×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156263
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tutte le torri pendenti in giro per il mondo  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
07 mag 2018 - by Alessio
Bologna, Roma, Venezia, Londra // Consigli generici

Anche se in Italia si pensa sempre a quella di Pisa, di torri pendenti è pieno il mondo.
Ma da cosa nascono, poi, queste famose torri pendenti?

Si tratta di costruzioni che risultano oblique all’occhio umano per tre motivi principali: volutamente, per senso estetico; per errori di progettazione; per cedimenti strutturali.

 

 

 

Tutte le torri pendenti d'Italia

La Torre di Pisa, sovramenzionata, è senza dubbio l’immagine più conosciuta dell’Italia nel mondo in qualità di torri pendenti, ma nella stessa città ve ne sono altre due.
Eh sì, perché oltre la famosa Torre per antonomasia, abbiamo il campanile della chiesa di San Nicola a Pisa, di forma ottagonale e pendente per 2,5 gradi, di dubbia attribuzione e la torre pendente della Chiesa di San Michele degli Scalzi. Quest’ultima, a basa quadrata, con i suoi 5 gradi, è più inclinata anche rispetto alla Torre di Pisa, il famoso campanile del XII secolo che pende di circa 4 gradi.

Altro famoso simbolo dell’Italia nel mondo è la Torre degli Asinelli che porta il nome del suo ideatore, Gherardo Asinelli, ovvero una delle due torri simbolo della città di Bologna, alta circa 97 metri e pendente verso ovest per circa 2 metri.

Bologna_Torri

Restando in Italia, anche la bella Venezia presenta degli esempi di campanili pendenti. In particolare, nel centro storico ne troviamo due: quello della Chiesa di San Giorgio dei Greci e quello del Campanile di Santo Stefano. Quest’ultimo, in particolare, è sostenuto da grandi supporti e ciò è perfettamente visibile dalla zona di Campo S. Angelo.
Dopo un primo crollo nel 1347, il detto campanile fu riedificato ma dopo un po’ tornò pendente.

Venezia

Anche il campanile di Burano della chiesa di San Martino, in provincia di Venezia, presenta una particolare inclinazione, così come la torre di San Pietro in Castello risalente al 1463 che risulta inclinata a causa del suolo impregnato d'acqua.

Burano_Chiesa

Inoltre, forse non tutti sanno che anche nella capitale italiana Roma vi è un campanile pendente: parliamo della Torre delle Milizie detta anche Torre di Nerone, sita sul colle del Quirinale, dietro i mercati di Traiano. Tale inclinazione è perfettamente visibile da via Nazionale e realizzata nella parte inferiore in tufo. La sua pendenza è dovuta ad un terremoto che si verificò nel 1348 causando la caduta del terzo piano.

Roma_Milizie

 

 

 

Tutte le torri pendenti in giro per il mondo

Ma oltre alle torri pendenti in Italia, quante ve ne sono nel mondo?
Probabilmente molte di più di quante voi possiate immaginarne.

In Russia, a d esempio, troviamo la Leaning Tower di Nevyansk che è inclinata di circa 3 gradi e che fu costruita nel XVIII secolo: essa fu ideata di proposito con l’attuale inclinazione. Incantevole con la neve, merita una visita.

Nevyansk

Se, invece, fate un salto in Polonia, non dimenticate di visitare la torre di Torun che rientra nella cinta muraria della cittadina e che sporge di circa 1,5 metri rispetto alla sua base.

Molto minore è la pendenza registrata dal Big Ben: eh sì, proprio dal simbolo londinese per eccellenza. Con i suoi 96 metri, la Clock Tower mostra, infatti, una piccola pendenza.

Molto più visibile è l’inclinazione della torre del Castello di Caerphilly, Regno Unito, esattamente nel Galles: in realtà qui di torri pendenti ve ne sono svariate, spesso utilizzate quali set per famosi film.

In Olanda, invece, si trova il campanile della Chiesa Vecchia di Delft, di stile fiammingo e alto 75 metri.  Sempre in Olanda, accade un fenomeno curioso: il campanile di Oldehove resiste, sempre inclinato di circa 2 gradi, mentre la chiesa gotica è stata distrutta.

Oldehove

Un grado corrisponde, invece, all’inclinazione registrata a Norfolk, in Inghilterra, per quanto riguarda il suo convento francescano.

In Irlanda, invece, vi è una torre di forma arrotondata che fa parte di un monastero in rovina e la cui costruzione risale al X secolo. Detta torre che aveva funzione in passato di avvistamento ma anche di rifugio è la Torre del monastero di Kilmacduagh.

In Germania, invece, troviamo quella che era sino al 2010 la torre più inclinata al mondo. Parliamo della Torre di Suurhusen la cui chiesa è stata stabilizzata nel 1996.

Suurhusen

Tante sono, dunque, le torri inclinate, alcune per un motivo, altre per un altro, esse riescono a suscitare nel visitatore un fascino particolare che lascia il turista interdetto mentre si chiede il perché dell’inclinazione legato alla mano dell’artista o alla forza della natura.

Leggi anche È lei la magnifica Muraglia d'Europa.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0