×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Velletri: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0050047
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0030025

A cavallo tra i Colli Albani e l’Agro Pontino sorge l’ultimo, non certo per importanza, dei Castelli Romani: Velletri. Splendida città dall’illustre, travagliata e complessa storia, spicca per quanto riguarda l’architettura religiosa, i siti archeologici, le ville e la natura che la circonda. Ricca di tradizioni e folclore, Velletri non delude con i suoi prodotti gastronomici, come il pane e il vino, al quale è dedicata la famosa Festa dell’Uva e dei Vini.

Territorio e storia

Il territorio di Velletri sorge sulle pendici del Monte Artemisio e vanta la particolarità di estendersi tra due zone ben distinte, dalle propaggini meridionali dei Colli Albani, fino ai margini dell’Agro Pontino, zona bonificata durante il Fascismo. Il centro storico ha un’altitudine di circa 380 metri sul livello del mare. Ci troviamo ovviamente in provincia di Roma e Velletri è, a livello geografico, l’ultimo dei Castelli Romani provenendo da Roma, che dista solo 40 chilometri dalla cittadina.

Le origini dell’antica “Velestrom” sono antichissime e risalgono al periodo dell’occupazione dei Volsci e successivamente alla dominazione dei Romani, che cambiarono il nome in “Velitrae”: questa durante la guerra latina, dopo varie vicissitudini, venne definitivamente sottomessa nel 338 a. C. La città giunse all’epoca medievale in pace, momento storico nel quale passò sotto la denominazione dei Conti del Tuscolo prima e di Papa Bonifacio VIII dopo, con un provvedimento speciale per l’epoca. Velletri, da libero comune, fu amministrato da sindaci e priori fino al 1559, quando fu imposto un governo vescovile. Sotto la guida dello Stato Pontificio divenne teatro di battaglie ed eventi politici italiani ed europei, fino ad essere quasi interamente distrutta durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Clima e meteo

Il clima di Velletri è caldo temperato, mediterraneo con siccità estiva. Essendo poco distante dalla Pianura Pontina differisce di poco da questa per quanto riguarda il clima: a soli 25 chilometri dalla costa, Velletri risente infatti dell’influenza mitigatrice del Mar Tirreno, con una brezza che spira in estate e nelle stagioni intermedie, ideali per una visita in centro storico, considerando la temperatura piacevole, nonostante le incursioni negli ultimi anni sempre più frequenti dell’anticiclone africano. Gli inverni sono caratterizzati dall’alternanza di periodi miti con picchi di freddo, ma con temperature che raramente arrivano allo zero.

Cosa mangiare e dove dormire a Velletri

La tradizione gastronomica veliterna vanta numerosi piatti tipici, preparazioni che prevedono l’impiego di ingredienti poveri ma che danno vita a delle pietanze ricche nel sapore. Non si può non citare in primis i “carciofi alla matticella”, che si preparano, dopo averli ben insaporiti con olio extra vergine d’oliva, sale e mentuccia, direttamente sulla brace: questa tradizionale ricetta è stata tramandata dai contadini che in primavera ripulivano la vigna dai vecchi rami e li sistemavano in fasci, detti appunto “matticelle”, utilizzate per accendere il fuoco della brace e del camino.

Altro piatto tipico e antichissimo la zuppa di cavoli con baccalà: i contadini la consumavano per la colazione di metà mattinata utilizzando cavolo romanesco, pane raffermo, patate e baccalà. Assolutamente da assaggiare pappardelle al sugo di cinghiale e gli strozzapreti alla velletrana, un’antica pasta corta fatta a mano preparata con acqua e farina. Per assaggiare queste e molte altre specialità “casarecce basta recarsi in uno dei tanti ristoranti come “La Locanda del Cigliolo”, che da anni grazie ad una gestione familiare riesce a proporre piatti genuini e gustosi della tradizione veliterna e romana: imperdibili la carbonara, le tagliatelle ai funghi porcini, l’abbacchio e la carne cotta alla brace, ma buonissima anche la pizza, fina, croccante ed enorme. Cucina della tradizione anche alla trattoria “Duilio”, storico locale che serve una zuppa di fagioli buona da “leccarsi i baffi”.

A Velletri non si mangiano solo ottimi piatti “di terra” ma anche “di mare” ed il re è senza dubbio Benito Morelli, chef famoso a livello nazionale che da oltre 50 anni è protagonista di grandi eventi istituzionali. Al tavolo del suo Hotel RistoranteBenito al Bosco” si son seduti personaggi di spicco come Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman e Lucio Battisti. Presso le tre strutture di Velletri, (“Villa dei Volsci” e “Casale della Regina”) è possibile gustare specialità di pesce in primis ma anche di terra in location storiche circondate dal verde con panorami mozzafiato.

Tra i dolci da non perdere le classiche “ciambelline al vino” e proprio quest’ultimo è grande protagonista in tavola: Velletri vanta infatti produttori e cantine di spicco con vini DOC (bianco, rosso, spumante etc). 

Per dormire a Velletri c’è anche l’agriturismoI Casali della Parata” hotel e B&B deliziosi tra i quali “La Culla dei Castelli Romani” e “Vigna dell’Agrifoglio”.

Come arrivare a Velletri

Come arrivare a Velletri da Roma? Dal G.R.A prendere l’uscita 23 e proseguire sulla Via Appia in direzione Albano attraversando i Castelli Romani, oppure percorrendo la Via dei Laghi fino a Velletri. Arrivando da nord o da sud è consigliabile percorrere l’A1 Milano-Napoli fino al casello di Valmontone e poi seguire le indicazioni sulla via Ariana. Arrivare a Velletri in treno è comodissimo grazie alla stazione ferroviaria collegata con Roma Termini e Tiburtina, nella quale arrivano anche i bus Cotral da Roma e da sud (Colleferro, Latina etc.)

Cosa fare e visitare a Velletri

Nonostante Velletri sia stata colpita pesantemente dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, conserva ancora oggi molte testimonianze della sua antica e importante storia. In primis ci sono i siti archeologici, come quello delle Stimmate, area più antica e sacra della città con lavori ancora in corso. Da vedere a Velletri ovviamente il suo centro storico pedonale con la centralissima Piazza Cairoli, sulla quale s’affacciano la Chiesa di Santa Maria Assunta e il suo elegante campanile gotico, simbolo della città. Da qui si può proseguire per le stradine giungendo al Palazzo Comunale, costruito nel 1575 sui resti di un’antica costruzione romana e sede dei Musei Civici di Velletri che conservano antiche e preziose testimonianze storico – archeologiche del territorio come il famoso “Sarcofago delle fatiche di Ercole” o “Sarcofago di Velletri”, considerato un “unicum” dell’arte romana.

Con una breve passeggiata lungo il Corso principale si giunge alla Cattedrale di San Clemente che conserva la Sacra immagine della Madonna delle Grazie, portata tra le vie della città nella storica processione del sabato antecedente la prima domenica di maggio che si svolge dal 1613, quando il popolo veliterno decise di festeggiare la Madre di Dio: un evento solenne e suggestivo il suo rientro in chiesa in coda al corteo dei ceri.

Amata dai veliterni e non solo la Festa dell’Uva e del Vino celebrata in settembre con stand e molte manifestazioni per le strade del centro, visite guidate alle cantine e alle vigne storiche, ma anche la Festa delle Camelie si è ritagliata un ruolo di spicco tra gli appuntamenti: a marzo queste splendide piante crescono nella zona rurale e si tengono diverse mostre, attività ludiche, e mercatini con prodotti artigianali e agroalimentari locali.

Leggi anche cosa vedere a Velletri, per una visita davvero completa in città.

Prefisso:
06
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
veliterni
Patrono:
Papa Clemente I
Giorno Festivo:
23 novembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0080077
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Velletri

barbara
Voto complessivo 7
Guida generale : Velletri è amabile soprattutto per la sua bella posizione: si appoggia infatti, a nord, sulla montagna del Monte Artemisio mentre a sud è possibile scorgere il mare e, spesso, il promontorio del Circeo. In generale sono presenti diverse attrattive: la... vedi tutto piazza del Comune, la fontana del Bernini e altri siti d'arte possiedono una loro unicità. Anche il museo civico possiede reperti preziosi. Velletri offre buon cibo preparato secondo tradizione, dai forni per la pizza ed il pane ai ristoranti dove si gustano piatti sia di cucina tipica, che di alta preparazione. L'intrattenimento è legato, soprattutto, alle iniziative teatrali che si svolgono in alcuni periodi dell'anno. La gente, forse all'inizio un po' chiusa, diviene, poi, più affabile. Sulla sicurezza, i trasporti, l'accessibilità in alcune strade ci sono diverse cose da migliorare. Per quanto riguarda le attività c'è da augurarsi che, con il tempo, vari l'offerta, oltre alla festa dell'uva e delle camelie, degli eventi così da arricchire l'immagine della nostra città.
SERGIO CAIOLA
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Velletri è situata a circa 35 km a sud di ROMA ed è come estensione e con i suoi 59.000 abitanti la più grande città dei CASTELLI ROMANI, ricca di storia, per i VOLSCI, popolo che si insediò qui prima... vedi tutto dell'IMPERO ROMANO. La sua posizione geografica è invidiabile,perchè trovandosi a 370 mt di altitudine,ai piedi del monte ARTEMISIO, A 12 KM DAL lago di CASTEL GANDOLFO(residenza estiva del PAPA)ed a 27 km dal mare(ANZIO, NETTUNO, LATINA, SABAUDIA o SAN FELICE CIRCEO), viverci è piacevole e salutare. Per chi venisse a VELLETRI consiglio di visitare gli OLIVETI, i vigneti e le cantine,con i suoi vini DOC,le trattorie,con i loro piatti tipici DOP (CARCIOFI ALLA MATTICELLA, ZUPPA DI CAVOLETTI E BACCALA', PASTA IN TUTTE LE SALSE E PANE da leccarsi i baffi). Da non perdere anche la CATTEDRALE, IL MUSEO, PORTA NAPOLETANA E VILLA GINNETTI.
Voto complessivo 7
Guida generale : Purtroppo è stata ricostruita dopo i bombardamenti della 2a Guerra Mondiale. C'è rimasto poco o niente. Ed è stata ricostruita male, malissimo. E la maggior parte delle costruzioni soffre di incuria. La località però è bella, ma male sfruttata.
Rossella Giardina
Livello 69     7 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Una bella cittadina a due passi da Roma in cui trascorrere un piacevole week end all'insegna della buona cucina e del buon vino, passeggiando tra i vicoli del centro storico tra monumenti, chiese e bei negozi.
Enrico Pennacchi
Livello 14     2 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 5
Guida generale : Una Cittadina che offre molta storia e risorse artistiche dove si mangia bene e ci sono moltitudini di terreni coltivati a vigneti ed ulivi,la gente è ospitale prodotti tipici,feste paesane e sagre non mancano nell'arco dell'anno ad ornare il valore... vedi tutto dell'ultimo dei Castelli Romani ma il più antico,il più importante sotto il profilo socio-culturale!!! Sarete i benvenuti e non ve ne pentirete!!!
ROSALBA NICCOLI
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Soggiornato in un B&B con giardino. I titolari, due persone gentilissime, ci hanno preparato buonissime colazioni con prodotti naturali. L'appartamento, molto carino era fornito di tutti i confort. Localizzato nelle vicinenze dei colli romani, ci ha permesso di visitare le... vedi tutto più belle e conosciute cittadine , quali Nemi, Castel Gandolfo ecc.ecc.
paola
Voto complessivo 3
Guida generale : Carina ma molto sporca, le fontane belle e mal curate, pochi locali di ritrovo la sera, poche attrazioni durante la stagione estiva e invernale
galli carlo
Voto complessivo 7
Guida generale : C'è un po' di tutto, problemi di parcheggio, gente genuina, mangiare ottimo, belle chiese, ottimo clima.
mauro esposito
Livello 27     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Cittadina tranquilla e pulita, tipico borgo medievale, molte cose da vedere come il carnevale, la festa dell'uva quella delle camelie ed il corso si puo visitare a piedi per l'isola pedonale.
Da non perdere carnevale , festa dell'uva
GIOVANNI GUTTORIELLO
Livello 26     4 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : ULTIMO, SOLO PER POSIZIONE GEOGRAFICA, DEI CASTELLI ROMANI, OFFRE DIVERSE SPECIALITA' CULINARIE, TIPICHE DEL POSTO, ED UN CARATTERISTICO CENTRO STORICO CON NEGOZI E LOCALI TIPICI.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0200191
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0710687
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004

Cerca offerte a Velletri

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100098
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010004
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0230222
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008

Meteo Velletri

Pioggia
10 °
Min 10° Max 13°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,02102
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0