×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cammino di Santiago a Friburgo  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
Valutazione Generale
  
Rank 4# di 7
Numero votazioni 1

AttractionDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0156254
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
MapSinglePin-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Cammino di Santiago

Scrivi una recensione su Cammino di Santiago
Livello 98     3 Trofeo    Viaggia: Con amici, Da solo
Voto complessivo
No, non è un errore: l'escursione di cui parlo si trova proprio in Svizzera, ed è parte del noto "Cammino di Santiago", il famoso pellegrinaggio che convogliava (e continua a convogliare) fedeli da tutto il mondo fino nel nord della... vedi tutto Spagna. Da tutto il mondo, appunto: se ci si pensa un attimo non c'è da stupirsi di trovarne parti nei Paesi europei dei dintorni. Percorsi che i pellegrini compiono da tempi lontani, e che oggi attrversano boschi, vallate, campi agricoli, paesi e città. E che alcuni amministratori attenti e puntuali hanno saputo valorizzare al meglio - e non potevano mancare certo gli svizzeri! Il "Cammino" nella Svizzera occidentale attraversa la città di Friburgo, ed è possibile percorrerlo in direzione Ovest-Est, verso Schwarzenburg, o in direzione opposta, verso Moudon. Io ho optato per prendere il treno da Friburgo, dove avevo la "base", fino a Schwarzenburg, e poi tornare a piedi. Tempo previsto: 4h40. L'avventura è per tutti essendo un percorso facile. E' molto interessante perché riesce a coniugare l’attività all’aria aperta con la cultura di un percorso pieno di storia, di antiche tradizioni e con la spiritualità di un piccolo pellegrinaggio. Poi gli svizzeri ci sanno fare, la cura che mettono in questi percorsi naturalistici è sublime. Le indicazioni sono molte e chiare, il sentiero sempre ben evidente, percorribile, non mancano panchine, fontane… e poi chiaramente il contesto è semplicemente spettacolare.  Il “Cammino” certo non è quello spagnolo, però viene sentito anche quassù, maggiormente di quanto si possa in un primo momento pensare: ogni tanto, in corrispondenza dei centri abitati che si incontrano, si trovano indicazioni e informazioni circa il “Cammino” e il pellegrinaggio, dotate della conchiglia, simbolo per eccellenza dei pellegrini, e di immagini di San Giacomo. L'unico inconveniente è che i pannelli e le descrizioni di questa parte di Cammino sono riportate in tedesco, lingua ufficiale del Cantone, e quindi per la maggior parte degli italiani sono poco facilmente decifrabili. A Tafers, dove per la prima volta si trovano scritte in francese, c’è un cartello all’ingresso della cittadina che descrive il legame tra questa e il Cammino, mentre il percorso attraversa un piccolo cimitero con relativa cappella, al cui interno si trovano altre immagini e scritte, insieme ad un altare con una singolare triade di santi, invece delle più classiche immagini con al centro la Madonna, e un incensiere gigantesco, dotato di ruote per spargere il fumo. Purtroppo le scritte sono di nuovo tutte in tedesco. 8 conchiglie decorano l’altare. Il bello del Cammino è la varietà di situazioni: si attraversa un pezzo di Svizzera piuttosto collinare, lontano dalle montagne, e alcuni centri abitati (Heitenried, St. Antoni, Tafers). Pertanto il paesaggio è stato piuttosto modificato dall’azione dell’uomo, ma con attenzione e rispetto, ed oggi si attraversano luoghi davvero incantevoli: una campagna piena di prati verdi, ma anche campi di grano, orzo e mais; pascoli con mucche e pecore, stalle, edifici tipo madie; e boschi di varie dimensioni, che il sentiero a volte attraversa, con molti faggi, abeti, ma anche farnie, sorbi, frassini, salici. C’è ovviamente molta acqua: oltre al fiume che si attraversa (Sense) ci sono fossati, ruscelli, e l’umidità della terra si percepisce sotto le scarpe. Ma è questa la parte più bella: all’improvviso passi da una strada asfaltata a un sentiero nel bosco, da un paesaggio nei campi tra il grano e le patate a un allevamento di mucche che ti guardano con aria curiosa, e poi svolti un pò ed entri in una collina boscosa, fresca, quasi buia rispetto al sole là “fuori”. Molto suggestivo. Da notare, a proposito della cura, che i tratti di sentiero nel bosco, oltre ad essere segnalati con appositi simboli, sono anche cosparsi di materiale grossolano (ciottoli, scaglie di legno) naturale, per il fango, che li rendono ancora più gradevoli. Un'esperienza interessante può essere quella di incontrare altri pellegrini (o escursionisti) e scambiare le proprie esperienze, o anche trovarsi a fare due chiacchiere con la gente del posto, molto ospitale e gentile. E' quindi un'esperienza multisensoriale e pluridirezionale, che permette di percepire la realtà intorno con più intensità, emozioni diverse che divengono da un chilometro all'altro, e la bellezza dei luoghi e degli scorci da vedere e vivere. Tutto si amalgama insieme alla soddisfazione crescente di sentire la meta che si avvicina e quindi l'impresa che si fa ad ogni passo più matura. Insomma, nasce quel classico "qualcosa" che ti rimane dentro ma non sai spiegare troppo bene; quel "qualcosa" che ti permette di conoscerti un pò meglio e di percepire meglio il tuo personale Cammino nella vita di tutti i giorni.
AttractionDetailReviewList-GetPartialView = 0

Conosci Friburgo? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0156245
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Friburgo
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0