×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Pordenone: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0156257
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Pordenone è la provincia più occidentale fra le quattro che compongono la regione del Friuli Venezia Giulia.

Pordenone confina a ovest con il Veneto, mentre a est la separa dalla provincia di Udine il fiume Tagliamento. Pur non essendo una provincia di confine, da Pordenone si giunge in territorio austriaco con un percorso di soli 180 km, e in territorio sloveno, con un percorso di soli 88 km. Il territorio è piuttosto sfaccettato, suddiviso in tre fasce: a nord un’ampia zona montana, al centro una parte collinare ed infine, a sud, una vasta area pianeggiante. Comprende anche alcune zone di particolare interesse paesaggistico, come il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane e la Valle del Vajont. La provincia pordenonese, inoltre, è racchiusa tra la provincia di Udine a nord-est, fra le tre province venete di Belluno e Treviso a ovest, e di Venezia a sud, per questo motivo è considerata un ponte per l’Europa.

Così come il territorio, anche il clima di Pordenone è molto sfaccettato; temperato e umido nella zona pianeggiante, più rigido e piovoso in quella montana. La temperatura media è di 13 °C, con una piovosità significativa durante tutto l’anno, anche nei mesi più caldi.

Il nome latino di Pordenone è "Castrum Portus Naonis", dove "portus" sta per porto, e "naonis" è l’antico nome del fiume Noncello che attraversa il territorio. La storia della città è sempre stata legata al fiume che per secoli è stato determinante per lo sviluppo economico della città, stimolando la popolazione allo scambio e al confronto con altri popoli.

La storia della città ha radici molto antiche, ritrovamenti di resti preistorici e romani (terme, templi, banchine portuali) attestano la sua esistenza in epoca protostorica e romana. Pordenone è citata per la prima volta nel 1204, nel diario di viaggio di Wolger di Passau, futuro Patriarca di Aquileia. Nel 1276 il piccolo territorio diviene possesso degli Asburgo d’Austria, così in breve tempo il nucleo originario diviene il punto di riferimento dei territori minori circostanti e impone un dazio da pagare per il traffico portuale sul fiume. La città vera e propria nasce verso il IX-X secolo, quando riuscì, per i suoi traffici sul Noncello, a superare d’importanza i territori limitrofi di Torre e Cordenons. Con il passare del tempo Pordenone diviene punto di transito di una via che collegava i territori veneziani con le regioni transalpine del Nord. La città passò successivamente sotto il dominio di Venezia, con cui condivise le sorti fino all’arrivo dei Francesi. Nel 1968 Pordenone si stacca dalla provincia di Udine e diventa capoluogo di provincia. Dal 1974 è sede vescovile della diocesi di Concordia-Pordenone.

L'economia di Pordenone subisce un decollo industriale nell’Ottocento, nei settori del tessile, della ceramica e della carta, grazie anche all’avvento dell’energia idroelettrica utilizzata a Pordenone già dal 1888. I danni della prima guerra mondiale e la crisi del settore cotoniero, portarono all’inizio del secolo ad un lento declino, ed allo spopolamento della città. Una decisa inversione di tendenza si ebbe nel secondo dopoguerra, quando ci fu una generale ripresa industriale trainata dalla Zanussi, piccola azienda di produzione di stufe che diventò un colosso europeo nel campo degli elettrodomestici. Nei primi decenni del XX secolo Pordenone conosce un notevole sviluppo economico ed industriale nelle lavorazioni metalmeccaniche, siderurgiche, chimiche e del legno. Inoltre, per chi avesse voluto arrivare in Austria o a Venezia, il borgo rappresentava una tappa essenziale, che ben si prestava a un continuo riciclo di merci e uomini d’affare.

Il capoluogo friulano ospita importanti iniziative di respiro internazionale. Nel mese di settembre si tinge di giallo, il colore di "Pordenonelegge", la più grande manifestazione culturale della città, che porta a Pordenone scrittori, poeti, filosofi e giornalisti, italiani e internazionali. Per l’evento tutta la città è addobbata con drappi, bandiere, manifesti gialli con un elegantissimo gatto nero immortalato in diverse pose, mentre abbondano gli appuntamenti e gli incontri con gli autori dei libri più amati. Pordenone non delude gli amanti del cinema, nel mese ottobre infatti si tengono le "Giornate del Cinema Muto", la cui prima edizione risale al 1982. Una manifestazione di livello internazionale che ha come fine quello di promuovere la conoscenza del patrimonio cinematografico muto internazionale. Da non perdere anche il "Dedica Festival", una manifestazione letteraria e internazionale che si tiene durante il mese di marzo, ogni anno dedicata ad un autore differente, senza intenti celebrativi ma con l’obiettivo di approfondire il percorso artistico del protagonista, sfruttando mezzi espressivi diversi: le conversazioni, il teatro, i libri, la musica, le conferenze, le mostre, il cinema. Sorprendente anche il "Brocante", il Festival del Circo Contemporaneo, un fenomeno artistico internazionale che si tiene nella Val Colvera, a circa 40 km da Pordenone. Alla fine di luglio centinaia di artisti e spettatori si riuniscono per una settimana per godere dell’effervescenza di artisti circensi di mezzo mondo e della meraviglia del Circo Contemporaneo.

La cucina pordenonese è un insieme di diverse influenze. Assolutamente da provare è il frico, specialità friulana, un piatto a base di formaggio, patate e cipolla (si può trovare anche con speck o funghi porcini). Si può iniziare con un antipasto di crostini con la pitina, polpetta di carne affumicata originaria della Val Tramontina a nord di Pordenone, accompagnato da un buon vino rosso come il Refosco. Un assaggio lo merita anche il salam tal aset, salame fresco cotto nell’aceto, in genere con la cipolla, da consumare preferibilmente quando la stagione è fredda, accompagnato dalla polenta. Per chiudere il pranzo, o la cena, con dolcezza, si può optare per il biscotto Pordenone, dolce tipico della città preparato con farina di grano tenero e mais, con mandorle, burro, tuorli d’uovo, aromi naturali e lievito, creato e realizzato dalla gelateria-pasticceria Montereale.

Pordenone ha un ricco passato culturale, ed è anche la città che ha dato i natali a Giovanni Antonio de Sacchis (1484-1539), detto il Pordenone. Tra i più grandi pittori friulani del Rinascimento, Tiziano, con i suoi dipinti eleganti e la magniloquenza cromatica, realizzando affreschi spettacolari per le maggiori chiese dell’Italia settentrionale.

Fondata dai commercianti medievali, che intessevano accordi e nuove collaborazioni lungo il fiume Noncello, Pordenone ancora oggi appare come una città vivace e aperta ai visitatori di passaggio. La storia della città è ben visibile nel centro storico grazie agli antichi palazzi, le maestose chiese e gli imponenti monumenti. Collocata al centro di una vasta area pianeggiante nel cuore del Friuli-Venezia Giulia, Pordenone offre incantevoli passeggiate sulle sponde del lago Noncello e immense aree verdi in cui fermarsi per dei piacevoli pic-nic, come il Parco Fluviale del Noncello e il Parco di San Valentino.

Prefisso:
0434
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
pordenonesi
Patrono:
san Marco Evangelista e Beata Vergine Maria delle Grazie
Giorno Festivo:
25 aprile
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Pordenone

Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Per una visita alla città è utile percorrere il centralissimo Corso Vittorio Emanuele (già Contrada Maggiore) una delle arterie principali della città. Lungo il Corso, passeggiando tra i numerosi negozi, si possono ammirare le facciate di imponenti palazzi, come il... vedi tutto Palazzo Ricchieri, oggi sede della Pinacoteca Civica, nonché il seicentesco Palazzo Gregoris. Altra strada storica di Pordenone è Corso Garibaldi, costruito nel 1600 e anch’esso fiancheggiato da maestosi palazzi. Nel centro storico godetevi una passeggiata lungo il Corso, elegante via con bei portici, dove ci si può rilassare tra vetrine e accoglienti caffè. Inoltratevi poi nei vicoli su cui sono stati sapientemente costruiti caratteristici ristoranti. Con il naso all'insù godetevi i palazzi splendidamente affrescati. Lasciatevi incantare dal palazzo del Comune, dalle originalissime forme gotiche, e dalla carrellata di antichi edifici – come l’ex convento di San Francesco e le dimore di facoltose famiglie di un tempo – dedicati anche alla cultura e all’arte. Nel Museo Civico d'Arte ammirerete interessanti dipinti, fra cui quelli di Giovanni Antonio de' Sacchis, detto il Pordenone (1484-1539), massimo pittore friulano di tutti i tempi. Poco distante si può ammirare il Duomo di San Marco, in stile romanico-gotico, che è stato costruito intorno alla fine del sec. XIV. La facciata principale è incompiuta, mentre l'interno è decorato da affreschi e opere di epoca rinascimentale (vi sono quadri del Tintoretto e del Pordenone). Per una rilassante passeggiata o per un pic-nic all’aria aperta, si può andare al parco fluviale del Noncello o al parco di S.Valentino, il più grande parco cittadino di tutto il Friuli (7 ettari).A due passi dalla città, lungo le rive del fiume Noncello, ci sono angoli di vero relax immersi nella natura.
Maria Teresa Martin
Livello 32     5 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Una cittadina a vocazione industriale nel nord-est d'Italia, diventata famosa da alcuni anni per "Pordenonelegge" (www.pordenonelegge.it) il festival letterario che si tiene in ottobre. Da visitare Corso Vittorio Emanuele, via caratterizzata da portici in quella che era detta Contrada Maggiore. Oltre al... vedi tutto Duomo di San Marco con il suo Campanile, al Palazzo Municipale ed a Palazzo Ricchieri sede del Museo d'Arte, una passeggiata nel Centro Storico di Pordenone consente di ammirare una serie di Palazzi monumentali da poco restaurati. Da non perdere Palazzo Montereale Mantica, tra i più bei palazzi di Contrada Maggiore è oggi sede di rappresentanza della Camera di Commercio. Palazzo Gregoris, edificio dalla monumentale facciata secentesca e dei ricchi mascheroni in pietra. Casa dei Capitani, un’interessante esempio dell’originaria casa medievale, le cui pareti esterne sono decorate con motivi geometrici policromi. Palazzo Tinti, realizzato in un piccolo spazio residuo e per questo sfruttato in altezza. Da non perdere le osterie che offrono piatti tipici della tradizione friulana. Nei dintorni Cordovado e Valvasone, borghi che hanno conservato l'aspetto medievale; Frisanco con le caratteristiche abitazioni in pietra e sasso; Spilimbergo (la città del mosaico) Sacile (il giardino della Srenissima)Piancavallo (località di sport invernali). Suggestive le sorgenti del Livenza (La Santissima e il Gorgazzo).
giu maz
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Bella cittadina del Friuli, caratterizzata da numerosi portici e palazzi signorili ricchi di affreschi. Da non perdere l'originale palazzo comunale dall'architettura gotica, e l'ex convento di San Francesco. Come Mantova, la città ospita a settembrte un interessante festival della letteratura.... vedi tutto Per i cinefili, ad ottobre si tiene un festival sul film muto. Gli amanti dell'arte troveranno nel locale museo civico dipinti del pittore friulano detto il Pordenone. Infine, PArCo è la sede della nuova Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Pordenone, dove potete visitare una temporaneea su A.Pizzinato, uno dei più importanti artisti italiani del secondo dopoguerra.
Da non perdere Museo Civico d'Arte
Marina Baldo
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Pordenone è situata in una posizione geografica che facilmente consente di raggiungere ambite mete turistiche così come spiagge note, quali Lignano e anche le montagne. Già con un'ora di viaggio si può godere di splendidi paesaggi, aria fresca, natura pulita. Negli... vedi tutto ultimi anni Pordenone patrocinia importanti manifestazioni culturali quali Pordenonelegge, che ha raggiunto livello d'importanza internazionale, e Pordenone Pensa.
Da non perdere COMUNE DI PORDENONE MUNICIPIO BIBLIOTECA CIVICA , COMUNE DI PORDENONE MUNICIPIO BIBLIOTECA CIVICA
Ricky
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Da solo, Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Città molto tranquilla, trafficata solo negli orari di punta in particolare nella periferia, i due corsi centrali sono ricchi di negozi e locali dove passare le serate... all'esterno del centro città sono situati due centri commerciali raggiungibili comodamente con gli... vedi tutto autobus urbani ed extraurbani come i meravigliosi comuni situati sulla zona pedemontana che meritano la vostra visita (Polcenigo, Caneva, Aviano, Budoia, ecc...).
Alan Canzian
Livello 0     0 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : Da Pordenone in poco più di un ora, (130km e non 180 come scritto nell'articolo), si arriva in Austria, ma il paesaggio alpino comincia molto prima, anzi volendo sciare o pattinare sul ghiaccio, dal centro città si arriva in mezz'ora... vedi tutto a 1200 metri sul Piancavallo. L'articolo non fa molto cenno alla storia Austriaca del territorio, che si può ritrovare parzialmente anche nella cucina regionale, ma basterebbe, ad esempio, anche solo dare un occhio allo stemma della città. Consiglio di visitare Porcia ed il suo castello, nonchè Valvasone, altro centro medioevale alle porte di Pordenone, anch'esso dotato di castello. Un giro sui magredi potrebbe essere una buona meta alternativa, viste anche le cantine onnipresenti nei dintorni.
Donatella Cessel
Livello 18     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : E' la città più vicina al mio paesino, non c'è moltissimo da visitare ... ma l'impegno per organizzare sempre nuove attività, motivo di incontro è al masssimo. La sera puoi passeggiare per i corsi in tutta tranquillità anche se sei... vedi tutto una donna sola.
Da non perdere Duomo di San Marco
Vincenzo Ferraresi
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Città tranquilla. Nessuna difficoltà particolare per il traffico e per i parcheggi. Dotata di alcuni parchi belli e interessanti. La "Riviera del Pordenone" sul Noncello é invidiabile Con due manifestazioni straordinarie: "Pordenonelegge" e "Le giornate del cinema muto". Un ottimo teatro con... vedi tutto programmi interessanti. La ciliegina sulla torta: nel 2014 ci sarà il Raduno Nazionale degli Alpini!!
Da non perdere Centro storico , Riviera del Pordenone , PordenoneLegge
gloria marcuz
Livello 16     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Citta' piccola, accogliente, semplice da visitare, ottima per fare shopping ... ci sono negozi per tutte le tasche, equidistante da località di mare e montagna, possibilità di degustare i prodotti tipici della regione. Vale la pena fermarsi!!!
Da non perdere shopping , Centro storico , Specialità
antonio caruso
Livello 25     4 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : la città è pulitissima e la gente cordiale e non molto rumorosa. è un'oasi della nostra italia da amare e rispettare. per un turismo non troppo fracassoso! ci sono ottime discoteche e locali a tema dove si può trascorrere un'ottima... vedi tutto serata in compagnia di un buon cibo con ottimi vini o birre e musica live quasi sempre presente nei locali.
Da non perdere Discoteca Papillon
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312524
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0156258

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156267

Meteo Pordenone

Sereno
10 °
Min 8° Max 22°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,031252
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0