×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Firenze e lo Scoppio del Carro 2018  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
12 feb 2018 - by Alessio
Firenze, Toscana // Eventi e Manifestazioni

Trascorrere la Settimana Santa in Toscana significa avere l’occasione di assistere a diversi rituali religiosi di grande valore storico-culturale.

Tra questi, uno dei più suggestivi è sicuramente lo Scoppio del Carro di Firenze, che si svolge nella mattina della domenica di Pasqua a Firenze.

 


Scoppio del Carro di Firenze 2018: cosa accadrà

I fiorentini rinnovano anche quest’anno un modo tutto particolare di festeggiare la Resurrezione di Gesù: lo Scoppio del Carro 2018 di Firenze rinnoverà una tradizione che va avanti da 350 anni.

Il carro decorato, chiamato anche il “Brindellone”, fu realizzato per la prima volta nel 1622, ed è una costruzione maestosa, di 2-3 piani per 9 metri di altezza, che viene trainata per le strade di Firenze da due buoi bianchi. La processione, che precede lo scoppio, si snoda tra le strade di Firenze, ed è composta da percussionisti e sbandieratori in abiti storici, ma anche da funzionari della città e rappresentanti del clero, che accompagnano il Carro fino a Piazza del Duomo, dove si posiziona tra il battistero e la cattedrale.

In questo luogo si svolge la cerimonia centrale della Pasqua a Firenze, che non è molto diversa da quella che si svolgeva tra ‘600 e ‘700: verso le 10 della mattina di Pasqua, un prete accende la Candela pasquale, strofinando le tre pietre focaie di Pazzino; la fiamma viene utilizzata a sua volta per dar fuoco ai carboni che sono stati posizionati in un contenitore sul Carro. L’Arcivescovo di Firenze, davanti a Santa Maria del Fiore, accende e fa partire dall’altare la “Colombina”, un razzo a forma di colomba, che simboleggia lo Spirito Santo: questo correndo lungo il filo raggiunge il Brindellone, che s’incendia creando uno spettacolo unico.

In quel momento molto suggestivo partono anche degli spettacolari fuochi d’artificio, accompagnati dagli applausi dei tanti spettatori che trascorrono la Pasqua a Firenze.

 
Secondo un’antica credenza, se la celebrazione dello Scoppio del Carro 2018 di Firenze procederà regolarmente senta intoppi, e se tutti i fuochi d’artificio esploderanno, quello che verrà sarà un anno fortunato, molto ricco sia per la città toscana che per i suoi cittadini. Ecco perché il pubblico assiste con molta attenzione a tutto il rituale.

 


Cenni storici

Lo scoppio del Carro è una tradizione fiorentina di origine e natura sia storica che religiosa: la storia narra infatti che un giovane di nome Pazzino, membro della nobile famiglia dei Pazzi, durante la prima crociata della Guerra Santa del 1099, fu il primo a scalare il muro di Gerusalemme per innalzare il vessillo cristiano. Dimostrando questo grande coraggio ebbe in dono tre pietre focaie, provenienti dal santo Sepolcro di Gesù. Pazzino portò con se a Firenze questo tesoro, che alla fine della crociate fu deposto nella Chiesa di SS. Apostoli.

Le stesse pietre oggi accendono il fuoco che incendia il Carro.

 


La Settimana Santa a Firenze

Le celebrazioni, di questo importante periodo, iniziano però in tutta la Toscana diversi giorni prima di Pasqua e del tradizionale Scoppio del Carro.

A Firenze a Pasqua, così come nei dintorni, nel giovedì Santo le chiese ospitano i Sepolcri, altari sapientemente addobbati con decorazioni floreali, ceri e piantine di grano, per commemorare il Sepolcro nel quale fu deposto Gesù. Occasione questa per rinnovare la tradizione delle visite dispare e girare quindi tra le chiese di Firenze a Pasqua, delle meraviglie architettoniche, nelle quali si svolgono funzioni religiose importanti.

Venerdì Santo è il giorno del lutto assoluto, e in città prende vita la processione che sfila per il centro storico per commemorare la Passione di Cristo. I partecipanti sfilano in costumi storici, portando sulle spalle le pesanti statue della Vergine Maria e di Gesù.

La Settimana Santa fiorentina troverà il suo clou con lo Scoppio del Carro 2018 al quale seguirà la Santa Messa.

Lo Scoppio del Carro è dunque l'occasione perfetta per decidere di trascorrere una Pasqua a Firenze, vivendo uno dei maggiori festeggiamenti della Settimana Santa in Italia.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0