×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Cefalù  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156258
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Cefalù

Superfice:
66 km2
Altitudine:
16 m
Abitanti:
14393 [2012-12-31]
Introduzione

Il comune di Cefalù si trova in Sicilia, a circa 72 chilometri a est. da Palermo. È compreso nel Parco Regionale Naturale delle Madonie e conta un ristretto numero di abitanti, che però aumenta durante il periodo estivo. Si trova sulla costa siciliana settentrionale e sorge ai piedi di un promontorio roccioso che ne fanno una delle città più suggestive dell’isola e una delle più scelte dalle coppie in viaggio di nozze.

Oltre ad essere uno dei centri turistici più importanti è anche uno dei maggiori centri balneari di tutta la regione; nonostante le sue dimensioni, ogni anno attrae un rilevante flusso di turisti locali, nazionali ed esteri che, nel periodo estivo, arrivano a triplicare la popolazione, rendendo affollate le principali piazze e le strade più importanti del paese. La sua bellezza fa sì che sia stata inclusa nel club de I borghi più belli d'Italia, l'associazione dei piccoli centri italiani premiati per la grande rilevanza artistica, culturale e storica, per l'armonia del tessuto urbano, la vivibilità e i servizi ai cittadini e ai turisti.

Il Duomo della città di Cefalù fa parte dei siti della Palermo arabo-normanna che dal 2015 sono inclusi nella lista dei Patrimoni dell'Umanità UNESCO. Il centro urbano si estende a forma di forma di cavallo all’interno della piccola area pianeggiante tra lo spuntone di roccia ed il sistema collinare retrostante, in una zona naturalistica molto pregevole.

Il paese ha origini antiche: venne fondato intorno al IV sec. a.C. dai Greci che la chiamarono Kefaloidion, e la usarono come avamposto fortificato, data la sua posizione strategica. In epoca ellenico-romana la città venne dotata di mura; durante il loro periodo di governo, i Bizantini lasciano alcuni resti di fortificazioni e cambiano il nome della città in Gafludi.

Nel 1063 il conte Ruggero d'Altavilla conquistò la città e ne fece un avamposto cristiano con la costruzione di numerose chiese. Alla morte di Federico II la città visse un periodo di instabilità economica e passò da un feudo all'altro, fino a quando venne riscattata dal Vescovo nel 1451. Il santo patrono della città di Cefalù è il Santissimo Salvatore, al cui culto è consacrata la Basilica Cattedrale; la festa patronale di Cefalù avviene ogni anno nella prima settimana di agosto.

Per chi ama le escursione nelle vicinanze di Cefalù si trova il Monte di Pietà che è stato fondato sulla Via Mandralisca nel 1703 dal vescovo Matteo Muscella. L’antica chiesa è ancora oggi visitabile e vi si arriva seguendo un lungo sentiero sterrato panoramico di media difficoltà. Secondo il Walled Towns Friendship Circle, un prestigioso circolo letterario inglese, Cefalù è una delle città murate meglio conservate non solo della Sicilia, ma in tutto il panorama europeo.

L’evento più sentito dalla città è la festa del Santo Patrono che si tiene dal 2 al 6 agosto. In quest’occasione, oltre ovviamente alle celebrazioni religiose che si tengono nel Duomo, viene organizzata una grande rievocazione storica ed anche una festa di paese molto amata dai locali e dai turisti. Oltre a questa una bella festa folkloristica è la Vecchia Strina. Quest’ultima nasce come una figura di vecchia benefica che la notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio porta doni ai bambini buoni e carbone e cenere per quelli cattivi. Nei giorni precedenti ai bambini si raccomanda di non fare troppo rumore perché "la vecchia strina r'u casteddu si 'nna adduna£: la sua dimora è infatti immaginata sull'antica Rocca di Cefalù. Molto particolare è la Festa del Mare a Cefalù, una grande rassegna folkloristica, durante la quale si tengono delle sfilate di gruppi folk, degustazioni di prodotti della tipici siciliana e si tiene la Sagra del pesce azzurro. L’evento si tiene ogni anno a Luglio.

La cucina di Cefalù è strettamente legati alla tradizione, con piatti buoni e genuini. Da assaggiare sono: le arancine preparate con riso, carne di manzo o maiale, uova, piselli, fave, carciofi che poi vengono fritti in padella; la frittedda, un piatto a base di carciofi, fave, piselli conditi con olio e aceto di vino bianco. Lo  sfincione, pasta di pane ripiena di salame piccante, caciocavallo e cipolla tritata e infine le sarde a beccafico, con i piccoli pesci conditi con pangrattato, uvetta, pinoli con una spolverata di basilico e prezzemolo tritati. Tra i dolci non si può non provare la cassata siciliana ed i cannoli siciliani, entrambi preparati con ricotta e canditi ed il torrone tipico con miele millefiori. Ottimi sono anche i gelati, rigorosamente a base di frutta fresca, e le granite, in particolare quelle a base di mandorle a caffè tipiche della tradizione. Il piatto tipico di Cefalù, per cui vale la pena spendere qualche parola a parte, è la Ra pasta a Taianu. In onore di questo piatto viene organizzata anche una sagra gestita dal Centro di Cultura Polis Kephaloidion di Cefalù. Si tratta di un piatto molto antico, risalente alla dominazione araba e che si è mantenuto tale per tradizione nell’uso culinario domestico. La parola taianu deriva dall'arabo antico taio, che è il recipiente di terracotta usato per la cottura. La pasta viene preparata su diversi strati con l’aggiunta di carne sfilacciata cotta nel pomodoro, poi si aggiungono le melanzane, che vengono prima fritte, condite con il pecorino e poi sfilacciate. Negli anni sono state create diverse varianti, in particolare al posto del manzo a volte viene sostituito l’agnello e le melanzane vengono ripassate al forno e non fritte. La cottura avviene unicamente a legna con l’aggiunta di carboni ardenti anche sul coperchio, in modo da cuocere contemporaneamente sopra e sotto. Negli ultimi anni, oltre al pecorino è stata prevista anche una variante più "filante" con l'aggiunta di vari formaggi e in particolare della mozzarella, che tuttavia non è tipica di questa zona.

Prefisso:
0921
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
cefaludesi
Patrono:
--12-08
Giorno Festivo:
06 agosto
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156235

Valutazione generale

22
Ottimo
22
Buona
12
Media

Chi c'è stato

Tutti
19
Giovani e single
4
Famiglie
2
Turisti maturi
1
Coppie
1

Indicatori

Sicurezza
Intrattenimento
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
Trasporti
convenienza
Attrattive
shopping
attività
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Cefalù

Conosci Cefalù? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Antonella Cercola
Livello 19     2 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : Cefalù è una piccola città di mare, con un pittoresco porticciolo dal quale si osserva il caratteristico fronte a mare della città murata, con gli archi che fanno da ricovero alle barche. Da vedere la spettacolare costruzione del Duomo che,... vedi tutto eretto a partire dal 1131, fu voluto da Ruggero II per sciogliere, secondo la leggenda, il voto per la grazia ricevuta dopo essere scampato ad una tempesta approdando proprio a Cefalù. L'immenso edificio domina la cittadina ed è affiancato da due imponenti torri che danno l'aspetto più di una fortezza che di una chiesa vera e propria e che dovevano incutere ai viaggiatori che approdavano a Cefalù dal mare, timore e rispetto, stupore e meraviglia. I massicci torrioni sono aperti da bifore e monofore e serrano la facciata che è coronata da una teoria di archetti ciechi e preceduta da un portico costruito nel 1471. L'abside è rivestito da magnifici mosaici bizantini; il catino absidale ospita la ieratica figura del Pantocratore,i cui occhi, di una infinita tenerezza, i più belli tra tutti i Pantocratori siciliani, calamitano l'attenzione dei visitatori, ovunque essi si trovino all'interno dell'aula. L'estate cefaludese è ricca di appuntamenti culturali e d'intrattenimento, a beneficio degli abitanti, dei visitatori locali e dei numerosissimi turisti stranieri che ne affollano le vie assolate. I festeggiamenti più importanti si svolgono dal 2 al 6 Agosto, in onore del SS. Salvatore, cui tra la città é dedicata sin dal tempo di Ruggero. Da segnare in agenda la frottola, una sfilata con carri allegorici che ha luogo la domenica dell'ottava del Corpus Domini, in giugno, quando si celebra la giornata dei contadini: tra carri realizzati con fiori di campo e primizie dei campi, sono splendidi quelli del SS. Sacramento. Un altro tradizionale appuntamento annuale è la "'ntinna a mari", o albero della cuccagna a mare, che si celebra il 6 Agosto: su un lungo tronco in posizione orizzontale e ricoperto di sapone e sego, i giovani del paese si esibiscono in gare di equilibrio e bravura, con lo scopo di conquistare la bandiera, posta sulla punta. Assai divertente anche il Gioco delle Pignatte che vede impegnati dei bambini bendati e a cavalcioni, con un bastone in mano, a rompere pentole d'argilla ripiene delle cose più bizzarre. Cefalù è una località turistica di grande interesse per i turisti italiani e stranieri (soprattutto francesi e tedeschi) oltre che meta preferita per i siciliani in gita; la città è quindi abbastanza attrezzata all'ospitalità, con una serie di alberghi di diversa categoria e qualità dei servizi e ristoranti che offrono soprattutto specialità di pesce. Le vie del centro sono ricche di negozietti di souvenir, di artigianato locale e di piccolo antiquariato. Interessanti le boutique della via Vittorio Emanuele che offrono abbigliamento da mare e sandali originali che ricordano la moda di Positano e di Capri. Ricca la scelta dei migliori vini siciliani nelle enoteche lungo il corso Re Ruggero e indimenticabili i dolcetti di mandorla del bar Duomo e non ultimo l'ottimo gelato siciliano nella caratteritica brioche. Infine tanto buon pesce fresco, offerto praticamente in tutti i ristoranti sul lungomare.
Da non perdere Duomo , La Rocca di Cefalù , Fondazione Culturale Mandralisca Museo E
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Fatta costruire nel 1131 da Ruggero II, la Basilica è a tre navate divise da alte colonne, con capitelli figurati, che sostengono archi acuti a doppia ghiera; nella navata destra, si trova un romanico fonte battesimale, mentre nell’abside centrale, brillanti... vedi tutto mosaici del XII secolo rispecchiano la luce del sole siciliano; le vetrate delle monofore sono di Michele Canzoneri; le arcate e le pareti delle tre navate, hanno subito nel corso dei secoli, vari rimaneggiamenti. Annesso al Duomo si trova un chiostro del XII secolo, distrutto da un incendio durante il 1500; nella piazza del Duomo si alternano alcuni palazzi in stile barocco quali il Seminario, il Palazzo Vescovile, il Palazzo Piraino e il Palazzo Maria. Lasciando la piazza del Duomo e percorrendo corso Ruggero si giunge a via Carlo Ortolano di Bordonaro che costituisce l’asse di collegamento tra le due antiche porte “Giudecca” e di “Mare”; lungo via Vittorio Emanuele, si incontrano la normanna chiesa di San Giorgio e un lavatoio medievale. Degno di interesse è il Museo Mandralisca, fatto costruire da Enrico Piraino, barone di Mandralisca, che collezionò marmi antichi, monete, pitture e conchiglie; tra le opere del museo possiamo annoverare il famoso Ritratto d’Ignoto attribuito ad Antonello da Messina, un dipinto ad olio del 1465. Interessante da visitare, anche se faticosa da raggiungere, è la rocca di Cefalù, la quale offre una splendida visuale panoramica sulla città; oltre ai resti della fortificazione, qui si erge il tempio di Diana, un’opera poligonale di epoca greca-arcaica.
Voto complessivo 7
Guida generale : Un centro storico emozionante con il mare che delimita la strada principale piena di ristoranti convenienti e piccole botteghe. Alla fine della strada vedi questo azzurro intenso e senti i profumi ed il rumore del mare. Si possono affittare casette... vedi tutto con balconi a picco sul mare e cenare su palafitte sospese sull'acqua. Il Duomo è situato in un punto molto siggestivo e merita una visita approfondita. Fermatevi sulla strada provinciale quando lasciate Cefalù e godetevi il panorama mozzafiato.
Da non perdere Duomo
alessandro
Voto complessivo 7
Guida generale : molto bella la cittadina con le sue viuzze e il duomo. Cordiale la gente, buona la cucina, ottimo il B.B. Bouganville. Unica nota negativa il museo ove non sono riuscito ad entrare perchè non avevano il resto di 50 Euro.... vedi tutto Poi ho letto che ha una numero spropositato di dipendenti, compresi i precari, in rapporto al numero modesto di sale. Un po' cara la visita al chiosco della cattedrale (5 Euro) per vedere uno spazio forse molto interessante se spiegato adeguatamente.
Rosario
Voto complessivo 8
Guida generale : Una bella città, storica e molto caratteristica con le sue stradine strette e con moltissimi negozi di souvenir. Molto bella e antica la sua cattedrale, famoso il suo Lavatoio dove le donne di quell'epoca andavano a lavare i panni.Molti i... vedi tutto ristoranti anche con menù turistico che con le sue terrazze si affacciano sul mare. Da non perdersi Monte Erice poco distante. Meravigliosa la spiaggia di sabbia dorata e con acque basse.
Da non perdere La Rocca di Cefalù
Letizia Ricotta
Livello 62     9 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Cefalù è una splendida cittadina che si affaccia sul meraviglioso mar Tirreno. E' tra i più bei borghi marinari della Sicilia. Oltre al suo caldo mare potrai visitare la sua bellissima cattedrale fatta costruire da Federico II, il lavatoio medioevale,... vedi tutto i resti del tempio di Diana posti sulla rocca che sovrasta il paese o passeggiare per le sue tipiche viuzze o sul lungomare. Ed infine potrai gustare pesce fresco dolci tipici siciliani che fanno risuscitare i morti e gelati dai sapori indimenticabili.
Da non perdere Duomo , mare , Lavatoio medioevale
silvia
Voto complessivo 9
Guida generale : Il paesaggio è splendido, il mare cristallino e le persone molto ospitali. Vi sono molti siti di interesse storico, artistico ed archeologico da visitare, oltre agli innumerevoli ristoranti, alcuni dei quali costruiti su palafitte, che offrono un'incantevole vista sul mare.... vedi tutto Per chi ama la vita sportiva, è consigliata l'escursione sulla rocca che sovrasta il paese, con i resti del tempio di Diana.
DANIELA
Voto complessivo 9
Guida generale : È splendida, visitare il centro è come immergersi in un altro mondo. Sogno da una vita quel ... terrazzino sul mare. È meraviglioso avventurarsi per le sue viuzze. Molto belli alcuni negozi artigiani, come uno di porcellane. Ci sono scorci... vedi tutto fantastici che si possono apprezzare soltanto immergendosi in questa fantastica realtà. Archi che si aprono sul mare o terrazze a strapiombo e si aprono all'orizzonte.
Da non perdere Piazza Duomo , Duomo
rosy testa
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Cittadina ospitale che offre un bel mare e una lunga e bella passeggiata che dal lungo mare va al centro storico che può durare ore per poi culminare con un bel gelato o una rinfrescante granita di limoni o gelsi... vedi tutto in piazza del duomo. Seduti al bar spendi una bella cifra ma se lo consumi in piedi puoi risparmiare .... e resta sempre buonissimo. Nei periodi luglio agosto e come a Roma incontri turisti di ogni dove.
Da non perdere Lavatoio Medievale
Giuseppe Lo verso
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Splendida spiaggia, bellissimo mare, ottimo cibo. Ha tutti gli ingredienti per una splendida vacanza in Sicilia a circa 45 minuti da Palermo. Da non perdere una visita al Duomo arabo-normanno e un bagno al mare. Ottimo punto di partenza per altre escursioni in... vedi tutto Sicilia e per vedere le isole Eolie. Da non perdere la gita giornaliera a Panarea e Stromboli via mare con la vista del vulcano in eruzione
Da non perdere Duomo , mare
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312498

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0156249
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0312493
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Cefalù

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156249
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Arte e cultura
Enogastronomia
Mete romantiche
Montagna
Giovani e single
Mete per la famiglia
Avventura
Shopping
Sport
Verde e natura
Studenti
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156249
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0312498

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156253
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Cefalù

Sereno
30 °
Min 176° Max 3209°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156254
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0