×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Passaporto e visto, i documenti necessari per viaggiare all'estero  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0156258
10 gen 2018 - by Alessio
// Consigli generici

Organizzare un viaggio all’estero richiede una minuziosa organizzazione e, oltre alla scelta di mete e luoghi da visitare, è importante sapere quali sono i documenti richiesti e validi in ogni paese.

 

Viaggiare in Europa

Il viaggio all’interno dell’Unione Europea è semplice poiché, a seguito della ratifica della Convenzione di Schengen, per il cittadino dell’UE non è richiesta l’esibizione della carta d'identità o del passaporto, anche se è importante avere sempre a disposizione un documento in corso di validità.

I paesi dell’Europa che hanno aderito pienamente all'accordo di Schengen sono Germania, Francia, Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi, Monaco, Spagna, Portogallo, Italia, Austria, Grecia, Danimarca, Finlandia, Svezia, Norvegia, Islanda, Slovenia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Malta, Svizzera e Liechtenstein.
Per i viaggi nei Paesi che non fanno parte dello Spazio Schengen, come Regno Unito, Irlanda, Croazia, Bulgaria, Romania e Cipro è richiesta l’esibizione di una carta d'identità o un passaporto in corso di validità.

È fondamentale, quindi, osservare la validità e la scadenza della carta di identità e, nel caso, procedere al rinnovo. È importante sapere che la patente di guida o le carte bancarie non costituiscono documento di viaggio o d'identità.

 

Viaggiare fuori dall'Europa

È possibile richiedere varie e differenti tipologie di passaporto o aderire a programmi per facilitare il viaggio.

Per viaggiare fuori dall’Europa, invece, è fondamentale essere in possesso del passaporto in corso di validità. Il passaporto ordinario può essere richiesto da tutti i cittadini italiani ed è rilasciato previa domanda presso la Questura, l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza e i Carabinieri. Per viaggiare fuori dall’Unione Europea rimane indispensabile possedere la carta d’identità in corso di validità.

Per viaggiare verso gli Stati Uniti è possibile utilizzare il Visa Waiver Program, il viaggio senza visto. Per aderire al programma è fondamentale effettuare un viaggio per esclusive motivazioni di turismo o affari, di massimo 90 giorni, e possedere il biglietto di ritorno. Prima della partenza bisogna richiedere l'autorizzazione al viaggio ESTA -Electronic System for Travel Authorization, rilasciata online dalle autorità degli Stati Uniti. Per aderire al Visa Waiver Program è fondamentale essere in possesso del passaporto con microchip.

Per viaggiare verso l’Asia è fondamentale avere un passaporto in corso di validità. In alcuni paesi, come Singapore e Malesia, il visto non è richiesto nei viaggi per turismo, non superiori ai 30 giorni. In molti altri paesi, invece, il visto di ingresso è obbligatorio. Per la Thailandia non è richiesto il visto, ma è fondamentale sapere che per i viaggi per via terrestre la permanenza può essere limitata a 15 giorni.

Per il viaggio in Indonesia, il visto è rilasciato in aeroporto e ha validità di 30 giorni. Per le Filippine il visto di ingresso è gratuito, con una validità da 21 a 30 giorni, ma è fondamentale presentare il biglietto di ritorno.

Per l’India il visto di ingresso è rilasciato unicamente presso gli uffici diplomatici del Paese presenti in Italia.

Per viaggiare in Africa il visto è richiesto nella maggior parte dei paesi, fatta eccezione per il Botswana, il Lesotho, il Malawi, il Marocco, le Mauritius, la Namibia, la Repubblica Sudafricana, il Senegal, lo Swaziland e la Tunisia. In molti di questi paesi il visto non è richiesto per viaggi di turismo della durata di 90 giorni.

Per visitare l’America del Sud è fondamentale essere in possesso di un passaporto in corso di validità. Il visto, invece, non è richiesto per viaggio di turismo con permanenza di 90 giorni. In Brasile, all’ingresso, la Polizia Federale appone il timbro di entrata sul passaporto.


Per il viaggio in Suriname, invece, è fondamentale essere in possesso del visto, anche per turismo, da richiedere all’Ambasciata del Suriname in Belgio.
Per Trinidad e Tobago non è richiesto il visto, per viaggio di turismo di 90 giorni, ma è fondamentale essere in possesso del biglietto di ritorno.

 

Ultime informazioni utili

Partire per l’Estero richiede una attenta organizzazione. Ogni Paese regola in autonomia le normative di ingresso dei turisti.

In molti Paesi è richiesto un passaporto con validità specifica e il visto, in altri è sufficiente essere in possesso di un passaporto in corso di validità e non è richiesto il visto per viaggio di turismo.

È fondamentale effettuare una ricerca approfondita sul Paese da visitare per conoscere tutte le richieste.

 

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0,0156258
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0,2812727
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0