×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Parlare Lunfardo a Buenos Aires  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
Valutazione Generale
nessun voto
Rank 41# di 51
Numero votazioni 0

Descrizione

Overview
Il lunfardo è un argot spagnolo di origine popolare diffuso a Buenos Aires, la capitale dell’Argentina, e reso celebre dal tango.
Il suo lessico deriva dalle lingue europee che hanno influenzato lo spagnolo d'Argentina, arricchito dagli emigranti: il francese occitano e i dialetti italiani, dal genovese, al piemontese fino all’immancabile napoletano. Passeggiando tra le strade di Buenos Aires, con le orecchie tese, andiamo incontro all’essenza della cultura pop argentina: il tango, la letteratura, il calcio.

Step 1: Il tango
Avanzando lungo l’avenida 9 de julio, raggiungiamo il celebre obelisco innalzato all’incrocio con calle Corrientes. Artisti di strada suonano struggenti melodie di tango con il bandoneón, una fisarmonica di legno originaria dell’Europa orientale. In un internet point consultiamo il portale cittadino dedicato al tango (www.tangodata.gov.ar), per informarci sugli spettacoli delle prossime sere. Della musica nazionale argentina ci colpisce l’armonia sincopata, di chiara origine italiana come i maggiori compositori che la portarono al successo, tra cui spicca l’insuperabile Astor Piazzolla, figlio di un emigrante pugliese.
Il tango "è un pensiero triste che si balla", come affermò il musicista Enrique Santos Discépolo; è un ballo basato sull'improvvisazione, caratterizzato dalla passionalità densa di nostalgia e speranza di chi era arrivato in Argentina per migliorare la propria condizione sociale. All’origine dei testi c’è uno slang di prigionieri, usato nelle carceri per non farsi comprendere dalle guardie: il lunfardo. È per la stessa ragione che numerosi termini del lunfardo sono costruiti invertendo l'ordine delle sillabe della parola originale, secondo un procedimento definito vesre, dall'inverso di revés (rovescio). Al vesre, tango diventa gotán, termine che ha dato il nome al celebre gruppo Gotan Project; amigo (amico) si trasforma in gomía; cabeza (testa) in zabeca.

Step 2: La letteratura
Plaza de Mayo, rimasta il cuore della città dal tempo della dominazione coloniale, è un riassunto della storia di Buenos Aires con il Cabildo, il palazzo degli amministratori spagnoli, la Casa Rosada, l’attuale residenza del governo, e la cattedrale. Ascoltando il brusio della gente, ci rendiamo conto che numerose parole assorbite dal lunfardo hanno cambiato forma e significato rispetto alla lingua originale, mentre altri termini derivati dallo spagnolo fuori dall'Argentina sono considerati arcaismi. Passeggiando sulle sponde del Rio de la Plata, conosciamo una mina (ragazza) e ci rammarichiamo di non riuscire a cogliere tutte le sfumature del suo vivace linguaggio, diverso dallo spagnolo che abbiamo studiato. Sentendoci irrimediabilmente degli analfa (ignoranti), decidiamo che è giunto il momento di studiare le basi del lunfardo.
Al numero 1860 di Avenida Santa Fe, nel Barrio Norte, ci imbattiamo nella libreria El Ateneo, che dal 2000 si è istallata nel vecchio teatro Gran Splendid, fondato nel 1919, rispettandone l’architettura originaria con le sue 4 file di palchi e le sue 500 poltrone. Oggi, al riparo dallo stress della metropoli, i palchi ci sono ancora, le poltrone sono state sostituite dagli scaffali per i libri, tra le luci soffuse del primo piano. Dischi e DVD occupano il terzo piano. Ci capita tra le mani Lunfardía di José Gobello, il saggio che nel 1953 ha iniziato il processo di sdoganamento del lunfardo, culminato nel 1962  con la fondazione dell’Academia Porteña del Lunfardo (www.todotango.com/alunfardo), che ha ottenuto dai linguisti il riconoscimento di 6mila parole. Poema para las seis cuerdas è una raccolta di poesie del 1965 che Jorge Luis Borges ha dedicato al tango. Avrebbe sorriso il grande scrittore argentino, se avesse saputo della sensazione che ci sta invadendo, persi in un labirinto di libri che sembrano interrogare dall’alto delle loro poltrone noi attori imperfetti, impegnati a recitare su un palcoscenico verità contenute in pagine già scritte. Torniamo alla realtà sfogliando un romanzo per ragazzi: La Squadra dei miei Sogni di Olguín Sergio, ambientata a Villa Fiorito.

Step 3: Il calcio
Villa Fiorito è una villa de emergencia, corrispettivo argentino di favela, situata 20 km a sud di Buenos Aires. Qui nacque Diego Armando Maradona, el pibe de oro (il ragazzino d’oro). Diego trovò il successo trasferendosi al Boca Juniors (www.bocajuniors.com.ar), lo storico club calcistico fondato nel 1905 da 5 emigranti italiani provenienti dal sobborgo genovese di Boccadasse, che a Buenos Aires ricrearono nel quartiere Boca, riproponendo oltre alle proprie musiche tradizionali, confluite nel tango, lo sport preferito dai genovesi. Secondo la leggenda pianificarono la fondazione del club in Plaza Solis, da dove riprendiamo il nostro viaggio dopo aver attraversato la pittoresca Calle Caminito. Anche i colori sociali del club ci parlano di immigrazione: il giallo e il blu sono i colori della bandiera battuta dalla prima nave che i 5 emigranti videro nel porto di Buenos Aires: un'imbarcazione svedese. Non ci sorprende scoprire che i calciatori e i tifosi della squadra siano conosciuti in lunfardo come Xeneizes, dalla traslitterazione del termine genovese Zeneize usato per indicare gli abitanti di Genova.
Il Boca Juniors dal 1940 gioca nello stadio Bombonera, dove ci rechiamo entusiasti per vedere una partita. Quando il Boca segna, i tifosi iniziano a saltare a ritmo, come se stessero ballando. La Bombonera no tiembla, late: non trema, batte, come ci hanno raccontato i supporters, scherzosamente soprannominati bosteros (fatti di sterco). Siamo ormai pronti per scrivere un reportage sul nostro viaggio, intenzionati a usare le parole in lunfardo che abbiamo imparato. Proveremo a inviarlo al sito sportivo Pasionsports (www.pasionsports.com). L’ispirazione non manca: tutto intorno è una lingua originale che mischia la musica, l’ironia e lo spirito di sopravvivenza esaltati dall’arte suprema dell’emigrazione.

Info Utili

Livelli di difficoltà: 1 2 3 4 5
Documenti e valuta: Per soggiorni turistici inferiori a 3 mesi è sufficiente il passaporto con scadenza non inferiore a 6 mesi dalla data di arrivo in Argentina; il visto non è necessario. Per maggiori informazioni, consultare il sito ufficiale del turismo argentino (www.turismo.gov.ar).
Durata: Una settimana è il tempo minimo per esplorare senza fretta la città.
Quando andare: Il clima è mite durante tutto l’anno, con temperature medie di 24˚C a gennaio e di 10˚C a luglio; marzo è il mese più piovoso. Primavera e autunno, considerate bassa stagione, offrono i prezzi più convenienti. Sul sito dell’Asociación del Fútbol Argentino (www.afa.org.ar) possiamo consultare il calendario degli incontri del Boca Juniors; per informazioni sugli spettacoli di tango abbiamo a disposizione il sito www.tangodata.gov.ar.
Come arrivare: L’Aeropuerto Internacional Ministro Pistarini di Buenos Aires (www.aa2000.com.ar) si trova nella località di Ezeiza, 35 a sud-est della città. Aerolineas Argentinas (www.aerolineas.com.ar) è la compagnia di bandiera nazionale.   
Foto e video: Per cogliere l’anima immateriale del lunfardo, abbiamo la possibilità di fotografare il tango, accettando la sfida di cimentarci con due dei soggetti più cari ai fotografi di ogni tempo: il corpo e il movimento. Ideale la tecnica del panning: utilizzando un cavalletto e selezionando una velocità piuttosto bassa per l’otturatore, seguiamo con la fotocamera il ballerino mentre si muove durante lo scatto. Sfocando lo sfondo e conferendo alla foto un senso di movimento, riusciamo così a dare l’idea visiva di un linguaggio popolare, come il lunfardo, che ha molto di corporale.
Letture, film, volontariato: Il romanzo Il deserto e il suo seme di Jorge Baron Biza si segnala per le originali sperimentazioni linguistiche con i differenti gerghi argentini. Tetro, girato da Francis Ford Coppola nel 2009 nel quartiere La Boca, è una riflessione in bianco e nero sulla famiglia e sulla letteratura; L’esilio di Gardel è un film di Fernando Solanas del 1985 sul tango e sulla politica. Immancabili le musiche di Astor Piazzola; il tango contaminato dei Gotan Project e i giochi di parole del cantautore Nicolás Aldo Parente. Per informazioni sulle attività di volontariato, consultare il portale ufficiale del comune di Buenos Aires (www.buenosaires.gov.ar).

AttractionDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0220213
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
MapSinglePin-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010013

Recensioni Parlare Lunfardo

Scrivi una recensione su Parlare Lunfardo
AttractionDetailReviewList-GetPartialView = 0,0040039

Conosci Buenos Aires? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0040038
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0040038
HotelListNear_2xN-GetPartialView = 0,018017
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AttractionFilterListOther-GetPartialView = 0,0050047
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
ReviewLatestSmall-GetPartialView = 0,0040038

Cerca offerte a Buenos Aires

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100111

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Buenos Aires
GuideList-GetPartialView = 0,0010009
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0020021
Gallery_3xN_Small-GetPartialView = 0,0100094
JoinUs-GetPartialView = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0