×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Casoria: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Casoria è un comune che appartiene alla città metropolitana di Napoli e che sorge nell'area delle "Colline litoranee": un territorio paludoso fino ai primi anni del XIX secolo e rivalutato soltanto a seguito di una importante operazione di bonifica.

Si tratta di un comune abitato sin dal III secolo avanti Cristo, che ha attraversato la Storia prima grazie all'agricoltura (il terreno vulcanico circostante era particolarmente fertile), quindi grazie ad un importante sviluppo industriale che gli avrebbe portato il soprannome di "Sesto San Giovanni del Sud".

Casoria non è però soltanto materia prima ed imprese, ma anche arte e bellezza, come dimostrato ad esempio dal Santuario di San Benedetto, ovvero uno dei monumenti più celebri e rappresentativi del territorio. Un edificio costruito durante il 1600, ma poi modificato a livello strutturale a causa di un incendio divampato durante i lavori: una chiesa a croce greca con un'unica navata ed una cupola rivestita di maioliche, che fa parte di un complesso composto anche dall'antica Congrega del Santissimo Sacramento e da strutture abitative destinate prima ai monaci ed ora a gente comune.

Un'altra architettura religiosa decisamente degna di menzione è la Basilica di San Mauro Abate, ricostruita sul sito di una antica cappella precedente a partire dal 1606: un edificio costruito in stile barocco che conserva al suo interno importanti tele di Domenico Antonio Vaccaro tra cui la "Visitazione" o "la Madonna con Bambino" ed i "Santi Mauto e Gennaro". Chiesa che tra l'altro è dedicata ad un santo patrono che potrebbe avere addirittura ispirato il toponimo della città: Casario potrebbe infatti risalire da "Casa Mauri", locuzione con cui veniva chiamata proprio questa chiesa.

Più in generale Casoria è una città la cui bellezza è assolutamente godibile anche limitandosi a passeggiare per il centro. Il nucleo storico del comune è costituito da Piazza Cirillo, Piazza Trieste e Trento e Piazza Santa Croce, che sono collegate per mezzo della Via Santa Croce al largo della già citata chiesa di San Mauro. I quartieri del centro prendono il nome da punto di interesse (edifici ed infrastrutture varie) disseminati nei paraggi, mentre le zone più moderne sono quelle esterne a Casoria in quanto tale. L'unica frazione del comune è Arpino ed è nata a seguito dello scorporo dei comuni di Afragola e San Sebastiano al Vesuvio: è costituita in parte dall'antico villaggio di San Salvatore delle Monache ed in parte dall'antico casale del Salice ed è animata innanzitutto da una importante zona commerciale dove è possibile dedicarsi allo shopping più sfrenato. Detto ciò è decisamente degno di una visita anche il centro storico della stessa Arpino, noto anche col nome di "vico de le vicchiarelle", per via delle sue stradine caratteristiche.

Casoria non è però soltanto bellezza estetica, ma anche cultura, come ben dimostrato da altre strutture più direttamente legate alla conservazione ed alla diffusione del sapere. Parliamo ad esempio della biblioteca comunale, intitolata a Mons. Mauro Piscopo e situata in via Aldo Moro 26, o del CAM, ovvero il Casoria Contemporary Art Museum: uno spazio sito in Via Duca D'Aosta 63 ideato da Antonio Manfredi e concepito per ospitare opere d'arte contemporanea (dalla pittura alla scultura, passando per video, foto, arte multimediale, installazioni ecc.) di artisti provenienti da tutto il mondo; un vero e proprio polo culturale, oltre che un luogo di incontro e di scambio.

Parlare di cultura significa poi parlare di tradizione e da questo punto di vista l'evento ricorrente più rappresentativo di Casoria è senza ombra di dubbio la Festa di San Mauro, che ricorre due volte l'anno: la prima è il 15 gennaio ed è caratterizzata da una processione della statua del santo per le vie cittadine, la seconda prende vita la seconda domenica di luglio ed è caratterizzata dal tradizionale "incendio del campanile".

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Divertimenti

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0156258
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



4 risultati filtrati per:
Image not found
Rank 1# di 4
2 Voti
Image not found
Rank 2# di 4

D'AURIA ALESSIA ARTIGIANATO

Indirizzo: 6, V. FERRARA
Telefono: 0817381935
Image not found
Rank 3# di 4

A.S.D. NUOVO CASORIA NUOTO CLUB

Indirizzo: 86, V. PIO XII
Telefono: 0817385516
Image not found
Rank 4# di 4

NDEDI OSCAR

Indirizzo: 17/A, V. FERMI ENRICO
Telefono: 0817363516
AttractionList-GetPartialView = 0,1562618
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0156258

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Casoria
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0