×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Molfetta  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Molfetta

Superfice:
58 km2
Altitudine:
15 m
Abitanti:
60338 [2012-12-31]
Introduzione

Molfetta è affacciata sul Mar Adriatico, a una ventina di chilometri da Bari, circa a metà della costa pugliese. L’insediamento più antico, l’isola di Sant’Andrea, sorgeva (e ancora oggi ospita la maggior parte degli edifici del centro storico) su un’isoletta poi diventata penisola.

Di particolare interesse, da un punto di vista geografico, è l’entroterra verso le Murge, che presenta numerose bancate calcaree e superfici carsificate, con voragini anche di grandi dimensioni come quella del Pulo. Il clima è ottimo, data anche la vicinanza dal mare, con una temperatura mite praticamente tutto l’anno a parte i giorni di tramontana.

Molfetta è una città molto antica, come testimoniano i ritrovamenti risalenti al periodo preistorico, ma ancora durante tutta l’epoca romana non fu altro che un villaggio di pescatori di ridotte dimensioni, a differenza dai comuni più sviluppati di Trani, Giovinazzo e Ruvo di Puglia. La storia di Molfetta vera e propria inizia intorno all’anno Mille, con il passaggio sotto il dominio dei Normanni.

Spesso teatro degli scontri tra italiani, francesi e spagnoli, ebbe il suo evento più noto e luttuoso nel 1529, anno del sacco di Molfetta. L’episodio si deve al tentativo di conquista della città da parte del principe Caracciolo, del Barone di Macchia e di Federico Carafa, contrastato dal capitano di guerra del governo imperiale, Ferdinando di Capua. La città venne invasa dai francesi, malgrado la strenua difesa degli abitanti, e per tre giorni, dal 18 al 20 luglio di quell’anno, Molfetta venne messa a ferro e a fuoco, con danni incalcolabili.

In questi secoli e nei successivi Molfetta fu di proprietà dei Gonzaga, dei Doria, degli Spinola. L’economia della città si basa fin dai periodi più antichi sulla pesca, anche se oggi quest’attività appare in declino. I settori agricolo, oleario, fioristico, ortofrutticolo sono ancora discretamente attivi, e si sta formando una zona industriale dove a farla da padrone sono il settore informatico e quello commerciale.

Il porto è ancora oggi molto importante, anche se in passato Molfetta poteva essere considerata in assoluto uno dei maggiori centri portuali della Puglia anche dal punto di vista cantieristico, commerciale e nautico da diporto, settori che hanno attraversato un po’ di difficoltà. Oggi il porto vanta 364.000 metri quadrati di estensione, con un avamporto interno e un bacino esterno di 229.000 metri quadrati, per uno sviluppo costiero di quasi due chilometri e mezzo, più della metà dei quali rappresentati da banchine operative. Il molo più importante è quello di levante, articolato nei tre bracci di Molo San Corrado, dal nome del santo protettore della città, Molo San Michele e il molo foraneo, Molo di San Michele.

L’apertura nel 2008 di uno dei più grandi centri commerciali italiani ha dato nuove opportunità di impiego. Nel 2009 infine a Molfetta è stato costruito un nuovo parco di divertimenti che oggi è uno dei più importanti del Mezzogiorno d’Italia, “Miragica Terra dei Giganti”.

Gli eventi principali di Molfetta ruotano principalmente intorno al calendario liturgico, in particolare per quanto riguarda le tradizioni pasquali, vista la grande devozione degli abitanti. La Quaresima è un’occasione molto ricca di momenti di celebrazione, quando le chiese più importanti della città diventano quelle di Santo Stefano e quella del Purgatorio.

Nella Chiesa di Santo Stefano, durante i venerdì di Quaresima si contemplano i misteri del dolore, mentre in quella del Purgatorio, nelle domeniche, c’è il Pio Esercizio in onore della Pietà. La Settimana Santa è il culto di queste celebrazioni con tre diverse processioni, accompagnate da marce funebri composte nei secoli passati dai più grandi musicisti molfettesi e anche da celebri autori internazionali.

L’altro grande appuntamento dell’anno, oltre alla Settimana Santa, è legato alla celebrazione della Madonna dei Martiri. Si tratta della protettrice dei marinai, e viene onorata con la tradizione della Sagra a mare, tre giorni della prima decade di settembre (7, 8 e 9), insieme alla Fiera di Molfetta. La statua della Madonna viene disposta su barche accostate tra di loro nel porto, e la festa culmina con uno splendido spettacolo pirotecnico. Questa festa è molto sentita anche dai turisti che si trovano ancora a Molfetta a settembre per le vacanze estive.

La gastronomia di Molfetta è molto ricca e basata sulle tipiche tradizioni pugliesi, soprattutto quelle legate ai pesci e ai crostacei, che qui vengono consumati molto spesso crudi. Altri piatti tipici sono la zuppa di pesce fresco di scoglio, le orecchiette con cime di rapa o ragù di maiale (dette “strascenete”), u’ tridde, pasta per brodo con semola, uova, prezzemolo, formaggio, in sfoglie sottili spezzettate a mano, u’ calzoene, sorta di focaccia dal ricco ripieno a base di merluzzo fritto e sbriciolato, cipolle bianche sottili stufate insieme ai cavolfiori, olive denocciolate e ricotta forte. Si tratta di una pietanza tipica del periodo quaresimale e dei venerdì di digiuno, mentre il Venerdì Santo il piatto tipico è costituito dal cosiddetto “u pizzariedde”, filone di pane farcito con capperi e tonno.

Un piatto pasquale, invece, è la scarcedde, dolce di pastafrolla farcito con diverse varietà di marmellata, come fichi, ciliegie o uva. Immancabile anche la pasta di mandorle, con il dolce detto scelepp, decorato con confetti di vari colori. A Natale, infine, il menù tradizionale è a base di rape bollite con olio e limone, frittelle e il capitone.

Tra i dolci natalizi, è ancora la pasta di mandorle e non mancare mai con le carteddate, le calzengicchie, le sesemiedde, le spume di mandorla, gli occhi di Santa Lucia, le mestazzule, le canigliate e i frutti fatti con la pasta reale.

Prefisso:
080
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
molfettesi
Patrono:
Madonna (madre di Gesù)
Giorno Festivo:
09 febbraio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156263
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

10
Media
6
Ottimo
3
Buona
2
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
5
Famiglie
4
Turisti maturi
3
Giovani e single
2
Coppie
1

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
shopping
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
Attrattive
Alloggio
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0

Recensioni Molfetta

Conosci Molfetta? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : L’edificio che si affaccia al porto è il Duomo Vecchio, costruito in stile romanico è l’edificio religioso più importante della città. Fu iniziato a costruire nel 1100 e dedicato al protettore della città S. Corrado. Lo stile architettonico è simile... vedi tutto a tutti gli edifici costruiti dai Benedettini. Tre cupole, rivestite con strutture piramidali e con navate laterali.. E’ stato costruito con un insieme di stili a causa delle rifiniture avvenute lungo il corso dei secoli. Infine la facciata, restaurata nella prima metà del XX secolo, ha una grande mole, per esser vista meglio dal mare. Mentre la cattedrale, è stata costruita nella fine del XVIII secolo, all’interno è decorata con un trittico del ‘400.Anche se ha origini Normanne, il santuario della Madonna dei Martiri è stata costruita a fine ‘800 per onorare le vittime delle crociate.
Alfredo
Voto complessivo 10
Guida generale : Città bellissima l'ho rivisitata ultimamente e mancavo da circa 10 anni. Il Centro Storico è rinato grazie al fatto che è stato eliminato il traffico in quella zona creando una ZTL. La Piazza Municipio bellissima è stata una scoperta senza... vedi tutto auto. Inoltre sono nati tanti pub e posti per giovani dove gustare ottime birre e mangiare. Dispiace per il Pulo neolitico chiuso, ma in compenso nelle vicinanze c'è un Museo che nasconde le sue bellezze. La consiglio a tutti.
carmela allegretta
Livello 31     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : È una città che negli ultimi tempi ha avuto una grandissima espansione e sviluppo come centro turistico: ha un lungomare in piena città, tanti lidi balneari, un centro storico in fermento e in forte recupero, una piazza sul mare (il... vedi tutto Duomo), una bellissima Cattedrale, un corso pedonale per lo shopping, il Pulo (nucleo primitivo), centri commerciali a non finire, Fashion District, Miragica (parco divertimenti).
Da non perdere Centro Storico cittadino , Museo etnografico del mare , Molfetta Outlet
corrado petruzzella
Livello 13     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Cittadina situata in Puglia, sul mare adriatico. Ricca di storia dal neolitico (Pulo di Molfetta), attraversata dai romani e dai crociati. Attrezzata con stabilimenti balneari, hotel, B&B, oltre che locali per ogni età dai più giovani come l'Eremo (discoteca vicino... vedi tutto al mare) ai meno (Nautilus o Stop Over). Vi è il parco dei divertimenti Miragica, il Fashion District e La Mongolfiera con i suo negozi. Tutti nella Zona Industriale.
Da non perdere Molfetta Outlet , Museo diocesano
carla ritrovato
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : Comune sul mare, non ancora molto turistico come Trani ma ugualmente bello. Da visitare il centro storico in fase di parziale ristrutturazione. Varie iniziative da parte del comune come concerti estivi, sagre e fiere. Ottimo shopping nei dintorni grazie ai... vedi tutto vari centri commerciali ed outlet. Attrattive anche per i bambini con il parco divertimenti.
Uyshyf
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Molto bella e, da qualche anno, sta iniziando a diventare famosa nel turismo. C'è anche un parco-divertimenti e due enormi centri commerciali. Non è molto pulita, ma è abbastanza bella storicamente e culturalmente: è una città da visitare! La consiglio... vedi tutto alle persone di tutte le età perchè ci sono molti posti dove divertirsi;ci sono, inoltre molti bar, ristranti e ville dove passare il tempo libero.
rocco sergi
Voto complessivo 7
Guida generale : Graziosa cittadina, il traffico è particolarmente pericoloso, ho pranzato in ristorante, a menù fisso, con giudizio mediocre. La popolazione è molto cortese. Il centro cittadino, è ben curato, i servizi pubblici non rispettano gli orari prestabiliti. Ospitalità da ritenere nella... vedi tutto media, ma si può migliorare molto.
vincenzo
Voto complessivo 7
Guida generale : Molfetta é una città molto attrezzata, ci sono aree per il divertimento come Miragica, ci sono molti centri per lo shopping. Molfetta si trova su una splendida costa marina, e possiede un bel centro storico, molto funzionale ed é raggiungibile... vedi tutto per via mare e terra.
Giuseppe
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : MOLFETTA è bellissima! Bisogna essere attaccati alla propria Città, nn criticarla... andare in paesi limitrofi nn serve! TANTO PRIMA O POI TORNATE DA NOI! E abbiamo tutto! Bisogna accontentarsi nella vita.
Da non perdere Molfetta , Pulo
Adriano Azzollini
Livello 29     5 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : durante la festa della Madonna è veramente bella forse nei giorni centrali c'è troppo casino ma è un casino molto piacevole.posti intorno al paese vari e da visitare. L'auto è meglio fermarla e girare coi bus o in bici. Cucina... vedi tutto ottima sopratutto il pesce che si magia crudo. Gente ospitale
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156262

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0

Destinazioni vicine a Molfetta

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0625045
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca Hotel a Molfetta

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156262

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Arte e cultura
Shopping
Sole e Mare
Mete romantiche
Mete per la famiglia
Sport
Avventura
giovani e singole
Terme e Benessere
Verde e natura
Studenti
Pellegrinaggi
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Molfetta

Poco nuvoloso
19 °
Min 133° Max 1872°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0