europa, davvero pittoresca. Da vedere assolutamente anche gli affreschi del Perugino. Se fate acquisti, non dimenticate di comprare una bottiglia di vino Canaiolo, un vitigno tipico: rosso, forte... vedi tutto e da abbinarsi con i piatti genuini e saporiti del posto.
Mario Pastorino
Livello 0     0 Trofeo   
Voto complessivo 3
Guida generale : Impossibile non innamorarsi del luogo, bella gente, luogo stupendo, pace e serenità, un luogo a misura d'uomo. Quando torno per un soggiorno o solo una piccola fuga non dico mai vado in Umbria, bensì "vado a Città della Pieve".
Voto complessivo 8
Guida generale : Incantata! Da visitare almeno una volta nella vita... dopo, non puoi non tornarci!!! Il tempo sembra si sia fermato, un posto incontaminato e ben organizzato. Città pulitissima, completamente ristrutturata... niente è fuori posto.
Da non perdere Centro storico
Alessandra Bianchi
Livello 10     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : E' una città a misura d'uomo, con angoli incantevoli, al centro di una zona tutta da esplorare, con piccoli borghi tutti mattoni, vicoli e viste meravigliose.
Simona Golinelli
Livello 38     6 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : Città carina carina, tranquilla, ma vitale con un gran Palio ad agosto! Vale davvero la pena visitarla e se possibile viverla qualche giorno.
Da non perdere Centro storico , palio
maria stella belardelli
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Consigliata durante il palio dei terzieri, da non perdere per la sua architettura, il cibo e il contesto in cui si trova. La Toscana e l'Umbria due regioni che qui si sfiorano con tanti luoghi da visitare.
Da non perdere Centro storico , palio
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156258

Destinazioni vicine a Città della Pieve

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0798941
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Città della Pieve

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Mete romantiche
Enogastronomia
Verde e natura
Shopping
Sport
Avventura
Cicloturismo
Studenti
Mete per la famiglia
Giovani e single
Pellegrinaggi
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156262
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Città della Pieve

Poco nuvoloso
24 °
Min 136° Max 2405°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156276