×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Moena  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0156258

Info su Moena

Superfice:
82 km2
Altitudine:
1184 m
Abitanti:
2723 [2011-04-30]
Introduzione

Situata a quasi 1.200 metri sul livello del mare, Moena si trova in una conca alluvionale della Val di Fassa, tra i gruppi dolomitici del Catinaccio, del Latemar e dei Monzoni.

Oltre ai diversi rioni in cui è suddiviso il comune principale, non mancano le frazioni, sparse lungo il bacino dell’Avisio (Forno, Medil, San Pellegrino, Penia, Someda, Sorte). In particolare, Forno e Medil mantengono una loro certa autonomia anche dal punto di vista linguistico, visto che qui si parla non il classico ladino della Val di Fassa ma un dialetto trentino detto “fiammazzo”.

Il nome “Moena” deriva probabilmente da un termine utilizzato per identificare un terreno fertile e ben irrigato, e qui, probabilmente, venne bonificato un lago in tempi passati; anche lo stemma cittadino raffigura un barcaiolo. La Val di Fassa era già abitata al tempo del Mesolitico, e durante le Età del Bronzo e del Ferro questa zona era dedita, come per gran parte dei secoli successivi, all’agricoltura e alla pastorizia.

Conquistata, insieme alle altre località abitate dalle popolazioni Retiche, da Roma, Moena (la medievale Moyena) nel quattordicesimo secolo venne aggregato alla Magnifica Comunità di Fiemme, tra i possedimenti del Principato Vescovile di Trento. Le invasioni napoleoniche alla fine del diciottesimo secolo portarono poi, nel 1809, alla rivolta popolare di Andreas Hofer, e tutto il territorio del vecchio Principato Vescovile entrò a far parte dell’Austria, insieme al Tirolo.

Dopo un secolo di dominazione austriaca scoppiò la prima guerra mondiale, che colpì duramente la Val di Fassa, con l’area ladina che sostanzialmente venne divisa in due, tra la parte italiana e quella austriaca; il 1918, in particolare, è ancora oggi ricordato come uno degli anni di più dura carestia che gli abitanti ricordini. Nel 1920 tutto il Trentino-Alto Adige venne annesso all’Italia, mentre dopo la seconda guerra mondiale la regione ebbe forti concessioni sul piano dell’autonomia, anche nella salvaguardia della sua identità ladina.

Dai suoi esordi agricoli, l’economia di Moena, così come quella di tutta la Val di Fassa, è passata quasi integralmente al turismo, che oggi costituisce di gran lunga la prima fonte di redito per il paese. Non manca però chi ancora pratica l’allevamento, tanto che il Puzzone di Moena è riconosciuto come uno dei formaggio più tipici e apprezzati di tutto il Nord-Est italiano.

Il turismo in Val di Fassa si può considerare nato insieme all’interesse geologico per le Dolomiti, quando gli straordinari “Monti pallidi” cominciarono ad attirare studiosi da tutta Europa; di lì a poco li seguirono gli alpinisti, che tracciarono le prime vie ferrate e resero queste montagne una meta popolare per gli amanti delle escursioni.

Moena
iniziò ad essere frequentata anche da personalità illustri, come Re Alberto I del Belgio. Il resto arrivò grazie alla costruzione dei comprensori e degli impianti sciistici, che ancora oggi sono tra i migliori del Trentino. Uno degli eventi assolutamente immancabili di Moena è la Marcialonga, la più importante competizione di sci di fondo italiana. Il tracciato attraversa la Val di Fassa e la Val di Fiemme e la gara si tiene l’ultima domenica di gennaio, con partenza dalla piana di Moena fino a Canazei, poi discesa a Molina di Fiemme e arrivo in piazza a Cavalese. Quando la neve scarseggia si organizzano delle competizioni accorciate. Ispirata alla leggendaria Vasaloppet svedese, la Marcialonga attira ogni anno migliaia di partecipanti, ed è stata anche inserita in Coppa del Mondo.

La gastronomia di Moena e della Val di Fassa è molto ricca di specialità particolari, con ingredienti a chilometro zero e di grande qualità, primi tra tutti lo speck e in particolare il Puzzone di Moena o Spetz Tsaorì, presidio Slow Food, formaggio DOP a crosta lavata, con pasta semicotta e semidura, di latte vaccino, dall’odore penetrante e caratteristico (anche in realtà meno acuto di altri formaggi). Altri prodotti tipici sono il Nostrano di Fassa, più dolce e delicato, e poi i grandi classici della tradizione ladina, come la polenta, i taglieri di speck e altri affettati con il kren (la tipica crema di rafano emulsionata con aceto di mele), i canederli, i crauti, i cajonciè pieni di ricotta e spinaci, e tutti i dolci come lo strudel, le frittelle di mela e le fortaes.

Anche per quanto riguarda i vini non mancano le opportunità, con il Muller-Thurgau, il Gewurtztraminer ed il Sylvaner tra i bianchi, e soprattutto Teroldego Rotaliano tra i rossi. Non mancano comunque Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Nosiola, Riesling, Trentino Bianco, Moscato Giallo, Carbernet trentino (Franc e Sauvignon), Lagrein, Pinot Nero, Valdadige, Sorni Rosso, Caldaro, Casteller. Per gli appassionati di piatti tipici non si possono mancare in particolare due appuntamenti annuali di Moena, ovvero “A cena con Re Laurino”, durante l’inverno, e “Sapori d’Autunno” a settembre, perfette occasioni per gustare tutti i sapori e i profumi della cucina ladina.

A Moena sono anche molto attivi gli artigiani in particolare nella produzione di oggetti in legno e mobili, con decorazioni artistiche di ogni tipo, soprattutto sculture. Fra le curiosità, non si può non citare la presenza del rione cosiddetto Turchia di Moena: ha preso il suo nome, secondo la tradizione, dall’arrivo di un generale dell’Impero Ottomano sopravvissuto alla disfatta del suo esercito durante l’assedio di Vienna del 1529, soccorso dagli abitanti che poi vennero appunto chiamati “i Turchi”. La “Festa in Turchia” è un altro dei grandi eventi del comune, quando con costumi e tradizioni tipicamente orientali si ricorda questo leggendario avvenimento (più probabilmente, il nome deriva dalla presenza nell’abitato di molti torchi).

Prefisso:
0462
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
moenesi
Patrono:
San Vigilio
Giorno Festivo:
26 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

18
Buona
17
Ottimo
5
Media
1
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
15
Famiglie
6
Coppie
3
Turisti maturi
2
Giovani e single
1

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Servizi ai turisti
attività
shopping
Accessibilità
Attrattive
Alloggio
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0

Recensioni Moena

Conosci Moena? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Tiziana
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Io mi chiamo borghini Tiziana in lunadei sono 30 anni che in vacanza veniamo a moena il mio primogenito e stato concepito a moena per l*esattezza nell*albergo la romantica, albergo stupendo ristrutturato a maniera la famiglia mazzocchi,sommavilla d sono persone... vedi tutto stupende come lo e* moena , sidice di mal d*Africa , io ho il mal di moena , mi ero candidata come cittadina onoraria dopo tanti anni che veniamo ,vengo a moena , neanche l*ictus non mi ci ha fermati vengo a moena e faccio di tutto, grande camminate , su funivia sulla neve insomma per me moena e* un miracolo, elegante pulita,vivibile respirabile insomma moena per la vita, y love moena borghini.3331177855x info. Grazie.
eugenio
Voto complessivo 8
Guida generale : località sciistica decisamente ok anche se i costi sono elevati per skipass e sistemazione alberghiera. l'offerta per chi ama sciare è decisamente varia e soddisfacente per tutte le età e per le varie esigenze. il comprensorio più vicino Alpe Lusia... vedi tutto dista appena i,5 km dal centro di Moena mentre quello di passo San Pellegrino e colle Margherita circa 10 km; neve tanta ed impianti di innevamento automatico eccellenti e di ultima generazione; preparazione delle piste davvero al top, giornaliera e con assistenza continua agli impianti ed in pista. presenza di polizia di Stato costante e fissa per cui si scia in assoluta sicurezza.
angela
Voto complessivo 10
Guida generale : Una città da favola, è un vero che consiglio a chiunque. Si trova di tutto ed è facilmente raggiungibile in auto e con i vari mezzi. Una meta ideale per chi ama lo sport in quanto le piste presenti sono... vedi tutto perfette e ben attrezzate si strutture moderne, ma è anche l'ideale per chi vuole trascorrere momenti di tranquillità a contatto con la natura.
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Suggestiva è la chiesa gotica di San Vigilio, che sovrasta il centro abito. Merita una visita il Lago di Lusia, uno specchio d'acqua alpino di grande bellezza . Gli appassionati della natura potranno osservare fauna e flora in un ambiente... vedi tutto di rara quiete. Nei pressi si erge il complesso della Marmolada, magnifico sia in estate che in inverno. D'estate si svolge la maratona dei bikers detta "Rampilonga", il cui percorso si snoda lungo il suo territorio.
Kumari
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 6
Guida generale : Il paesino e' una vera bomboniera, quasi troppo...Ci sono tantissime cose da fare, dalle passeggiate lungo l'Avisio sia a piedi che in bici, alle gite in montagna. bellissima la passeggiata di Fuchiade, dopo il passo S.Pellegrino, si arriva in una... vedi tutto valle Da favola. ci sono tantissime baite, poche automobili e un paesaggio mozzafiato. Da vedere lo show room di Arredamenti Dellantonio, alle porte del paese, azienda artigiana che lavora il legno con un gusto davvero speciale ! moena I love you !
Da non perdere arredamenti Dellantonio , Malga Roncac
Tommaso Tacchi
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : MOENA... Non per niente e' chiamata anche La Fata delle Dolomiti, cosa posso dire ... SPLENDIDA come paese, come persone, come accoglienza, NON si puo' morire senza essere stati almeno una volta a Moena,in Val di Fassa, Paesaggio Dolomitico da... vedi tutto rimanere a bocca aperta. La mia prima volta nel 2000 (01-07 luglio), e sono rimasto a bocca aperta, arrivando dall'Umbria prov. Perugia, ci sono ritornato altre volte, ho un immane desiderio di tornarci e anche viverci tutto l'anno...
Olimpia Falchetti
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 8
Guida generale : Ambiente molto bello,di fronte al Catinaccio, molte passeggiate possibili da quelle facili alle scalate in roccia. La cittadina offre negozi eleganti,ristoranti tipici, locali notturni. Vicino al Parco Naturale di Paneveggio e a molte località da cui si può godere la vista... vedi tutto delle Dolomiti trentine.
Da non perdere Passo di Costalunga
manuela sii onesto
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : è una citta meravigliosa, ti sorprende in ogni suo aspetto... il panorama è mozzafiato, montagne che sembrano incatate tutto intorno è rifinito in ogni particolare, il comune è organizzato con manifestazioni ed eventi ed è ben collegato con i paesi... vedi tutto limitrofi. Credetemi, è meraviglioso!
Da non perdere Itinerari ed escursioni
Sabrina Miani
Livello 20     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : Ottima cittadina per una vacanza estiva, hai la comodità dei servizi, la straordinaria bellezza dei luoghi, ottima accoglienza turistica, trasporti efficienti, attrezzature per bambini, attività ludiche e culturali.....e per non farci mancare niente un'ottima aria di montagna fresca e rilassante!!
IVANA
Livello 1     0 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : UN DOLCE, MERAVIGLIOSO PAESE PER UNA BELLISSIMA VACANZA TUTTA DA RICORDARE. TORNEREI VOLENTIERI OGNI ANNO E, POTENDO, CI TRASCORREREI TUTTA L'ESTATE. UNICA COME UNICI SONO GLI ABITANTI CHE SONO DISPONIBILI E GENTILI. NON SI PUO' NON CONOSCERE MOENA ALMENO UNA... vedi tutto VOLTA NELLA VITA E, PRIMA LA CONOSCI, PRIMA TE NE INNAMORI.
Da non perdere Itinerari ed escursioni
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca Hotel a Moena

HotelSearch-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Montagna
Enogastronomia
Verde e natura
Sport
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Avventura
Cicloturismo
giovani e singole
Shopping
Arte e cultura
Terme e Benessere
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Moena

Pioggia debole
9 °
Min 78° Max 1071°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0