×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida New York  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su New York

Superfice:
784 km2
Altitudine:
10 m
Abitanti:
8405837 [2013-01-01]
Introduzione

Conosciuta anche come la Grande Mela, New York rappresenta la città più popolosa degli Stati Uniti nonché il centro economico più importante del mondo (non è tuttavia la capitale dello Stato di New York, che invece è Albany).

Nel 1609 Henry Hudson rivendicò per primo la proprietà di questo definendolo come il più bello che si potesse mai calpestare; poco dopo venne chiamata con il nome di Manhattan che stava ad indicare un paese pianeggiante. Nel 1625 fu fondata la colonia di New Amsterdam e nel 1789 George Washington venne dichiarato primo Presidente degli Stati Uniti d’America e fece diventare la città centro organizzativo per l’emancipazione degli schiavi. Il grande susseguirsi di ondate migratorie determinò un aumento della popolazione, accompagnato dalla costruzione di grattacieli e di veri e propri imperi industriali. Nel corso del Novecento la città ha vissuto alterne fortune culminate con l’attacco terroristico delle Twin Towers del 2001, quando due aerei dirottati abbatterono le Torri Gemelle del World Trade Center provocando la morte di più di 3.000 persone.

Non c’è un momento migliore per visitare New York perché è sempre il momento adatto per andarci, che faccia caldo o ci sia la neve, come succede molto spesso inverno; dalle ballerine di Broadway ai cabaret del Village è impossibile a New York non imbattersi in un meraviglioso spettacolo o in un’esibizione d’arte. Il panorama gastronomico di New York è un esplosione di sapori; una delle caratteristiche principali che contraddistinguono New York sono i furgoncini  fermi ai lati degli incroci più trafficati.

New York è anche la patria dei più noti scrittori americani oltre a essere stata ambientazione per centinaia di film e di serie televisive, da Friends a Sex and the City. Tantissimi anche gli eventi che si susseguono nel corso dell’anno, a partire dalla annuale maratona, una delle più famose al mondo, se non altro per la splendida location in cui si svolge.

Prefisso:
0212/347/646/718/917
Fuso Orario:
UTC+-5
Nome Abitanti:
New Yorkers
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

872
Ottimo
95
Buona
26
Media
3
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
149
Coppie
43
Giovani e single
39
Famiglie
29
Turisti maturi
22

Indicatori

Intrattenimento
Trasporti
Attrattive
Alloggio
Servizi ai turisti
attività
shopping
Accoglienza
Accessibilità
mangiare e bere
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0

Recensioni New York

Conosci New York? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Manhattan è probabilmente il più interessante, e il più affascinante, dei cinque grandi quartieri che compongono la città. E' il punto di partenza ideale per chi può permettersi una veloce visita della città, magari di pochi giorni. Manhattan Downtown Il Battery Park... vedi tutto è situato proprio di fronte alla Statua della Libertà, che si raggiunge per mezzo di un veloce traghetto. Ogni giorno sono più di mille i visitatori che giungono sull'isolotto della Statuta della Libertà, curiosi di ammirare da vicino questo monumento così famoso e salirci sopra per godere dello splendido panorama. A poche centinaia di metri si trova il Museo di Ellis Island, celebre ricordo dei tanti immigrati in America dal Vecchio Continente, con tanto di storie e racconti. Risalendo poi lungo la celebre Broadway si giunge nella zona di Downtown, il vero cuore storico di Manhattan, in cui si trova il Financial District, principale centro finanziario del mondo in cui ha sede la celebre borsa di Wall Street. Poco distanti si trovano la Cappella di St. Paul e Ground Zero, ciò che resta delle Twin Towers dopo la tragedia dell’11 settembre. Salendo ancora verso nord si entra nella zona dei famosissimi quartieri di Chinatown e Little Italy, dove si trovano numerosi e caratteristici ristoranti. Sempre a Manhattan meritano una visita Soho e TriBeCa, quartieri molto esclusivi che ospitano il Greenwich Village (in cui si trova l’Università) e l’Empire State Building, il quale offre anch'esso uno spettacolare panorama dall'ultimo piano del grattacielo. Manhattan Midtown Nell’omonima piazza si trova il Madison Square Garden, una delle sale per concerti più conosciute al mondo, che all'occorenza diventa anche un palazzetto dello sport in grado di ospitare migliaia di appassionati di basket, e la Fifth Avenue, la principale arteria commerciale della città. Proseguendo oltre verso Murray Hill si entra nella zona del Teather District, che ha il suo centro nella stupenda Times Square, sempre affollatissima in ogni ora del giorno e della notte (e cuore nevralgico dei festeggiamenti per il Capodanno). Quì si possono visitare il Museo Americano di Arte Folk e il Museo delle Arti Moderne. Nell’East Side si trova il prestigioso Museo Guggenheim mentre nel Midwest conclude la visita della zona il Rockefeller Centre, il Radio City Music Hall, immensa sala per spettacoli e concerti, e il Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite. Manhattan Uptown Tra la Midtown e la Uptown si trova uno dei luoghi più amati dagli abitanti di New York e dai turisti (soprattutto nella bella stagione), nonché uno dei palcoscenici più gettonati per film e lungometraggi di ogni epoca: Central Park, vero polmone verde della città dove passeggiare e fare footing. Al suo interno immancabile una visita al Metropolitan Museum, uno dei più prestigiosi di tutti gli Stati Uniti, che ospita numerose collezioni (imperdibile quella egizia) di elevato interesse. Poco lontano dal parco si trova invece il Museo di Storia Naturale. La visita di Manhattan si conclude con il celebre quartiere nero di Harlem, dove i turisti si recano soprattutto per ascoltare la musica gospel nelle chiese, vero e proprio spettacolo blues. Altre destinazioni a New York Situato oltre l’East River e raggiungibile attraverso il famoso Ponte di Brooklin, il quartiere merita una visita soprattutto per l’omonimo Museo, uno dei principali della città, per la spiaggia di Coney Island, per l’Acquario e il grande Giardino Botanico. Completano la visita della città gli altri quartieri, di minore interesse turistico, come Staten Island, il Queens e il Bronx, in cui si trovano lo Zoo e lo Yankee Stadium, uno dei templi del baseball americano.
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : New York (12.000.000 abitanti), soprannominata la “Grande Mela”, perla globale di inconfondibile bellezza, è una delle mete turistiche più visitate, sognate, desiderate ed immaginate di tutto il mondo. Si trova alla foce del fiume Hudson, sulla costa orientale degli Stati... vedi tutto Uniti. La città è però anche colei che più di altri ha vissuto in prima persona e pagato le tragiche vicende dell'11 settembre: oltre alla distruzione dello storico World Trade Center, centro dell'economia mondiale e meta turistica fino ad allora tra le più gettonate, per via delle altissime Twin Towers. In quell'occasione persero la vita anche migliaia di persone che come ogni mattina si erano recate al lavoro. Un duro colpo per la città e soprattutto per i newyorkesi che, nutrono un fortissimo senso di appartenenza. Nonostante ciò, la Grande Mela continua a rimanere una città assolutamente affascinante, nonchè prima tappa obbligatoria per tutti coloro che si apprestano a visitare gli States. Caratterizzata da un clima molto rigido in inverno ed estremamente caldo ed afoso in estate, New York offre il suo lato migliore durante la primavera e l’autunno, quando le temperature sono indubbiamente più gradevoli e le giornate inevitabilmente non troppo corte. Fondata all'inizio del XVII sec., la città conobbe uno sviluppo impressionante: New York si caratterizzò infatti fin da subito come un importante polo industriale capace di attirare su di sè la gran parte dei capitali nazionali; inevitabile, quindi, che la città divenisse anche uno dei più importanti centri dell'economia nazionale prima, ed internazionale poi. Oramai leggendarie sono le storie ed i racconti, spesso conditi con un pizzico di fantasia, sopratutto da parte della cinematografia statunitense, dei grandi fenomeni migratori dell'inizio Novecento. Storie e racconti di gente in cerca di fortuna dopo aver lasciato miseria e povertà. Ed è proprio nel corso dell'ultimo secolo che New York ha gettato le basi per divenire quella realtà di fama ed interesse globale che è oggi. Inevitabilmente, la sua celebrità si lega in maniera indissolubile a quei luoghi, monumenti e atmosfere, spesso fomentati dai media e fissati ad hoc nell'immaginario collettivo, che rendono la città unica ed inimitabile in tutto il mondo. La celebre Statua della Libertà, non solo emblema della città, ma vera e propria spinta ideologica che soggiace alla cultura americana, Wall Street ed i suoi paradisi finanziari, l'Empire State Building, l'affascinante Manhattan, il Greenwich, i tanti bridges, a New York tutto è grandissimo e spettacolare. Ma oltre a lusso e sogni, New York sa svelare anche un lato che le si addice sempre con troppa ristrettezza, quello della difficoltà delle tante etnie che vivono nella minoranza, della povertà del West Side, della miseria del Bronx. Questa è New York, una città immensa, estremamente affollata e caotica, capace di cambiare tratti e fisionomia da un quartiere all'altro (oltre ai già citati Bronx e Manhattan, la città conta altri tre boroughs: Queens, Brooklin e Staten Island) in una maniera impressionante, che sa stupire e meravigliare non solo per la sua oggettiva ed autentica bellezza, ma anche per la sua sconvolgente diversità. La città vanta un ottimo servizio di metropolitana, autobus e taxi, e offre hotel, ristoranti e locali per tutte le esigenze e tutte le tasche, anche se non può sicuramente essere considerata una meta abbordabile dal punto di vista economico. La lingua ufficiale è l’inglese di tipo americano, leggermente differente da quello della Gran Bretagna, ma a New York, città cosmopolita per eccellenza, non è difficile trovare persone che parlano il cinese, lo spagnolo, l'italiano o il francese.
Salvatore Pavone
Voto complessivo 9
Guida generale : La prima cosa che ho provato arrivando a New York è stato lo spaesamento, una città troppo diversa rispetto al piccolo paese da cui vengo io, gli immensi grattacieli a mala pena ti fanno intravedere l’azzurro del cielo ma poi,... vedi tutto subito dopo, la totale diversità di ogni angolo della città e dei suoi abitanti ti fanno sentire parte integrante di questo grande set a cielo aperto che è la “grande mela”; dunque, vivendo in questo grande melting pot mi sono sentito uguale agli altri, mi sono sentito subito un cittadino di New York. Ho vissuto a Brooklyn, il quartiere di New York che preferisco, meno turisti, meno traffico, ho voluto vivere in una maniera meno artificiale, più americana possibile, anche se la pasta a pranzo non mancava quasi mai. Abitavo con altri due ragazzi italiani in un piccolo appartamento tipico, con scala antincendio fuori, nell’ormai ex Little Italy, adesso patria di cinesi e russi, ero finito nella terra di Tony Manero. A me non piace fare il turista, è proprio l’idea che è sbagliata. Vedevo gente che correva da un punto all'altro di Manhattan in preda a crisi di nervi perché doveva vedere il più possibile, nei pochi giorni disponibili; gente che scattava foto a raffica solo per dimostrare di aver vissuto e di aver goduto di quei posti. Ma come puoi vivere e godere di quei posti, di quelle meraviglie se non ci si ferma a guardare quello che si ha davanti. Capisco, però, che purtroppo non tutti hanno la fortuna che ho avuto io, di vivere la città non da turista ma da cittadino. E’ un po’ questa l’idea che ho della mia vita, vivere più vite in una sola, viaggiando e vivendo per un periodo in un posto, da locale. Tornando a New York, ho fatto davvero tanto, finché il freddo glaciale non ha frenato un po’ le mie voglie, la mia curiosità. Ho mangiato una mela candita subito dopo aver pattinato sul ghiaccio a Central Park, ho fatto un pupazzo di neve nel Queens, ho attraversato il Brooklyn Bridge sotto la pioggia, ho scoperto le opere di Bansky, ho avuto paura, ho ascoltato il silenzio dall’alto del Top of The Rock, ho assistito ad una sparatoria nel cuore di Manhattan, ho mangiato del junk food passeggiando sulla spiaggia di Coney Island, mi sono perso, ho aiutato dei turisti a trovare la strada, ho mangiato la pizza più buona di sempre, sono rimasto abbagliato dalle luci di Time Square, ho visto gli americani impazzire di gioia per una partita di basket, ho mangiato la pasta con il ketchup, ho pianto, sono tornato bambino la sera di Halloween, ho visto una ragazza snobbare “la notte stellata” al Moma, ho rischiato di soffocare per colpa di un peperoncino rosso piccante, ho sorriso, mi sono intrufolato ad una festa, ho mangiato hot dogs, tanti hot dogs, ho ballato su un pianoforte, ho giocato con gli scoiattoli, ho visto un taxi verde, ho ascoltato della buona musica nella subway, ho immerso i pancakes nello sciroppo d’acero, mi sono fatto un tatuaggio, in pratica, ho vissuto. New York è questa, è vita!
daniela messina
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : E' sempre stato il mio sogno visitare New York e finalmente ci sono riuscita lo scorso giugno! Che dire.. fantastica! Da rimenere senza fiato! Non c'è nulla che rimpiango..!e ripartirei domani se potessi per visitarla ancora! L'unica cosa costosa è... vedi tutto il viaggio, ma organizzandosi bene e in anticipo lo si può trovare anche non oltre i 700 euro e con 1000 se sei fortunato come me puoi anche trovare compreso nel prezzo volo diretto + hotel vicino Time Square + City Pass + Navetta di trasporto dall areoporto all hotel e viceversa! insomma..un affarone! Li la vita costa poco invece... con il dollaro si vive alla grande! e per mangiare..una favola... con poco mangi per due! anche perchè gli americani amano fare "super piatti" e le quantità di cibo che ti vengono offerte sono enormi su qualsiasi cosa prendi! La magia la trovi davvero in ogni angolo in una città così..e ad ogni ora! I trasporti poi ti portano ovunque! Mi è anche capitato di prendere una linea della metro che si bloccasse a metà tragitto per dei lavori sul tratto che stavamo percorrendo...ci hanno fatto scendere tutti e ci hanno portato fuori, degli addetti ai lavori ci hanno guidato su due bus che già ci aspettavano sulla strada per continuare la corsa .. insomma.. nonostante il disagio..non abbiam perso un solo minuto e anzi.. ho apprezzato il fatto di potermi "godere" la città "dall'alto"! questo per farvi capire quanto siano funzionali i trasporti! Da non perdere è di sicuro la visita a Liberty Island con il traghetto, andate solo molto presto perchè c'è davvero tantissima gente! Central Park sembra quasi la scena di un film per quanto sia perfetto..è assolutamente da vedere, preparatevi perchè è davvero enorme se lo volete percorrere tutto ma non dimenticatevi il memoriale di john lennon a strawberry fields propio dentro il parco, fa effetto vedere tantissima gente raccolta intorno al memoriale, cosparso di fiorni petali e candele. Diciamola tutta .. In realtà..non dovreste propio perdervi niente di questa città!! :) L empire state building offre la vista più alta di tutta Manhattan con i suoi più di 300 metri d'altezza! Da li puoi vedere fino alla statua della libertà! Un altra vista spettacolare, dove infatti mi sono intrattenuta per ben due volte a far un miliardo di foto è Top of The Rock! Ti offre come l'empire la veduta dal terrazzo (ovviamente è meno alto dell empire) ma la cosa che ti offre di più.. è l'opportunità di vedere il tramonto su Manhattan e la visione.. (e dico visione xkè lo è!) di Manhattan di notte ... con tutti i suoi grattacieli e le strade illuminate.. uno spettacolo davvero!!! Scusate mi sono dilungata anche un pò troppo..scriverei intere pagine sulla mia esperienza a New York, mi ha talmente stupefatto e ed emozionato che ancora adesso a distanza di un anno mi emoziono nel raccontarla!!
Stefano
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Città difficile da raccontare con le parole... bisogna viverla... Una città che lascia davvero il segno (anche in chi, come me, era partito senza la minima aspettativa, giusto perché faceva scalo l'aereo e quindi valeva la pena darci 1 occhiatina)! Consiglio:... vedi tutto per godervela a fondo, studiatevi prima l'itinerario che intendete percorrere e le varie cose che volete vedere, cercando di raggruppare le attrazioni per "zona"... compratevi il City Pass o il New York City Pass (ne STRAvale la pena...zero code... massima resa!) e cominciate a muovere le gambe! C'è talmente tanto da vedere che il tempo non sarà mai abbastanza... scoprirete come si può perdere 1 ora in un negozio di caramelle senza accorgervene... anche perché magari il negozio si snoda su 4 piani da 400 mq. l'uno... :D Quindi occhio! Tenete sempre sotto controllo l'orologio! Se volete visitare i musei, ma non avete molti giorni.... cercate di fare una scelta... perché solo per visitare l'American Museum of Natural History, il Moma ed il Metropolitan, cercando di vederlo tutto (anche di corsa) servirebbero almeno 2 giorni pieni...quindi fate i vostri conti... New York é "la città che non dorme mai" non é la città per una vacanza riposante... é frenetica... svegliatevi prestissimo e dormite meno ore possibile (il consiglio é di girare dalle 6.00 del mattino alle 23.00/24.00) e la Big Apple vi darà il meglio di sé. Per "metabolizzare" tutto quello che vedrete ci vorranno settimane... il ricordo vi seguirà davvero per un bel pò... o forse per sempre !!! Da non perdere ASSOLUTAMENTE !!! Il giro sul battello con passaggio dalla Statua della Libertà, sotto il ponte di Brooklyn e vista dal fiume Hudson della punta di down town (Wall Street & Ground Zero); Lo Skyline della Grande Mela vista dall'Empire State Building (mozzafiato); Una passeggiata in Central Park... potrebbe capitare anche a voi di trovarvi nel bel mezzo delle riprese di uno dei centinaia di films che girano lì ogni anno... Consiglio spassionatamente di fare un giretto nel terminal della Grand Central Station (stazione ferroviaria)...sia sopra, sia sotto... rimarrete piacevolmente stupiti (é bellissima)... ...immancabile.... un giretto in Metropolitana... stando attenti a non perdervi !!! Assolutamente da evitare... i ristoranti Italiani !!! Cercatevi le Steak House locali e farete delle gran scorpacciate di filetti davvero buonissimi, genuini (se riducete l'uso di salse...) e a costi davvero ridicoli ! Finché vi reggono le gambe, cercate di muovervi il più possibile a piedi, così potrete rendervi conto di quanto é maestosa in ogni via e ad ogni angolo... Buon viaggio a tutti... Il conto alla rovescia per me dice -12 !!! Non vedo l'ora di esser di nuovo là ! :)
simonetta lupardini
Livello 25     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Bé bisognerebbe scrivere un poema su questa città:dal fascino del ponte di Brooklyn,a Manhattan… che è uno spettacolo di sera,l'incanto che si prova nel vedere le luci provenienti dal 50° piano dei palazzi per non parlare della magia di Times... vedi tutto Square, dove resti a bocca aperta, luci luci luci e milioni di persone un via vai mai visto. Empire State Building: spettacolo puro la vista che si ammira dall’Empire è unica… ti toglie il fiato, domini il mondo, resti lì ad osservare e pensi quanto sei piccolo rispetto a ciò che ti circonda…! Musei: New York offre i musei più belli e grandi del mondo. Il MOMA fantastico, c’è da perdersi, il Metropolitan ha una grandiosa e maestosa struttura, c’è di tutto e ti lascia senza fiato. Le zone di New York sono tante e tutte diverse tra di loro… Da nord a sud passano le avenue, da est a ovest le street. Camminate, perdetevi, entrate in tutti i locali, pub, grandi magazzini negozietti, store di ogni tipo. Andate a vedere tutte le zone non solo la famosa Midtown ma anche quartieri come Chelsea, Soho, Greenwich Village, Tribeca, Chinatown, Little Italy, la zona finanziaria che per me è la più bella… Proprio nella zona finanziaria, passi tra le strade più belle di NY, cammini per Wall Street ed arrivi a Ground Zero, e li capisci l’11 settembre cosa vuol dire… io l’ho capito maggiormente perché per il 10° anniversario ero proprio li, ed è un emozione indescrivibile vedere quelle immagini, osservare ciò che è rimasto o quello che stanno costruendo lavorandoci ogni giorno ora dopo ora. Altre tappe sono state naturalmente la Statua della Libertà ed Ellis Island, l’isola dove venivano smistati gli immigrati, altro bellissimo tour e foto spettacolari, vedendo Manhattan dal battello, capisci la maestosità di questa città. È una delle città più sicure che abbia mai visto quindi nessun problema sia in metro anche la notte, sia stando in giro. Mangiare Il mangiare è un’atra bella nota, andrete a forza di hot dog, hamburger, carne, patatine fritte e cola. Si mangia bene, prendere l’hot dog nei tantissimi chioschi sparsi per la città; è anche bello e caratteristico, la carne è eccezionale anche Mc Donald’s sembra diverso da quelli europei, troverete le tipiche bevande americane, il loro caffè, e tutto il resto. Per la pasta, se avrete nostalgia, vi consiglio uno dei tantissimi ristoranti a Little Italy, si mangia da dio… pasta al dente e caffè espresso… economici e caratteristici. Per il resto NY come dicevo, va vissuta giorno per giorno ora per ora, attimo dopo attimo. Giratela tutta e diventerete newyorkesi anche voi con le loro abitudini. Il giorno della partenza ero un pò triste, il taxi che ci portava al JFK ed io che mi stavo lasciando alle spalle la Grande Mela, ma la sensazione che questa città ti lascia è unica… una volta che l’aereo prende quota mi assalgono pensieri e sentimenti, un mix tra malinconia e tristezza, ma l’effetto che questa città ti fa, è davvero unico e strano… avevo la sensazione quasi una certezza, che NYC ormai faceva parte di me e che presto ci sarei tornato, come se fossi nato lì, come se lì avessi una casa… il mio non era un addio malinconico ma un semplice ciao New York… ci rivediamo presto.
Voto complessivo 10
Guida generale : New York è un sogno. 10 ragioni per andarci in vacanza: 1) Scoiattoli carinissimi dappertutto; 2) I muffin o qualsiasi tipo di torta o dolce è almeno il doppio che in Italia; 3) IF YOU SEE SOMETHING SAY SOMETHING se ci vai ti... vedi tutto capiterà di sentirlo ad una stazione di treni o metro... Non so perchè ma appena l'ho sentita mi è sembrata simpatica e mi sono ammazzato dal ridere e sono stato un giorno a ripeterla; 4) New York è una città da vivere più che da visitare e che all'inizio a molte persone, me compreso, non ha fatto nessun effetto ma poi...; 5) Ti senti veramente piccolo al cospetto di quei grattacieli, strade, milioni di persone... Mai sentito così. E non era la prima che andavo in una grande città. Qui quando cammini in strada specialmente a Manhattan tutti camminano veloce e nessuno ma davvero nessuno ti nota. Camminano così veloce che io i primi giorni facevo quasi fatica a non andare a sbattere addosso a qualcuno; 6) I newyorkesi parlano tantissimo, sono gentili ma a volte anche molto scorbutici, sono simpatici ma sono anche solo apparenza...; 7) Di Little Italy sono rimaste solo 2 strade: è stata tutta assorbita da Chinatown. 8) Manhattan è un posto dove a volte per scoprirla bisogna passeggiare per ore senza meta... Trovi negozi stranissimi e belli, locali interessanti, ristoranti buoni e carini dei quali altrimenti non saresti mai venuto a conoscenza; 9) Vicino a Time Square c'è il pub dell'ESPN che è assurdo: centinaia di televisori con tutti gli eventi sportivi mondiali. E se vai in bagno trovi televisori anche lì; 10) Ce ne sono tantissime altre di cose da dire... io ti ho detto solo le prime che mi sono venute in mente. Concludo dicendo che New York come persone non è quella che magari hai potuto vedere a Sex and the City. Mi spiego meglio: in quel telefilm si vedevano (comprese le comparse) al 99% gente bianca. Non è assolutamente così. Ci sono milioni di neri, asiatici e ispanici. Ma veramente tanti e credo che tutte e tre insieme siano di più dei bianchi. Non ne sicuro ma credo proprio di sì. E questo è uno dei motivi per il quale io adoro New York: la varietà al massimo, ed è una cosa che a me affascina. New York è un piccolo mondo a parte... Splendida!
stefania pedretti
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Secondo me, la prima volta che si va a New York, conviene concentrarsi su Manhattan, concedendosi al massimo un salto a Brooklin. Lo so che la curiosità di fare un salto alla periferia del Bronx, oppure un giretto nel Queens... vedi tutto è forte, ma è meglio avere un’idea chiara e precisa del cuore di New York piuttosto che voler vedere tante cose e poi restare con una visione superficiale che non rende bene l’atmosfera e l’essenza del posto. Manhattan è immensa… Forse la cosa migliore è partire da Central Park e venire verso sud, verso la Lower Manhattan (oppure viceversa, partire dalla Lower Manhattan e percorrere verso nord fino a Brooklin). Luoghi assolutamente da non perdere, partendo da Central Park : il Metropolitan Museum of Art (immenso: è uno dei musei più grandi, importanti e famosi al mondo e porta via tantissimo tempo per visitarlo. Se non avete tempo, evitate di entrarci - stesso discorso vale anche per l’American Museum of Natural History), il Rockefeller Center (5a Ave tra la 50a e la 51a Str. - con i Channel Gardens, la Lower Plaza, il GE Building che è sede della NBC), Times Square, due passi lungo Broadway per assaporarne l’atmosfera, il Palazzo dell’ONU, l’Empire State Building (su cui conviene salire per godersi la vista sulla città - tempo atmosferico permettendo), Madison Square Garden, un giretto a Soho e nella Little Italy, Chinatown e la Lower Manhattan ( Wall Street, Ground Zero - WTC), il ponte di Brooklin, la Statua della Libertà ed Ellis Island. Per muoversi, consiglio indubbiamente la metropolitana, oppure un buon paio di scarpe per girare in superficie. Munitevi solo di una buona mappa di New York. Attenzione, però, al periodo in cui andate, perché potrebbe fare molto caldo, ma anche molto freddo.
Da non perdere Ponte di Brooklyn , Central Park , Empire State Building
gioia arnesano
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : New York , o in italiano Nuova York oppure anche New York City e The City of New York) è una città di 8.175.133 abitanti (censimento 2010)[3] degli Stati Uniti d'America. Situata nello Stato omonimo, è la città più popolosa degli... vedi tutto Stati Uniti, nonché uno dei centri economici e culturali più influenti del continente americano e del mondo intero. Uno fra i suoi simboli più famosi è la Statua della Libertà. Sorge su un'area di circa 785 km² alla foce del fiume Hudson, sull'Oceano Atlantico. Situata sulla cosiddetta Baia di New York (New York Bay), in parte sulla terraferma e in parte su isole, è amministrativamente divisa in cinque distretti (borough): Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island. Di essi, uno è sulla terraferma (il Bronx, situato a nord di Manhattan); tre si trovano su isole: (Staten Island, di fronte al New Jersey; Queens e Brooklyn, rispettivamente nell'estremità nord-occidentale e sud-occidentale dell'isola di Long Island) e uno, Manhattan, sull'appendice inferiore della penisola su cui si trova anche il Bronx, ma che da esso è separato dall'Harlem River, fiume-canale che collega l'Hudson all'East River. I cinque boroughs sono anche sedi di contea metropolitana: la contea di New York propriamente detta occupa l'intero territorio di Manhattan, quella di Kings il territorio di Brooklyn e quella di Richmond il territorio di Staten Island; le altre due contee (Bronx e Queens) sono omonime dei boroughs e si sovrappongono al loro territorio amministrativo. L'area metropolitana di New York si trova all'intersezione di tre Stati (New York, New Jersey e Connecticut). L'intero agglomerato urbano conta 18.223.567 abitanti,[4] mentre quello metropolitano è di 23.019.036 abitanti, che la rendono, secondo le stime, dalla terza alla sesta area urbana più popolata del mondo e dalla prima alla terza del continente americano (in concorrenza con Città del Messico e San Paolo del Brasile). Limitatamente ai confini comunali, invece, New York è stimata come quattordicesimo comune più popolato del mondo, tra Kinshasa e Lagos. Non appartengono a New York, né fanno parte della sua area metropolitana, ma gravitano intorno ad essa per ragioni economiche e culturali, alcune città del confinante Stato del New Jersey, come Jersey City, Newark e Hoboken, situate sulla riva occidentale dell'Hudson, proprio di fronte a Manhattan. La citata Newark è tra l'altro sede di uno degli aeroporti internazionali che servono New York, il Newark-Liberty, situato a 24 km da Manhattan. Gli abitanti di New York si chiamano New Yorkers, traducibile come newyorkesi o raramente in novaiorches
Da non perdere Brooklyn , Manhattan
Gianni Cavallotto
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : A Little Italy c’è poco da vedere e quello che si vede di Italia è abbastanza finto. Chinatown è piccolissima, quindi si fa in fretta a fare due passi, ma non è nulla di straordinario a parte i ristoranti, io... vedi tutto mi fermerei lì per pranzo. Il ponte di Brooklyn è pedonale, ma attraversarlo tutto è una bella scarpinata. Secondo me è carino arrivare a poco da Manhattan, fare le classiche foto e tornare indietro. Sull'Empire State Building bisogna assolutamente salire! Si può prendere il biglietto (mi sembra 40$) per arrivare sulla terrazza e poi un ulteriore biglietto per arrivare proprio sulla punta punta, anche se non ne vale molto la pena perché lo stanzino è molto piccolo con tutti vetri. La terrazza, invece, è imperdibile! Central Park indimenticabile: noi lo abbiamo visitato in bicicletta, si affittano all'ingresso del parco… Davvero bello, soprattutto se giri il perimetro ti rendi conto di essere nel centro della città. Non esiste qualcosa di simile in Italia. Di sera Times Square è proprio unica, se vi piacciono i musical o il teatro sulla Broadway c’è l’imbarazzo della scelta. Se ne avete voglia, vale proprio la pena passare una notte, fino alle 2 almeno in giro attorno a Times Square. Per spostarsi la metro è perfetta, se avrete l’auto a Manhattan si gira bene, ma parcheggi sono salatissimi! Brooklyn e Bronx (ci sono zone residenziali del Bronx davvero belle) sono caotiche e trafficate da girare in macchina, se arrivate al JFK ve ne accorgerete subito. Coney Island non è niente di particolare. I Queens sono assolutamente da evitare se non avete contatti del posto con cui girare. Dall’opposite side del fiume Hudson, rispetto a Manhattan, forse è già New Jersy (ma si tratta solo di attraversare il George Washington), c’è una bellissima passeggiata da fare lungo il fiume con la vista su fiume e skyline di NYC. Romantica al tramonto. Se c’è troppa coda per visitare la Statua della Libertà, o i biglietti sono esauriti o costano troppo, la soluzione migliore è prendere il battello (ferryboat) che collega Manhattan a Staten Island, è GRATIS e passa proprio a fianco della Statua. Io sono salito a Manahattan e a Staten Island, dopo essere sceso mi sono immediatamente reimbarcato per Manhattan. C'è anche la nuova highline. Hanno recuperato una vecchia linea di treni sopraelevata e ora è pedonabile, dicono che sia proprio bella. Ultimo consiglio, costa un po’ (mi sembra 60$) ma vale la pena il giro con il bus turistico, quello rosso, che c’è dappertutto. Ti fa fare anche il giro a Brooklyn e ti evita di scarpinare (Brooklyn da girare a piedi secondo me non vale la pena).
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156262
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0

Destinazioni vicine a New York

DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca Hotel a New York

HotelSearch-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Shopping
Arte e cultura
Studenti
giovani e singole
Mete romantiche
Mete per la famiglia
Verde e natura
Avventura
Enogastronomia
Casino'
Sport
Sole e Mare
Montagna
Terme e Benessere
Cicloturismo
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo New York

Pioggia
12 °
Min 1025° Max 1704°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0