×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Finale Ligure: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

 Finale Ligure è un comune che sorge nella provincia di Savona, più precisamente nel bel mezzo della Riviera Ligure di Ponente, al confine con i comuni di Orco Feglino, Vezzi Portio, Noli e Calice Ligure.

Il comune rappresenta il cuore di un comprensorio noto come "Il Finalese" che si estende per circa 30 chilometri quadrati ed ospita circa 35.000 residenti.

Finale Ligure è una località turistica piuttosto blasonata, che negli anni ha ottenuto diversi importanti riconoscimenti: dalla Bandiera Blu della FEE a segnalazioni da parte di Legambiente, passando per l'inserimento nel circuito de "I Borghi più belli d'Italia".

Detto ciò Finale Ligure è letteralmente ricoperta di edifici storici di assoluto interesse. Volendo iniziare con le architetture religiose è doveroso citare quanto meno le più importanti Basiliche collegiate comunali, ovvero quella di San Giovanni Battista e quella di San Biagio. La prima sorge in località Finale Marina ed è semplicemente una delle chiese barocche più belle di tutta la regione Liguria: grazie ad una magnifica facciata arricchita da diverse statue di santi, ad una cupola alta 24 metri e alle diverse opere d'arte custodite al suo interno.

La seconda si trova invece nella frazione di Finalborgo e la sua prima costruzione risale addirittura al 1372, nonostante anche questa oggi presenti diversi elementi barocchi: stiamo parlando soprattutto di grandissima parte dei suoi arredi attuali, che provengono da strutture vicine confiscate al tempo di Napoleone Bonaparte dal vicino Complesso Conventuale di Santa Caterina.

Proprio quest'ultimo è un'altra importantissima architettura religiosa locale, costruita durante il XIV secolo ed abitata anticamente dai frati Domenicani: per secoli il convento ha rappresentato una vera e propria zona franca e venne risparmiata dalla guerra per l'appunto fino all'invasione di Napoleone, che nell'anno 1802 aveva formalmente soppresso gli ordini ecclesiali. Oggi il Convento ospita importantissimi affreschi dei primi del Quattrocento raffiguranti episodi della vita della Vergine Maria, oltre ad ospitare il Museo Archeologico del Finale, una sala congressi utilizzata per mostre ed esposizioni varie.

Un tempo il comune di Finale Ligure era ben protetto da tre castelli, che purtroppo oggi sono parzialmente o totalmente demoliti: innanzitutto Castel Gavone, storica sede dei marchesi del Carretto, che oggi è comunque visitabile fino alle sommità della sua antica "Torre dei Diamanti"; quindi Castel San Giovanni, che domina sulla cima di Finalborgo ed è stato interamente restaurato a partire dagli anni '60 del Novecento; per ultimo Castelfranco, storica fortezza voluta dalla Repubblica di Genova per controllare il Marchesato di Finale: nel Novecento è stato convertito in carcere, ma oggi è di proprietà comunale ed è tornato visitabile dopo decenni di disuso.

Un'ultima menzione per le diverse aree naturali che arricchiscono il territorio di Finale Ligure, oltre a permettere a chi le visita di scoprire qualcosa di più sulla storia più antica del comune. Pensiamo ad esempio al complesso della Caverna delle Arene Candide, situato ad ovest del promontorio della Caprazoppa: un importante sito archeologico che ospita la celebre sepoltura del "Giovane Principe", una delle tombe paleolitiche più antiche d'Europa, costruita in ricordo di un ragazzi di sedici o diciassette anni rimasto ucciso a seguito dell'attacco di una bestia feroce circa 24.000 anni fa.

Altrettanto interessante la Caverna della Pollera, che tra l'altro è una delle più vaste di tutta la provincia. Al suo interno sono state rinvenuti resti databili al Neolitico, oltre che forme esclusive di ceramica a bocca quadrilobata.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0156253

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



22 risultati filtrati per:
Rank 1# di 22
6 Voti
Rank 2# di 22
3 Voti
Rank 3# di 22
2 Voti
Rank 4# di 22
1 Voto
Rank 5# di 22
1 Voto
Rank 6# di 22
1 Voto
Rank 7# di 22
1 Voto
Rank 8# di 22
1 Voto
Rank 9# di 22
1 Voto
Rank 10# di 22
AttractionList-GetPartialView = 0,1718744
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0156249
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Finale Ligure
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0