×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Capo Verde: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,2500182
AdvValica-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Valutazione generale

26
Media
17
Ottimo
14
Buona

Chi c'è stato

Tutti
8
Coppie
5
Giovani e single
2
Famiglie
1
Turisti maturi
1
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0

Capo Verde (o Repubblica di Capo Verde, come nome utilizzato ufficialmente) è un arcipelago e stato indipendente che appartiene all’Africa centro-occidentale.

La sua collocazione, la sua storia e alcune caratteristiche lo rendono un unicum rispetto agli stati dell’Africa continentale.

 

Geografia di Capo Verde

Capo Verde è, come detto, un arcipelago che si trova nell’Oceano Atlantico, a circa 500 chilometri a ovest delle coste del Senegal, e che appartiene alla cosiddetta Macaronesia insieme ad Azzorre, Madera, Canarie e Isole Selvagge.

La zona, particolarmente battuta dagli alisei oceanici, ha contribuito alla definizione toponomastica dei gruppi di isole in Ilhas do Barlavento e Ilhas do Sotavento. Le Ilhas do Barlavento sono Santo Antão, São Vicente, Santa Luzia, São Nicolau, Ilha do Sal, Boa Vista; le Ilhas do Sotavento sono Maio, Santiago, Fogo e Brava.

L’estensione di Capo Verde è di appena 4.033 chilometri quadrati, che la rende il 146° paese al mondo per superficie. Il terreno è prevalentemente vulcanico, e raggiunge una altitudine massima di 2.829 metri in corrispondenza della vetta del Monte Fogo. 

Il territorio di Capo Verde è estremamente secco e in diverse isole non vi sono fonti di acqua naturale. Tre isole sono prive di rilievi montuosi, mentre altre hanno punti ben superiori ai 1.000 e in alcuni casi 2.000 metri.

 

Clima e meteo Capo Verde

Il clima di Capo Verde è tipicamente tropicale, con influenze termiche dovute sia alla vicinanza del Tropico del Cancro che alla zona, battuta dagli alisei.

È proprio intorno a Capo Verde che si formano la maggior parte degli uragani atlantici, nella stagione estiva (giugno – ottobre), e dunque il clima nel periodo è sì caldo, ma particolarmente suscettibile di variazioni.

Più in generale le temperature durante tutto l’arco dell’anno hanno un discostamento minimo, intorno ai 5 gradi (24 °C tra gennaio e febbraio e 29 °C tra agosto e ottobre), mentre le precipitazioni, pressoché assenti da ottobre a luglio, aumentano di poco tra agosto e settembre, i mesi più umidi.

 

Storia di Capo Verde

L’esistenza delle isole di Capo Verde è pienamente accertata già in epoca romana, quando gli storiografi Pomponio Mela e Gaio Plinio Secondo, nei loro scritti, le chiamano “Gorgades” poiché la mitologia le vorrebbe sede delle Gorgoni.

Presumibilmente disabitate per secoli, furono riscoperte solo nella seconda metà del Quattrocento durante le prime esplorazioni marittime portoghesi, anche se alcune popolazioni potrebbero averle visitate ancor prima del XV secolo.

La scoperta delle isole è contesa tra Alvise Cadamosto e Antonio da Noli, oltre che con Diogo Alfonso: i tre esploratori le conquistarono in nome della corona portoghese, gettando così le basi di un potere, quello lusitano, che sarebbe durato fino al 1971, anno dell’indipendenza di Capo Verde.

Il paese ha mantenuto una impostazione culturale, linguistica e anche architetturale tipicamente portoghese, e ancora oggi, insieme a Brasile, Angola e Mozambico, è uno dei paesi a maggioranza linguistica portoghese.

 

Economia e costo della vita

Capo Verde è un paese con PIL, complessivo e pro capite, particolarmente basso, sebbene più alto della media di vari paesi centroafricani. A causa della scarsità di terreni coltivabili e della prevalente siccità, il settore primario è ridottissimo, e produce circa il 10% dell’intero fabbisogno nazionale.

Il settore secondario è parimenti poco diffuso, con alcune industrie e con un settore dell’edilizia in buona crescita, e il settore terziario si regge soprattutto sull’accoglienza turistica.

In quanto paese sottosviluppato economicamente, Capo Verde può contare su rimesse e aiuti esteri che contribuiscono significativamente all’economia nazionale.

Il paese non è in ogni caso “allo sbando”, e nelle località principali vi sono la maggior parte dei servizi ai quali siamo abituati. Per i turisti, dunque, la vacanza risulterà piacevole e particolarmente economica: se un pranzo al ristorante costa pochi euro, infatti, anche buona parte dei prodotti importati hanno prezzi ridotti, ed è soprattutto il pesce ad avere prezzi irrisori.

 

Prodotti tipici e cucina di Capo Verde

Sebbene povera di risorse naturali, Capo Verde può contare su una tradizione enogastronomica particolarmente interessante, basata soprattutto sulle ricette di pesce.

Non sfuggirà certo al turista gourmet la possibilità di poter provare la prelibatissima aragosta alla griglia, che viene servita a prezzi (rispetto ai paesi occidentali) decisamente irrisori, pur non essendo questo il piatto nazionale del paese, ruolo che spetta invece al cachupa, una sorta di riso molto condito con mais, fagioli, patate, pollo o altri tagli di carne.

Buoni i pasteis (sfoglie di pesce fritto) e la murena anch’essa fritta e servita calda, mentre tra le bevande troviamo il vino (la coltivazione dell’uva ha attecchito bene sull’isola), il grogue (distillato di canna da zucchero) e il ponche (simile al grogue ma con l’aggiunta di miele).

 

Come muoversi e come arrivare a Capo Verde

L’arcipelago di Capo Verde è servito dall’Aeroporto internazionale Amilcar Cabral, situato sull’Isola di Sal, che offre collegamenti diretti anche dall’Italia. Vi sono altri scali secondari, ma raggiungerli da Sal comporta a volte tariffe piuttosto alte.

I principali spostamenti interni avvengono in nave, mentre sulle singole isole ci si sposta in automobile o con vari mezzi pubblici.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Le guide più popolari

5
NATURA E SPORT
2
CONSIGLI GENERICI
2
ITINERARI ED ESCURSIONI
1
CUCINA E VINI
1
COME MUOVERSI
1
CUCINA E VINI
1
SPIAGGE
1
ALTRE ATTRAZIONI
1
CUCINA E VINI
1
NEI DINTORNI
1
SPIAGGE
GuideListAggregateByDestination-GetPartialView = 0,2665029
EventListByDestination_NxN-GetPartialView = 0,1273089

Destinazioni popolari

CommonListAdditionalLink-GetPartialView = 0,109384
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Mete romantiche
Sport
Giovani e single
Mete per la famiglia
Montagna
Avventura
Enogastronomia
Verde e natura
Arte e cultura
Shopping
Terme e Benessere
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
IntroListStatesList-GetPartialView = 0,0312524
AdvValica-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156267
DiaryListByDestination_1xN-GetPartialView = 0,8594419
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0