×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Oahu: alla scoperta della misteriosa (e bellissima) isola di Lost  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010004
02 ago 2019 - by Alessio
Stati Uniti d'America, Honolulu // Da non perdere

Chi ha visto Lost, la serie cult firmata J.J. Abrams, si sarà sicuramente chiesto almeno una volta: ma dove diavolo è stata girata Lost? Beh la risposta è Oahu, un’isola statunitense che fa parte della catena delle Hawaii, e che ospita anche la stessa capitale Honolulu. Questo luogo, prima famoso per essere la sede di Pearl Harbor, protagonista di una delle pagine della Seconda Guerra Mondiale, e successivamente anche per aver dato i natali a Barack Obama, ex presidente USA, è divenuto ancora più celebre e acclamato proprio grazie a Lost. Pronti per un giro turistico tra realtà e fantasia?

Isola di Lost

Oahu e Lost: il mistero dell'isola (spoiler alert!)

Abbiamo conosciuto Oahu sul piccolo schermo, come detto, con l’arrivo di Lost. Nella serie, l'isola è una protagonista anonima della scena, dato che tutto si svolge, ruota e si evolve proprio su questa terra, sebbene nella finzione non si tratti di Oahu ma di un'isola sperduta e sconosciuta dell'Oceano Pacifico. Nel cuore dei fan, però, quest'isola ha sempre lasciato uno strascico indelebile, figlio anche del finale e del significato della serie, ancora oggi tutti da definire.

Nella trama di Lost, l'Isola (è giusto chiamarla con la maiuscola) ricopre un ruolo molto importante per il corso delle avventure dei personaggi; ha un alone di fascino e mistero e rappresenta una sorta di figura a sé stante. Quando i sopravvissuti del volo Oceanic 815 si ritrovano in un’isola apparentemente deserta, impariamo a conoscere le loro vite e lo facciamo proprio attraverso le avventure in questo luogo. È qui che Locke (Terry O'Quinn), Jack (Matthew Fox), Kate (Evangeline Lilly), Sawyer (Josh Holloway), Hugo (Jorge Garcia) e tutti gli altri, vivono e sopravvivono, cercando in tutti i modi una via d'uscita.

I 48 sopravvissuti dell'815, se in un primo momento sono mossi dalla speranza di trovare i soccorsi, presto scoprono che l’Isola è in realtà teatro di una serie di strani eventi che non hanno - apparentemente - spiegazione logica. Le difficoltà, gli enigmi e i tentativi di fuga falliti, li porteranno prima o poi a capire che sono tutti parte di uno schema più grande.

E la protagonista è sempre lei: la nostra Isola. Un’entità psico-fisica che vive di vita propria. Tanto per ricordare quanto sia intricata, vasta e impronosticabile la trama di Lost - chi non l'ha visto (e vuole vederlo) meglio che salti fino al prossimo paragrafo! - in 6 stagioni, nemmeno i protagonisti riescono a conoscerne le dimensioni; a un certo punto di Lost veniamo a conoscenza che l'Isola si sposta di continuo; Jacob ci spiega che rappresenta in sostanza l’equilibrio tra Bene e Male nel mondo; Jack (e poi Hugo?) assolve al ruolo chiave di tutta la serie, il custode dell’Isola, ovvero colui che tiene a bada questo perfetto bilanciamento. Il finale è da maestri dell'interpretazione; ognuno ha la sua.

Torniamo alla nostra amata Oahu. La serie Lost è stata girata quasi totalmente sull’isola di Oahu, come voluto dalla produzione; sia gli interni che gli esterni presenti nelle inquadrature sono effettivamente esistenti. Tutto ciò ha permesso di operare dei ritocchi grafici minimi, dando spazio alla bellezza della natura e del luogo e agli effetti speciali non proprio dei migliori (stiamo parlando di una serie di più di 10 anni fa!).

Una curiosità di Lost: tutto è stato ricreato in quest’area, persino quando vediamo scene teoricamente ambientate in altre parti del mondo. Lo scenario principale presente è senz'altro la spiaggia, dove ci sono i rottami dell’aereo e dove, nelle prime stagioni, si accampano i sopravvissuti. Le due spiagge principali nella realtà sono Mokule’ia e Haleiwa, mentre il famigerato villaggio Dharma si trova nei pressi dell’aeroporto Dillingham. Le scene della giungla sono state girate, invece, a Ka’a’awa Valley a est, nella zona chiamata Windward Oahu.

Oahu

L'isola di Lost nella realtà: ecco Oahu

Avete mai pensato a una vacanza a Oahu? Di sicuro i più grandi fan di Lost avranno sognato, almeno una volta, di solcare queste terre meravigliose. Oahu è tra le isole più grandi delle Hawaii, molto amata dai turisti indipendentemente dal successo della serie. Ovviamente ci sono spiagge da sogno, piantagioni estese e luoghi incontaminati che meritano di essere visitati. Tutto fantasticamente attraente per un'indimenticabile vacanza.

Cosa sapere di Oahu

Oahu accoglie i turisti durante tutto l’anno, grazie al clima mite che l’accompagna e la rende sempre gradevole. Ci sono poche punte fastidiose nel corso dell’anno e per questo non c’è un mese migliore di un altro per visitarla. Nella zona ovest il clima è più secco mentre ad est è più umido. Le tempeste in inverno sono rare e i venti moderati. Le piogge aumentano solo in qualche parte dell’anno, quindi è possibile scegliere un periodo a proprio piacimento.

Il cuore del turismo si trova nella zona Sud, la più amata di tutta; a est invece c’è la zona costiera tranquilla, a nord la mecca dei surfisti e a ovest, invece, sorgono i paesaggi agricoli, le spiagge e i campi da golf. L’isola si estende per 1600 chilometri quadrati ed è di origine vulcanica. I resti ancora visibili formano le due catene montuose principali. L’isola vive oggi di turismo; questo è cresciuto negli ultimi anni soprattutto grazie allo snorkeling che permette di ammirare dei parchi marini protetti di stupefacente bellezza.

Televisione e cinema, per non farsi mancare nulla, non si sono fermati alla serie Lost; qui, infatti, sono stati girati una miriade di film e telefilm, tra i quale ricordiamo di sicuro Hunger Games, Magnum P.I. e il videogioco Test Drive Unlimited.

spiaggia di Lost a Oahu

Cosa vedere a Oahu

La popolazione dell’isola si concentra prevalentemente a Sud; è possibile arrivare grazie all’aeroporto internazionale di Honolulu ed è facile noleggiare un auto per girare e scoprire tutte le sue bellezze. Il consiglio principale è quello di spostarsi per l’isola, avendo una base giornaliera dove tornare. Di meritevole interesse la spiaggia di Waikiki, molto particolare, il porto cittadino dove è possibile visitare il bellissimo museo e la chinatown più antica degli Stati Uniti. A Pearl Harbor, porto di laguna, è possibile ammirare il memoriale Uss Arizona in ricordo delle vittime di quell’attacco.

Stupenda per gli amanti della zona costiera la Windward Coast e la Hanauma Bay Naturale Reserve, una baia circolare che si è formata proprio grazie al cono vulcanico. Questa è la migliore spiaggia di tutti gli Stati Uniti. Per gli amanti dello snorkeling è un luogo paradisiaco dove ammirare la natura incontaminata e vedere i pesci. La riserva è a pagamento ma ne vale assolutamente la pena. Accanto alla baia si trova Halona Blowing Hole, una formazione rocciosa che spruzza fuori un getto d’acqua fortissimo. In questa zona si formano veri e propri geyser. Fino a non molti anni fa, quando i vulcani erano attivi, la lava scorreva fino ad Alona Point.

Da vedere assolutamente anche il Byodo In Temple, un tempio identico a quello che si trova in Giappone, costruito nel 1868. Non è attivo religiosamente ma è un luogo di pace; inoltre è possibile ammirare la Brass Peace Bell, una campana enorme che viene fatta suonare ed è famosa perché il suono che produce è in grado di calmare e scacciare la negatività dalla mente. I terreni che circondano questo luogo di serenità sono ricchi di animali, e qui, per questo, spesso vengono celebrati addirittura matrimoni. Di infinita bellezza anche Kualoa Ranch, una riserva naturale a carattere familiare. Ho’omaluhia Botanical Garden è un giardino pluviale con aspetto tipicamente tropicale. Sulla stessa scia anche i giardini Haiku Garden che hanno una valle a forma di anfiteatro.

Per alloggiare il distretto migliore è Waikiki, qui ci sono tutti i resort e le strutture ricettive. È possibile godere di una vacanza simpatica e allegra senza essere troppo isolati. Chi vuole invece la tranquillità assoluta può scegliere la Windward Coast dove la natura ha preso il sopravvento e dove ci sono campeggi e strutture che offrono l’opportunità di vivere la vacanza a diretto contatto con il verde circostante da veri selvaggi.

L'isola merita di essere visitata soprattutto per ammirare i suoi paesaggi e la natura che la caratterizza. Una bella idea può essere quella di organizzare un tour di Lost per visitare quelli che sono stati i punti principali all'interno della serie. Ovviamente ci sono centri abitati che offrono tutti i servizi possibili per i turisti, dove fare shopping e dove poter rivolgersi per ottenere informazioni utili. Vi basta agire di fantastia e partire. Vi piacerebbe essere dei naufraghi a Oahu?

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0,0010013
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0,0010004
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010008
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0