×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156276
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Palermo: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0625028
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Palermo è una metropoli costiera capoluogo della regione Sicilia. Subito dopo Napoli, è la città più grande del Meridione d’Italia, la prima della Sicilia e la trentesima in Europa.

Colori, profumi, magiche atmosfere… è quanto si trova a Palermo, città dalle origini greche passata poi a romani, arabi, normanni e svevi, che hanno lasciato - tutti - testimonianze del loro passato. Tutti tesori rintracciabili nello stile arabo e normanno di un centro che annovera anche il barocco e il Liberty; per questo e molto altro, Palermo è una di quelle città che ti entrano dentro in modo viscerale.

Dove si trova Palermo: geografia, territorio e storia

Geografia di Palermo

La conurbazione palermitana è situata ai piedi del Monte Pellegrino, nella Conca d'Oro; inoltre si affaccia sull’omonimo Golfo del Mar Tirreno, all’esatto centro del Mediterraneo. L’altitudine media è di 14 metri sul livello del mare, mentre le zone più alte sono quelle in corrispondenza del Monte Cuccio, che raggiunge i 1.050 metri s.l.m.

Storia di Palermo

Le origini dell’abitato sono molto antiche e sono testimoniate dal ritrovamento di alcune incisioni rupestri riferibili all’età paleolitica. Nell’VIII secolo a.C. i Fenici conquistarono Palermo e la trasformarono in una delle più potenti città del Mediterraneo. Il secolo successivo arrivarono i Greci, che riuscirono a conquistare tutta la Sicilia e parte del sud-Italia e che mantennero Palermo come principale porto per i commerci con i paesi del Mediterraneo.

Durante le Guerre Puniche, dal 264 al 241 a.C., Palermo fu al centro degli scontri tra Roma e Cartagine e, quando fu chiamata a schierarsi, patteggiò per la prima. Da quel momento Palermo conobbe un lungo e felice periodo di pace e prosperità che continuò anche con l’arrivo dei Goti e degli Arabi. Il periodo della dominazione araba corrisponde però al periodo di maggiore ascesa e potenza di Palermo, che in quel tempo era la città più potente di tutta la Sicilia. 

Seguirono poi le dominazioni normanne e sveve, che non fecero altro che accrescere il benessere acquisito dalla città. Successivamente Palermo entrò a far parte dei domini del Regno di Sicilia, che con l’annessione del Regno di Napoli si trasformò nel Regno delle Due Sicilie. È solamente con l’avanzata dell’esercito dei Mille di Garibaldi che Palermo e la Sicilia tutta, entrarono a far parte del nascente Regno d’Italia.

piazza_Pretoria_Palermo

Come si vive a Palermo: clima, qualità della vita e consigli utili

Palermo è una città dal clima generalmente temperato, che si traduce in inverni miti ed estati particolarmente calde, a tratti afose. La media del mese di febbraio, il più freddo, è di circa 12 °C, mentre in agosto supera facilmente i 26 °C. In estate non è raro che le temperature superino i 40 °C, soprattutto per effetto del vento di scirocco. La città, tra ottobre e febbraio risulta piuttosto piovosa, con picchi di 124 mm di pioggia a dicembre. Luglio è virtualmente privo di pioggia, ma asciutti sono in generale tutti i mesi che vanno da maggio ad agosto. Questo è sicuramente il miglior periodo per andare e visitare Palermo.

La cucina tipica e locale prevede l'abbondante utilizzo di alimenti di origine vegetale, di carni rosse e bianche e, ovviamente, il pescato che fa da fiore all'occhiello. Molto importante è l'utilizzo dei latticini e dell'olio d'oliva; anche gli aromi, hanno un ruolo decisivo nella caratterizzazione dei piatti tipiciMangiare a Palermo significa approfittare di una gastronomia che offre di tutto di più, a qualunque ora del giorno e della notte, dallo street food ai ristoranti, la bontà è sempre dietro l'angolo. Tra le specialità più famose abbiamo: la pasta con le sarde o anelletti al forno e secondi come le sarde a beccafico o l'arrosto panato alla palermitana.

L'insalata tipica è invece quella di arance con erba cipollina, olio d'oliva, sale e pepe. I dolci più famosi invece sono i cannoli, le cassate, la cuccia e la frutta Martorana. L'aspetto più interessante della cucina locale è il "cibo da strada" che offre molte specialità, come per esempio: il panino con la milza, panelle, la stigghiola e le classiche arancine. A Palermo si mangia bene ovunque, sebbene alcuni dei migliori ristoranti, li troviamo nell'esclusiva Via Libertà e nella zona di fronte al Teatro Massimo. Invece nell'area di Piazza Marina e del quartiere Sferrocavallo, il pesce è cucinato in modo speciale; inoltre dovete provare assolutamente i crocchè a Ballarò ed i panini con la carne a Vucciria. I dolci più famosi invece sono i cannoli, le cassate, la cuccia e la frutta Martorana.

Vucciria

Come arrivare e come muoversi a Palermo

C'è chi sceglie di raggiungere Palermo con la propria auto, sfruttando le reti autostradali dello Stivale (fino all'isola) o imbarcando la propria vettura direttamente su un traghetto direzione Sicilia. La soluzione automobile, più che per la visita della città, può risultare utile soprattutto se si vuole approcciare a un viaggio in tour. Palermo, in ogni caso, si raggiunge anche in aereo, l’aeroporto internazionale di Palermo - Punta Raisi, situato a qualche decina di chilometri dal centro città, mentre l’aeroporto di Palermo – Boccadifalco non è più operato da voli commerciali.

La rete tranviaria di Palermo riprende l’originale linea storica e, dal 2015, è attiva con una dotazione iniziale di quattro linee che coprono una lunghezza di circa 18 chilometri. Il servizio ferroviario metropolitano, che si differenzia dalle metropolitane in quanto usa le linee ferroviarie standard, è composto invece di tre linee e 29 stazioni, tra cui una che permette di arrivare all’aeroporto cittadino.

Grazie alle numerose linee di autobus urbani, muoversi a Palermo, risulta più agevole ed economico rispetto agli spostamenti in auto; in più sono presenti tre linee di metropolitana. Palermo è fornita di molti servizi di trasporto: è attivo il servizio di bike-sharing e di car-sharing, da utilizzare in alternativa all'uso del veicolo privato, in alternativa si può usufruire del servizio dei taxi. Per chi voglia fare un giro della città con un mezzo insolito e tradizionale troverà, in piazza Verdi, le carrozze con i cavalli.

Teatro_Massimo_Palermo

Palermo: cosa sapere e cosa visitare

Palermo, capoluogo di Provincia della Regione Sicilia, è una delle città più belle d'Italia, contraddistinta da un fascino particolare, e dove le tante bellezze che possiede sembrano essere un po' nascoste. Parliamo di una città d'arte tutta da scoprire, caotica e colorata; sicuramente da vedere, dal momento che ogni anno attira ondate di turisti da tutto il mondo. 

Il monumento che più rappresenta la città di Palermo, è la Cattedrale della Santa Vergine Maria Assunta, costruita nel XII secolo ma pesantemente rimaneggiata nei secoli successivi, che conserva al suo interno le tombe degli Imperatori normanni e le sacre reliquie di Santa Rosalia. Fu costruita dove in epoca premusulmana sorgeva una basilica cristiana, sulle cui rovine nell’831 gli arabi costruirono la Moschea Gami, successivamente fu poi restituita al culto cristiano dai normanni nel 1072.

Tra i monumenti di Palermo possiamo ammirare tantissimi edifici religiosi che ancora oggi testimoniano le numerose influenze a cui la città è stata esposta nei secolo passati. Tra queste bellissime Chiese ricordiamo: la Chiesa del Santissimo Salvatore, essa nacque nell'IX secolo, dove un tempo sorgeva un Monastero di suore Basilane di origine Normanna, in seguito fu rimaneggiata, assumendo l'attuale aspetto barocco. L'interno è decorato da marmi policromi ed affreschi; l'edificio ha anche un'altra particolarità: la cupola, la quale consente l'unica vista a 360° della città. Da ricordare anche la "Martorana", nome con il quale è conosciuta la Chiesa di santa Maria dell’Ammiraglio, eretta in epoca normanna ed ancora oggi decorata con splendidi mosaici del XII secolo.

La Cappella Palatina, fu eretta nel 1130 da Re Ruggero II e dedicata ai Santi Pietro e Paolo, è ornata da splendidi mosaici bizantini e da particolari dipinti in stile arabo. Per via della sua fusione di stili, è il monumento simbolo della sintesi culturale operata dai Normanni in tutta la Sicilia. La Cappella è situata all'interno del Palazzo dei Normanni, sede della regione Sicilia. I lavori per la costruzione della Chiesa di Santa Maria dello Spasimo invece, iniziarono nel 1509 ma non furono mai terminati, sebbene l'altare ospitasse una splendida tela di Raffaello. La sua volta crollò nel 1700 circa e, dopo vari restauri, attualmente può ospitare svariati spettacoli teatrali e concerti musicali a cielo aperto.

Di splendida fattura il Teatro Massimo Vittorio Emanuele, il primo edificio teatrale lirico più grande d'Italia; situato nel cuore di Palermo. In questo magnifico edificio spesso si tengono spettacoli del caratteristico teatro dei pupi, una sorta di marionette attivate da un "puparo". Un altro luogo d'arte è rappresentato dalla Galleria d'Arte Moderna Sant'Anna che conserva al suo interno splendidi capolavori di artisti dell'Ottocento e del Novecento, tra cui spiccano quelli di Giorgio De Chirico.

Da non perdere assolutamente, è la Galleria Regionale, ospitata dal Palazzo Abatellis. La Galleria custodisce moltissime opere tra cui il dipinto della Madonna Annunziata di Antonello da Messina. Altro punto di attrazione è Porta Felice, tra le più importanti di Palermo; essa è costituita da due imponenti piloni: il primo si presenta in marmo grigio, con caratteri tipicamente rinascimentali, mentre il secondo, di epoca successiva, con caratteristiche tendenti al barocco. Il Castello Utveggio, è in realtà uno splendido Palazzo in stile liberty simile ad un castello neogotico dal particolare colore rosa pallido, ed è posto sul promontorio del Monte Pellegrino.

Da non perdere, è anche il Castello della Zisa, vero e proprio tripudio dell'architettura arabo-normanna, infatti nel 2015, è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell'Umanità UNESCO nell'ambito dell'itinerario arabo-normanno. Attualmente il Castello ospita il Museo d'arte Islamica ed è circondato da magnifici giardini.

Leggi anche cosa vedere a Palermo

Palazzo_dei_Normanni_Palermo

Cosa fare a Palermo: eventi, ricorrenze e divertimenti

Per vivere Palermo dovete abituarvi ai ritmi della sua gente. Non rinunciate quindi all’aperitivo delle sei di pomeriggio e non avete timore di mangiare qualcosa dello Street Food alle tre di notte, dopo una serata in discoteca.

Palermo è molto attiva a livello sportivo, infatti è molto forte sia nel calcio che nella pallavolo. Gli impianti sportivi che potete visitare sono: lo Stadio Renzo Barbera - La Favorita, lo Stadio Vito Schifani, il Palasport Fondo Patti e l'Ippodromo della Favorita. Per gli amanti della natura, consigliamo di passeggiare nell'Orto Botanico di Palermo che possiede una collezione di più di 10.000 specie vegetali, molte delle quali di origine tropicale. Suggeriamo inoltre, di passeggiare per il Foro Italico, dotato di un giardino che è stato reso interamente pedonale, ed è decorato da numerose piante mediterranee; l'area è anche indicata per chi vuole fare attività fisica grazie alla pista ciclabile che costeggia il mare.

Chi ama il mare, può andare sulla spiaggia di Mondello: un'insenatura naturale di acqua cristallina, vicinissima al centro urbano, in modo da poter godere di un po' di relax. 

Eventi a Palermo

Sono tantissimi gli eventi a Palermo, soprattutto durante la stagione estiva, alcuni dei quali sono: la Fiera del Mediterraneo, il Gran Premio Regionale di Sicilia, il Premio internazionale di letteratura Mondello, e la Coppa degli Assi. Molto attesi sono, inoltre, il Palermo Film Festival, la Biennale di Arte Contemporanea e l'evento sportivo Triathlon Olimpico città di Palermo 2.0. 

Shopping a Palermo

Gli amanti dello shopping avranno soltanto l'imbarazzo della scelta su cosa comprare a Palermo; sono tantissime le vie dove fare compere. Consigliamo sicuramente una passeggiata nella zona compresa tra Piazza Castelnuovo a Piazza Verdi, dal momento che in questo tratto sono presenti numerosi negozi di abbigliamento, gioiellerie ed articoli per la casa.

Altra via dove poter fare compere, è Via Ruggero Settimo, contraddistinta da tantissimi negozi, sia quelli più accessibile che quelli di grandi marche; insomma ce n'è per tutti i gusti e per tutte le tasche! Via della Libertà invece, alberata e molto luminosa, è la via dello shopping per i grandi portafogli.

Per gli amanti dei mercatini suggeriamo una passeggiata nei Mercati Ballarò e Vucciria, entrambi caratterizzati dalla classica atmosfera siciliana, ricca di suoni, colori, sapori e fragranze mediterranee. In questi Mercati ci si può trovare di tutto come prodotti di pesce e di gastronomia tipica in generale; inoltre quì si possono assaggiare varie specialità dello street food più tradizionale. 

Vita notturna a Palermo

A Palermo non mancano i luoghi in cui divertirsi, dai pub e le discoteche più alla moda, ai diversi locali che si susseguono lungo i vicoli del Centro Storico. La vita notturna di Palermo è infatti molto intensa, in quanto la città offre diversi punti di ritrovo per stare insieme, conoscere gente, ballare, mangiare fino a tarda notte.

Oggi il centro della movida palermitana è rappresentata da Via Chiavettieri, situata tra Corso Vittorio Emanuele e Via Cassàri, dal momento che è molto vicina a Piazza Garraffello: il Cuore della Vucciria; in questa zona sono presenti frequentatissimi locali notturni. Molti cocktail & wine bar che inoltre offrono dj set  o mostre d’arte, pub & discopub dove assistere a sorprendenti performance live, si possono incontrare partendo dalla zona di Ballarò, fino ad arrivare nella zona di Piazza Magione.

Anche nell'area che va dalla Cala ed arriva a Piazza Marina, si possono trovare discoteche dove ci si può scatenare al ritmo della musica del momento. Quella intorno alla Via Libertà, invece, è l'area dei locali "Milano style". Un’altra delle zone più frequentate dai palermitani, è quella della Champagneria che si trova proprio di fronte al Teatro Massimo; si tratta di un’area semi-pedonale, ricca di pub.

Prefisso:
091
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
palermitani
Patrono:
Santa Rosalia
Giorno Festivo:
15 luglio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156267

Valutazione generale

83
Buona
77
Ottimo
63
Media
5
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
48
Coppie
24
Turisti maturi
17
Giovani e single
15
Famiglie
13

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Intrattenimento
Attrattive
Alloggio
shopping
attività
Accessibilità
Servizi ai turisti
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Palermo

Conosci Palermo? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : A Palermo possiamo ammirare tantissimi edifici che ancora oggi testimoniano le numerose influenze a cui la città è stata esposta nei secolo passati.Tra i monumenti più significativi del centro storico di Palermo ricordiamo:il Palazzo dei Normanni, conosciuto anche come Palazzo... vedi tutto Reale, che è oggi sede della regione Sicilia e che conserva al suo interno il più significativo monumento dell’arte arabo-normanna, ossia la Cappella Palatina, eretta da Ruggero II nel XII secolo e interamente ricoperta da sfavillanti mosaici dorati e da intarsi; Villa Niscemi, nell'omonimo quartiere di Palermo; Il polo espositivo della Fiera di Palermo; la Chiesa di san Giovanni degli Eremiti, eretta sulle rovine di un preesistente edificio religioso nel XII secolo, è una delle testimonianze più significative della presenza araba a Palermo, e ciò è ravvisabile soprattutto nelle cupole rosse e nei numerosi archi ogivali che decorano l’interno della chiesa;la Cattedrale dell’Assunta, costruita nel XII secolo ma pesantemente rimaneggiata nei secoli successivi, che conserva al suo interno (in stile neoclassico) le tombe degli Imperatori normanni e le sacre reliquie di santa Rosalia, la patrona della città; La quattrocentesca Chiesa della Gancia; la Martorana, nome con il quale è conosciuta la Chiesa di santa Maria dell’Ammiraglio, eretta in epoca normanna e ancora oggi decorata con splendidi mosaici del XII secolo;l’Oratorio di santa Zita, una piccola cappella dedicata alla Madonna che presenta una complessa decorazione in stucco in cui sono raffigurate scene bibliche ed allegoriche;Palazzo Abatellis, edificato nel XV secolo ed oggi sede della Galleria Nazionale di Sicilia, in cui sono conservate pregevolissime opere di artisti siciliani, come Antonello da Messina (XV secolo) e Francesco Laurana (XV secolo);il Parco della Favorita, uno dei parchi pubblici di Palermo che un tempo era la riserva di caccia del re Ferdinando IV, è inoltre arricchito di alcuni edifici in cui si svolgono attività culturali e sociali.
Fady Ashraf Adly
Voto complessivo 9
Guida generale : Palermo si raggiunge in treno, in nave, in aereo, in auto. La Stazione centrale è in città, ben servita dai mezzi pubblici. Il bus 101 e 102 ti portano lungo l'asse principale di via Roma, che ti conduce in centro.... vedi tutto Le navi approdano nel cuore della città, vicino al teatro Politeama. Per raggiungere il tuo alloggio puoi prendere un taxi o andare a piedi o con l'autobus. Da piazza Politeama passano le navette 101-102. L'aeroporto è lontano dalla città e per raggiungere Palermo il mezzo più immediato è il bus navetta. Dalle quattro del mattino alle dieci di sera ne parte una ogni mezz'ora. I tempi di percorrenza sono in media di 50min. Poi c'è il treno. Ne parte uno ogni ora dalle ore 5.00 alle 21.00 per i canonici 50 min di viaggio. La stazione centrale di arrivo sapete dove si trova, quella di partenza è dentro l'aeroporto. La navetta bus, invece, percorre via della Libertà fino al Politeama. La corsa sola andata in taxi costa in media 40€, in bus navetta o con il treno 9€.Sconsigliamo l'auto privata, anche perché c'è un ottimo servizio carsharing che consente di spostarsi economicamente per tutta l'isola. Da Palermo si raggiungono in poco più di un'ora di auto siti archeologici come Segesta, Solunto, Selinunte, Erice, Mozia, Gibellina. Per Agrigento occorrono, invece, due ore.Per visitare facilmente Palermo, senza spendere eccessivamente e risparmiare sugli ingressi ai siti culturali, basta acquistare una delle PmoCard da 24h,48h o 72h vedi sito www.pmocard.it, prenotare un citywalks con accompagnatore e divertirsi per 3 ore in giro per la città, se si vuole anche di sera per fare l'esperienza della movida notturna. Oppure, per far prima ed essere veramente efficienti, puoi noleggiare la bici con la consegna e il ritiro a domicilio dal tuo hotel e andare in giro accompagnato dalla tua guida. Se, infine, vuoi il mare, tra i servizi delle pmocard c'è la spiaggia a Mondello e l'escursione con la barca sul Golfo.
antonella
Voto complessivo 10
Guida generale : IL COMPLESSO DI CASA PROFESSSA. Non si direbbe ma a breve distanza dai Quattro Canti, dopo aver percorso la stradina chiamata via Ponticello, si arriva alla piazza Casa Professa con la sua Chiesa. Di fuori non dice granchè, ma appena... vedi tutto entri resti estasiata dalla bellezza dei marmi e dei decori che la ricoprono tutta. Non l'avevo trovata nella guida, ma scoprire che esiste a Palermo la 2^ Casa gesuitica più grande d'Italia, mi lascia sconvolta. I giovani dell'associazione che ti accolgono all'interno sono bravissimi, ti accompagnano e ti aiutano a capire il senso di tutto quel tripudio di angeli, marmi e dipinti. Poi, in ultimo scopri l'eleganza delle Allegorie di Virtù delProcopio Serpotta, nel piccolo Oratorio del Sabato. Il Museo è ricco di opere d'arte e la Cripta ti fa capire come usavano inumare i confrati. NON PERDETE L'OCCASIONE DI VISITARE IL COMPLESSO DI CASA PROFESSA. Merita 10 stelle.
Utentexxxx
Voto complessivo 10
Guida generale : Moltitudine di correnti artistiche, mercati vivaci, gente socievole, cucina tra le più squisite, spiaggia meravigliosa, ampi spazi verdi, graziose ville e giardini, vicoli caratteristici, teatri monumentali, testimonianze storiche pregnanti, promontorio suggestivo, ampia compagine di offerte esperienziali... Una città con un'identità... vedi tutto molto forte, ben distante dai grandi processi di globalizzazione che hanno investito altri centri urbani. Malinconica, decadente ma romantica, caotica eppur ricca di sorprese, con angoli e scorci di pace estrema. Peccato per la trascuratezza da imputare all'ignavia delle amministrazioni e di certa parte dei cittadini. Solare e struggente. Ti commuove e non puoi dimenticartene. Detto questo riconosco, per correttezza, che potrei essere di parte, perché è la mia città... La adoro, non avrei scelto città migliore per la mia nascita e la mia formazione, grazie a questa città ho conosciuto tante persone stupende ed insegnanti preziosi, nonostante tutti i pregiudizi, nonostante.
Enrico Emilio
Voto complessivo 8
Guida generale : Una Città da non perdere per chi ama un turismo anche "culturale". I suoi Musei, i suoi monumenti, le sue Chiese, i suoi giardini e Ville testimoniano un passato di "culture" davvero unico... un miscuglio di etnie (e dominazioni) che... vedi tutto hanno lasciato un patrimonio di straordinaria ricchezza e varietà. Ma Palermo, città natale di numerosissimi Artisti, non "si limita" ad offrire solo Arte... imperdibili i mercati, i piatti locali, i dolci, il "calore" e il "colore dei suoi abitanti. Passeggiando per la città si puà riscontrare ancora il contrasto tra ricchezza e povertà, quest'ultima vissuta con "dignità" e un sottile senso di rassegnazione. Palermo è il simbolo della "vecchia" Sicilia... Catania della nuova
Emanuela De Santis
Livello 0     0 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : Bellissima città ricca di storia e cultura. Sono rimasta ammaliata dalla vista della cattedrale! Molto belle anche piazza della vergogna, il municipio, i quattro canti, i teatri politeama e massimo, via Maqueda, e soprattutto ho avuto la fortuna di essere... vedi tutto stata condotta da palermitani sul Monte Pellegrino, al santuario di Santa Rosalia da dove la vista (notturna) è stata un incanto. Da Napoletana quale sono, il confronto con la città partenopea è inevitabile. Le due città sono molto simili, soprattutto per quel tipico ma fastidioso contrasto di bellezza storica degradata, che te la fa ammirare con gli occhi languidi di chi pensa "ma perché non la tengono meglio che è fantastica?". Ad ogni modo offre tanto da visitare, vivere e assaggiare. Peccato che la rete di trasporti è inesistente! Sono rimasta molto sorpresa quando ho scoperto che non c'era la metropolitana né un servizio di autobus efficiente. In ogni caso, adesso che l'ho vista mi resta nel cuore e già mi manca...
Da non perdere La Cattedrale , Piazza della vergogna , Via Maqueda
Susanna
Voto complessivo 3
Guida generale : Palermo è una città dalle mille sfaccettature in cui sono presenti il mare e la montagna all'interno della città (Monte Pellegrino: riserva naturale e santuario), monumenti di ogni epoca, antichi mercati, cibo di eccellenza, un proliferare di attività in costante... vedi tutto aumento data la nomina a Capitale dei Giovani 2017 e Capitale Italiana della Cultura 2018, anno in cui ospiterà la manifestazione d'arte contemporanea itinerante Manifesta 12. Ogni stagione è buona per visitarla: sole garantito quasi per tutto l'anno. Agosto è il mese però più afoso con picchi che potrebbero essere meno sopportabili dalle popolazioni del Nord. Buona visita alla città multiculturale di ieri e di oggi.
Carignano Olga
Voto complessivo 4
Guida generale : La prima volta che vidi Palermo me ne innamorai subito Sono stata molto fortunata poiché a farmela visitare fu una mia cara amica che abitava in questa splendida città La girai sempre a piedi e visitai ogni cosa ogni angolo A... vedi tutto Palermo soffermandoti un pochino riscontri i passaggi di tutte le dominazioni passate attraverso i secoli Purtroppo molte oersone non capiscono le bellezze e la ricchezza della città ma questo non mi riguarda Chiedendo a chi è stato a Palermo se è piaciuta tutti mi dicono che è sporca allora io dico di spostare lo sguardo in alto e ammirare i monumenti!! Si è vero si potrebbe tenere più pulita questo angolo stupendo!! Io da 25 anni torno ogni anno a Palermo
Da non perdere Tutte le chiese , Palazzo reale e capoella Palatina , Duomo di Monreale
rosalia gentile
Livello 44     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : palermo è una città affascinante ,un città di contrasti rica di luci e d'ombre .L'estate esplode fra le cupole i giardini arabi , l'inverno ti accompagna tra le vie del centro storico e i mercati .Dalle sinfonie del Teatro Massimo... vedi tutto al venditore del mercato del Capo si dispiega la sua musicalità , dalla cappella Palatina agli stucchi del Serpotta ti incanta , dal teatro dei pupi ai cavallucci di cartapesta , allo Spasimo , al porto ritrovato dispiega con magnificenza secoli di storia e di dominazioni città cosmopolita oggi più che mai aperta agli apporti di quanti sotto le mura del castello normanno e le ali di Santa Rosalia cercano patria e futuro.
antonella sanfilippo
Livello 26     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Da solo
Voto complessivo 8
Guida generale : a palermo 340 giorni l'anno ti svegli con il sole..e, quando non ci sta..e sei triste o un po' giu' allora vai al mare: il golfo di Mondello ti steupisce sempre con i suoi colori e il mare, anche se... vedi tutto in tempesta, ti rende più lucida e ti tira su. fai il bagno il 3 dicembre , lo rifai il 22 marzo e pensi sempre di essere ai Caraibi. assapori un gelato in pieno inverno e ti circondi di cibi gustosi, popolari e stuzzicanti. ti addentri nei mercati popolari e ti fai stordire da colori e sapori e odori.. forti..si.. decisamente. ti culli fra i palazzi artisticie le splendide chiese. ti coccoli in una spa all'interno degli alberghi, ti aperitivi la sera e concludi ballando.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,031253
DestinationListNear-GetPartialView = 0,031253
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Palermo

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Sole e Mare
Mete romantiche
Shopping
Studenti
Mete per la famiglia
Giovani e single
Montagna
Sport
Avventura
Verde e natura
Pellegrinaggi
Cicloturismo
Casino'
Terme e Benessere
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0312521
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Palermo

Sereno
23 °
Min 2178° Max 2895°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0