×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156258
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Jungfraubahnen a St. Moritz  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
Valutazione Generale
  
Rank 8# di 21
Numero votazioni 2
Harderstrasse 14, 3800 Interlaken
+41 33 828 71 11

vista del lago nero
AttractionDetailTopContainer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
MapSinglePin-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Jungfraubahnen

Scrivi una recensione su Jungfraubahnen
Livello 100     4 Trofeo   
Voto complessivo
Non siete degli alpinisti o scalatori ma vi piacerebbe osservare da vicino ghiacciai incontaminati, profondi crepacci, e sfiorare vette superiori a 4000 metri con una mano? In Svizzera cè una località che permette di raggiungere un immenso ghiacciaio a quota... vedi tutto 3500 metri, semplicemente standosene seduti.... su un treno!. Sto parlando di Jungfraubahn, la ferrovia più alta d'Europa, nella regione Jungfrau. Si raggiunge da Milano in circa 3 ore di strada, entrando in Svizzera da Como-Chiasso. Il viaggio è di per se fantastico: terminato il tunnel del San Gottardo, si affronta la salita per il SustenPass, 2262 metri, dove si possono osservare incantevoli vallate verdi, fino ad arrivare sotto maestose colate di ghiaccio con neve eterna. Capoluogo della regione è Interlaken, una piacevole cittadina a 500 metri sul livello del mare, con una grande capacità ricettiva. Da qui, ogni ora circa, partono i treni che permettono in poco più di 2 ore di raggiungere cime innevate anche a ferragosto. Si tratta di un percorso circolare, che permette di osservare praticamente tutta la vallata, passando località famose soprattutto per gli sport invernali, come Wengen e Grindelwald. Per raggiungere la famosa ferrovia, che parte da circa 2200 in località Kleine Scheidegg, è necessario cambiare 2 treni, tutti chiaramente indicati. L'ultima tratta sale così da 2200 a 3454 in poco meno di unora. Sembra di essere a bordo di un aereo in prima classe, con sedili comodissimi e un monitor che spiega il percorso e la sua costruzione, che risale al 1890. L'ultimo tratto si percorrere interamente in galleria, per cui il percorso è agibile anche in inverno. Durante questa tratta il treno effettua due soste: la prima permette di osservare tutto il fondovalle, la seconda, fantastica, si tratta di una finestra scavata a picco sulla parete dell'Eiger (una delle vette d'Europa più difficili da scalare), e offre un'incredibile vista sul sottostante ghiacciaio, con muri di neve perenne alti fino a 30 metri. Una cosa indescrivibile. Si arriva così a quota 3454, e qui gli Svizzeri si sono superati: praticamente all'interno della montagna è stata costruita la stazione del treno; da qui vari percorsi e ascensori sempre all'interno, portano alle varie attrazioni del Jungfraujoch: - Plateu: si esce allesterno della stazione, la temperatura è sempre vicina allo zero in estate. Purtroppo il tempo non era dei migliori, e così, ecco una tormenta di neve il 5 agosto. Incredibile vedere i giapponesi non attrezzati, camminare sulla neve, circondati dai ghiacci e da muri di neve, con sandaline senza calze e maglietta mezze maniche. Questo percorso permette la vista sulle grandiose cime circostanti e dei relativi ghiacciai. - Ritornati all'interno, si entra nel palazzo del ghiaccio: un lungo corridoio interamente di ghiaccio (sia pareti che pavimento e soffitto), porta all'interno della montagna, dove sono state costruite statue di ghiaccio a grandezza naturale. - Attraversata la zona dei bar e dei ristoranti (attrezzati anche con bastoncini e spuntini per gli incauti giapponesi), sempre costruiti all'interno della montagna, si raggiunge il ghiacciaio vero e proprio, dove si possono svolgere alcune attività atipiche per i mesi estivi: sci estivo, slittino, slitte trainate dai cani, oppure attraversare il ghiacciaio legati ad una fune sospesa nel vuoto, o semplicemente cimentarsi in una camminata di 45 minuti sulla neve, fino a raggiungere un rifugio. Naturalmente è severamente vietato uscire dalle zone protette, per via del pericolo di crepacci, che si possono osservare da pochi metri. Il paesaggio è spettacolare, a volte si cammina tra pareti di ghiaccio alte metri e metri, oppure tra creste innevate che si sono staccate dalle cime. - l'ultima cosa da fare è raggiungere il punto più panoramico della montagna: utilizzando un ascensore che sale più di 100 metri in pochi secondi, si raggiunge il punto di osservazione più alto, a 3571 metri. Qui sembra davvero di volare e di sfiorare le maestose cime delle Alpi, uno cosa indescrivibile: sembra di essere sospesi nel vuoto. Finalmente si aprono anche le nuvole, e un pallido sole ci riscalda un poco, e permette di ammirare questo spettacolo indimenticabile. Purtroppo anche i prezzi per salire fino a qui sono da giapponesi: il costo di andata e ritorno del treno è pazzesco: 120 euro a persona, anche se poi, vedendo l'organizzazione, il percorso e quello che hanno costruito, si capisce il perchè sia talmente caro. Comunque analizzando minuziosamente gli hotels della regione, si possono trovare interessanti offerte: ad esempio noi abbiamo pernottato presso l'hotel Blume di Interlaken, utilizzando lo speciale Jungfraujoch Package: una notte per due persone con colazione + biglietto del treno a circa 240 euro, praticamente, considerato il costo del biglietto di 120 a testa, abbiano pernottato gratuitamente. Quindi tenete le dita incrociate e sperate nel bel tempo, perchè la buona riuscita di questa gita dipende essenzialmente da quello. E mi raccomando, non fate come i Giapponesi...COPRITEVI!!!
AttractionDetailReviewList-GetPartialView = 0

Conosci St. Moritz? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di St. Moritz
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0