×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Porto Empedocle: guida completa e cosa vedere  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0010013
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Qui la chiamano a’marina: del resto, Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, quasi 18mila anime, vive sul e con il mare, grazie a spiagge lunghissime e a un litorale da sempre considerato uno dei più belli di tutto il Mediterraneo, gettonatissimo soprattutto d’estate perché stazione balneare di gran richiamo.

Il suo clima, caldo e temperato, ne permette una visita in ogni mese dell’anno: le sue attrattive non riguardano solo le spiagge ma anche tanti luoghi in cui storia e cultura si intrecciano, a raccontare l’esistenza di questa località siciliana che è posizionata attorno alle foci dei fiumi Salso e Platani.

Già nella ‘notte dei tempi’ Porto Empedocle era abitata da genti che vivevano di pesca e che si spostavano anche nelle colline dell’entroterra, ma solo attorno al 1130 (al tempo della dominazione Normanna in Sicilia ed esattamene sotto la guida di Ruggero II) si iniziò a valorizzare ‘ufficialmente’ la sua identità portuale che vedeva un’intensa attività commerciale. I tanti traffici non solo con Agrigento ma con tutta l’area mediterranea, convinsero i governanti a potenziare l’approdo che divenne uno dei migliori di Sicilia, come raccontano le cronache del 1400.

Sotto gli Spagnoli, nella seconda metà del 1500, per ordine di Carlo V, veniva ristrutturata e resa più imponente una vecchia torre di guardia da sempre usata per la difesa dalle scorrerie dei pirati saraceni. Era talmente apprezzata la funzione commerciale di Porto Empedocle (indicata come Marina di Girgenti) che si iniziò a chiamarla ‘Caricatore’ per la capacità di smistare una gran mole di merce.

 Così, superata la metà del 1700, Carlo III di Borbone rese il porto ‘moderno’ e ancora più efficiente, equipaggiando l’area di molo con banchina e adeguati fondali. In questo, con gran disinvoltura, usarono persino i materiali provenienti dalle rovine di un tempio greco dedicato a Zeus. Altri tempi… forse! Fatto sta che il potenziamento strutturale del porto permise alla cittadina di salire al top nella esportazione di zolfo. Siamo attorno al 1830 e tutto ciò richiamò gente non solo dalla vicina Agrigento ma da ogni parte della Sicilia (e oltre): e Porto Empedocle delinea una vera identità urbana, accanto a quella marinara in senso stretto, con la costruzione di edifici civili, chiese, locali vari, caffè. Ne nel 1851 il re Ferdinando II le concede l’autonomia, e con l'Unità d’Italia, la vecchia denominazione di Marina di Girgenti si trasformò in Porto Empedocle: era il 4 gennaio 1863.

È proprio grazie al suo porto commerciale e a un’intensa attività di pesca che si basa l’economia di Porto Empedocle, incentivata anche dal turismo non solo balneare ma anche, se vogliamo, letterario, visto che qui sono i luoghi in cui lo scrittore Andrea Camilleri lascia agire il suo personaggio più famoso, il commissario Salvo Montalbano, che richiama frotte di turisti pure dall’estero, intenzionati a scoprire le bellezze in cui si svolgono tanti atroci delitti di fantasia. Ci sono inoltre alcune industrie che si occupano del settore chimico, alimentare e della produzione di cemento.

Tra gli appuntamenti molto sentiti dagli abitanti e da chi viene appositamente per assistere alle relative celebrazioni durante la terza e quarta settimana di luglio, c’è la festa in onore della Madonna del Carmine, evento antichissimo che nasce praticamente con Porto Empedocle. Si tratta di una Madonna di importazione, venerata anche nella vicina Girgenti da cui provenivano tanti di coloro che andarono ad abitare nel nuovo borgo marinaro. Tra i momenti più suggestivi, la cosiddetta varchiata a mari, durante la quale la statua della Madonna del Carmelo è posta su un peschereccio e fa il giro del porto assieme a una processione di altre imbarcazioni, tra sirene, luci, fuochi d’artificio. E nei giorni di festa, si svolge inoltre una gara durante la quale i partecipanti si sfidano a raggiungere una bandiera fissata all'estremità di un palo insaponato posto orizzontalmente sulla prora di un peschereccio: è l’antinna a mari.

Nella prima domenica di settembre si onora invece San Calogero Eremita: poiché egli se ne andava in giro per i paesi a raccogliere qualcosa da mangiare per i malati di peste, la gente, per paura del contagio gli tirava da lontano il pane. Così ancora oggi, durante la processione, c’è chi lancia verso la statua del santo, dalla finestra e dai balconi di casa il pane di San Calogero, detto muffuletta. Il 25 febbraio si ricorda anche il patrono, San Gerlando.

La cucina empedoclina punta su straordinarie ricette a base di pesce. Impossibile resistere a un piatto di spaghetti al nero di seppia o con le aragostelle, alla pasta con le sarde, ai ricci di mari, con le triglie di scoglio o con i polipi a strascinatale, ovvero bolliti e conditi con aglio, olio, peperoncino. Ma c’è pure da gustare notevole pasta ai broccoli o con le zucchine fritte. Si può proseguire con calamari ripieni, sarde a beccafico, involtini di spada, i purpiteddrì, la caponatina o gli arancini. Pure i panini sono da assaggiare, magari da mangiare assieme al primosale locale, i muffuletta (quelli di San Girolamo), ricoperti di semi di finocchietto selvatico, e i ciminati, ricoperti da semi di sesamo. I dolci sono un capitolo a parte (da apprezzare assieme al vinu zibbibbu). Cannoli ca' ricotta, cassata siciliana, cuccìa, che si mangia durante la festa di Santa Lucia, a base di grano bollito, ricotta e cioccolato, o ‘a pecura dolce a forma di pecora realizzata con la pasta reale ripiena di pistacchio, a Pasqua. Molti i tipi di biscotti, dai taralli agli anasini all’anice, ai purciddàti con i fichi, ai mastazzoli a base di vino cotto.

Perché Porto Empedocle si chiama così (anche se prima era Marina di Girgenti)? Un omaggio allo scienziato-poeta-politico Empedocle, nato nella vicina Akragas, l’antica Agrigento, nel 492 avanti Cristo. Tra le sue valenze, aver reso salubre il clima della sua città, abbattendo le colline rocciose che impedivano ai venti del nord di soffiare su di essa e aver liberato Selinunte dalla malaria.

Tra i personaggi famosi, di qui, come accennato, lo scrittore Andrea Camilleri, classe 1925, e il suo Salvo Montalbano, il commissario rude e buongustaio che ha conquistato il cuore di tutti. Da non dimenticare doverosamente Luigi Pirandello, nativo esattamente di Girgenti, premio Nobel della letteratura, di cui è una voce evergreen.

Mare, spiagge, panorami che ‘sanno’ d’Africa, con quel sole caldo e avvolgente che entra nell’anima e nel corpo: una visita di Porto Empedocle è un’esperienza indimenticabile non solo per la curiosità del suo centro storico ma anche perché punto di partenza verso altre meraviglie, come la Valle dei Templi e le Isole Pelagie, Lampedusa e Linosa.

Prefisso:
0922
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
empedoclini
Patrono:
San Gerlando
Giorno Festivo:
25 febbraio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0010008

Valutazione generale

9
Ottimo
9
Media
1
Bassa
1
Buona

Chi c'è stato

Tutti
3
Famiglie
1
Turisti maturi
1

Indicatori

Accoglienza
Accessibilità
Alloggio
mangiare e bere
shopping
Attrattive
attività
Intrattenimento
Sicurezza
convenienza
Trasporti
Servizi ai turisti
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Porto Empedocle

Conosci Porto Empedocle? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Maria Marchese
Livello 21     3 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Venire a Porto Empedocle in estate col il suo mare, la spiaggia che c'è per chi ritorna anche per i miei concittadini è straordinario soprattutto ritrovare e sentire l'odore che c'è al porto odore di mare, petrolio corde bagnate, anche... vedi tutto di pesce fa tornare indietro nel tempo, poi le feste paesane che permettono ai turisti che devovo andare a Lampedusa di poter assistere fino all'ora della partenza della nave,poi ogni settimana c'e il mercatino rionale dove è bello andare anche senza comprare nulla ,siamo sinceri in estate è tutta un'altra cosa venire perchè aprono tutti i lidi, le pizzerie le gelaterie, vengono posti fuori i tavolini di tutti bar e puoi starci seduto fino all'indomani, può anche succedere che si trovi aperta per tutta la notte la chiesa madre, dimenticavo di parlarvi dell'estate empedoclina straordinaria per via di quanti cantanti e gruppi musicali della canzone italiana si possono ascoltare belle canzoni stando seduti gustando un gelato oppure mangiando panini speciali che pochi sanno fare in altri posti,anche la primavera è molto bella da noi soprattutto i tramonti meravigliosi,le processioni del giovedì e venerdì santo col le statue a grandezza d'uomo poi non parliamo dei dolci cannoli cassate siciliane cornetti caldi la mattina venite e constaterete che ho scritto solo la verità. Maria Marchese
Da non perdere Torre Carlo V , Valle dei templi , La Scala dei Turchi
Maria
Voto complessivo 7
Guida generale : C'è una spiaggia ed un mare bellissimo, gli empedoclini sono molto accoglienti venire in primavera o in estate sarà un soggiorno indimendicabile per chi verrà in questo periodo, gli aspetti tra le due stagioni sono questi; i colori del mese... vedi tutto di maggio sono straordinari poi c'è la processione del giovedì e venerdì santo con le statue e l'urna con dentro il cristo morto ,l'ìmmacolata dietro all'urna che piange suo figlio morto poi alla mezzanotte tutti in piazza e in chiesa per la resuscita altro non è che un ritrovarsi a bere e mangiare ai vari bar e pasticcerie .Lestata è mgica i bagni fino a tardi i cantanti della musica italiana te li puoi ritrovare a fianco in piazza la sera di ferragosto ci sono tanti falò in spiaggia con tante persone che arrostisce roba da mangiare o che mangia anguria fresca ed infine i fuochi d'artificio
FRANCE
Voto complessivo 9
Guida generale : È la spiaggia della mia adolescenza, l'adoro!I dintorni sono straordinari. Concordo sul carattere aperto e gentile degli abitanti, da sempre volti allo scambio con tre continenti. Vorrei che fossero potenziati gli aeroporti di Comiso e di Birgi per valorizzare i... vedi tutto centri della costa sudoccidentale della Sicilia e che fossero dotati anche anche di trenini rapidi fra i due aeroporti, fra i più sicuri d'europa.
CATERINA
Voto complessivo 10
Guida generale : Sono nata a Porto Empedocle 63 anni fa, paese accogliente, gente affabile e generosa, sono andata via x il lavoro, ma il sole, il mare, la spiaggia continuano a scaldare il mio cuore pieno di nostalgia... consiglio ai miei amici... vedi tutto di venire a godere del mio sole, di ammirare la scala dei turchi, il gigante, la valle dei templi, il porto e la nostra recente statua dedicata al commissario Montalbano, nato dalla fervida fantasia di Alberto Camilleri che non ho avuto ancora il piacere di conoscere.
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : A Porto Empedocle Vigata possiamo ammirare: i resti dell'antico porto, del quale rimane solamente una torre di guardia restaurata nel '500; il molo nel XVIII secolo, che fu costruito con le pietre dell'antico Tempio di Giove Olimpico di Agrigento.A poca... vedi tutto distanza dal centro abitato si trova la villa di Durrueli, edificio romano risalente al I secolo a.C. che conserva ancora pavimentazioni in mosaico originali.
margherita di stefano
Livello 14     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Porto empedocle è una tipica città marinara con le sue spiaggie che si estondono per ben 3 km, al confine tra porto empedocle e realmonte si trova la scala dei turchi una marna bianca che si affaccia sul mare, dall'aspetto... vedi tutto suggestivo, dai forti contrasti cromatici se si pensa all'azzurro del mare e del cielo contrapposto al bianco accecante della roccia.Porto Empedocle è anche terra natale di illustri scrittori come Luigi Pirandello e il più attuale Andrea Camilleri.
Da non perdere La torre Carlo V , La casa di pirandello , La Scala dei Turchi
TONY GRASSAGLIATA
Voto complessivo 8
Guida generale : NORMALE CITTADINA MARINARA, CON LITORALE A DIR POCO MOZZAFIATO, RISTORANTI DOVE OFFRONO OTTIMI MENÙ A BASE DI PESCE A PREZZI CONTENUTI. L'UNICO NEO: POCA ORGANIZZAZIONE DI EVENTI NOTTURNI COME UN POSTO DI MARE RICHIEDEREBBE. DA PREFERIRE PER CHI INVECE AMA... vedi tutto IL MARE E TANTA TRANQUILLITÀ!!!! CORRETE!!!
FRANCESCA NERI
Voto complessivo 10
Guida generale : SONO DI PORTO EMPEDOCLE, UN MARE MERAVIGLIOSO E TANTE COSE DA VEDERE, GENTE DI CUORE CHE SI APRE ALLA GENTE CHE ARRIVA, DA UN PO DI ANNI SI E TANTO MIGLIORATA, ANCORA C'È DA FARE IO VIVO A FIRENZE MA... vedi tutto QUANDO PENSO LA SCALA HO NOSTALGIA PENSO CHE A PRESTO TORNERO. VENITE, È TANTO CARINA
Annamaria Palermo
Livello 25     2 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : E' sicuramente una delle tappe più belle da visitare nel tour della Sicilia. Famosa è la scala dei turchi di una bellezza sorprendente e con un panorama mozzafiato. Mari e monti si incontrano per creare una perfetta armonia che regala... vedi tutto emozioni uniche.
Da non perdere Scala dei Turchi
Pasquale Iacono
Livello 23     3 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : È un salotto bellissimo soprattutto nel periodo estivo, poi si trova attaccata alla bellissima Valle dei Templi e alla meravigliosa scala dei turchi... consiglio a chiunque di venire a passare una bellissima vacanza estiva accompagnata da tantissimo sole e mare... vedi tutto e poi perché no una bella visitina alla valle dei templi...
Da non perdere Valle dei templi , lungomare , La Scala dei Turchi
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0010009
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Porto Empedocle

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Enogastronomia
Giovani e single
Arte e cultura
Studenti
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Shopping
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0010013
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Porto Empedocle

Sereno
23 °
Min 2121° Max 2755°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009