×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156258

Cosa visitare a Mottola  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Panoramica per visitare Mottola al meglio

Città di collina, campagna e mare, che domina il mare dall’alto della sua curiosa morfologia carsica in grado di nascondere e svelare un mondo particolare e incantato con chiese e villaggi rupestri.

Il simbolo di Mottola? Il suo centro antico, l’austero e sobrio quartiere medioevale detto Schiavonia, tutto costruito sulla tenera roccia locale e completamente imbiancato a calce, tra le stradine lastricate con le larghe lastre calcaree, le chianche, attorno alle sue piazzette dove si mostrano i monumenti più importanti.

In giro per Mottola, da vedere la sua duecentesca Chiesa ex-Cattedrale, costruita in stile romanico-pugliese, dedicata a Santa Maria Assunta, con un bel campanile trecentesco e un rosone finemente decorato. Si sporge su largo Chiesa Madre ed ha una particolarità, sino agli anni ’30 ospitava una grande cisterna che serviva per il rifornimento idrico e di cui si nota qualche resto.

Altre piazzette sono il largo di San Nicola che prende il nome dall’omonimo monastero bizantino. Da vedere inoltre la Chiesa dell'Immacolata Concezione già Cappella del Convento Francescano, seicentesca, la Chiesa di Maria Santissima del Carmelo fondata nel 1699 come oratorio della Confraternita della Santissima Madonna del Carmelo e del Purgatorio. Questo edificio sacro conserva, nei locali della Confraternita, le statue ottocentesche dei Misteri, realizzate in cartapesta, portate in processione durante il Sabato Santo.

La Chiesa della Vergine del Rosario fu costruita appena fuori delle mura e della Porta Vecchia della città fortificata, tra il 1649 ed il 1700: presenta una rarità, la Via Matris, variante antica e poco conosciuta della Via Crucis, con sette stazioni.

A Mottola ci sono poi da vedere le Grotte di Dio, un museo a cielo aperto rappresentato da diverse chiese rupestri, una cultura delle grotte di epoca medioevale, in cui la devozione verso i santi della chiesa greca si affianca a quelli della chiesa latina. Tra le più suggestive, quella di San Nicola, definita la ‘cappella Sistina della civiltà rupestre’, in cui si registra la stratificazione di circa cinque secoli di vita ed arte medievale, dal IX al XIV secolo, una vera e propria pinacoteca dell’arte sacra popolare medioevale della Puglia.

Notevole anche la chiesa rupestre di Santa Margherita (in origine Santa Marina di Antiochia di Pisidia), protettrice delle gestanti, dalla insolita planimetria, con un’archeggiatura a tutto sesto, proprio come in un’icona lignea, con elementi riccamente decorati. Da non perdere pure la chiesa di San Gregorio, complesso rupestre molto esteso, che comprende nelle immediate vicinanze le due chiese rupestri della Madonna delle Sette Lampade e della Madonna degli Angeli. La Chiesa di Sant’Angelo è poi un unicum, visto che si sviluppa su due diversi piani ipogei.

Per lo shopping, un giro nel centro di Mottola garantisce di trovare souvenir per se stessi e familiari-amici: oggetti decorati in legno e ceramiche colorate, accessori in paglia ma soprattutto prodotti dell’enogastronomia, dai formaggi ai salumi alle orecchiette ai taralli di ogni foggia e gusto. S

e per pub e discoteche ci si deve dirigere verso altre località dei dintorni, come Fasano, si può tirar tardi grazie ad alcuni locali in cui si mangia e si beve, come Caffetteria Piazza Grande, in piazza XX settembre, o Blues Café, in via Europa.

Per mangiare, la concentrazione di locali dove provare il gusto deciso di qui è il centro storico. Qualche nome. Prince ristorante pizzeria, corso Vittorio Emanuela; La Taverna Del Piffero, in via Allende; Il Rifugio Dei Vip, in via Mazzini. La Braceria Dal Centurione è in Largo Mater Domini. Nei dintorni di Mottola, verso nord, si possono compiere escursioni tra i boschi ricchi di leccio, roverella, pino d’Aleppo, come il bosco di Sant’Antuono, attrezzato con aree pic nic e una serie di itinerari naturalistici e storici.

 C’è pure il percorso botanico della Lama di San Nicola, un solco erosivo poco profondo che è un altro aspetto delle gravine, in cui la macchia mediterranea offre spesso il suo migliore spettacolo di colori ed essenze, incontrando la vegetazione xerofila, caratteristica dei climi caldi con lunghi periodi di siccità.

Le gravine, piccoli e grandi canyon che disegnano i calcari, anch’essi unici per flora e fauna, tra lecci, pini d’Aleppo, corbezzoli, aceri, carrubi, ciclamini, biancospini e rose selvatiche si possono incontrare rapaci anche di piccole dimensioni come il falco grillaio e il gheppio, mentre negli stagni è presente l’ululone dal ventre giallo, anfibio tipico di questo ambiente.

Da ricordare: nella gravina di San Biagio-Palagianello si trova una piccola cavità naturale, la grotta di San Biagio, con le tipiche stalattiti e stalagmiti.

Nelle vicinanze, da visitare il piccolo comune di Palagianello , dal centro storico rinascimentale e l’imponente Castello Caracciolo Stella. Da non perdere la gravina e il villaggio rupestre di Petruscio: si snoda per circa quattro chilometri ed è una delle formazioni di questo tipo tra le più spettacolari dell’intero arco jonico. Inizia ai piedi dell’abitato mottolese, in prossimità della contrada Torlia: lo spettacolo di grotte, scavate a mano e abitate tra l’XI e XII secolo, spesso comunicati tra loro, con la presenza di chiese, è davvero speciale. Da vedere partendo da Mottola anche Massafra, terra dei Masciari (maghi): qui si tiene un carnevale molto antico. Oppure Laterza, dove c’è un altro dei canyon più maestosi dell’area tarantina, e dove trovare specialità da forno molto apprezzate. Da Mottola si può arrivare anche a Matera, la città dei sassi, e visitare Alberobello e le straordinarie Grotte di Castellaneta.

A Mottola si può arrivare in treno scendendo alla stazione di Gioia del Colle o di Taranto, dove trovare i bus della Linea Sud est Gioia/Mottola o Taranto/Mottola. In auto si giunge con l’autostrada A14, uscita Mottola-Castellaneta, poi con la SS100 verso Taranto - uscita SPexSS377/Viale Jonio – Mottola. Oppure con l’autostrada A3, uscita per A16/E842 verso E55/A14/Bari - A/14 - uscita Mottola-Castellaneta, quindi SS100 verso Taranto. Se si arriva in nave, si attracca al porto di Taranto, Bari o Brindisi, prendendo poi la SS100 direzione Taranto-Mottola. L’aeroporto più vicino è quello di Bari.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0312524
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
8 risultati filtrati per:
Image not found
Rank 2# di 8
Image not found
Rank 3# di 8
Rank 4# di 8
Rank 5# di 8
Rank 6# di 8
Rank 7# di 8
Rank 8# di 8
AttractionList-GetPartialView = 0,171889

Conosci Mottola? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0156262
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0

Cosa vedere vicino a Mottola

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0156267
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0468783
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0,0156262
AttractionFilterListOther-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Mottola

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156262
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Mottola
GuideList-GetPartialView = 0

La valigia della settimana dal 18-11 al 24-11

WeatherInfoSuggestedClothing-GetPartialView = 0,0156263
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0156262
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0