×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida Bath  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Bath

Superfice:
29 km2
Introduzione

Siamo nel sudovest dell’Inghilterra, nella contea del Somerset e qui è situata Bath, cittadina famosa soprattutto per le sue terme naturali già conosciute al tempo dei Romani, e per la sua grande vivacità culturale, non per niente tra i suoi cittadini illustri si trova la scrittrice Jane Austin che si è lasciata sicuramente ispirare dal luogo, patrimonio Unesco. Qui il tempo è generalmente mite in inverno e mai caldissimo in estate, con una temperatura media sui 20-22°C e una piovosità abbastanza presente in ogni mese dell’anno.

Fin prima dell’arrivo dei Romani, che costruiscono le famose Terme nel 43 d.C., a Bath le leggende narrano di immersioni miracolose nelle acque, tali da sconfiggere persino la terribile lebbra e da far costruire il primo apparato urbano addirittura nell’anno 860 a.C. da un’altra mitica figura della storia britannica, il principe Bladud, di cui parla lo storico medievale Goffredo di Monmouth nella sua Historia Regum Britanniae. È probabile che da qui siano passati i Celti, pure loro attratti dalle proprietà salutistiche delle acque sulfuree, dette anche Aquae Sulis dai Romani che, quando lasciarono la zona per via delle vicissitudini storiche e la caduta del loro impero, diedero spazio a genti provenienti dalla Germania, i Sassoni cui si deve, sembra, l’attuale nome e durante il cui regno le sorti della città furono via via più fiorenti, tanto che venne incoronato il primo re di tutta l’Inghilterra, Edgar, nel 973. Nel Medioevo, cresce in zona, l’autorità della chiesa con la costruzione di un grande monastero e di una grande abbazia che in un certo senso gestì l’arrivo di gente da tutte le parti attratta dalla possibilità di guarire con le acque delle terme. Diverse vicissitudini nei secoli successivi; alla metà del 1500 il re Enrico VIII, ad esempio, fa distruggere l’abbazia, ma sempre la città risorge grazie alla sua acqua, risollevandosi da periodi bui anche con una rivisitazione urbana che mostra il suo stile georgiano e neoclassico ancora oggi nei suoi diversi monumenti.

È decisamente il turismo la voce economica più importante di Bath, in ogni periodo dell’anno. Nei dintorni si trovano coltivazioni di frutta, soprattutto meleti, e allevamenti di bovini e suini, con la produzione di alimenti da loro derivati, come il formaggio.

Tra gli eventi annuali che si tengono nella città inglese, da segnalare Bath on Ice, a novembre quando viene allestita una vera e propria pista di pattinaggio sul ghiaccio presso il Royal Victoria Park, mentre tra dicembre e gennaio le sue strade si addobbano a festa per il Natale, con diversi mercatini ad hoc e concerti con il coro Bach Choir. A tal proposito si organizzano feste anche all’interno del Museo Americano. Per i più sportivi, a marzo, la Bath Half Marathon e, per chi volesse divertirsi, il Bath Comedy Festival. Tra maggio e giugno la città propone diversi festival come il Bath International Music Festival. A giugno si celebra Jane Austen, tra letteratura e balli in costume; la scrittrice è ricordata pure nei tanti eventi lungo tutto il mese di settembre per il Jane Austen Festival.

Per quanto riguarda la gastronomia di Bath, la città ha una sua specialità: i bun, una specie di brioche di pasta lievitata, tortine per il té leggermente dolci e di diversi tipi tanto che possono avere anche una salatura tale da far ricordare le nostrane torte rustiche. Queste tortine sono nate dalle mani di una certa Sally Lunn, una francese sfuggita alla persecuzione degli Ugonotti nel 1680, tanto che a volte sono indicati con il nome "Sally Lunn Bun". Da provare anche i Bath Oliver, biscotti asciutti inventati addirittura nel 1740 dal medico William Oliver, essenziali per una vita sana. Non si può fare a meno poi di qualche ricetta a base di manzo locale, spesso cucinato con la birra, altro prodotto per cui la città vanta lunga tradizione: molto apprezzate le torte di carne con la pasta frolla. Ottime anche le pietanze con spalla di maiale e chips di patate come bath chap e il golden medal black pudding, un sanguinaccio nero con pancetta. Come dessert, immancabile la torta di mele al miele. Tra i formaggi, il cheddar a pasta dura.

Una città britannica che sembra quasi mediterranea, poiché è piena di colori e atmosfere che ricordano certe vitalità del sud Europa, il tutto accorpato a uno stile british a 360 gradi con un centro urbano che è praticamente un vero e proprio museo georgiano e neoclassico all’aperto: Bath. Che suggestione, pensare che nelle sue terme si bagnavano Celti e Romani e che per le sue strade passeggiava Jane Austen alla ricerca dei soggetti giusti per i suoi capolavori. Senza dimenticare una gastronomia genuina e sopraffina, ideale per soddisfare la gola dopo averlo fatto dal punto di vista artistico-culturale e salutistico.

Prefisso:
01225
Fuso Orario:
UTC+0
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

5
Media
3
Ottimo
1
Buona

Chi c'è stato

Tutti
1

Indicatori

Attrattive
attività
shopping
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Bath

Conosci Bath? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Le Terme Romane e il Centro Storico: situati proprio al centro della città, in prossimità della sorgente d’acqua calda, si trovano i Roman Baths, riportati alla luce verso la fine del XIX sec. e che rivelano... vedi tutto la grandezza e la bellezza di questo luogo, anticamente frequentato da nobili e da ricchi e al cui interno si trova il Roman Bath Museum. Affianco alle terme si trovano le Pump Rooms, delle raffinate sale da the. Nei pressi delle terme si trovano la Sally Lunn’s House, una delle dimore più antiche di Bath, la Abbey Church, l’antica abbazia cittadina, e i Parade Grounds, i giardini situati nei pressi dell’Avon. Sempre in zona si possono visitare la Guidhall, sede dell’amministrazione locale, e il Pulteney Bridge, sul quale si trovano molti negozi. La città del XVII sec.: poco a nord delle terme si sviluppa la Bath creata dai Wood nel XVII sec., che si sviluppa prevalentemente attorno al Circus, piazza circolare da cui si possono raggiungere facilmente due delle maggiori attrazioni della città, le Assembly Rooms, punto d’incontro dell’alta società che trascorreva le ferie a Bath attorno al XVIII sec., e il Bath Museum, che ripercorre la storia della città. A sud del Circus si trova Queen Square, nei cui pressi si può visitare la casa dove visse la scrittrice Jane Austen. Tutte le strade attorno alle due piazze sono sempre molto frequentate e ospitano i maggiori negozi e locali di Bath. Il N°1 Royal Crescent: non distante dal Circus, immerso nel Victoria Park, si trova questo edificio, capolavoro assoluto creato da Wood il Giovane verso l’inizio del XIX sec. al cui interno si trova il Museo che ripercorre la storia dell’edificio e che contiene i suoi maggiori oggetti di arredamento.
CECILIA
Voto complessivo 10
Guida generale : VISITATELA DURANTE IL JANE AUSTEN'S FESTIVAL A META' SETTEMBRE: SARA' UN'ESPERIENZA INDIMENTICABILE! LA CITTA' RIVIVE IL PERIODO DELLA REGGENZA QUANDO LA PIU' GRANDE SCRITTRICE INGLESE VISSE E SCRISSE I SUOI CAPOLAVORI. SFILATE IN COSTUME, BALLI ED EVENTI LEGATI AI ROMANZI... vedi tutto DELLA AUTEN. SPLENDIDA E' ANCHE LA BATH ROMANA DOVE DUE CIVILTA' SI INCONTRANO PER LASCIARCI A BOCCA APERTA DOPO SECOLI DI STORIA.
Da non perdere Roman Baths
marco
Voto complessivo 4
Guida generale : Affascinante
Da non perdere Roman Baths
Francesca
Voto complessivo 4
Guida generale : Stupenda! Sicuramente da includere in un viaggio nel sud della fantastica Inghilterra
Giuseppe Vazzana
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Una città veramente deliziosa, avvolta da un'aura magica che sembra trasportarti in una magica realtà.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Bath

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Giovani e single
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Shopping
Studenti
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0