×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Sagre Piemonte  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
21 dic 2018 - by Alessio
Piemonte // Eventi e Manifestazioni

Splendida terra dal panorama montuoso (come suggerisce il nome stesso), sede della prima capitale d’Italia, Torino, e del maestoso Lago Maggiore, il Piemonte è tanto una meraviglia naturale quanto storico-artistica; su un mix di differenti stili architettonici è il barocco a dominare, diffusosi grazie all’opera di abbellimento urbano commissionato dalla dinastia dei Savoia a vari architetti.

Ma non è solo Torino a spiccare sullo scenario piemontese; dalle mura del XVI secolo di Cherasco alle Cento Torri di Alba, dalla suggestiva Cuneo alle splendide piazze di Novara, passando per Vercelli, Biella e Varallo, questa regione del nord Italia offre innumerevoli viste ed opportunità di sicuro interesse storico e culturale ai visitatori.

Altrettanto ricca ed interessante è l’offerta enogastronomica locale: impossibile non citare, a tal proposito, il pregio e l’unicità della produzione vinicola piemontese, su cui spicca il barolo, così come di quella casearia, che vanta delizie quali il Grana Padano, il gorgonzola, il taleggio e molti altri; altri celebri prodotti tipici sono l’apprezzatissimo tartufo d’Alba e il classico gianduiotto di Torino.

Da un’offerta culturale e culinaria così ampia deriverà dunque un alto numero di sagre, eventi, feste, rievocazioni storiche, fiere e mercatini nel piemontese; avventuriamoci dunque in un itinerario tra le bellezze ed i sapori di questa regale regione attraverso le celebrazioni più caratteristiche del Piemonte, coprendo l’arco di un intero anno e cercando di coprire quante più tappe possibile.

Carnevali di Biella e d’Ivrea

Il nostro tour inizia con una delle festività più colorate e tipiche del Piemonte: il carnevale. Ricorrenza celebrata in modo diverso da regione a regione, quello piemontese si rifà fortemente alle tradizioni del Medioevo, le cui atmosfere rievoca con efficacia ed emozione.

Nel caso del Carnevale d’Ivrea si può parlare, con tutta probabilità, del carnevale più antico d’Italia, riconosciuto a livello internazionale; oltre ai tipici cortei in costume ed alle sfilate di carri, l’usanza per cui questa festa in Piemonte è così rinomata è la folkloristica ‘Battaglia delle Arance’, che trae ispirazione dalle lotte del popolo contro l’oppressione del governo o della tirannia delle figure al potere, ed in cui partecipanti al corteo e figuranti sui carri si combattono a colpi di arance lanciate con forza da una fazione all’altra.

Un’altra celebre fiera carnevalesca del Piemonte è, senz’ombra di dubbio, il Carnevale di Biella, dove per l’occasione i quartieri della città si colorano grazie a sfilate, danze popolari, spettacoli teatrali, feste in maschera per i più piccini e le immancabili fagiolate tipiche della zona.

Il Castello delle Sorprese a Buronzo

Ci spostiamo nel Vercellese, dove in primavera il piccolo borgo di Buronzo ospita quella che probabilmente è la festa del Piemonte più amata dai bambini: il Castello delle Sorprese, rievocazione storica che si svolge nell’omonimo castello della cittadina; giochi medievali, teatri di burattini, cantastorie e visite guidate del castello allietano i più piccini, mentre il centro storico diventa il palco scenico di suggestive danze folkloristiche e concerti di canti popolari, nonché sede del Mercato di Primavera, dove rifornirsi di prodotti d’artigianato e manicaretti tipici di Piemonte e dintorni.

Il Torneo di Maggio alla Corte del Re Arduino a Cuorgnè

È a maggio, tuttavia, che ha luogo uno degli eventi a tema medievale più apprezzati dell’intera regione: il Torneo di Maggio alla Corte del Re Arduino (o semplicemente ‘Torneo’ come è noto ai Cuorgnatesi), che dal 1987 attrae sempre più spettatori da tutta Italia. Ispirata alle storiche gesta del marchese Arduino d’Ivrea, incoronato Re d’Italia nel 1002 dopo la vittoria contro Enrico II.

Oltre ai variopinti cortei in costume, balli e spettacoli tradizionali, una delle attrazioni più coinvolgenti che anima il borgo di Cuorgnè sono i giochi popolari a tema storico, come la ‘Corsa di Butaj’, in cui i vari partecipanti fanno rotolare per le vie del centro storico pesanti botti, o l’amato Grande Torneo Equestre nelle vicinanze del Ponte Vecchio, dove i cavalieri dei borghi locali si sfidano per l’onore di brandire la Spada d’Arduino.

In tutto ciò non manca l’attenzione all’offerta enogastronomica piemontese, grazie alle Bettole dei Borghi sotto i portici della cittadina, in cui assaggiare le tipiche pietanze del vercellese e dalle zone limitrofe, dagli gnocchi fritti alle pesche ripiene e gli amaretti.

Il Salone Internazionale del Libro ed il Salone dell’Auto a Torino

Sempre a maggio il capoluogo piemontese diviene il teatro della più importante manifestazione italiana in ambito editoriale: nei quattro padiglioni del Lingotto Fiere di Torino si svolge infatti il rinomato Salone del Libro, che ospita una moltitudine di case editrici grandi e piccole, nonché un fitto programma di conferenze, spettacoli, presentazioni ed eventi di carattere didattico. Un evento di proporzioni ragguardevoli, questa enorme fiera dell’editoria offre non solo l’opportunità di familiarizzare con nuovi titoli ed acquistarli, ma si connota anche come uno dei festival culturali di maggior importanza e come iniziativa con il nobile scopo di promuovere la lettura.

Sempre Torino è la protagonista di un’altra importante manifestazione, stavolta a ridosso dell’estate, nel mese di giugno: si parla del Salone dell’Auto, evento di importanza continentale che ha luogo nella splendida cornice del Parco del Valentino.

In questo setting all’aperto, tutto ciò che è inerente al settore automobilistico trova spazio espositivo da parte delle case automobilistiche più prestigiose d’Europa, da prototipi a innovazioni nel settore; il tutto contornato da ulteriori iniziative ed occasioni di intrattenimento sempre a tema quattroruote, come mostre di auto d’epoca, sfilate di veicoli da rally, test drive e molte altre opportunità per il visitatore di immergersi e lasciarsi coinvolgere da questo mondo.

Commemorazione della Battaglia di Marengo

Proseguiamo il nostro tour degli eventi del Piemonte recandoci nel Novarese, in provincia d’Alessandria, dove viene annualmente rievocata la Battaglia di Marengo del 14 giugno 1800, combattuta durante la seconda guerra di coalizione, in cui Napoleone inflisse una poderosa ed inattesa sconfitta all’esercito austriaco, consolidando la sua reputazione di stratega militare ed il suo potere come Primo Console.

E proprio l’imperatore è la figura attorno a cui ruotano i numerosi eventi organizzati nel Marengo Museum e nel parco annesso. Tra rievocazioni di episodi celebri della battaglia, cacce al tesoro per intrattenere i più piccini, una fedele ricostruzione degli accampamenti dei soldati, i visitatori hanno l’occasione di catapultarsi nelle atmosfere del fronte di una delle più memorabili e celebrate battaglie dell’inizio del XIX secolo.

L’evento culmina con una rievocazione della vera e propria Battaglia di Marengo, con centinaia di figuranti in costume a ricreare i momenti topici dello scontro. Non mancano anche qui le occasioni di degustazione dei prodotti enogastronomici, di solito consumati in picnic, oppure le eleganti cene di gala organizzate dai ristoranti di questa suggestiva località del Piemonte.

GruVillage a Grugliasco

Restiamo in prossimità di Torino ma cambiamo ambito: il comune di Grugliasco, infatti, apre l’estate con uno delle più importanti iniziative a tema musicale nel panorama italiano: il GruVillage, cui prendono parte numerosi artisti di grande calibro della scena musicale italiana ed internazionale (Anastacia, Gue Pequeno, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia, i Madness e Piero Pelù, per citarne alcuni).

Dal 2006, a partire da fine giugno e fino a luglio inoltrato, i celebri musicisti si esibiscono sul palco dell’arena esterna del Centro Commerciale Le Gru, attirando costantemente un enorme pubblico in quello che è a tutti gli effetti uno dei più rinomati eventi in Piemonte e nel nord Italia.

Il Vignale Monferrato Festival

La patria del Barbera, dei vigneti e delle splendide colline di Monferrato ospita, invece, una celebrazione di un’altra forma d’arte, la danza.

Per quasi un mese, da giugno a luglio, la danza in ogni suo genere ed espressione ed ogni disciplina artistica ad essa legata, tra cui quella circense, popolano la scena di Vignale Monferrato, Moncalvo e Casale grazie al Vignale Monferrato Festival, così che la bellezza del panorama collinare di questa località del Piemonte si unisce a quella delle performance di molti talentuosi artisti.

Un’occasione da non perdere per ammirare quindi i castelli ed i vigneti del luogo e di celebrare una delle forme d’arte più nobili ed elevate.

Lo Stresa Festival

Restiamo in tema di musica e giungiamo nella costa occidentale del Golfo Borromeo, dove la suggestiva località turistica lacustre di Stresa ci regala l’evento in Piemonte che più di tutti costituisce una celebrazione della musica classica e del jazz.

Dal 1961, infatti, lo Stresa Festival tocca luoghi meravigliosi in un percorso all’insegna dei concerti e dell’estate: dal magnifico Lago di Garda al Palazzo Borromeo dell’Isola Bella, artisti affermati e promettenti esordienti si esibiscono in performance che spaziano tutte le sfumature di questi generi musicali, in cornici dal panorama lacustre e dalle location pittoresche quali antiche chiese ed edifici di importante valore storico.

La “Festa del Piemont” ad Usseaux

Un’altra celebre battaglia oggetto di rievocazione storica in Piemonte è quella dell’Assietta in cui, sull’omonimo colle del comune di Usseaux, il 19 luglio 1747 un battaglione di 7500 soldati piemontesi sotto la guida del generale Cacherano di Bricherasio sconfissero 20.000 soldati francesi, respingendo l’offensiva ed allargando i confini del Piemonte.

In onore di questa vittoria, il piccolo centro abitato di Usseaux nella Val Chisone, ad appena 16 chilometri dal Colle dell’Assietta, organizza annualmente la “Festa del Piemont”, un giorno di festa e celebrazioni commemorative; la battaglia viene rievocata di mattina, mentre il pomeriggio lascia spazio ad attività volte più all’intrattenimento come picnic su prato, canti popolari e giochi per i più piccoli, per godere di un’esperienza di forte impatto culturale immersi nello splendido paesaggio naturale offerto dalle vallate circostanti.

Sagre ed eventi a tema enogastronomico del Piemonte

Apriamo una parentesi sulle sagre e le fiere di stampo enogastronomico del Piemonte; data l’ampia e variegata offerta di prodotti locali, non sorprende il fatto che il territorio Piemontese ospiti un gran numero di eventi ed iniziative inerenti a queste delizie.

Nella provincia di Alessandria ben due comuni celebrano uno dei piatti più iconici della tradizione culinaria piemontese: la polenta. Sia Ponti che Molare si cimentano, infatti, nella Sagra del Polentone, rispettivamente l’ultimo finesettimana di aprile e la seconda metà di agosto. Accompagnamenti musicali, mercatini di prodotti locali, sfilate in costumi d’epoca e rievocazioni storiche fungono da corollario a queste sagre.

Un prodotto di cui il Piemonte va fiero è senza dubbio la nocciola; la Tonda Gentile delle Langhe, prodotta nelle province di Cuneo, Asti e Alessandria, possiede infatti la certificazione IGP, e al centro di questa zona di produzione si trova Cortemilia.

Situata nel cuneese, questa cittadina è sede delle più antiche fabbriche di lavorazione di questo frutto a guscio, nonché della Festa della Nocciola; dal 1955, ogni anno Cortemilia dedica le ultime due settimane di agosto alla celebrazione della nocciola con iniziative culturali, mostre, aperitivi e tour enogastronomici, competizioni di pasticceria, canti e balli della tradizione popolare, giochi per intrattenere adulti e bambini, sfilate e rievocazioni storiche e, ovviamente, stand gastronomici dove degustare la nocciola in ogni suo aspetto e preparazione.

Un’altra specialità regionale è indubbiamente il già citato tartufo, e non solo quello d’Alba: tartufi di svariate qualità e dimensioni sono esposti in tutta la loro magnificenza alla Fiera Nazionale del Tartufo “Trifola d’Or” di Mursiengo, che ha luogo la terza domenica di novembre e dove vengono giudicati da un team di esperti che poi premia il migliore. In aggiunta alla mostra e alle degustazioni del tubero, l’evento è arricchito da una sfilata con banda musicale, un tour alla scoperta degli uccelli rapaci che popolano il borgo ed una passeggiata naturalistica guidata.

A concludere questa selezione di sagre e feste del Piemonte non può mancare un altro orgoglio del Piemonte, ovvero il vino (e lo spumante), di cui Asti e le sue colline sono produttrici per antonomasia.

Proprio in provincia di Asti, a Canelli, si tiene Asti Città del Vino, evento di fine settembre nonché fantastica occasione per visitare le cantine dove è prodotto l’eccellente vino dolce piemontese che offrono l’ingresso gratuito solitamente su prenotazione, degustare ed acquistare le delizie del posto nei mercatini tipici e gustare un pasto genuino nei ristoranti della piazza, il tutto accompagnato da svariati intrattenimenti danzanti o canori ed animazione.

Non è solo il vino dolce, tuttavia, a far parlare di sé il Piemonte; il vino più celebre e rinomato della regione è, con tutta probabilità, il Barolo, ed è proprio nel borgo di Barolo, nel cuneese, che a settembre si tiene una delle più apprezzate sagre enogastronomiche del Piemonte: la Festa di Barolo, occasione di degustazione di questo pregiato rosso nonché di partecipare all’atteso Itinerario del Gusto, il vero cuore pulsante della festa, dove stand e bancarelle popolano le vie e le piazze della cittadina offrendo ai visitatori la possibilità di assaggiare le delizie ed i prodotti tipici piemontesi, dai ravioli del plin al peperone carmagnolese, accompagnate dai vini prodotti nel borgo cuneese.

Il Palio dij Sëmna-Sal a Pianezza

E dopo questo excursus sulle sagre enogastronomiche del Piemonte, volgiamo la nostra attenzione ad un evento di matrice folkloristica che allieta il settembre del torinese: il Palio dij Sëmna-Sal a Pianezza.

Come molte altre rievocazioni storiche piemontesi, anche questo evento è nato da una vecchia leggenda, secondo cui un contadino della cittadina chiese ad un amico di Alpignano, comune confinante, il segreto per avere vigne floride come le sue; quest’ultimo, un po’ per scherzo un po’ a causa della rivalità tra i due paesi, si prese gioco di lui raccontandogli che lui soleva spargere sale sulla terra dei suoi vigneti, al che il contadino Pianezzese si affrettò a fare altrettanto, facendosi trasportare da quattro compagni su una lettiga per non calpestare la terra (cosa che comunque facevano i portantini in modo molto più accentuato che se fosse stato solo lui a camminare tra i filari) mentre cospargeva la sua vigna con abbondante sale.

Questo divertente aneddoto, che valse ai Pianezzesi l’epiteto di Sëmna-Sal (Semina-Sale), sinonimo di ingenuo, ha dunque portato alla creazione di una divertente festa, il cui evento principe è una competizione in cui sei squadre (una per ogni quartiere) composte da quattro corridori ciascuna corrono per le vie del borgo trasportando 50 kg di sale su una lettiga, badando di non farne cadere neanche un granello.

Il Palio d’Asti

Restando in tema di feste ed eventi a carattere storico, la festa piemontese più attesa e caratteristica in autunno è senza dubbio il Palio d’Asti, una tradizione che questo borgo porta avanti ininterrottamente (eccezion fatta per le Guerre Mondiali) dal XII secolo.

L’evento si svolge in onore del patrono della città, San Secondo, ed offre una settimana di festeggiamenti che attraggono, anno dopo anno, una miriade di turisti che si aggregano ai nativi per assistere e partecipare alle iniziative suggestive come il famigerato corteo storico, che coinvolge più di mille figuranti in costume d’epoca medievale e numerose rievocazioni della vicenda storica cittadina.

L’evento clou di queste celebrazioni è la corsa equestre nella piazza centrale, dove ventuno partecipanti provenienti da varie zone della provincia montano i cavalli a pelo (senza sella) e si cimentano in tre batterie ad alta velocità, contendendosi il ‘Sendallo’, il Palio con sopra raffigurato San Secondo.

Il Torino Film Festival

Torniamo nel maestoso capoluogo piemontese per uno degli eventi cinematografici più importanti del panorama nazionale: il Torino Film Festival. Raffinato ed elegante, questo festival del film è una celebrazione del cinema internazionale indipendente, d’autore e di genere che propone oltre 150 titoli spesso in anteprima proiettandoli nei cinema storici di Torino. Questo evento di novembre è dunque non solo l’occasione per artisti e registi di ottenere un riconoscimento di alto prestigio, ma anche, per tutti gli appassionati di cinema, di apprezzare film di vario genere, nuovi e d’epoca.

Eventi e mercatini natalizi del Piemonte

Siamo giunti a metà novembre e, nonostante il relativo anticipo rispetto alle festività natalizie, il comune di Govone, nel cuneese, dà il via alle celebrazioni con il Magico Paese di Natale, allestimento di 40 giorni che attrae, ogni anno, migliaia di visitatori. I dintorni del castello medievale che ospita il comune del borgo si trasformano in un meraviglioso villaggio di Natale, riempiendosi di giostre, laboratori, musica, luci, laboratori, workshop e tanto altro.

Da non perdere il Mercatino di Natale lungo le vie del centro storico pieno di prodotti enogastronomici piemontesi ed opere d’artigianato, così come la casa di Babbo Natale con laboratorio di giocattoli annesso.

Un’esplosione di magia festiva che coinvolge grandi e piccini, e rende questa iniziativa uno dei più attesi ed amati eventi di Natale del Piemonte. Ci apprestiamo a concludere il nostro tour tra sagre, feste ed eventi tipici del Piemonte inoltrandoci nel mese di dicembre e recandoci nuovamente nella capitale sabauda, Torino, dove in questo periodo è possibile trovare il mercatino natalizio piemontese che più si rifà alla tradizione locale; è infatti allestito nella folkloristica cornice del Mercato di Borgo Dora al Cortile di Maglio.

Sempre in questo rione, nel cuore del quartiere Aurora (non lontano dal mercato delle pulci, il Balon), dove dedicarsi allo shopping di Natale tra le moltissime bancarelle e casette di legno allestite per l’occasione e degustare vin brulé e dolci tipici della tradizione piemontese, come strudel o gianduiotti. Tra i molti titoli che già possiede, quindi, Torino annovera anche quello di cuore delle tradizioni e dei mercatini natalizi piemontesi.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0,0010008
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013