×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,002003
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Valle d'Aosta: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008

La Val d’Aosta è tra le mete turistiche italiane più apprezzate anche all'estero. Cosa vedere in Valle d'Aosta? Chi sceglie di trascorrere un periodo di vacanza nella regione troverà non solo una natura straordinariamente bella ma anche arte, storia e cultura.

Cosa vedere in Valle d'Aosta: le 10 cose assolutamente da non perdere

Dai paesaggi innevati, ai prati di montagna, dai monumenti di grande valore artistico alle tracce della dominazione romana, dal relax all’avventura: la Val d’Aosta racchiude un insospettabile patrimonio di natura, cultura e gastronomia che sorprenderà chi vi si reca per la prima volta. Ecco 10 posti da non perdere se si decide di passare qualche giorno ad Aosta e dintorni.

Parco nazionale del Gran Paradiso

1 - Parco Nazionale Gran Paradiso

Istituito circa un secolo fa, è uno dei più rinomati parchi nazionali in Italia e nel mondo; i suoi 70.000 ettari sono dominati dai 4.000 metri della vetta del Gran Paradiso. Percorrendo uno degli itinerari predisposti si possono ammirare moltissime varietà di fiori e specie animali, tra cui spicca lo stambecco. Il Parco si può visitare liberamente, senza orari e biglietto d’ingresso.

2 - Courmayeur

Si tratta certamente di una destinazione turistica di grande fascino, eppure l’atmosfera che si respira è ancora quella del passato, quando Courmayer era meno affollata di quanto non lo sia oggi. Passeggiare tra le boutique del centro, prendere un caffè scrutando le vette innevate, specialmente d’inverno, è un’esperienza consigliata e impagabile.

3 - Forte di Bard

Il Forte di Bard è una traccia importante della storia medievale di questi luoghi; è un complesso fortificato che attualmente ospita musei e percorsi culturali; da segnalare c'è lo splendido cortile interno, che durante l’estate si anima di spettacoli teatrali e musicali. Il Forte è aperto quasi tutti i giorni dell’anno dalle 10 alle 19, con leggere variazioni a seconda della stagione.

4 - Santuario di Notre Dame de Guérison

Il santuario sorge alle pendici del Ghiacciaio della Brenva, nelle vicinanze di Courmayer. Il luogo è dedicato culto della Madonna, la cui statua era inserita in una nicchia. Nel XIX secolo una valanga aveva distrutto il santuario, lasciando intatta la scultura; fu allora che si decise di erigere il santuario. Gli orari di visita seguono quelli della celebrazione delle messe.

5 - Aosta

Il capoluogo della regione è meta turistica in virtù della sua collocazione geografica e degli importanti reperti storici. Sorge tra le montagne, su una piana bagnata dalla Dora Baltea. Ospita importanti tracce della dominazione romana: il ponte, il teatro e l’anfiteatro. Imperdibili anche il Castello Jocteau, la Cattedrale e l’Arco di Augusto; per questo è stata definita la Roma delle Alpi.

6 - Val Ferret

A nord di Courmayer c’è questa valle alpina che confina a nord con la Svizzera. Durante l’estate si tinge del verde dei pascoli da cui nasce il formaggio tipico della zona, la fontina; d’inverno è meta preferita dagli sciatori provenienti da tutto il mondo.

7 - Criptoportico forense

Si trova ad Aosta e risale all’epoca di Augusto; è strutturato in modo da stabilizzare il terreno; è composto da una galleria e anticamente da una serie di colonne marmoree, parzialmente ancora visibili. Probabilmente era destinato ad uso militare. Apre ogni giorno dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 17; il biglietto d’ingresso è di 7 euro.

8 - Cascate di Lillaz

Le cascate di Lillaz sono uno spettacolo che affascina adulti e bambini; possono essere ammirate percorrendo i sentieri che si sviluppano tutto intorno; è da apprezzare il triplice salto che l’acqua compie precipitando dalle rocce. Le cascate possono essere visitate tutti i giorni senza limitazioni d’orario.

9 - Castello di Fénis

Antica sede degli Challant, questa costruzione fortificata fu realizzata nel XVI secolo su un’altura scoperta che rendeva il luogo poco difendibile dalle incursioni straniere. Si tratta di una delle dimore valdostane più suggestive e interessanti. L’ingresso costa 7 euro secondo i seguenti orari: da ottobre a marzo dalle 10 alle 17, escluso il lunedì; da aprile a settembre dalle 9 alle 19, ogni giorno.

10 - Chamois

Si trova nella Valle del Cervino ed è nota come la Perla delle Alpi. Sorge a circa 1800 metri di altezza, con il suo borgo antico raggiungibile in funivia oppure in bicicletta. Le auto non possono accedervi, dunque il consiglio è di raggiungerla a piedi, per ammirare la bellezza del paesaggio.

Cosa vedere in Valle d'Aosta: Chamois

Cosa vedere in Val d’Aosta... senza perdere tempo

Se non si ha molto tempo per la vacanza spesso è necessario evitare mete molto gettonate, per le quali è necessario fare lunghe file. Per questo il consiglio è di scegliere destinazioni per le quali non è necessario il biglietto d’ingresso.

Cosa vedere gratis

L’Arco di Augusto si raggiunge percorrendo l’A5 in direzione Torino – Traforo del Monte Bianco, seguendo poi le indicazioni per Aosta Centro. È una struttura imponente che risale al 25 a.C. , ubicata all’ingresso del centro storico, zona interamente pedonale. Il consiglio è di parcheggiare l’auto e proseguire a piedi.

Anche il teatro romano di Aosta merita una visita. È rimasta in piedi sono la facciata, con tre ordini di arcate ancora visibili. Guardando attraverso le finestre si intravedono le montagne innevate. È uno spettacolo da non perdere.

Luoghi d'interesse per i bambini

Se si raggiunge la Val d’Aosta con i bambini, tra le mete consigliate ci sono le cabine rotanti a bordo delle quali si possono ammirare i ghiacciai del Monte Bianco. La Skyway è una funivia lunga 15 chilometri; in cabina si sale fino a 3.500 metri di altezza, roteando in modo da poter vedere al meglio i ghiacciai perenni. I bambini ameranno questa esperienza.

A proposito di altezze vertiginose, l’Osservatorio astronomico di St Barthélemy, a Nus, è una di quelle attrazioni perfette per i bambini. C'è un telescopio da 810 mm oltre a vari strumenti per osservare i corpi celesti, le galassie e le nebulose. Da qualche anno c’è anche un planetario visitabile al costo di 5 euro.

Cosa fare la sera in Val d'Aosta

La Val d’Aosta è accogliente e interessante anche per chi desidera un po’ di movida serale; ad Aosta ci sono diversi locali notturni nel centro storico e un’importante discoteca nella periferia della città. Se dopo aver sorseggiato dei drink nelle distillerie del centro si desidera ballare, senza allontanarsi dal centro, si consiglia la discoteca Etoile, una delle più gettonate in città. Inoltre, specialmente d’estate, vengono organizzati anche molti eventi all’aperto ad Aosta.

Cosa vedere nei dintorni

Nei dintorni di Aosta, e più in generale nella regione, ci sono luoghi incantevoli da poter visitare; meritano una citazione la Riserva Naturale Tsatelet, sito di interesse naturalistico e archeologico. La Riserva Naturale Côte de Gargantua, in località Gressan, si trova invece su una collina, a pochi chilometri dal capoluogo. Ha una forma che incuriosisce in quanto è stata modellata nei secoli dal sole e dai ghiacciai perenni.

Eventi e ricorrenze in Val d'Aosta

In Val d’Aosta vengono organizzati moltissimi eventi, soprattutto in ambito enogastronomico. Da non perdere la Sagra del Jambon alla brace, in località Saint-Oyen; chi ama il formaggio non può mancare il Quart Formage Festival, dove potrà assaggiare non solo la fontina ma anche tutti gli altri formaggi tipici della regione.

Ad Arnad si tiene la festa del lardo, che da queste parti è DOP: viene stagionato in un tipico recipiente di castagno. A Champorcher, a Luglio, c’è la Sagra del Pan Ner, impastato con farina di segale, frumento, uvetta e fichi. A febbraio, nel giorno della Candelora, c’è la Fiera di Sant’orso, una delle feste più antiche della regione. Sempre a febbraio, a Pont-Saint Martin, si tiene lo storico carnevale: celebra la lotta tra il santo vescovo e Satana.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0
AttractionTabSwitcher-GetPartialView = 0,001
AdvValica-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



234 risultati filtrati per:
Rank 1# di 234
12 Voti
Rank 4# di 234
8 Voti
Image not found
Rank 5# di 234
8 Voti
Rank 8# di 234
7 Voti
Rank 10# di 234
AttractionListNSContainer-GetPartialView = 0,1771696
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010013
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070064
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
Gallery_3xN_Small-GetAsyncComponentContainer = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0