×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Milano: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156244
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Milano è Capoluogo dell'omonima città metropolitana e della regione Lombardia. Ubicata in pianura, il territorio si sviluppa ad occidente della regione, a est del fiume Ticino, ad ovest del fiume Adda, a nord del fiume Po ed a sud del Lago di Como.

Fondata intorno al 590 a.C. e conosciuta fin dai tempi più antichi mediante l'appellativo di Medhelan, la città metropolitana di Milano risulta essere una delle più popolose aree del Nord Italia.

Rappresenta ancora oggi un'importante meta turistica attraverso la quale passano ogni anno persone appartenenti a diverse etnie. Le chiese, i monumenti ed i palazzi storici della città fungono da punti di ritrovo indispensabili soprattutto per chi, per la prima volta, desidera attraversare le aree immense del capoluogo, visitandone le numerose attrazioni e i fantastici luoghi di interesse che la città antica offre ad un settore così particolare, come quello turistico.

Andateci se vi piace: shopping, musei, fotografia.
Per quanto tempo: un weekend.
Il periodo migliore: tutto l'anno.

Da sapere

  1. Cosa sapere su Milano: uno sguardo sulla città
  2. Dove si trova Milano: geografia, territorio e storia
  3. Come si vive a Milano: clima, qualità della vita e consigli utili

Pianificare il Viaggio

  1. Cosa vedere e cosa fare a Milano
  2. Dove mangiare e cosa mangiare a Milano
  3. Dove dormire a Milano
  4. Come arrivare e come muoversi a Milano
  5. Cosa comprare a Milano
  6. Cosa fare la sera a Milano
  7. Cosa portare a Milano e cosa mettere in valigia
  8. Quando andare a Milano
  9. Cosa vedere nei dintorni di Milano

sapere Cosa sapere

Milano è da vivere, sognare e godere, Milano è tutt’oggi da bere. L’etica del lavoro e la produttività scandiscono le ore ma a fine giornata si respira aria di festa, un vivace mondo a colori tra le bollicine di un aperitivo e il ritmo dei brindisi. Questo è il modus operandi di una città che corre veloce senza stancarsi mai e che antepone il dovere al piacere.


“Il milanese è lavoratore, e lo ostenta;
il tempo è denaro; labor omnia fecit.
Ama l’ufficio con calore sentimentale,
è infelice se è lontano,
a meno che, la sera e un mese all’anno,
al mito del lavoro non subentri il mito gemello,
quello del “divertirsi
”.
(GUIDO PIOVENE)


Chi scopre Milano la scardina facilmente dai luoghi comuni che l’attanagliano. Si dice di lei che sia triste e grigia, pragmatica nel rincorrere il domani senza godere dell’oggi. Per gli occhi prevenuti, una città senz’anima. Eppure il capoluogo meneghino è tutt’altro, senza mai venir meno ai suoi doveri.

Questa metropoli è bella, coscienziosa e dall’estro spiccato. Non solo è tra le prime città in Europa per finanza e produttività, è anche una fucina di idee creative e uno scrigno di storia e cultura. L’architettura e l’arte sono tasselli policromi in un mosaico di apparente monotonia urbana, quella razionale votata alla produttività.

Duomo_di_Milano

Il centro storico, sebbene privo di uno stile architettonico predominante, rivela dei luoghi davvero unici: il Duomo, la Galleria Vittorio Emanuele, il Teatro alla Scala e il Castello Sforzesco, come diamanti nella roccia grezza che lo rendono unico e brillante. Una visita a Milano è una continua scoperta e un susseguirsi di aspettative.

Ospita capolavori dell’arte classica come il Cenacolo di Leonardo Da Vinci e un’innumerevole proposta di avanguardie, un universo creativo di musei e gallerie, un riscatto cromatico di pura energia nella miriade di forme tangibili e suggestioni astratte.

Milano è dedita all’arte in tutte le sue forme. E’ capitale della moda e del lusso, creatività che si descrive attraverso trame e tessuti nella ricerca minuziosa dell’estetica. Estro dosato con metodo.


Lo stile di Milano lo sintetizzerei con tre D: discrezione, disciplina, dovere.
In un mondo che tende alla cialtroneria,
all’anarchia dei comportamenti e alla furberia,
ben venga il calvinismo milanese!”
(GIORGIO ARMANI)


Il Quadrilatero della moda è la Babilonia dello stile dove primeggia orgogliosamente il made in Italy con griffe che devono tanto alla città: Armani, Versace, Prada, Dolce & Gabbana, Pucci, Gucci sono partiti proprio da un sogno milanese.

Quattro lati di un perimetro sacro per i guru dello stile e le fashion addicted, ma oltre a questa “geometria d’oro”, innumerevoli negozi di stilisti emergenti e outlet tappezzano le strade della città.

Milano detta legge sulle ultime tendenze, non solo nel campo della moda, offre anche un’interessante panoramica sul design e sull’arredamento. Idee che animano la materia grazie ad una creatività esuberante capace di esasperare o semplificare i concetti di spazio creando emozioni. 

Milano è la grande città con due anime: la stacanovista e la festaiola, un ossimoro urbano unico in Italia. Due poli opposti perfettamente equilibrati e coinvolgenti: chiunque visiti la città avverte un’energia produttiva che motiva o rianima la propria, uno stimolo per l’inventiva e la creatività. E poi si respira quell’aria di festa, un’atmosfera elettrica dove lasciarsi trasportare in concessioni senza rimorsi.

stazione_Milano

Al calar del sole la città indossa il vestito luccicante della sera, perfetto per un happy hour in compagnia. Un aperitivo è una vetrina sul mondo in una città multiculturale, un rituale di condivisione che non si ferma all’apparenza ma consolida le amicizie e ne crea di nuove.

Milano non è solo individualismo produttivo, è comunione dell’arte e delle idee nelle gallerie d’arte, nei teatri o nei brindisi, quelli all’insegna del piacere dell’attimo. Un gesto che testimonia l’anima della città, capace di vivere il suo presente proiettandosi già al futuro.

Vedi anche Cosa vedere a Milano: tutte le attrazioni in città per una visita completa.

dove si trova milano Dove si trova

La città di Milano è situata nel nord della Penisola Italiana e rappresenta un punto d'approdo importante non solo per quanto riguarda il turismo, ma anche per le attività commerciali e gli scambi culturali che avvengono durante i periodi di alta e bassa stagione.

Dal punto di vista geografico, quindi, l'area metropolitana può essere considerata strategica, dal momento che offre numerose alternative a chi vi si reca almeno una volta all'anno per ammirarne le straordinarie meraviglie che la città è in grado di offrire ai turisti.

Anche la storia è densa di avvenimenti importanti che affondano le proprie radici negli anni della fondazione della città, tuttora in certi, ma che comunque hanno visto l'attuale capoluogo Lombardo passare attraverso lunghi periodi di migrazione, conquiste, troni prestigiosi e regni duraturi che hanno fatto la storia del bel Paese.

Milano fu fondata dai Galli Insubri all'inizio del IV secolo a.C. e divenne Mediolanum sotto il dominio Romano a partire dal III secolo a.C.; nel 292 divenne la capitale della parte Occidentale. La città fu distrutta dagli Unni di Attila verso il 450 d.c. ed occupata dai Visigoti nel 539; Milano riprese a svilupparsi soltanto intorno all'ottavo secolo.

Fu governata da diversi arcivescovi grazie ai quali conquistò l'indipendenza, ma purtroppo nel 1162 Milano fu distrutta dalle truppe dell'Imperatore Federico Primo e soltanto nel 1176 la città trovò le energie per vincere, con la Lega Lombarda, contro quest'ultimo.

Quartiere_Brera_Milano

Ciò designò l'inizio di un nuovo periodo di prosperità; nel 1277 i Visconti presero le redini del governo e lo mantennero fino al 1447. Nel 1450, il soldato italiano Francesco Sforza assunse il comando della città e lo mantenne fino al 1500 quando la Francia la conquistò, mentre nel 1535 Milano fu sottomessa dagli Spagnoli.

Arrivarono poi gli Austriaci, i quali dominarono fino alle "Cinque giornate di Milano" nel 1848; nel 1859 la città entrò a far parte dei domini di Casa Savoia e nel 1861 entrò invece a far parte del Regno d'Italia. Da quella data a Milano inizia un periodo di grande ripresa ed espansione economica, la quale continua sino ai nostri giorni.

Milano è il principale centro finanziario italiano, vanta di un reddito pro-capite tra i più alti del Paese; inoltre è sede della Borsa Valori. L'agricoltura e l'allevamento sono praticate tutt'oggi, sebbene non in maniera massiccia, infatti la sua economia si basa soprattutto sul terziario, privilegiando l'editoria, pubblicità, i media televisivi e l'informatica, inoltre in forte sviluppo è il settore delle biotecnologie.

Dagli anni ottanta Milano è diventata famosa come "Città della Moda" infatti oggi ne è una delle capitali mondiali, anche nel settore del design industriale è molto forte.

Persino lo sviluppo industriale che ha interessato in fasi distinte la crescita manifatturiera dell'intera Penisola è approdato all'interno del capoluogo lombardo, ricevendo da numerosi esperti di politica l'appellativo di protagonista all'interno del recente triangolo industriale, che ha visto la città di oltre 1 milione e 300 mila abitanti occupare un posto di notevole rilievo nel nuovo processo di industrializzazione che la vede ancora oggi primeggiare tra Torino e Genova.

Vedi anche Quando andare a Milano: i periodi migliori per visitarla.

come si vive a milano Come si vive

Situata a ridosso dei ristretti margini della pianura padana, la città metropolitana di Milano è caratterizzata dalla presenza di un clima temperato, dove tendono ad accentrarsi fenomeni di escursione termica con una certa regolarità ogni anno. Ed è per questa ragione che le estati sono talvolta calde e umide, mentre gli inverni sono freddi ed abbastanza lunghi.

Teatro_alla_Scala

Si passa dall'estate all'inverno come in un batter d'occhio. Nonostante la presenza di un clima non proprio favorevole, la qualità di vita all'interno della città è migliorata tantissimo, tanto che la stragrande maggioranza dei turisti ogni anno afferma di poterci vivere volentieri, soprattutto per quell'efficiente organizzazione dei trasporti e dei servizi principali a disposizione dei cittadini, nonché in seno ad un adeguato rispetto del senso civico rispettato da una larga parte della popolazione.

La cucina milanese è contraddistinta dai prodotti e delle abitudini del territorio come la risicoltura e l'allevamento di bovini e suini. Tra i primi piatti spicca in primis il rinomato risotto giallo, insieme alle tantissime varianti di minestre in brodo, alla polenta, agli sbrofadej ed al pancotto.

Tra i secondi tipici di Milano, vale la pena citare la famosa cotoletta alla milanese impanata, l’ossobuco , la Cassoeula, i nodini di vitello, la galantina, il pasticcio di fegato e burro, i mondeghili e le lumache alla milanese; inoltre sulla tavola milanese non manca mai il formaggio, soprattutto il gorgonzola. Per quanto riguarda i dolci, diciamo prima di tutto che il Panettone è nato qui, ma molto noti sono anche la barbajada e la torta bertuldina.

Vedi anche Dove e cosa mangiare a Milano.

Prefisso:
02
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
milanesi o meneghini
Patrono:
%7B%7B
Giorno Festivo:
07 dicembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156249
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Milano

Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Oh mia bela Madunina…  cantava Giovanni D’Anzi per dare lustro alla sua città. Suggeriamo quindi, di iniziare la visita di Milano da Piazza del Duomo che costituisce il centro della città da cui dipartono le principali strade e che ospita... vedi tutto il magnifico Duomo di Milano. La “Madunina” si trova nel punto più alto dell’edificio da cui osserva tutta la città.  «Il Duomo, simbolo per eccellenza di Milano, è la prima cosa che cerchi quando ti alzi al mattino e l'ultima su cui lo sguardo si posa la sera. Si dice che il Duomo di Milano venga solo dopo San Pietro in Vaticano. Non riesco a capire come possa essere secondo a qualsiasi altra opera eseguita dalla mano dell'uomo», disse un estasiato Mark Twain alla vista dell’enorme chiesa.  Questa maestosa struttura è la testimonianza più significativa di architettura gotica in cui si fondono caratteri nordici ed elementi lombardi.  Accanto al Duomo, vi è il settecentesco Palazzo reale, che fu per lungo tempo la reggia delle dinastie dei Visconti e degli Sforza e, successivamente, dei governatori spagnoli ed austriaci. Da non perdere la visita alla Sala delle Cariatidi, unica sala neoclassica sopravvissuta ai bombardamenti della seconda guerra mondiale anche se gravemente danneggiata. Lunga 196 m, la Galleria Vittorio Emanuele II, collega Piazza del Duomo con Piazza della Scala. E’ soprannominata il “salotto dei milanesi” per l’eleganza e i prestigiosi negozi,bar e ristoranti.Arrivati in Piazza della Scala ammirerete uno dei teatri lirici più famosi al mondo, ovvero il Teatro alla Scala, ma anche lo storico Palazzo Marino e il più moderno Palazzo Beltrami. Percorrendo il Corso Vittorio Emanuele partendo da Piazza Duomo arriverete invece al punto d’incontro  favorito della Milano bene, cioè Piazza San Babila. Essa sorge oggi dove fino agli anni '30 si trovava l'antico Carrobbio di Porta Orientale, luogo di sosta per mercanti e mercanzie. La piazza viene ancor oggi ricordata per essere stata la cosiddetta trincea nera del neofascismo milanese degli anni settanta. Altre vie da visitare sono: Via Ripamonti, Via Monte Napoleone, Viale Monza, Corso Buenos Aires e la zona di Milano 2, con il famoso Palazzo dei Cigni. In via Brera 28, si trova la Pinacoteca di Brera, galleria nazionale d'arte antica e moderna.  Ha sede nello stresso palazzo che ospita la Biblioteca Nazionale Braidense, l'Osservatorio di Brera, l'Orto Botanico, l'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere e l'Accademia di Belle Arti.  Fra le opere vi sono il celebre Sposalizio della Vergine di Raffaello Sanzio, la Madonna col Bambino di Giovanni Bellini, la Crocifissione di Bramantino e dipinti dei pittori fiamminghi Rubens, Joardens, Van Dyck e Rembrandt. Vi sono anche importanti opere di Correggio, Tiepolo, Canaletto e Fattori, nonché la Cena in Emmaus di Caravaggio e il Pergolato di Silvestro Lega, acquistati grazie all'Associazione Amici di Brera e dei Musei milanesi. Suggeriamo poi di proseguire la visita di Milano verso Ca' Granda in via Festa del Perdono: è uno dei più grandi edifici storici di Milano per molti secoli sede dell'Ospedale Maggiore. Dal 1958 ospita l'Università degli Studi di Milano. Fu fatto costruire nel 1456 per volere di Francesco Sforza allo scopo di dare asilo e assistenza ai poveri malati della città. Il Cimitero monumentale, altro caposaldo di una visita milanese, venne progettato e costruito fra il 1863 e il 1866 in un'area periferica al di fuori dei bastioni. Nacque come camposanto della borghesia emergente, dove potevano trovare posto anche i non cattolici. La parte centrale del cimitero è il Famedio che ospita i resti di personaggi che hanno fatto la storia di Milano, tra i quali Alessandro Manzoni. Da non perdere la visita alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie in cui vi è il Cenacolo di Leonardo da Vinci.  L'opera è stata dichiarata nel 1980 patrimonio dell'umanità dall'Unesco e insieme ad essa vengono protetti anche la chiesa e il limitrofo convento domenicano.  Uno dei principali simboli di Milano è il Castello Sforzesco che oltre ad essere uno dei luoghi più suggestivi di Milano ospita ,tra l’altro, musei civici di eccezionale valore. Costruito nel XV secolo da Francesco Sforza sui resti di una precedente fortificazione risalente al XIV secolo nel tempo ha subito notevoli trasformazioni. Alle spalle del castello vi è il cuore verde della città, ovvero Parco Sempione, in cui trascorrere il tempo libero tra sport, percorsi vita e visite culturali. Un altro luogo verde della città è il Parco Nord ubicato nella periferia a Nord di Milano grande circa 600 ettari: è stato ideato negli anni ‘60 ma realizzato nel 1975. E' possibile passeggiare tra tigli, ippocastani, biancospini e noccioli per venire a contatto con una natura che si é sviluppata sino a creare dei veri e propri boschi, generalmente di pioppi e aceri. Oltre a essere un crocevia dei trasporti, la Stazione Centrale di Milano rappresenta un edificio di sicuro fascino. Venne portata a termine in pieno periodo fascista, gode di luoghi suggestivi e tanto ricchi di storia. Il parquet, calpestato da Mussolini e Hitler, mostra ancora intarsi a forma di svastica. Più moderni ma comunque interessantissimi sono la Fiera di Milano e lo stadio Giuseppe Meazza che ospita le partite delle due maggiori squadre cittadine: il Milan e l'Inter. In Piazza Velasca c’è la Torre che si presenta agli occhi del turista come uno strano grattacielo che dal 18° piano in su si allarga, ricordando in qualche modo, le antiche torri dei templi. Venne costruita fra il 1956 e il 1960 ed è considerato una delle opere più importanti del dopoguerra. Prende il nome della Piazza aperta dal governatore spagnolo Juan de Velasco nel 1651. In Piazza delle Meraviglie d'Oro vi è poi Porta Romana, l'antico ingresso ufficiale alla città. Infine, è molto suggestiva la zona dei navigli di Milano con la Darsena: un tempo erano molto popolari ed erano il ritrovo di negozietti e mercatini. Attualmente questa è diventata una zona molto esclusiva, dove modelle, artisti  e giovani universitari vagano da un bar all'altro scambiando quattro chiacchiere.
Antonia Piedicorcia
Livello 23     3 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : E' la città che offre più opportunità di lavoro in molti settori. Milano è una città tutta da scoprire, gli itinerari sono molti, partendo dalla sua storica Piazza Duomo visitando il Duomo dedicato a Maria Nascente, Palazzo Reale sede di... vedi tutto moltissime Mostre, inoltrandosi poi in Galleria Vittorio Emanuele piena di negozi anche storici, "La Rinascente", Ristoranti, Bistrò, caffetterie, centro benessere, chiese, basiliche sino ad arrivare in S.Babila con le vie importanti della moda via Montenapoleone, della Spiga etc dove hanno sede i negozi de i migliori stilisti italiani. Personalmente a me avevano colpito molto le Colonne di S.Lorenzo, era un pomeriggio verso il tramonto e per un momento ho avuto la sensazione di trovarmi ancora a Roma . C'è la via Dante anch'essa con negozi di ogni genere ristoranti gelaterie è tutto un percorso pedonale dove infine ti appare il Castello Visconteo con il parco tutto intorno. Milano è una città tutta da scoprire dietro cancelli e portoni nascondono giardini ed un'armonia di calore umano che solo i "puri" milanesi si sottraggono per aprirsi al momento di una richiesta di vero "aiuto" sono quelli del "cor in man". Sono nata a Venosa ( patria di Orazio) vissuta a Roma ma amo Milano quella col cor in man!
marco
Voto complessivo 5
Guida generale : Cosa risalta agli occhi quando si va a Milano? Il grigiore, la nebbia caotica senza dignità, andare a milano solo per fare shopping molto riduttivo, brera, castello sforzesco e duomo come monumenti, pensare che è molto estesa quindi ci sono... vedi tutto vari rioni dove non c'è assolutamente nulla da vedere. Mi viene a mente porta romana, che dire il piatto tipico risotto allo zafferano, ossobuco, ma niente altro come specialità milanesi, se invece si deve parlare delle cucine estere ce ne sono una infinità, città per i ristoranti carissima, poi tutto e' soggettivo, capisco può piacere e non piacere, comunque 1/2 giorni a vedere monumenti "pochi" ma per viverci meglio fare come i milanesi doc, spostarsi dalla milano di una volta che non esiste più, ho letto che c'è da vedere il Pirellone ma sarebbe meglio non vederlo, un palazzo sensa senzo ma oramai c'è, se lo tengano, in 10 mesi annui per vedere il cielo senza smog diventa una impresa anche respirare. Sarà per questo che i milanesi nelle 24 ore giornaliere le passano quasi tutti in casa.
Lucia anna strippoli
Livello 31     4 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Milano gode della possibilità di vivere la notte .. nei modi più vari e stravaganti, a tal proposito credo di tratti di una delle città più cool di Italia, questo però può spesso fuorviare i visitatori, che rintronati da tanto... vedi tutto caos e varietà, rischiano di perdere i veri gioielli della Nostra città, come i musei, l'architettura, i budelli della vecchia Milano e chi più ne ha più ne metta!, consiglio dunque di acquistare una guida, o di recarsi in uno dei punti di informazione per i turisti e di documentarsi il più possibile sulle Nostre VERE RICCHEZZE!! Penso che il 70&% dei Milanesi stessi non abbia mai visitato davvero la propria città!!! in bocca al Lupo e ... enjoy
Karin Astolfi
Livello 63     8 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Milano è una città alla quale non manca proprio niente.. Per chi vuole visitare ci sono numerose chiese tra le quali il Duomo, la chiesa della Marie delle Grazie annessa alla Pinacoteca di Brera dove visitare il Cenacolo Vinciano, la... vedi tutto chiesa della Marie delle Grazie sul Naviglio e poi musei ed altre chiese. Per muoversi c'è l'imbarazzo della scelta. Tram, metro, bus, taxi... e un continuo via vai... Per chi vuole fare shopping c'è di che sbizzarrirsi... dai negozi dalle firme più famose (e costose) a quelli più raggiungibili... I locali dove mangiare sono tantissimi e se si vuole fare un aperitivo-cena basta andare lungo il Naviglio Grande che di sera si riempe di gente negli innumerevoli locali...
giulia carli
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : La prima tappa obbligatoria a Milano è la visita al Duomo di Milano e alla sua bellissima terrazza soprastante. Successivamente, dopo aver fatto una bella passeggiata per il centro di Milano e per le vie dello shopping, in particolare Corso... vedi tutto Vittorio Emanuele e Via Torino, consiglio di non perdere una bellissima passeggiata partendo dal castello sforzesco fino all'arco in Sempione. Proseguire con un'aperitivo in zona Sempione in particolar modo consiglio il Bangra Bar. Per concludere la serata consiglio di prendere un cocktail al Cream, bar che li fa davvero particolari. Milano è la città che non dorme mai quindi chi desidera destreggiarsi tra locali e discoteche, non avrà che l'imbarazzo della scelta.
Nicola
Voto complessivo 9
Guida generale : Milano è la città italiana perfetta, che dovrebbe dare l'esempio a tutti gli orrori di questo Paese! Funzionale, con tanti servizi e posti di lavoro e capitale dello shopping! Il centro storico è unico: il duomo è unico, le gallerie... vedi tutto con i negozi sono uniche, via Montenapoleone è unica. Chiunque la critica non la conosce. Non è neanche poi così sporca come si dice! Questa città rappresenta il progresso e l'Europa. La sua eleganza è insuperabile. Unico difetto è un po' la periferia, ma d'altronde questa non ha niente di diverso rispetto a quelle di tutte le altre città italiane come Firenze: gli italiani sono soliti buttare palazzi brutti a caso fuori dal centro.
Da non perdere Negozi , Duomo di Milano , Acquario di Milano
Andrea Manini
Livello 23     4 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Milano è una città chiusa, da scoprire. Molte delle attrattive sono nascoste... Il turista si deve sforzare, anche se è difficile, di pensare e comportarsi come un milanese... I meravigliosi cortili sono spesso chiusi ai più, ci vuole un po'... vedi tutto di furbizia per entrare o intrufolandosi o chiedendo alla portinaia. I posti più belli sono poco pubblicizzati... Mangiare sulla cima di un grattacielo o fare l'aperitivo con una vista a metà tra l'antico e il moderno, tra il Monumentale e la nuova zona Isola è possibile e fattibile. Solo un po' di sforzo e il coraggio di abbandonare i percorsi soliti triti e ritriti...
Da non perdere Duomo di Milano , Aperitivo
s R
s R
Livello 32     5 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 6
Guida generale : Per risparmiare è possibile cercare un alloggio in una zona meno centrale, ma comunque vicino alla metropolitana. Infatti, sia con la metro che con i mezzi di superficie è possibile raggiungere il centro e le zone di maggior interesse. Per i... vedi tutto più giovani è assolutamente consigliata la zona dei navigli, ricca di locali famosi per la movida notturna. Da non perdere: il Duomo, via Montenapoleone per lo shopping di lusso, il Castello Sforzesco, il cenacolo, la zona di brera. Per i più piccoli, ma non solo, il museo della scienza e della tecnologia, vicino alla chiesa di S. Ambrogio, organizza attività interattive con cui imparare divertendosi.
Debora Anzovino
Livello 26     4 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Le mie preferite: - visita al castello poco affollato ma interessante per le sue numerose opere; ovviamente la passeggiata al parco sempione non può mancare - brunch alla trinennale e mostre di arte contemporanea e design - shopping in porta ticinese giovane e... vedi tutto di tendenza ma anche artiginale ed originale - aperitivo sulla terrazza del rinascente per vedere le guglie del duomo - passegiata nel tardo pomeriggio/sera nel quartiere Brera, nota per i suoi vicoli, ma anche per gli aritisti di strada, musicisti e cartomanti - giovedì sera i musei e le mostre (triennale, palazzo reale ecc.) hanno l'apertura prorogata!
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312498
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,078125
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0312502
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0