×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0156262
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Balze a Volterra  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
Valutazione Generale
  
Rank 15# di 32
Numero votazioni 2

Descrizione

La Toscana presenta numerosi paesaggi dove la natura si fa spettacolare, dalle celebri immagini regalate dalla Val d’Orcia a quelle insolite e stravaganti delle Crete Senesi. La zona intorno a Volterra non fa, in questo senso, eccezione: le Balze di Volterra sono una conformazione naturale tanto mozzafiato quanto inquietante, e sembrano avvolgere il borgo con la loro profondità.

Le Balze di Volterra sono una stratificazione di sabbia e argilla, la prima più resistente agli agenti atmosferici e la seconda invece che viene più facilmente asportata ed erosa. Il risultato è una vera e propria mancanza di sostegno da parte dello strato argilloso a quello di sabbia superiore, che dunque ‘crolla’ creando il loro tipico aspetto franoso.

A dare una patina di mistero alle Balze di Volterra è la loro storia, che affonda le radici molto indietro nel tempo: in passato, infatti, le Balze si mostravano come un’altissima voragine che inghiottì sia le necropoli etrusche della città che vari palazzi medievali, tra cui gli edifici religiosi della Chiesa di San Clemente e del Monastero di San Marco.

Le migliori viste delle Balze si hanno percorrendo parte dei resti della cinta di mura che ancora oggi incornicia il borgo di Volterra, fermandosi nei pressi di Porta Mensari e in punti panoramici che consentono di avere delle prospettive privilegiate su questa insolita morfologia del territorio. La vista più impressionante è senza dubbio quella sulla Badia Camaldolese, chiamata anche abbazia dei Santi Giusto e Clemente e unica nel suo genere grazie alla sua posizione sospesa, letteralmente a picco sulle Balze. Nel corso della sua storia, sono stati fatti tantissimi tentativi di salvaguardare la badia che, proprio in virtù della sua posizione, è più di altri luoghi di Volterra soggetta ai pericoli dell’erosione. Attualmente è la natura stessa a preservarla, poiché il rimboschimento che si nota nei suoi immediati dintorni ha consentito almeno in parte – e almeno di rallentare – il pericolo di crollo.

Un’ultima sosta da fare durante un tour delle Balze di Volterra è quella presso il curioso masso di Mandringa, una fonte avvolta da un manto di leggende e misteri. La storia più accreditata vuole che il sabato notte la fonte fosse il punto di ritrovo preferito dalle streghe che qui venivano ad eseguire le loro danze magiche.

Un fascino, quello del masso di Madringa, a cui non seppe resistere neanche il famoso poeta Gabriele d’Annunzio che, nei suoi versi, scolpì l’importanza che la fonte aveva come sorgente che alimenta le acque del Docciola di Volterra. D’Annunzio scrive, infatti, che "Chi sciacqua le lenzuola alla Docciola, convien che l’acqua attinga alla Mandringa", affidando ai futuri lettori un ritratto non solo mitico ma anche pratico del masso di Mandriga.

AttractionDetailTopContainer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156253
MapSinglePin-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Balze

Scrivi una recensione su Balze
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con la famiglia
Voto complessivo
AttractionDetailReviewList-GetPartialView = 0

Conosci Volterra? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Volterra
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0